• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di leonardo81
    Data registrazione
    20-07-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    60

    Master o specializzazione???

    Ciao a tutti

    sono Leonardo un neolaureato del vecchio ordinamento,so per finire il trocinio post lauream e sto studiando per l'esame di stato(per la serie "gli esami non finiscono mai"),sono ancora molto indeciso sull'approccio psicoterapeuta da seguire,anche se opto per il sistemico,cmq la mia domanda è:cosa convene fare un master o iscriversi subito in una scuola?i master hanno un qualche senso nel nostro percorso formativo o no???
    Leonardo

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di morgana.
    Data registrazione
    22-06-2006
    Residenza
    rimini
    Messaggi
    159

    Riferimento: Master o specializzazione???

    Citazione Originalmente inviato da leonardo81 Visualizza messaggio
    Ciao a tutti

    sono Leonardo un neolaureato del vecchio ordinamento,so per finire il trocinio post lauream e sto studiando per l'esame di stato(per la serie "gli esami non finiscono mai"),sono ancora molto indeciso sull'approccio psicoterapeuta da seguire,anche se opto per il sistemico,cmq la mia domanda è:cosa convene fare un master o iscriversi subito in una scuola?i master hanno un qualche senso nel nostro percorso formativo o no???
    Leonardo
    ciao leonardo!
    anch'io vecchio ordinamento, passato esame di stato da un pò, ancora indecisa sulla scuola di specializzazione, sto frequentando un master...
    dopo qs mia istantanea sfocata posso risp in parte.
    dipende naturalm da te.
    mi spiego.
    il master non ti aiuterà granché nel lavoro, anche se per una gran ventata di fortuna tu ne dovessi trovare uno davvero valido, a meno che tu non lo sfrutti al meglio, che so magari una pubblicazione, ecc.. oppure non lo usi per prenderti del tempo nel quale puoi con relativa calma scegliere la specializzazione più accuratamente.
    io ho fatto così.
    il master non sostituisce la specializzazione.
    ora una domanda:
    cosa vuoi fare, qual'è il tuo sogno?
    buona scelta!
    Morgana



    «Prima di convincere l’intelletto occorre toccare e predisporre il cuore». B. Pascal

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di Etilicaa
    Data registrazione
    12-09-2005
    Messaggi
    64

    Riferimento: Master o specializzazione???

    ciao leonardo..
    anche io, come te, sto per finire il tirocinio e mi sono posta le tue stesse domande qualche mese fa; fortunatamente, sono stata guidata bene...se può servirti, posso dirti cosa ho fatto/scelto io...

    io ho sempre voluto fare la psicoterapeuta, sono assolutamente decisa rispetto a questo e i primi mesi del mio tirocinio li ho "spesi" a cercare di capire quale approccio e quale specifica scuola mi era più congeniale (in realtà avevo un'idea già abbastanza definita, come mi pare ce l'abbia tu).

    Una volta capita la scuola, mi sono chiesta se era il caso di farla subito o se era meglio aspettare di avere delle adeguate entrate economiche, facendo magari prima un master che miavrebbe dato, nella mia testa, maggiori possibilità lavorative. Dopo un po' ho capito che, nella mia città (che, al momento, non voglio lasciare), non ci sono grandi differenze rispetto alle opportunità lavorative tra uno psicologo ed uno psicologo che ha fatto un master. Questo perchè spesso i master (parlo sempre di quelli di qua) non trasmettono un vero "saper fare", dandoti soltanto un "titolo superfluo" (per esempio se io una volta abilitata vorrò fare psicodiagnosi NON avrò bisogno di un master perchè lo psicologo per legge può somministrare test e stendere profili diagnostici ), inoltre il punteggio curriculare in più, che per legge si ha facendo un master, viene considerato soltanto ai fini concorsuali (che nella mia città non ci sono).
    In pratica ho capito che nella mia città, master o non master, nel campo della psicologia avrò sempre una situazione lavorativa, e quindi economica, precaria e sarà così probabilmente per molti e molti anni.
    In queste condizioni, che sono poi quelle della maggioranza di noi, occorre una buona dose di coraggio, di incoscienza e soprattutto di sacrificio; io penso che non sarò mai nella condizione economica di fare con tranquillità la specializzazione (per la quale occorrono almeno 30-40 mila euro!!!!), per il mio carattere, non posso aspettare di avere un "lavoro sicuro" che probabilmente nella nostra società non esiste più.
    Per questo motivo ho deciso di "buttarmi"...ho iniziato la mia analisi personale, ad Aprile ho fatto il colloquio di selezione per la scuola che ho scelto, dove sono stata presa ed ho già versato metà retta del primo anno.
    Andrò avanti con lavoretti (come ho fatto durante questo anno)...farò lezioni private, magari farò l'educatrice in qualche comunità o se occorre farò anche la cameriera nei pub o la donna delle pulizie.
    Al temp stesso, spero comunque di riuscire a lavorare un minimo anche come psicologa e per questo motivo durante questo anno mi sono "massacrata" facendo diversi corsi di perfezionamento, non master. Ho scelto i corsi, piuttosto che un master, perchè erano maggiormente centrati su un saper fare (che non avevo) ed anche perchè il costo inferiore e il minor tempo richiesto, di ognuno rispetto ad un singolo master, mi hanno permesso di farne di più, aprendomi quindi un maggiore ventaglio di opportunità future (speriam... ).

    Secondo me (ed è una mia personale ed opinabilissima opinione), il punto fondamentale è capire cosa vedi come più probabile per il tuo futuro;
    riesci ad avere una ragionevole fiducia in un futuro, lavorativo ed economico, più roseo con un master in tuo possesso? La tua aspettativa, rispetto a questa domanda, è, secondo me, fondamentale per sciogliere i dubbi.

    La mia aspettativa era negativa (e contemporaneamente il desiderio di diventare psicoterapeuta è molto forte) per questa ragione ho fatto queste scelte. Naturalmente questo è quello che era, secondo me, la scelta migliore per me, prendendo in considerazione l'idea che mi sono fatta sulle future possibilità/opportunità, i miei desideri e le opportunità lavorative e formative che ci sono nella mia città. Chiaramente persone diverse, in condizioni e con desideri diversi (o anche uguali) e soprattutto con una visione del futuro diversa, possono fare scelte completamente diverse, anche opposte

    Spero tu possa decidere al meglio per te e nel minor tempo possibile, vorrei anche trasmetterti la mia empatia dicendoti che secondo me i dubbi e le perplessità sul cammino da fare non ti abbandonano praticamente mai, sia perchè viviamo proprio in un periodo di incertezze sia perchè il cammino è particolarmente impegnativo economicamente, affettivamente e intelletivamente...per cui NON LASCIARTI ABBATTERE



    PS: scusa la logorrea

  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: Master o specializzazione???

    bisogna pensare bene a ciò che si vuole fare e a chi si vuole diventare. io per ora vorrei lavorare come psicologa. credo che un master lo farò, poi mi promuoverò e poi vedrò se l'aspettativa era all'altezza della realta!

  5. #5
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    17-03-2007
    Messaggi
    380

    Riferimento: Master o specializzazione???

    ciao etilica,
    ciao leonardo,
    ciao a tutti quelli di opsonline interessati a questo tread .
    Dico ad etilica che non l'ho sentita logorroica per niente ,
    dico a lei e a tutti che a questo punto (in possesso di eds e al bivio di varie scelte formative) bisogna armarsi di coraggio, molto di più di quanto ne avevamo nei banchi universitari.
    Per etilica:
    non mi è chiaro quando parli di corsi di perfezionamento, ad esempio? (chiedo venia ma per me si apre un baratro e faccio fatica a capire bene le opportunità formative post laurea.)Parecchie persone m'hanno detto che il master è un titolo e basta, dovrebbe masterizzare invece non lo fa (almeno qui in italia)
    anch'io mi prefiguro psicoterapeuta un giorno(ancora devo capire bene il mio approccio pero) e nello stesso tempo so che oggi non riuscirei a vivere di questo..sto cercando di "masterizzarmi" in altro modo, provando anche la porta del volontariato e vengo come voi da 4 stages (sono un nuovo rodinamento) quindi il lavoro a gratis ora come ora comincia a pesare troppo.
    Sempre a etilica (che sento empatizzare molto con la mia situazione)chiedo se ha provato ad inserirsi in qualche realtà come educatrice. Se si, che requisiti vengono chiesti? io sono molto attratta dall'ambito evolutivo, cerco una realtà dove crescere umanamente e professionalmente. Vorrei un lavoro part-time che mi permetta di essere libera di scegliere la mia scuola e di avere l'autonomia che una ragazza della mia età dovrebbe avere.
    un saluto a tutti,
    teniamo duro che dopo saremo premiati!

Privacy Policy