• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 23

Discussione: urge consiglio

  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di Pandistelle
    Data registrazione
    05-01-2005
    Messaggi
    109

    urge consiglio

    Urge consiglio,da futuri psicologi a futura psicologa.
    Mi pago gli studi facendo la commessa. Siamo sei commessi,mica poi tanti,un gruppo che dovrebbe essere affiatato, ma come una persona si gira subito che tutti devono parlar male.E' una situazione odiosa. Per non parlare dei soggetti in questione..Mi è capitato di discutere con una di queste mie colleghe subito prima di andare in ferie: la responsabile ci chiede di fare un lavoro,appena finisce il suo turno la collega comincia a dire che questo è un lavoro inutile e quindi lei non vuole più farlo. Allora,non è a me che deve dirlo ma alla responsabile.Comunque le dico che secondo me è utilissimo e che comunque io andrò in ferie e che vorrei contribuire alla preparazione del negozio perchè mi preoccupo ad andare in ferie lasciandoli pieni di lavoro e fare questo lavoro (che io reputavo utilissimo..si trattava di una specie di inventario)mi consente di fare qualcosa per loro,di partecipare in un qualche modo,sapendo che saranno in meno,considerando anche che è stato preso un ragazzo nuovo che ancora non conosce il lavoro.

    Bene la collega mi tiene il muso. Appena arriva la responsabile le chiedo di parlarle perchè è con lei che deve parlare non con me.

    In ogni caso ho fatto una cazzata.Un giorno che ero particolarmente depressa e in svalutazione mi sono sfogata con un mio collega maschio e gli ho detto che ci sono rimasta male che in un anno che lavoro lì le altre mi colleghe,tutte donne,non mi hanno mai chiamato a ballare con loro,visto che ci vanno tutti i venerdì,tutte insieme.Invece quando è stata assunta questa con cui ho litigato,che è stata l'ultima donna ad essere assunta subito glielo hanno chiesto,dopo pochi giorni che era entrata.

    Non so,devo avere qualcosa che non va. Ieri passo dal negozio nonostante fossi in ferie.Quando mi vedono all'orizzonte questa collega e un altra fuggono in magazzino a fumare e rimane in negozio solo il mio collega maschio.
    Gli chiedo dove sono e mi dice che son dietro,allora vado a salutarle.Una saluta l'altra non salutando me ed entra in macchina.L'altra la vedo scocciata che sia passata a salutare..
    Ma infondo.E' un centro commerciale enorme. Potevo non passare affatto a salutarla se avessi voluto,ero a fare un giro per i saldi dopotutto.

    Questa collega,questa scocciata non è affatto una persona facile. Ha dei problemi suoi,legati a disturbi alimentari.
    In generale un pò tutti abbiamo i nostri problemi,io non pretendo di trovare un ambiente di lavoro perfetto

    Mi dice che ha visto mia sorella a ballare.E mi dice: perchè non ti fai portare da lei qualche volta?
    Mica mi dice,ma perchè non vieni con noi qualche volta.Capisco che ha parlato col mio collega che fra l'altro è lì.Però non mi viene una risposta più intelligente che dirle che non posso fare le quattro di notte quando il giorno dopo ho da lavorare. E poi perchè dovrei andare a ballare con mia sorella?Per sentirmi ancora più sfigata perchè non ho nessun altro?

    Solo vorrei capire come fare a sopravvivere..a staccarmi dall'ambiente.
    E' anche vero che la sto vivendo con fatica perchè sono in un periodo di autosvalutazione,sono sotto esami,sono stressata,si avvicina il mio compleanno e mi sento fallita perchè non ho amici e probabilmente lo passerò sola.Per fortuna quel giorno ho anche un esame.E ho paura che i miei colleghi non mi facciano uno straccio di regalo.Confermerebbe che gli sto sulle scatole. E allo stesso tempo ho paura che me lo facciano. Perchè mi fanno carognate tutto il giorno e un regalo da loro non lo voglio. Magari vorrebbe dire che non gli sto così tanto sulle scatole. Ma mi manderebbe ancora di più in confusione.

    Come devo fare a staccarmi?
    Ci passo otto ore al giorno in quel negozio.
    E le carognate mi mandano in bestia. Come quando vanno tutti insieme a fumare di dietro e mi lasciano in negozio anche le mezz'ore da sola.
    Io non fumo.E non c'è nulla di equivalente a fumarsi una sigaretta.
    Per un pò di tempo me ne sono fregata di tutta questa situazione ma ora ci riesco poco..

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: urge consiglio

    Ciao Pandistelle...
    Mi interessa sapere una cosa: secondo il tuo parere, come mai i tuoi colleghi hanno questi atteggiamenti discriminatori nei tuoi confronti? che ipotesi ti sei fatta? risalendo ai primi tempi in cui hai iniziato questo lavoro lì dentro, sai individuare dei particolari da cui ha avuto origine tutto questo?

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,181
    Blog Entries
    281

    Riferimento: urge consiglio

    Come diceva il buon Hartmann: "Quando sorge un conflitto tra se stessi e l'ambiente, ci sono solo tre strade

    a) cambiare se stessi
    b) cambiare l'ambiente
    c)cercare un altro ambiente"

    Io ti consiglierei la "c"

    Non stare ad arrovellarti su questioni del genere: "Cosa ho io che non va?". Non hai nulla che non vada. Chiederti assurdità del genere non fa altro che trasformarti in una vittima, e peggiorare la situazione.
    L'unico e solo modo in cui si può risolvere una situazione del genere è attraverso un intervento diretto e duro della responsabile del negozio, per quel che ne capisco io. Se non è disposta a farlo, è meglio che tu cambi negozio.

    Buona vita
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di lollypsico
    Data registrazione
    12-02-2008
    Residenza
    dentro un orologeria
    Messaggi
    2,878

    Riferimento: urge consiglio

    non capisco se tutto questi pensieri tristi siano dovuti ad una eccessivo peso a quello che pensano gli altri,al nostro sentirsi spesso inadeguati rispetto agli altri x via di certi confronti...a volte l'eccessiva valutazione sugli altri ci porta molto spesso a pensare cercando di collegare e spiegare mille cose..ora non conosco la situazione e anche descrivendomela non mia aiuta di certo a capire,perchè queste risposte sono una delle tante possibili soluzioni e percezioni di quello che provi..magari puo aver dato fastidio quanto hai detto e fatto (oh non a tutti si è simpatici e in questo caso basta convinverci e stop) o semplicemente sei stressata e non ragioni in modo sereno...penso pure che non x forza pero certi ambienti e certe persone devono essere le nostre parti vitali...sii serena!!!ciao

  5. #5
    !Faralas!
    Ospite non registrato

    Riferimento: urge consiglio

    cara mi dispiace per la situazione prima di tutto.
    nella vita putroppo non sempre si puo legare come vorremmo con altre persone vuoi per un motivo vuoi per un altro. Ora..generalmente il problema si potrebbe risolvere o ignorando le colleghe e svolgendo il proprio lavoro per poi dedicarsi alla propria vita o cambiare lavoro.
    Ma il problema potrebbe essere magari questo periodo un po negativo che ti porta a vedere le cose poi negativamente
    secondo me con loro tu non centri molto ... ma non per colpa tua... probabilmente avete una differenza di carattere e il tuo è migliore

  6. #6
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di consulente_
    Data registrazione
    30-06-2008
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    1,105
    Blog Entries
    15

    Riferimento: urge consiglio

    Citazione Originalmente inviato da lollypsico Visualizza messaggio
    non capisco se tutto questi pensieri tristi siano dovuti ad una eccessivo peso a quello che pensano gli altri,al nostro sentirsi spesso inadeguati rispetto agli altri x via di certi confronti...a volte l'eccessiva valutazione sugli altri ci porta molto spesso a pensare cercando di collegare e spiegare mille cose..ora non conosco la situazione e anche descrivendomela non mia aiuta di certo a capire,perchè queste risposte sono una delle tante possibili soluzioni e percezioni di quello che provi..magari puo aver dato fastidio quanto hai detto e fatto (oh non a tutti si è simpatici e in questo caso basta convinverci e stop) o semplicemente sei stressata e non ragioni in modo sereno...penso pure che non x forza pero certi ambienti e certe persone devono essere le nostre parti vitali...sii serena!!!ciao
    Sono daccordo nel complesso: stai dando valore agli altri per la tua felicità.
    Ma chi caspita sono queste persone per cui tu ti arrovelli e ti dai tanta pena?
    Persone cosi antipatiche meritano le tue emozioni, questa tua angoscia?
    Sono in una situazione molto simile alla tua eppure ora non mi pesa: l'importante è che ti fidi di te stessa.
    Non dare retta a nient'altro che te stessa
    Un sito interessante.
    http://www.dietroivelideltempio.com/

    Msn Blog del mio hobby preferito: Il Gioco di Narrazione http://cid-02220de93e035984.spaces.live.com/
    Ama la verità, ignora la menzogna.
    Cerca la verità, butta la paura.

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: urge consiglio

    E' giusto quello che dite, ma non condivido il lasciar perdere, mandare a quel paese tutto e fregarsene. Questo è giusto fino ad un certo punto... Forse mi sbaglio, ma per quello che ricordo da altri post letti in passato Pandistelle è una ragazza che ha un'insicurezza notevole, e pensieri del tipo "cos'ho che non va, c'è qualcosa che non va in me, vengo emarginata, non sono come gli altri, sono una sfigata" non vanno bene per niente! Secondo me, prima di "fregarsene" sarebbe meglio capire da dove ha avuto origine tutto questo...dare un senso a questa situazione, capire per quale motivo viene trattata così! altrimenti come si fa a lasciarsela alle spalle? magari mandi a quel paese il negozio, ma la sensazione perenne di inferiorità ti rimane....sei solo fuggito da un ambiente che ti stava scomodo, ma senza capire perchè!

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di consulente_
    Data registrazione
    30-06-2008
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    1,105
    Blog Entries
    15

    Riferimento: urge consiglio

    Pienamente daccordo con Alexandra, è anzi dannoso perdere un posto di lavoro solo per un ambiente poco amichevole.
    Stando al post di willy, secondo me è più utile usare quelle persone come termometro della tua sicurezza e fiducia.
    Quando avrai maturato maggior fiducia, quelle persone non ti faranno alcun fastidio.
    Anzi, saranno attratte dal tuo cambiamento e potrai benissimo...ignorarle a tua volta, perchè non avrai bisogno alcuno di persone come loro.
    E' importante che rifletti sulle cause di questa insicurezza, spesso è esattamente l'atteggiamento mentale che siano gli altri a decidere la tua felicità con le loro reazioni a far stare sempre peggio.
    E' un meccanismo perverso: tanto più ti affidi gli altri, tanto più sprofondi.
    Tanto più prendi in mano il controllo della tua vita e ti rendi conto che hai tutto nella tua mente, nel tuo cuore, tanto più sei sicura di te.
    E' un percorso lento, duro all'inizio, ma non ti lascerà insoddisfatta.
    Coraggio!
    Un passo uno dopo l'altro, sino alla meta
    Un sito interessante.
    http://www.dietroivelideltempio.com/

    Msn Blog del mio hobby preferito: Il Gioco di Narrazione http://cid-02220de93e035984.spaces.live.com/
    Ama la verità, ignora la menzogna.
    Cerca la verità, butta la paura.

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Johnny
    Data registrazione
    10-04-2005
    Messaggi
    9,991

    Riferimento: urge consiglio

    In ogni caso ho fatto una cazzata.Un giorno che ero particolarmente depressa e in svalutazione mi sono sfogata con un mio collega maschio e gli ho detto che ci sono rimasta male che in un anno che lavoro lì le altre mi colleghe,tutte donne,non mi hanno mai chiamato a ballare con loro,visto che ci vanno tutti i venerdì,tutte insieme.Invece quando è stata assunta questa con cui ho litigato,che è stata l'ultima donna ad essere assunta subito glielo hanno chiesto,dopo pochi giorni che era entrata.
    secondo me hai fatto bene, le cose bisogna dirle, anzi dovevi dirlo a loro direttamente, sai che soddisfazione

    Non so,devo avere qualcosa che non va.
    no è l'ambiente che non va, forse in quel contesto si generano delle dinamiche di gruppo per cui tu svolgi un certo tipo di ruolo...che ne so, del caprio espiatorio?

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: urge consiglio

    Citazione Originalmente inviato da consulente_ Visualizza messaggio
    secondo me è più utile usare quelle persone come termometro della tua sicurezza e fiducia.
    Quando avrai maturato maggior fiducia, quelle persone non ti faranno alcun fastidio.
    Anzi, saranno attratte dal tuo cambiamento e potrai benissimo...ignorarle a tua volta, perchè non avrai bisogno alcuno di persone come loro.
    E' importante che rifletti sulle cause di questa insicurezza, spesso è esattamente l'atteggiamento mentale che siano gli altri a decidere la tua felicità con le loro reazioni a far stare sempre peggio.
    E' un meccanismo perverso: tanto più ti affidi gli altri, tanto più sprofondi.
    Tanto più prendi in mano il controllo della tua vita e ti rendi conto che hai tutto nella tua mente, nel tuo cuore, tanto più sei sicura di te.
    Bravo sono d'accordissimo

  11. #11
    Partecipante Affezionato L'avatar di Pandistelle
    Data registrazione
    05-01-2005
    Messaggi
    109

    Riferimento: urge consiglio

    per Alesxandra:
    Credo che questi atteggiamenti abbiano avuto origine per tante ragioni connesse fra di loro:quando ho cominciato a lavorare ero molto più timida ma non ho mai disdegnato cene e incontri che all'inizio venivano fatti molto frequentemente..
    Mi sono sempre sentita abbastanza incapace di legare ma ho cercato di provare ma è anche vero che dovevo cercare il più possibile di tenermi il lavoro quindi qualsiasi cosa succedesse cercavo di restare remissiva e di non prendere le parti di nessuno.L'unico compenso per aver lavorato bene è che adesso ho il posto indeterminato.
    All'inizio era molto amichevole come ambiente poi sono cominciate le carognate per colpa di una collega che non lavora più con noi che ci ha messo gli uni contro gli altri raccontando cose false e abbastanza pesanti.Quando è stata licenziata sono cominciati altri problemi perchè volevano fare la responsabile in due e anche lì falsità raccontate dietro per ottenere un posto un gradino più alto.Credimi situazioni da giardino di infanzia da farti rizzare i capelli in testa.Cose che fra persone adulte non dovrebbero succedere.... Direi che in generale si è un pò consolidata l'usanza di parlare alle spalle e compiere meschinità,cosa che invece di unire il gruppo non fa altro che creare astio.

    per willy61:

    vorrei tanto che la responsabile si muovesse ma non l'ha mai fatto perchè punta molto sul quieto vivere dopo mesi di guerre interne.Inoltre non si muove perchè aspetta di andar via,purtroppo entrerà nell'esercito quindi per lei è un posto provvisorio....

    per lollypsico, consulente, faralas..:

    Ho scritto questo post infatti perchè non riesco a farmela scivolare..purtroppo credo sia anche per il fatto che il negozio è quello che ho.Sarebbe più facile se avessi una vita ricca fuori.
    Vorrei avere una vita ricca fuori.E' vero,chi sono queste persone per farmi stare così? ma quando ci passi tutta la settimana in un negozio,sabati e domeniche comprese è così difficile distaccarsi

  12. #12
    !Faralas!
    Ospite non registrato

    Riferimento: urge consiglio

    su questo hai ragione.. è dura riuscirci... ma il fatto è... le tue colleghe non cambieranno idea facilmente... ma la loro amicizia x te è tanto importante??
    sono tipe che mi sembrano all opposto di te

    se non riesci ad accettarla alora l idea migliore è cambiare lavoro

    cmq sia in privato hai la tua vita.. hai altre amiche con cui uscire in caso? un ragazzo?
    in tal caso fai buon viso a cattivo gioco...
    o almeno prova

  13. #13
    Partecipante Leggendario L'avatar di kaory_78
    Data registrazione
    05-01-2008
    Messaggi
    2,324

    Riferimento: urge consiglio

    ciao pandistelle, dal mio punto di vista le tue colleghe sono decisamente immature e poco professionali... gente così purtroppo ce n'è a bizzeffe!! Sinceramente non saprei che farmene della loro amicizia o addirittura di andare a ballare con loro, decisamente meglio uscire con tua sorella....che poi onestamente non ci vedo niente di male. Penso che nel momento in cui tu abbandonerai l'idea di voler necessariamente far parte del loro gruppo oltre che ad entrare nell'ottica che di gente così ipocrita non ne hai bisogno... forse anche tutto perderebbe di significato. Il fatto che tu possa essere timida, insicura o qualsiasi altra cosa...non da il diritto a nessuno di poterti trattare come meglio crede...Fatti valere e buona fortuna in quel covo di vipere

  14. #14
    Partecipante Super Figo L'avatar di Mujer pequena
    Data registrazione
    17-12-2007
    Messaggi
    1,927

    Riferimento: urge consiglio

    Citazione Originalmente inviato da kaory_78 Visualizza messaggio
    ciao pandistelle, dal mio punto di vista le tue colleghe sono decisamente immature e poco professionali... gente così purtroppo ce n'è a bizzeffe!! Sinceramente non saprei che farmene della loro amicizia o addirittura di andare a ballare con loro, decisamente meglio uscire con tua sorella....che poi onestamente non ci vedo niente di male. Penso che nel momento in cui tu abbandonerai l'idea di voler necessariamente far parte del loro gruppo oltre che ad entrare nell'ottica che di gente così ipocrita non ne hai bisogno... forse anche tutto perderebbe di significato. Il fatto che tu possa essere timida, insicura o qualsiasi altra cosa...non da il diritto a nessuno di poterti trattare come meglio crede...Fatti valere e buona fortuna in quel covo di vipere
    Quoto...e quoto anche consulente...sisi...non vale la pena rodersi il fegato per loro...non si può andare d'accodo con tutti..sono sicura che troverai le amicizie giuste fuori..e la situzione a lavoro ti peserà di meno...comunque non c'è niente di male ad uscire con tua sorella...anzi..ti serve per scioglierti un po..ed incontrare e conoscere persone nuove...e non vipere e cretine come quelle con le quali lavori..che di "rapporti umani" non ne conoscono neppure il significato..in bocca al lupo...e fatti valere...perchè VALI!
    "Lo que no mata fuerza te da..."





  15. #15
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,181
    Blog Entries
    281

    Riferimento: urge consiglio

    per willy61:

    vorrei tanto che la responsabile si muovesse ma non l'ha mai fatto perchè punta molto sul quieto vivere dopo mesi di guerre interne.Inoltre non si muove perchè aspetta di andar via,purtroppo entrerà nell'esercito quindi per lei è un posto provvisorio....
    In questo caso, l'unico consiglio che posso darti è quello di cercare un altro posto di lavoro. Ogni accanimento tuo nel cercare di capire "perché proprio a me" non farebbe altro che peggiorare la situazione.
    A meno che non decidi di rovesciare il tuo atteggiamento e rispondere "a brigante, brigante e mezzo", ma non è detto possa funzionare.

    Buona vita

    Guglielmo

    P.S.: Credo sia pochissimo importante se le persone che ti stanno intorno sono buonem cattive, maldicenti, gobbe, con gli occhi storti, verdi, marziane, ecc. Tanto, non si possono cambiare le altre persone. Quindi, a mio parere, l'unica cosa che devi valutare è se tu riesci a sopportarle così come sono. Se non ci riesci, cambia posto.
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy