• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14
  1. #1
    evaluna^
    Ospite non registrato

    citazione di Berlusconi nei temi di maturità

    ...fra i documenti forniti come base per il saggio breve sull'acqua come fonte di vita e salvezza....ma vi rendete conto??E ci credo che si sono scatenate le polemiche!!!

  2. #2
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Articolo tratto da ww.repubblica.it del 19/06/2003

    Fra le tracce consegnate agli studenti per la prova di italiano
    una citazione di Berlusconi e del "Libro nero del comunismo"
    Maturità, frasi del premier nei temi
    la polemica arriva in Parlamento


    Fassino: "Dopo il Tg1 rumeno anche l'esame di maturità rumeno"
    Protesta anche Boselli. Diliberto: "La Moratti di dimetta"

    ROMA - In via diretta o indiretta Silvio Berlusconi entra in due delle quattro tracce consegnate agli studenti impegnati nella prova di maturità di italiano e il "caso" arriva in Parlamento con il diessino Giuseppe Giulietti che ironizza: "Perché neglle altre due tracce non c'è nulla del premier? Sarà colpa dei bolscevichi" e il segretario della Quercia che rincara: "Dopo il Tg1 rumeno anche la maturità rumena".

    A scatenare la polemica e l'ironia dell'opposizione sono due casi. Uno riguarda il saggio breve su "L'acqua, risorsa e fonte di vita". Fra la documentazione che gli studenti potevano utilizzare c'era uno stralcio dell'introduzione a "Celebrazioni ufficiali italiane per la Giornata mondiale dell'alimentazione" a firma Silvio Berlusconi. Invece che scienziati, economisti, o ambientalisti gli studenti, dunque, si sono trovati di fronte il premier.

    "Affinchè vi sia cibo - si legge nella prosa berlusconiana - occorre che vi sia acqua. E' quindi fondamentale investire per garantire la disponibilità e l'uso efficiente delle risorse idriche, in un indispensabile contesto di salvaguardia ambientale. Acqua e cibo rappresentano il motore di quello sviluppo autosostenibile cui tutti dobbiamo dare priorità assoluta".

    Altro caso riguarda invece il tema storico. Argomento a rischio politico visto che si parla di totalitarismi. E il ministero, pur non citando il premier che di totalitarismo parla con grande frequenza, offre agli studenti come documentazione l'estratto di un libro che al premier è molto caro, quel "Libro nero del comunismo" regalato in 5 mila copie agli alleati di Alleanza nazionale riuniti a congresso a Verona nel 1998. Il volume è il frutto delle ricerche svolte da un gruppo di professori francesi sugli 80 anni del comunismo, a partire dal 1917, anno del "colpo di stato bolscevico", al 1998, una sorta di contabilità dei morti provocati dai regimi comunisti nel mondo.

    "Vedo che la sindrome Ceaucescu prende piede nel centrodestra". Questo il commento di uno sconcertato Piero Fassino. Dice il segretario ds in Transatlantico: "dopo il tg1 di stile rumeno ora abbiamo anche gli esami di maturità in stile rumeno. A quando la distribuzione gratuita a tutti gli studenti dell'opera omnia di berlusconi?".

    Il caso è arrivato in Parlamento con Giuseppe Giulietti che ha preso la parola e, ironicamente, ha detto: "Intendo proporre una commisione di inchiesta affinché sia fatta luce sul responsabile all'interno della commissione ministeriale che stabilisce i temi per la maturità, che ha impedito che nome e citazioni del presidente del Consiglio fossero presenti in tutte le tracce. Mi ha stupito, infatti, che ci si è limitati a richiamarlo solo in due dei molti temi proposti agli studenti". "Chi ha impedito a Berlusconi di essere presente ovunque - ironizza ancora Giulietti - sarà stato il solito bolscevico infiltrato. Ma, fuor di ironia, credo che gli unici precedenti con tale e tanta caduta di stile risalgano al ventennio per l'Italia e a Kim il Sung oltre confine. Non vorrei che il 'lodo Berlusconi' si estendesse anche all'esame di maturità".

    E sulla questione intervengono anche lo Sdi ed i Comunisti italiani. il socialista Enrico Boselli si limita ad una frase: "Bisogna tenere fuori la politica certamente dalle aule dei tribunali ma anche dalle aule scolastiche", mentre l'esponente comunista rincara: "La ministra brichetto se ne deve andare al più presto. Mai, nella storia della nostra democrazia, si era arrivati così volgarmente in basso. E' vergognoso che si citi il presidente del Consiglio, solo con Mussolini si era arrivati a tale culto della personalità".

    (18 giugno 2003)

  3. #3
    evaluna^
    Ospite non registrato
    E' molto carino anche l'articolo di Michele Serra che comincia in prima pagina della Repubblica di oggi....ma perdonatemi però ora proprio non ho la forza di copiarlo tutto.....
    Haru mi viene in mente che tu l'abbia preso da qualche parte in rete... mi rifiuto di pensare che l'abbia scritto al volo...
    Comunque...emh io non so farlo

  4. #4
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da evaluna^
    E' molto carino anche l'articolo di Michele Serra che comincia in prima pagina della Repubblica di oggi....ma perdonatemi però ora proprio non ho la forza di copiarlo
    Gli esami di governo
    di MICHELE SERRA


    CHE i temi della maturità possano riflettere l'aria che tira, permeabili alle tendenze politiche e culturali dominanti, può essere discutibile ma non è uno scandalo. Fioccavano, negli anni passati, le riflessioni su Croce e Gramsci, lo spirito repubblicano era pane e lo storicismo companatico, il neorealismo e la letteratura civile del dopoguerra facevano capolino tra Leopardi e Verga. Diciamo - gentilmente - che quest'anno, Anno Terzo dell'era berlusconiana, s'è leggermente sbracato.

    E la permeabilità (fisiologica) dei funzionari ministeriali agli orientamenti del momento si è trasformata nel desiderio (patologico) di compiacere il governo: tanto che la tradizionale dicitura "esami di Stato" appare decisamente soppiantata da quella, più appropriata, di "esami di governo" o, come direbbe il senatore Schifani, "esami di maggioranza". Non si spiegano altrimenti i due temi che hanno scatenato la comprensibile ira di mezzo Paese. Nel primo fa il suo trionfale ingresso, tra i testi formativi della gioventù italiana, il "Libro nero del comunismo", base scientifica ideale per giustificare un tema sui regimi totalitari del '900 nel quale (riassumo) il fascismo viene presentato come una sgradevole robetta, il nazismo come una gran brutta faccenda e il comunismo come il Male Assoluto, Satana incarnato.

    Nel secondo, un innocuo e interessante tema sull'acqua come risorsa fondamentale, il ministero è riuscito a inserire, incredibilmente, una frase di Berlusconi, tratta nientepopodimenoché dall'Introduzione alla Celebrazioni Ufficiali Italiane per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione.

    Se il primo caso (quello d'un tema sui totalitarismi che rovescia esattamente, in una democrazia nata dalle ceneri del nazifascismo e dopo la carneficina bellica causata da Hitler e Mussolini, il rapporto tra il rosso e il nero) è un classicissimo esempio di revisionismo storico applicato alla scuola, il secondo, quello della citazione di Berlusconi, noto esperto di questioni idriche, in un tema di politica ambientale, è un clamoroso esempio di cavoli a merenda. Spiegabile soltanto con lo zelo ottuso e controproducente di qualche pensatore ministeriale.

    Non per caso, è stata soprattutto la citazione di Berlusconi - acqua fresca, appunto - a scatenare le reazioni più allarmate, seppure venate di ilarità. Mentre la beatificazione del Libro nero del comunismo, in mancanza di testi più accreditati, era infatti funzionale alla tesi politica di chi ha stilato il tema, la frasetta del premier sull'acqua potabile ha il solo evidente scopo d'omaggiarlo, e puzza terribilmente, e ridicolmente, di regime. Parola che va usata (vedasi il tema sui totalitarismi) con cautela, soprattutto per rispetto a chi ha sofferto sotto i regimi veri. Ma che tecnicamente indica in maniera appropriata quel salto di mentalità, quella resa psicologica che rende possibile un così ridicolo e appariscente caso di servilismo, per giunta in un atto pubblico significativo e a suo modo solenne come gli esami di Stato.

    Potremmo dire che il secondo tema, quello sull'acqua berlusconiana, aggrava, e di molto, la posizione del primo. Perché svela, maldestramente, uno spirito propagandistico molto contingente, e molto cheap, che vanifica gli sforzi "scientifici" del neoanticomunismo da "Libro nero", e li riduce a pura sete di applausi per il beneamato premier. Fossimo in Berlusconi, saremmo furiosi con l'ideatore del tema idrico, grottesco episodio che mette alla berlina una corte ossequiosa e strafacente, incapace di capire il cattivo gusto e soprattutto il cattivo servigio reso a un Capo che è già padrone, governante, imprenditore, assicuratore, re del calcio, del cinema, dell'editoria, della tv, e oggi si scopre anche Regolatore delle Acque. Ne aveva bisogno?

    Altra osservazione. Non crediamo che mai, prima d'ora, un presidente del Consiglio in carica sia stato citato nei temi della maturità. È un primato del quale Berlusconi, probabilmente, non ha colpa. Ma un leader si giudica anche, se non soprattutto, dalla classe dirigente della quale si circonda. Berlusconi è il responsabile dei berlusconiani e del berlusconismo. A giudicare dai temi di maturità, non è una responsabilità da poco.

    (19 giugno 2003)

    et voila' magia del copia e incolla

  5. #5
    evaluna^
    Ospite non registrato
    (grazie)

  6. #6
    Lupo Solitario Biblico L'avatar di Antares
    Data registrazione
    14-05-2003
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    2,731
    io non ci vedo niente di male
    in fondo il Berlusca ha detto una frase giusta, non mi sembra il caso di far nascere una polemica
    Terra - Acqua - Fuoco - Aria - Vuoto....... i 5 Anelli......


    Credo nelle rovesciate di Bonimba e nei riff di Keith Richard
    Credo al doppio suono di campanello del padrone di casa che vuole l’affitto ogni primo del mese
    Credo che ognuno di noi meriterebbe di avere una madre e un padre che siano decenti con lui almeno fino a quando non si sta in piedi
    Credo che un Inter come quella di Corso, Mazzola e Suarez non ci sarà mai più, ma non è detto che non ce ne saranno altre belle in maniera diversa
    Credo che non sia tutto qua. Però prima di credere in qualcosa d’altro bisogna fare i conti con quello che c’è qua, e allora mi sa che crederò prima o poi in qualche dio
    Credo che se mai avrò una famiglia sarà dura tirare avanti con 300000 al mese ma credo anche che se non leccherò culi come fa il mio capo-reparto difficilmente cambieranno le cose
    Credo che ci ho un buco grosso dentro ma anche che il rock and roll, qualche amichetta , il calcio, qualche soddisfazione sul lavoro, le stronzate con gli amici... beh ogni tanto questo buco me lo riempiono
    Credo che la voglia di scappare da un paese con 20000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso e credo che da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddie Merx
    Credo che non è giusto giudicare la vite degli altri perché non puoi sapere proprio un cazzo della vita degli altri
    Credo che per credere certi momenti ti ci vuole molta energia.
    [/color]

    GrazieToni

    King of Movies del mese di Novembre

  7. #7
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da Antares
    io non ci vedo niente di male
    in fondo il Berlusca ha detto una frase giusta, non mi sembra il caso di far nascere una polemica
    a me ha fatto ridere solo il fatto che avrebbe potuta dirla anche mia cugina di 5 anni

    L'acqua e il cibo sono molto importanti!!
    Dobbiamo far si che siano sempre conservati!!!

    Cioe' la filosofia di base di tutti i gioci strategici mai creati

    Cmq a me ha sconvolto molto di piu' la traccia storica....

  8. #8
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da Haruka
    Cmq a me ha sconvolto molto di piu' la traccia storica....
    3. AMBITO STORICO - POLITICO

    ARGOMENTO: Il terrore e la repressione politica nei sistemi totalitari del '900.




    DOCUMENTI


    Scheda:

    Il fascismo italiano fece centinaia di prigionieri politici e di confinati in domicilio coatto, migliaia di esiliati e fuoriusciti politici.

    Il nazismo tedesco dal 1933 al 1939 ha eliminato circa 20.000 oppositori nei campi di concentramento e nelle prigioni; tra il 1939 e il 1941 ha sterminato nelle camere a gas 70.000 tedeschi vittime di un programma di eutanasia. Durante la guerra si calcola che siano stati uccisi circa 15 milioni di civili nei paesi occupati, circa 6 milioni di ebrei; 3.300.000 prigionieri di guerra sovietici, più di un milione di deportati e decine di migliaia di zingari sono morti nei campi di concentramento; più di 8 milioni sono stati inviati ai lavori forzati.

    Nella Russia comunista la prima epurazione la pagarono gli iscritti al partito; tra il 1936?38 furono eliminati 30.000 funzionari su 178.000; nell'Armata rossa in due anni furono giustiziati 271 tra generali, alti ufficiali e commissari dell'esercito. Nei regimi comunisti del mondo (URSS, Europa dell'Est, Cina, Corea del Nord, Vietnam, Cambogia, Cuba, ecc.) si calcola che sono stati eliminati circa 100 milioni di persone contrarie al regime.

    Né bisogna dimenticare le "foibe" istriane e, più di recente, i crimini nei territori della ex Jugoslavia, in Algeria, in Iraq, ecc. Amnesty International ha segnalato 111 Paesi dove sono state applicate torture su persone per reati d'opinione.




    "Con il terrore si assiste a una doppia mutazione: l'avversario, prima nemico e poi criminale, viene trasformato in 'escluso'. Questa esclusione sfocia quasi automaticamente nell'idea di sterminio. Infatti la dialettica amico/nemico è ormai insufficiente a risolvere il problema fondamentale del totalitarismo: si tratta di costruire un'umanità riunificata e purificata, non antagonista [...]. Da una logica di lotta politica si scivola presto verso una logica di esclusione, quindi verso un'ideologia dell'eliminazione e, infine, dello sterminio di tutti gli elementi impuri".


    S. COURTOIS, "Perché?", in Il libro nero del comunismo, Milano, Mondadori, 2000



    "Per genocidio si intende uno qualunque dei seguenti atti, commessi con l'intenzione di distruggere completamente o in parte un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso in quanto tale: a) assassinio di membri del gruppo; b) grave attentato all'incolumità fisica o mentale di membri del gruppo; c) imposizione intenzionale al gruppo di condizioni di vita destinate a provocarne la distruzione fisica totale o parziale; d) misure volte a ostacolare le nascite all'interno del gruppo; e) trasferimenti coatti dei figli di un gruppo a un altro".

    Convenzione delle Nazioni Unite del 9/12/1948



    "Dolore per la nostra patria [il Cile] soggiogata e convertita in un immenso carcere; per il nostro popolo martoriato dalla fame e dalla miseria; per i nostri compagni ed amici caduti nel combattimento, o assassinati, torturati o incarcerati dal fascismo. Speranza che questo incubo di orrore avrà una fine non lontana, e la certezza che i colpevoli riceveranno il castigo esemplare".

    C. ALTAMIRANO, "Saluto di capodanno: I gennaio 1975", in Tutte le forme di lotta, Milano, 1975,
    (L'autore era segretario generale del Partito socialista cileno)



    "I regimi totalitari del XX secolo hanno rivelato l'esistenza di un pericolo prima insospettato: quello di una manomissione completa della memoria".

    T. TODOROV, Memoria del male, tentazione del bene. Inchiesta su un secolo tragico, Milano, Garzanti, 2001

  9. #9
    Lupo Solitario Biblico L'avatar di Antares
    Data registrazione
    14-05-2003
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    2,731
    beh ecco la traccia storica è un po' esagerata
    secondo me è un po' difficile che un ragazzo di 18 anni possa affrontare in modo obiettivo l'argomento, ci sarà sempre un po' di enfasi nella narrazione nei confronti o della destra o della sinistra, e se a correggerti il tema è un prof della fazione opposta, so cazzi!!!!!!!!!!!
    Terra - Acqua - Fuoco - Aria - Vuoto....... i 5 Anelli......


    Credo nelle rovesciate di Bonimba e nei riff di Keith Richard
    Credo al doppio suono di campanello del padrone di casa che vuole l’affitto ogni primo del mese
    Credo che ognuno di noi meriterebbe di avere una madre e un padre che siano decenti con lui almeno fino a quando non si sta in piedi
    Credo che un Inter come quella di Corso, Mazzola e Suarez non ci sarà mai più, ma non è detto che non ce ne saranno altre belle in maniera diversa
    Credo che non sia tutto qua. Però prima di credere in qualcosa d’altro bisogna fare i conti con quello che c’è qua, e allora mi sa che crederò prima o poi in qualche dio
    Credo che se mai avrò una famiglia sarà dura tirare avanti con 300000 al mese ma credo anche che se non leccherò culi come fa il mio capo-reparto difficilmente cambieranno le cose
    Credo che ci ho un buco grosso dentro ma anche che il rock and roll, qualche amichetta , il calcio, qualche soddisfazione sul lavoro, le stronzate con gli amici... beh ogni tanto questo buco me lo riempiono
    Credo che la voglia di scappare da un paese con 20000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso e credo che da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddie Merx
    Credo che non è giusto giudicare la vite degli altri perché non puoi sapere proprio un cazzo della vita degli altri
    Credo che per credere certi momenti ti ci vuole molta energia.
    [/color]

    GrazieToni

    King of Movies del mese di Novembre

  10. #10
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Perfettamente d'accordo! senza contare che la documentazione era leggermente di parte è proprio quello che viene contestato

  11. #11
    Lupo Solitario Biblico L'avatar di Antares
    Data registrazione
    14-05-2003
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    2,731
    beh , effetivamente ho anche notato che nel caso del nazismo si parla di semplici "oppositori"
    nel caso del comunismo si parla di "persone contrarie al regime"

    c'è una grossa differenza tra i 2 termini, no?????

    e poi vabbè la citazione da "Il Libro Nero Del Comunismo"

    e parlando del nazismo xkè non si parla della persecuzione degli ebrei, del fatto che sono morti solo xkè ebrei???????
    non vengono dedicate neanche 2 righe a questo argomento!!!
    se fosse capitata a me sta traccia avrei parlato solo delle sensazioni che ho provato quando visitai il campo di concentramento di Dachau un paio d'anni fa.....bruttissimo....
    anche a costo di andare fuori traccia
    Terra - Acqua - Fuoco - Aria - Vuoto....... i 5 Anelli......


    Credo nelle rovesciate di Bonimba e nei riff di Keith Richard
    Credo al doppio suono di campanello del padrone di casa che vuole l’affitto ogni primo del mese
    Credo che ognuno di noi meriterebbe di avere una madre e un padre che siano decenti con lui almeno fino a quando non si sta in piedi
    Credo che un Inter come quella di Corso, Mazzola e Suarez non ci sarà mai più, ma non è detto che non ce ne saranno altre belle in maniera diversa
    Credo che non sia tutto qua. Però prima di credere in qualcosa d’altro bisogna fare i conti con quello che c’è qua, e allora mi sa che crederò prima o poi in qualche dio
    Credo che se mai avrò una famiglia sarà dura tirare avanti con 300000 al mese ma credo anche che se non leccherò culi come fa il mio capo-reparto difficilmente cambieranno le cose
    Credo che ci ho un buco grosso dentro ma anche che il rock and roll, qualche amichetta , il calcio, qualche soddisfazione sul lavoro, le stronzate con gli amici... beh ogni tanto questo buco me lo riempiono
    Credo che la voglia di scappare da un paese con 20000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso e credo che da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddie Merx
    Credo che non è giusto giudicare la vite degli altri perché non puoi sapere proprio un cazzo della vita degli altri
    Credo che per credere certi momenti ti ci vuole molta energia.
    [/color]

    GrazieToni

    King of Movies del mese di Novembre

  12. #12
    evaluna^
    Ospite non registrato
    Avete perfettamente ragione...ma secondo me è sbagliato anche citare una frase del presidente del consiglio in carica.....ho letto che è la prima volta in assoluto.
    E poi, se fosse stato Il Più Esperto in materia potrei anche lontanamente (stra stra stra lontanamente) capire, come ha scritto Haruka, ma quella citazione mi sembra veramente una demenza.
    Chiaro poi che la colpa è di chi ha scritto le tracce, non direttamente sua.....(e sottolineo direttamente).

  13. #13
    girasole.net
    Ospite non registrato
    e già! dove andremo a finire! altro che mezze stagioni!

  14. #14
    Ospite non registrato
    Non ho nemmeno avuto la forza di informarmi ulteriormente in merito quando ho visto che la fonte di un tema della maturità era il libro nero del comunismo...paradossalmente non ce l'ho fatta perchè sto ancora ridendo adesso

    ma mi sento anche

Privacy Policy