• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 13 di 13
  1. #1
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Siamo più strani noi forse?

    Certe volte ho l'impressione che gli studenti di psicologia e i laureati siano quelli ad avere più problemi mentali delle persone comuni... L'altro giorno ascoltavo un tirocinante dire più volte di essere ipocondriaco e di spaventarsi a morte quando vede un cinese; poi se n'è andato perchè iniziava a sentirsi male... Questro è un esempio... Ma ogni giorno ne sento a decine...!

  2. #2
    SuperManu
    Ospite non registrato
    Anche a me Carla è capitato di riflettere su questo.
    Mi sono accorta che molti di quelli che scelgono piscologia di solito hanno un background di sofferenze più o meno gravi. Immagino che questo porta ad avere maggiore sensibilità e a scegliere un percoso specifico. Senza fare di tutta un erba un fascio ovviamente

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Un sacco di gente che conosco, che studia (o è già laureata) Psicologia ha veramente delle turbe gravi e non è vero che ce le hanno un pò tutti certe cose le ho viste solo all'interno della mia facoltà! sarò anche io così? Beh comunque io ho scelto Psicologia perchè mi interessa la gente con un certo tipo di problemi, e non per "curare" me stessa...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  4. #4
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Secondo me percentualmente non ci sono particolari differenze tra studenti di psicologia e stuidenti di altre facoltà.
    Le differenze stanno nel tipo di disturbo mentale;ad esempio è estremamente improbabile trovare tra chi studia psicologia disturbi psicotici o psicopatici e sono poco frequenti anche i disturbi gravi dell'umore e della personalità
    Alti livelli ci possono essere nei disturbi d'ansia secondo me,o in particolare in quelli che la psicoanalisi definisce come nevrosi.
    Di solito poi chi studia psicologia è particolarmente attento alla propria situazione mentale,perciò è molto più probabile che parli dei propri problemi rispetto a un altra persona,dando così l'impressione di essere più disturbato.

  5. #5
    Ospite non registrato
    Una facoltà produce un numero crescente di nevrotici quanto più è lunga e difficile.
    Fa eccezione psicologia, che ha un alto numero di nevrotici, perchè costoro credono sia terapeutico frequentarla. Cioè sono nevrotici di partenza.

  6. #6
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da Parods
    Una facoltà produce un numero crescente di nevrotici quanto più è lunga e difficile.
    Fa eccezione psicologia, che ha un alto numero di nevrotici, perchè costoro credono sia terapeutico frequentarla. Cioè sono nevrotici di partenza.
    Fiera del luogo comune

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Originariamente postato da Parods
    credono sia terapeutico frequentarla
    Infatti è proprio questo il punto
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  8. #8
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Si ma dai mica per tutti posso dire di aver conosciuto piu' gente strana a psicologia che in altre facolta'.. ma da qui a fare di tutta l'erba un fascio.. oddio

  9. #9
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Haruka
    Fiera del luogo comune
    I fatti mi cosano.

  10. #10
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da Parods
    I fatti mi cosano.
    Ma con questo cosa voglio dire?

  11. #11
    Ospite non registrato
    E' un luogo comune, lo sò, ma credo che un fondo di verità ci sia.

    Un'altra spiegazione è psicologica.

    Ricordo vagamente una lezione sui nostri processi cognitivi, come la memoria.

    Noi ricordiamo un sacco di cose, ma ne dimentichiamo almeno 100 volte tanto. Restano fisse le cose che ci colpiscono.

    Esempio.

    Per fare lo psicologo è idea comune che si debba essere perfettamente equilibrati.
    Allora incontrare uno psicologo un pò mattocchio determina una fissazione dell'evento, perchè stride fortemente con l'idea di base che abbiamo.
    Magari uno ha incontrato 4 ingegneri mattocchi e 4 psicologi mattocchi, ma ha fissato e crede che ci siano più mattocchi tra gli psicologi.
    In fondo agli ingegneri essere un pò mattocchi è concesso e passano inosservati.

    Mi scusino gli psicologi per la grezza esposizione sul processo della memoria.

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Originariamente postato da Haruka
    Si ma dai mica per tutti
    Infatti per me no, per te neanche credo, e per la maggior parte di noi idem però a volte è così...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  13. #13
    Originariamente postato da Parsifal
    Di solito poi chi studia psicologia è particolarmente attento alla propria situazione mentale,perciò è molto più probabile che parli dei propri problemi rispetto a un altra persona,dando così l'impressione di essere più disturbato.
    PERFETTAMENTE D'ACCORDO!

    Insomma, la profezia che si autoadempie ha come preda preferita proprio lo psicologo...

    Inoltre, ripredendo Parados, fa più risalto uno psicologo "mattocchio" di un qualunque altro lavoratore "mattocchio" perché nell'immaginario collettivo a PSICOLOGO le persone associano subito PAZZIA di conseguenza attivano come una sorta di "radar delle psicosi" come incontrano uno psicologo (o studente in) e basta che questo individuo sia leggermente estroverso da trasformarsi subito in "persona strana"...

    Però é anche vero ciò che disse la mia insegnante di sviluppo durante la sua prima lezione l'anno scorso: disse che il 90% degli studenti di psicologia era iscritto a quel corso di laurea anzitutto per capire se stessi e nel caso risolvere i propi problemi...

    Forse la signora esagerò un pochetto percentualmente, ma penso che l'idea fosse esatta. Personalmente conosco un sacco di gente da me in facoltà, e andando in profondità nella loro vita passata si ritrovano sempre avvenimenti traumatizzanti o comunque che hanno segnato la loro vita...
    Ma allo stesso tempo, pensandoci bene, chi non ha un evento passato che poteva indurlo a studiare la psicologia? Insomma, sforzandosi un pò, tutti potrebbero trovare il perché della loro scelta (ovviamente una sorta di giustificazione della propria scelta, magari non é assolutamente quel motivo X ad averli spinti a studiare psicologia). Percentualmente ritengo siano più le persone con almeno un evento passato caratterizzante di persone che hanno avuto un passato INTERAMENTE felice... di conseguenza percentualmente saranno di più i "pazzi" a psicologia dei "sani", ma come a psicologia la stessa percentuale é nelle altre facoltà, solo che a psicologia grazie sempre al "radar della psicosi" risulta più evidente...

    Minkia che ragionamento contornto che ho fatto...

    CIAO! :ciao2:
    Ultima modifica di psicoivan83 : 16-06-2003 alle ore 04.34.21

Privacy Policy