• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: chiedo AIUTO

  1. #1
    utente75
    Ospite non registrato

    chiedo AIUTO

    salve vorrei avere delle informazioni. Io sono un paziente e non uno studente/studioso.

    Ho sofferto di depressione in passato e non sono uscito ancora da questo tunnel. Vi scrivo perché vorrei/dovrei sottopormi di nuovo ad un percorso psicoterapeutico ed ho bisogno di qualche consiglio.
    tra il 2002 ed il 2003 mi sono sottoposto a circa 60 sedute fatte con una dott.ssa che non mi ha spiegato granché della terapia che avrebbe adottato. durante qeusto periodo ho preso un antidepressivo, mi è stato fatto fare il test mmp-1, training autogeno, nonché oniroterapia ed interpretazione dei sogni.

    quando in seguito ho parlato di qeusto approccio con un conoscente, docente all'Istituto skinner mi ha detto che SICURAMENTE non avevo fatto terapia cognitivo-coportamentale.
    in effetti i miglioramenti durante il 2002-3 ci sono stati fino a quando ho assunto l'antidepressivo. tolto quello, sono crollato di nuovo.

    negli anni successivi la mia situazione è migliorata, non tanto per la consapevolezza dellle mie distorsioni cognitive quanto piuttosto dalla mia forza di volontà e dal terrore di crollare di nuovo e di non riuscire più a scendere dal letto la mattina come accadeva una volta.

    ora, per una serie di ragioni, ho sentito il bisogno di rivolgermi di nuovo ad un esperto.
    abitando a roma, ho trovato alcuni centri di medici associati. credo che si facessi i nomi, non farei nulla di male.
    alludo, quindi, all'Istituto Beck; all'Istituo Skinner, a quello chiamato Terzo Centro del prof. Semerari e quello del prof Mancini.

    Io non so proprio dove sbattere la testa.
    Mi spiego: ho fatto una visita preliminare presso uno di questi centri, parlando con la persona che lo dirige, la quale mi ha dirottato su una sua collaboratrice con la quale non mi trovo. Le sedute sono state precedute da tutta sua serie di test: mmp-2 e tanti altri di cui non so il nome. cmq questo centro dovrebbe seguire il metodo beck.
    l'istituto skinner segue il metodo skinner...
    ... ma gli altri??

    vorrei sapere voi cosa pensare di questi centri e dei loro diversi approcci, visto che ho chiamato tutti per avere info: chi mi dice che i test psicologici vengono fatti inderogabilmente a TUTTI i pazienti; altri invece mi hanno detto che i quiz sono solo eventuali; alcuni praticano la mindfulness come terapia 'complementare' altri no...

    spero di ricevere qualche risposta. grazie!

  2. #2
    Cercatore
    Ospite non registrato

    Riferimento: chiedo AIUTO

    Si ma... perdona la mia franchezza: a che cavolo ti serve il test se stai male?

    Senti, ti consiglio la Terapia Strategica Breve, stai da troppo tempo depresso, è tempo di star bene, ed in fretta.

    Butta le pillole e dicci di dove sei, così possiamo darti il numero di un buon terapeuta

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di marygrace83
    Data registrazione
    15-11-2005
    Residenza
    ...
    Messaggi
    4,166

    Riferimento: chiedo AIUTO

    Caro Utente75,
    al di là dei consigli spiccioli dati da Cercatore ("a che cavolo ti serve il test se stai male?"..."è tempo di star bene ed in fretta")
    innanzitutto vorrei dirti che in questo forum, da regolamento non si possono fare consulenze.
    Detto questo, in base alla mia piccolissima esperienza ti dico che:
    - i test, o "quiz" come li chiami tu sono uno strumento importante per lo psicologo e per lo psicoterapeuta, credo sia essenziale crearsi un profilo generale e al contempo particolareggiato della persona che si ha di fronte prima di intervenire; ovvio, il processo diagnostico non si basa solo sulla somministrazione dei test e non si conclude lì, ma è un momento da non sottovalutare;
    - tu chiedi di dirti cosa ne pensiamo di tutti i centri che hai citato...credimi....domanda iperdifficile....ogni terapia ha le sue caratteristiche, non sarebbe corretto dire "la terapia A è migliore della B", ma credo che sia importante come ti trovi tu all'interno di quell'approccio, di quel modo di fare terapia e, addirittura con quella persona che ti prende in terapia!!
    Non so se sono stata sufficientemente chiara nell'esprimermi e, nel caso, chiedo scusa.
    Questo, ti ripeto, è il mio parere, da NON psicoterapeuta!
    Non sei l'unica persona che affronta un percorso terapeutico che non dà i frutti sperati....per questo ti auguro di trovare la tua terapia che ti aiuti finalmente a stare meglio!
    un abbraccio


    ps: Cercatore non so se il tuo intervento era sarcastico, ma sembra che tu voglia "vendere" la TBS come se fosse un vestito in saldo!
    Ultima modifica di marygrace83 : 02-07-2008 alle ore 00.16.22

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: chiedo AIUTO

    Dice molto bene marygrace, al di là delle opinioni non resterà che provare.

    A cercatore mi permetto di suggerire di fare attenzione a ciò che scrive, da cui emerge scarsa considerazione su questioni delicate.
    gieko

  5. #5
    utente75
    Ospite non registrato

    Riferimento: chiedo AIUTO

    lungi da me l'idea di chiedere una consulenza.

    ciò che intendevo dire è che io sono rimasto ALLIBITO dalla diversità di approccio di professionisti che, implicitamente od esplicitamente, si rifanno TUTTI alla TCC.

    tizio mi somministra una tonnellata di test (chiariamoci, io non ho NIENTE contro i test).
    caio mi dice al telefono che i quiz sono solo eventuali.
    sempronio dopo 10 minuti di conversazione mi dice che il mio è essenzialmente un problema dovuto all'ansia e quindi "...le consiglio le mie sedute di mindfulness, se vuole può iniziare anche domani il prezzo è tot"
    mevio, infine, mi scarica ad un collaboratore che non ha manco 30 anni.

    intendiamoci. questo è un problema che capita con QUALSIASI medico.
    cosa si va quando si sta male (mal di denti o di stomaco)? si va dal medico di cui ci si fida. ma nella disgraziata ipotesi in cui questo non ci sia, allora... o si chiede consiglio ad un conoscente (come se gli amici avessero una laurea in medicina) oppure.... non rimane altro che affidarsi al caso.

    io mi sto orientando sugli iscritti AIAMC ma mi pare di capire che ci sia una notevole disparità anche tra colleghi: mentre uno scrive articoli dicendo che di omosessualità si può guarire; un altro difende a spada tratta i gay bollando come omofobo chi dice il contrario.

    l'italia è, per es., fanalino di coda nell'odontoiatria (lo so per esperienza).
    comincio a domandarmi se anche nell'ipotesi in cui si avesse bisogno di uno psicoterapeuta non convenga farsi il segno della croce e sperare piuttosto in un miracolo

  6. #6
    utente75
    Ospite non registrato

    Riferimento: chiedo AIUTO

    Citazione Originalmente inviato da gieko Visualizza messaggio
    Dice molto bene marygrace, al di là delle opinioni non resterà che provare.

    A cercatore mi permetto di suggerire di fare attenzione a ciò che scrive, da cui emerge scarsa considerazione su questioni delicate.
    hai ragione. ma non si può mica andare avanti a spendere 100-150euro a settimana....

    e poi c'è da dire che non sono il tipo che di fronte ad un piccolo problema di comprensione con il terapeuta lo bollo come incompetente.
    chiaro però che certe cose mi hanno lasciato davvero perplesso: vado a logica, sia chiaro...
    1. io credo che un paziente possa essere dirottato su uno dei collaboratori di un centro DOPO che abbia fatto i test e NON prima. peraltro, mi domando perché un medico non chieda al paziente se preferisce avere come terapeuta un uomo anziché uuna donna o v.versa;
    2. non si può dopo 20' di conversazione subito uscirsene con la mindfulness come unico strumento terapeutico, senza aver fatto una diagnosi: il paziente a mio avviso rimarrà necessariamente sorpreso.

    e poi ci sono tante altre cose...

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di wundt_12
    Data registrazione
    25-06-2006
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    287

    Riferimento: chiedo AIUTO

    sono costretto a chiudere visto il punto 15 del regolamento:

    Diagnosi e consulenza psicologica on line:

    i forum di OPsonline.it non prevedono attività di diagnosi e consulenza, né relazioni di supporto ed aiuto. Studenti di Psicologia e psicologi tutti, frequentanti i forum, sono quindi invitati a non lanciarsi in consulenze, diagnosi ed interpretazioni su casi/problematiche portate da altri partecipanti, come previsto dalle "Linee Guida sulle Prestazioni Internet" approvate dal Consiglio Nazionale Ordine Psicologi il 18.12.2003.


    se volete leggere il regolamento lo trovate qui:
    http://www.opsonline.it/forum/psicol...enti-4705.html

    Se volete ulteriori chiarimenti non esitate a contattarmi via pm...
    Sasi

Privacy Policy