• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 22
  1. #1
    Partecipante L'avatar di max.nettuno
    Data registrazione
    20-06-2008
    Messaggi
    52

    Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    Io sto ancora studiando psicologia (anche se già laureato in economia, perché focalizzato dopo i 30 anni i miei veri interessi e la voglia di cambiare completamente lavoro), quest'anno conseguo la laurea triennale (spero), poi voglio continuare con la specialistica. Mi chiedo però come farò ad acquisire quelle competenze che mi renderanno un professionista della psicologia (cosa alla quale tengo molto). Nel senso, so che cosa dovrei saper fare (diagnosi-psicodiagnostica, riabilitazione psico-sociale, empowerment, ecc.) , ma non so, al momento, come acquisire il know how (es. è necessario fare corsi post lauream, e quanto sono validi)?

    Esperienza di vita mi ha insegnato che “nessuno ti paga per il pezzo di carta chiamato laurea”, vieni pagato se (raccomandazione a parte) sai fare, sei efficace in maniera efficiente, in qualcosa.

    La mia domanda nasce dal fatto che gli studi universitari sono palesemente molto teorici e poco (per niente) pratici. Soprattutto noto che la maggior parte dei professori universitari non ha mai lavorato in vita sua (come direbbe Marx, “non sono mai stati costretti a vendere la loro forza lavoro sul mercato”), perciò queste persone insegnano solo. Per molti di loro vale forse il detto “chi non sa fare insegna”.

    In ambito amministrativo-aziendale ho imparato cose lavorando, ma se uno sbaglia non fa del male a nessuno in questo campo; ma da psicologo (soprattutto se clinico) imparo sulla pelle altrui (scusate la licenza poetica)?

    Se qualche professionista o cultore della psicologia potesse fornirmi qualche indicazione, gliene sarei grato. Ma forse sono pochi coloro che come me si pongono il problema dell’efficacia?

    Tu, psicologo che vivi di psicologia, come hai fatto a diventare uno psicologo competente e remunerato adeguatamente per questo?

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    ciao, psicologi non si diventa sui libri ma attraverso l'esperienza,la partecipazione a seminario pratici,corsi, andando a nostra volta da chi ha più esperienza di noi....
    i libri ci fanno vedere come ma la struttura,le ossa si fanno con la pratica, tanta pratica!

  3. #3
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    08-03-2005
    Messaggi
    331

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    Si max si impara con la pratica e il nostro campo te ne fa fare tanta!!!son 4 anni che lavoro gratis!laureata dal 2004 in super tempo...come mai con una laurea in economia vuoi buttarti in un ambito così saturo e senza sbocchi di alcun tipo?? nn rischi di frustrarti ancor di +?? se posso darti un consiglio coltiva il tuo interesse tramite letture e quant altro ma se pensi di viverci in bocca al lupo!!!! nn conosco nessuno dei colleghi sulla 30ina che vive solo di quello...o a dir il vero nn conosco nessuno che lavori da psicologo dei giovani colleghi!!!

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    hai ragione emanuela, quello che sto per dire sembrerà utopistico ma credimi se si aspetta che il lavoro piova dal cielo non si farà mai nulla oltre che far arricchire l'ordine, ma se ci si ingegna e si crea il lavoro credimi qualche cosina si fa!

  5. #5
    Partecipante L'avatar di max.nettuno
    Data registrazione
    20-06-2008
    Messaggi
    52

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    Emanuela,
    ma lo sai che sei l'ennesima persona che lavora nella psicologia e che mi dice "ma chi te lo fa fare?".

    Considera che oggi come oggi in nessun campo c'è la certezza di guadagno. Io ho deciso di essere povero ma felice. Se continuassi a lavorare come amministrativo, sarei solo povero. Da psicologo, sentirei invece di dare un contributo più significativo.

    Vorrei inizaire a fare un pò di pratica. Nel campo della promozione della salute vorrei dare il mio contributo (salute psicologia e non "malattia mentale"). Credo in una "psicologia per la gente sana" (che poi, "tanto sana non è). Forse qui, nella psicologia del benessere, potrei mettere in atto la mia vocazione (comincare, condividere, stimolare verso la crescita personale). Credo che sia un campo molto vicino al coaching (si dice così, vero?).

    E' credo nella psicologia prettamente clinica che mi sento più carente.

    Ma se uno diventa veramente bravo nel suo mestiere, magari ci campa pure di psicologia. Magari ci campa pure bene, che ne dici?

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    fino a qualche tempo fa la pensavo proprio come te emanuela, poi ho capito che il lavoro non c'è ma non c'è per nessuno quindi ho deciso di lavorare non più x gli altri ma x me stessa ti assicuro non tornerei indietro per nessuna cosa al mondo!

  7. #7
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    08-03-2005
    Messaggi
    331

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    Te larapull cosa fai se posso??
    si probabilm il lavoro esisterà magari non son stata brava io in qs anni a lavorar gratis nel posto giusto al momento giusto...son persino specializzanda in psicoterapia e con molta fatica e demoralizzazione sto andando avanti nella mia formazione, ma sinceram col sennò del poi e se mi avessero avvisato nn avrei iniziato qs tunnel senza fine...ho inviato migliaia di cv in tutti i possib settori ma nulla...ma io parlo della mia esperienza a volte è solo questione di fortuna ma sinceramente se dovessi dar un consiglio ad una persona cara a cui tengo davvero la dissuaderei da qs strada...poi certo se uno è deciso è giusto faccia la sua strada...ma il mio consiglio di cuore è sempre lo stesso ;-D

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    ciao emanuela, io esercito,è si questione di fortuna è inutile negarlo ma anche di sacrifici,tanti sacrifici e tu da quel che ho capito ne stai facendo tanti veramente.
    Quello che sinceramente penso è che si dice sempre ho inviato tanti cv ma nessuno...il discorso è che purtroppo oggi è molto difficile che qualcuno dia il lavoro (escusi call center vari e lavori dequalificanti!)

  9. #9
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    08-03-2005
    Messaggi
    331

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    te lavori allora come libera professionista larapull? da dove scrivi? in effetti le ho provate tutte ma la libera professione ancora no... ma così senza invianti di un certo rilievo e senza appoggiarmi ad un buon studio avviato mi fa un pò di paura sinceramente... vai forza e coraggio ormai si provan tutte ;-D La mia paura e il mio interrogativo però è se ne valga la pena far tutta qs fatica...se il gioco val la candela.... e x come mi sento adesso la risp è no...ma magari devo solo superare qs momento negativo... ;-)

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    Io sono di roma e si lavoro come libera prof.tu di dove sei?

  11. #11
    magnacat
    Ospite non registrato

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    ciao a tutte, forse larapull mi puoi aiutare,
    sono abolitata da sei mesi ormai, tanta esperienza nell'abuso e maltratt dei minori, soprattto prevenzione, mi inviano consulenze e io temo a lanciarmi, la mia tutor pensa che ho le comp.e le qualit per farlo... l'altra non si esprime....ma al di là dei primi colloqui, gli aspetti pratici, ti appunti tutto di fronte a lei o hai modeli di cartella tipo usl, per il pagamento di una consulenza, si possono rilasciare certific per il permesso di lavoro?
    ambiente che crei, perchè io volevo sistemare una stanzetta al pianterreno, costo zero.
    è tutto scritto di fretta,lo so non per maleducazione ma il mio pupo si è alzato e non ho più molto tempo.
    grazie

  12. #12
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    Citazione Originalmente inviato da max.nettuno Visualizza messaggio
    Io sto ancora studiando psicologia (anche se già laureato in economia, perché focalizzato dopo i 30 anni i miei veri interessi e la voglia di cambiare completamente lavoro), quest'anno conseguo la laurea triennale (spero), poi voglio continuare con la specialistica. Mi chiedo però come farò ad acquisire quelle competenze che mi renderanno un professionista della psicologia (cosa alla quale tengo molto). Nel senso, so che cosa dovrei saper fare (diagnosi-psicodiagnostica, riabilitazione psico-sociale, empowerment, ecc.) , ma non so, al momento, come acquisire il know how (es. è necessario fare corsi post lauream, e quanto sono validi)?

    Esperienza di vita mi ha insegnato che “nessuno ti paga per il pezzo di carta chiamato laurea”, vieni pagato se (raccomandazione a parte) sai fare, sei efficace in maniera efficiente, in qualcosa.

    La mia domanda nasce dal fatto che gli studi universitari sono palesemente molto teorici e poco (per niente) pratici. Soprattutto noto che la maggior parte dei professori universitari non ha mai lavorato in vita sua (come direbbe Marx, “non sono mai stati costretti a vendere la loro forza lavoro sul mercato”), perciò queste persone insegnano solo. Per molti di loro vale forse il detto “chi non sa fare insegna”.

    In ambito amministrativo-aziendale ho imparato cose lavorando, ma se uno sbaglia non fa del male a nessuno in questo campo; ma da psicologo (soprattutto se clinico) imparo sulla pelle altrui (scusate la licenza poetica)?

    Se qualche professionista o cultore della psicologia potesse fornirmi qualche indicazione, gliene sarei grato. Ma forse sono pochi coloro che come me si pongono il problema dell’efficacia?

    Tu, psicologo che vivi di psicologia, come hai fatto a diventare uno psicologo competente e remunerato adeguatamente per questo?
    Citazione Originalmente inviato da max.nettuno Visualizza messaggio
    Emanuela,
    ...

    Vorrei inizaire a fare un pò di pratica. Nel campo della promozione della salute vorrei dare il mio contributo (salute psicologia e non "malattia mentale"). Credo in una "psicologia per la gente sana" (che poi, "tanto sana non è). Forse qui, nella psicologia del benessere, potrei mettere in atto la mia vocazione (comincare, condividere, stimolare verso la crescita personale). Credo che sia un campo molto vicino al coaching (si dice così, vero?).
    ...
    Ma se uno diventa veramente bravo nel suo mestiere, magari ci campa pure di psicologia. Magari ci campa pure bene, che ne dici?
    Citazione Originalmente inviato da emanuela1979 Visualizza messaggio
    te lavori allora come libera professionista larapull? da dove scrivi? in effetti le ho provate tutte ma la libera professione ancora no... ma così senza invianti di un certo rilievo e senza appoggiarmi ad un buon studio avviato mi fa un pò di paura sinceramente... vai forza e coraggio ormai si provan tutte ;-D La mia paura e il mio interrogativo però è se ne valga la pena far tutta qs fatica...se il gioco val la candela.... e x come mi sento adesso la risp è no...ma magari devo solo superare qs momento negativo... ;-)
    Se posso intervenire, credo ci siano molte cose che un laureato in economia e psicologia può fare per vivere, e vivere bene.

    Consulenza ai risparmiatori. La psicologia economica è un campo, secondo me, notevolmente interessante. Le persone scelgono, solitamente, profili di investimento senza comprendere né le informazioni oggettivamente a loro disposizione, né gli errori cognitivi di valutazione cui vanno soggette (Tversky e Kanneman si sono presi il Nobel per aver studiato questi aspetti della psicologia delle scelte in campo economico).
    Quindi potresti fare consulenza a organizzazioni di difesa dei consumatori, organizzazioni sindacali, ma anche organizzazioni imprenditoriali come Confindustria o Confartigianato, mettendo assieme le tue conoscenze di economia con quelle di psicologia.

    Oppure potresti pensare al fatto che, di solito, gli psicologi di economia ne sanno tanto quanto io del comportamento sessuale delle formiche bengalesi. Quindi, anche qui, consulenza fiscale e previdenziale.

    Comunque, non tutti i professori universitari aderiscono alla massima secondo la quale "Chi sa fare, fa, chi non sa fare insegna (e chi non sa insegnare, amministra)". Penso a Rumiati, che è un bravo ergonomo, o ad altri che ho conosciuto.

    Peraltro (e vale sia per maz.nettuno che per emanuela) penso che per esercitare la professione di psicologo sia utile (specie se hai già una certa età) provare a mettersi in gioco come liberi professionisti. Difficile, ma non impossibile. Faticoso, all'inizio poco remunerativo. Io sto ancora a metà strada: qualche paziente, corsi e consulenze a comuni e organizzazioni, ma non riesco ancora a vivere solo di psicologia. Poco male, ci vuole un po' di tempo ma credo si possa fare.
    Ed essere un libero professionista non esclude il lavoro collettivo. La strada, secondo me, sarà sempre più quella dell'incontro e della costruzione di percorsi e progetti con figure professionali diverse. Lo sto vedendo in questi giorni mentre stiamo progettando iniziative di psicologia della salute e del benessere con psicologi, laureati in scienze ambientali, periti agrari, diplomati in accademia d'arte, gestori di agriturismi, erboristi e operatori shiatzu.

    Provate, provatevi.

    Buona vita

    Guglielmo

  13. #13
    atenanike
    Ospite non registrato

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    Willy,le tue sono perle di saggezza.Leggo sempre con interesse i tuoi interventi costruttivi e mai banali.Dai un grande contributo a questo forum:cultura,consigli preziosi e un pò di ottimismo che non guasta mai.Complimenti sinceri.

  14. #14
    Partecipante L'avatar di max.nettuno
    Data registrazione
    20-06-2008
    Messaggi
    52

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    Ciao Willy61, condivido le tue considerazioni sui legami tra economia e psicologia. La Finanza comportamentale è sicuramente un campo possibile di applicazione per entrambe le discipline. Però, sinceramente, preferirei proprio discostarmi da tutta l'aridità connessa agli studi economici. Fare trading on line sul mercato dei derivati (finanza comportamentale di cui sopra) potrà pure essere utile (e saranno corretti anche gli studi di Kanneman e Tvesky con tanto di premio nobel), ma non mi basterebbe.

    Credo magari di più nell'empowerment finanziario, aiutare le persone e le organizzazione a diventare autonome e capaci di procurarsi il denaro che a loro serve, penso sorpattuto alle no profit che lavorano nel sociale (concretamente, potrei eventualmente aiutare loro a ricevere finanziamenti europei o regionali o altro per progetti nel sociale e poi permettere loro di permettersi lo psicologo - pagare la mia parcella quindi). Infatti, molti progetti che dovrebbe fare uno psicologo (interventi nella scuola, nel sociale, no profit, ecc.) non si attivano proprio per mancanza di soldi (voi che lavorate nel campo potrete sicuramente confermarlo) e non per mancanza di buoni propositi. Quindi, in tal senso, utilizzare l'economia sarebbe ok. Però, fare lo psicologo significa poi intervenire come tale (non solo come consulente in finanza agevolata, cosa che potrei fare pure adesso senza laurea in psiocologia). Voglio di più effettivamente. Il mio senso di autoefficacia passa attraverso la percezione di aver portato valore morale, non solo finanziario, nella vita di altri esseri umani. Questo mi farebbe stare bene.

    Per quanto riguarda la libera professione Willy, concordo. Se il lavoro non c'è occorre procurarselo. Noto dagli interventi in questo forum un certo sconforto, non solo in questo thread ma anche in altri. Credo che se uno deve lavorare come psicologo, motivatore, sostenitore dell'autostima e dell'autoefficacia degli altri, dovrebbe cominciare da se stesso. Come aiutare un depresso se poi si è noi stessi depressi? Non si può fare.

    Riflettendo su "come si può imprara a fare lo psicologo" forse sto capendo che prima di poter FARE occorre ESSERE. Io ci sto lavorando. Naturalmente è dura. In senso pratico, credo dovrò continuare a fare lavori che non mi interessano (impiegato ad esempio) per poi piano piano inziare, sperando di trovari altri con cui condividere idde progetti e azioni concrete, a lavorare da psicologo veramente. Ma credo che anche molti di voi stanno facendo qualcosa di simile.

    Willy, nell'ambito aziendale (profit), sei mai riuscito a parcellare un intervento psicologico? Sarà che l'azienda dove lavoro è molto lontana dalla valorizzazione delle risorse umane, ma non ho ancora conosciuto esemplari viventi di psicologi del lavoro che vivono di questo. Ma non dico lo psicologo che prende lo stipendiuccio a fine mese come un impiegatuccio qualsiasi e che fa quello che la direzione gli dice di fare...parlo del consulente esterno psicologo. Esistono?

  15. #15
    magnacat
    Ospite non registrato

    Riferimento: Come si fa ad imparare a FARE lo psicologo?

    grazie Larapull, le tue parole e latua disponibilità sono di grande aiuto e conforto, anche perchè già sento la pressione delle ormai colleghe del mio paese, che forse per il poco lavoro si sono scordate di essere dei civili psicologi e si sono trasformati in primitivi guerrieri, sfoderando armi un pò ridicole.
    A me piace moto l'attività privata, ma qualche Pof non lo disdegno, anche perchè vorrei continuare il mio percorso di formazione probabilmente con la psicologia funzionale, solo che la più vicina e a Catania, e un pò dista dalla mia città.
    Da una recente riunione ho scoperto che sto iniziando un laboratorio teatrale con dei b.ni, dalla realzzazione del teatrino e dei suoi burattini alla messa in scena... tutto con materiale di riciclo.
    Sono molto contenta di queste sfide che mi si presentano, è tutto volontariato a volte pesa, ma poi mntre lavoro con i pargoli ... cambia tutto.
    scusa se te lo richiedo, ma non ho ben capto sui permessi di lavoro, anche se penso ce ancora non si vuol far sapere in giro che si frequenta lo studio di uno psicologo.
    Buona notte

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy