• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 19
  1. #1
    sirio_gc
    Ospite non registrato

    Interrogatorio da maturando disinformato

    Buongiorno a tutti!
    Sono un maturando di liceo classico che conta di essere lì da voi quest'anno, se Dio vuole
    Volevo fare un paio di domande (ho cercato nei topic del forum ma non ho trovato le risposte che cercavo..):
    è molto difficile entrare alla triennale??
    ho letto che ci sono vari indirizzi, ma quali sono le differenze, anche come prospettiva di lavoro?
    come è Cesena?
    c'è un bell'ambiente culturale? artistico?
    a musica come siete messi? si trova un gruppo per suonare,fare serate??
    scusate il terzo grado
    vi ringrazio in anticipo
    buona giornata!

  2. #2

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    ciao sirio benvenuto!!! Io purtroppo posso solo aiutarti per quello che riguarda il "clima generale" dell'università, visto che la triennale l'ho fatta a Firenze, e sono venuta a Cesena solo per la specialistica. Ti posso dire che personalmente mi trovo benissimo, l'ambiente è davvero gradevole. La città è tranquilla, è tutto raggiungibile in poco tempo, i prezzi sono contenuti paragonandoci alle grandi città come Bologna o Firenze... La romagna è ad un passo...Per quanto riguarda gli indirizzi... Fino a quest'anno la triennale era una sola, in comune a tutti, e solo per la specialistica si doveva scegliere l'indirizzo; non credo che questo cambierà quindi il problema dell'indirizzo di scelta potrai portelo tra tre anni, quando con molte possibilità avrai già le idee chiare. Quello di clinico ( a cui sono iscritta) è il più gettonato; posso dirti che io l'ho scelto perchè le materie del piano di studi erano quelle che più mi piacevano, e sono felice della scelta che ho fatto. Per quanto riguarda l'ambiente culturale, è piuttosto vivace; in bacheca ho letto alcuni annunci di ragazzi che cercavano componenti per le band. Ci sono anche varie associazioni studentesche che si occupano di organizzare per esempio la notte bianca universitaria, o varie iniziative interessanti...

  3. #3
    sirio_gc
    Ospite non registrato

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    Citazione Originalmente inviato da arpista Visualizza messaggio
    ciao sirio benvenuto!!! Io purtroppo posso solo aiutarti per quello che riguarda il "clima generale" dell'università, visto che la triennale l'ho fatta a Firenze, e sono venuta a Cesena solo per la specialistica. Ti posso dire che personalmente mi trovo benissimo, l'ambiente è davvero gradevole. La città è tranquilla, è tutto raggiungibile in poco tempo, i prezzi sono contenuti paragonandoci alle grandi città come Bologna o Firenze... La romagna è ad un passo...Per quanto riguarda gli indirizzi... Fino a quest'anno la triennale era una sola, in comune a tutti, e solo per la specialistica si doveva scegliere l'indirizzo; non credo che questo cambierà quindi il problema dell'indirizzo di scelta potrai portelo tra tre anni, quando con molte possibilità avrai già le idee chiare. Quello di clinico ( a cui sono iscritta) è il più gettonato; posso dirti che io l'ho scelto perchè le materie del piano di studi erano quelle che più mi piacevano, e sono felice della scelta che ho fatto. Per quanto riguarda l'ambiente culturale, è piuttosto vivace; in bacheca ho letto alcuni annunci di ragazzi che cercavano componenti per le band. Ci sono anche varie associazioni studentesche che si occupano di organizzare per esempio la notte bianca universitaria, o varie iniziative interessanti...

    sono a cavallo allora!
    grazie Arpista!
    non mi resta che sperare di passare il test di ammissione..
    nessuno ne sa nulla vero?..

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di liliumviolet
    Data registrazione
    19-06-2006
    Messaggi
    269

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    faccio una piccola specifica:
    in realtà già dalla triennale (a partire dal secondo anno) è possibile scegliere tra tre "percorsi" diversi.
    uno è quello clinico, poi cè lavoro, e infine cognitivo. i tre si differenziano solo per pochi esami, e non cambiano di molto la preparazione dello studente tant' è che a livello di titolo sono assolutamente equivalenti.anzi,mi sà che una volta laureato non risulta da nessuna parte il percorso che avevi scelto nella triennale!
    io ad esempio scelsi lavoro, ma poi alla specialistica sto facendo clinico!
    per quanto riguarda il lavoro non ti preoccupare, le prospettive sono le stesse per tutti e tre i percorsi della triennale.. NULLE.
    infine entrare non è difficile, però tieni conto che i posti sono circa 250 (non so bene) e le domande ammontano tranquillamente a più di 800. poco prima dell esame d ammissione gli scorsi anni un' associazione faceva dei pre-corsi in cui ti spiegavano come affrontare la prova, facendo anche simulazioni. a me personalmente sono stati molto utili a suo tempo. la prova è tutta logica, non passare l estate a studiare grandi tomi, a quel punto è più utile la settimana enigmistica!!
    e, anche nel caso non passassi, non perderti d animo, tanto con i ripescaggi arrivano anche al 600° con tutte le rinuncie che ci sono.
    ok, ora che sono stata sufficientemente prolissa chiudo e ti mando un imbocca al lupo per la maturità. per altre cose puoi contattarmi in mp.

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di senya_80
    Data registrazione
    16-01-2008
    Residenza
    ancona
    Messaggi
    343

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    L'esame per la triennale non è difficile, verte su logica, comprensione, cultura generale, inglese, cmq sia credo che all'interno del sito puoi trovare informazioni sugli argomenti delle domande, che cmq sono fattibili. Il numero di persone che entrano sono circa 280 se non erro, considera che quando l'ho fatto io eravamo circa 700, per cui l'unica pecca può essere quella, ma c'è sempre cmq qualcuno che rinuncia pur rientrando in graduatoria, per cui non è detto...
    Dal secondo anno puoi scegliere un curriculum di studi che ti indirizza tra clinico, lavoro e neuro, ma cmq una volta giunto alla specialistica potrai scegliere quella che vuoi visto che in realtà sono pochi gli esami differenti tra un percorso e l'altro e il titolo finale è uguale per tutti.
    Cmq sia la triennale per quanto riguarda una prospettiva lavorativa non basta assolutamente, minimo devi fare pure la specialistica e pure li purtroppo l'orizzonte non è buono...
    Cesena è molto tranquilla, per quanto mi riguarda anche troppo, cmq sia è vicina a Rimini e volendo anche Bologna, per cui anche ti annoiassi il fine settimana ci si può muovere... Per suonare, beh, come qualsiasi altro posto, prima conosci un pò di gente e poi senti... Qualcuno ci sarà sicuramente!

  6. #6
    sirio_gc
    Ospite non registrato

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    vi ringrazio per le risposte..
    va bene dai, se ne passano circa uno su tre ce la faccio.. spero
    Davvero sono così nere le prospettive di lavoro? Anche all'estero? Io ho più di una mezza intenzione di andarmene..

  7. #7

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    mettendo in conto che come ti hanno già detto che la specialistica è fondamentale... il nostro prof. che ha studiato negli Stati Uniti e che è in contatto con le sue collaboratrici sparse per il mondo, ci ha sempre detto ad esempio che in Inghilterra c'è un grandissimo bisogno di psicologi clinici... Anche a me piacerebbe andar via di qua, ma purtroppo la lingua non è dalla mia parte
    Ultima modifica di arpista : 17-05-2008 alle ore 09.54.08

  8. #8
    sirio_gc
    Ospite non registrato

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    Qual'è la peculiarità dello psicologo clinico? Cosa lo differenzia dagli altri?
    Dai Arpista, dopo 5 anni di studio non può essere una lingua a mettersi tra te e il tuo futuro

  9. #9

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    il problema è che per fare il nostro mestiere la lingua va volata!!! per quanto riguarda gli sbocchi, per non sbagliare, ti riporto quello che si trova nel sito di facoltà: "Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    Si fa riferimento ad uno psicologo che viene abilitato dall'Esame di Stato all'esercizio della professione ed è iscritto all'albo degli psicologi, capace di operare in completa autonomia professionale adottando approcci, metodi e tecniche cliniche per:
    a) aiutare individui, coppie, famiglie e gruppi ad affrontare le differenti forme di disagio psicologico relative alla sfera cognitiva, affettiva e psico-sociale;
    b) promuovere la salute ed il benessere psicologico nei differenti contesti di vita quotidiana, sociale e professionale.
    Lo psicologo clinico e di comunità opera in differenti contesti istituzionali pubblici e privati (come il Servizio Sanitario Nazionale, servizi territoriali, ospedali e cliniche, comunità terapeutiche, servizi per tossicodipendenti, etc. o come i servizi socio-assistenziali, educativi, etc.), o come libero professionista, per attività di consulenza e di consultazione. Egli, inoltre, può essere abilitato all'esercizio della psicoterapia mediante apposite scuole di specializzazione post-laurea specialistica secondo quanto previsto dalla normativa (legge 56/89). Lo psicologo clinico e di comunità possiede le competenze psicodiagnostiche e di consulenza che lo rendono in grado di svolgere, ad esempio, i seguenti tipi di attività professionale:
    - analisi della domanda, valutazione di situazioni di disagio psichico, di crisi e disadattamento, riguardanti l'intero arco di vita della persona (infanzia, adolescenza, età adulta e vecchiaia);
    - utilizzo di strumenti clinici e di reattivi per valutare le competenze funzionali, le caratteristiche di personalità, il disagio psico-sociale e lo stress;
    - formulazione di indirizzi terapeutici a livello individuale e di gruppo conoscendo anche le indicazioni e le limitazioni delle differenti terapie psicologiche e modalità di counselling;
    - attuazione di interventi di counselling individuale e di gruppo;
    - progettazione, gestione e coordinamento di progetti d'intervento sul disagio psicologico che vedono coinvolte anche figure professionali di altra formazione disciplinare;
    - progettazione e gestione di indagini di follow up e di valutazione degli esiti degli interventi clinici e sociali a livello individuale e di gruppo." non potevo essere precisa più di così

  10. #10
    sirio_gc
    Ospite non registrato

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    In effetti.. però credo che sia fattibile.. Lo spero.. Perchè se in Italia oltre a tutto il resto mi mancasse pure il lavoro non ci sarebbe proprio più nulla a trattenermi..
    Scusa la capraggine, Arpista, ma non ho capito..

    [...] Egli, inoltre, può essere abilitato all'esercizio della psicoterapia mediante apposite scuole di specializzazione post-laurea specialistica secondo quanto previsto dalla normativa (legge 56/89). Lo psicologo clinico e di comunità possiede le competenze psicodiagnostiche e di consulenza che lo rendono in grado di svolgere, ad esempio, i seguenti tipi di attività professionale:[...]
    Per fare psicoterapia un laureato con specialistica in clinico dovrebbe prendere un'altra specialistica post-specialistica??
    E quanto costerebbe e durerebbe??
    Scusami se ti presso..

  11. #11

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    purtroppo è proprio così... le scuole di specializzazione sono d'obbligo per svolgere psicoterapia; ce ne sono di mille indirizzi diversi ma hanno in comune un'altissima retta (nelle private, che hanno l'accesso più fattibile, si parla anche di 5000 euro l'anno, contando che durano 4 anni ed è richiesta credo quasi sempre un anno di analisi personale, a spese ovviamente nostre!!). Una cosa è certa: se deciderai di iscriverti a psicologia lo studio non si può davvero mai abbandonare.... la formazione è continua, ed è molto lunga la strada da percorrere. Questo va messo in chiaro da subito, e bisogna esserne coscienti. Poi sinceramente non sono molto informata per quanto riguarda l'estero: proprio in questi giorni sto frequentando un laboratorio di clinica tenuto da una psicologa che vive e lavora a Sidney, che non ha la scuola di specializzazione e lavora comunque moltissimo. Ci sono opinioni davvero molto discordanti per quello che riguarda l'utilità delle specializzazioni... ma si aprirebbe una parentesi molto lunga: se ti interessa la questione puoi andare a sbirciare la sezione del forum che riguarda appunto la formazione post lauream
    Ultima modifica di arpista : 19-05-2008 alle ore 00.47.14

  12. #12
    sirio_gc
    Ospite non registrato

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    Vabbè lo studio non è un problema.. Alla fine voglio fare psicologia perchè mi appassiona, quindi l'aggiornarmi dovrebbe essere un piacere più che un dovere..
    Invece sarebbe interessante sapere se all' estero ci vogliano particolari riconoscimenti per fare psicoterapia.. Sono sicuro che una sozzura come quella di pagarsi 4 anni di scuola privata a 5000 ad anno per fare psicoterapia può capitare solo qui nella repubblica delle banane..
    Chissà..
    Ok grazie di tutto con un po' di fortuna ci vedremo a settembre

  13. #13
    Moderatore OPS L'avatar di Absinthe
    Data registrazione
    03-03-2006
    Residenza
    Cesena - Gradara
    Messaggi
    1,288

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    Buongiorno!

    Piccola precisazione: da quest'anno le Scuole di Specializzazione sono passate a 5 anni () e si parla di rette elevatissime (sui 4.000€ all'incirca) 'solamente' per quanto riguarda gli istituti privati, mentre quelle pubbliche hanno dei prezzi leggermente più abbordabili (non di molto superiori alla retta della Specialistica per interdeci), anche se altri 5 anni di tasse di quella entità non sono comunque pochi... Un'altra differenza tra Scuole Pubbliche e Private risiede nel fatto che le prime sono molto di meno e che richiedono una frequenza del tutto simile agli altri anni di università: le lezioni si svolgono durante la settimana (anche se non tutte le settimane), mentre quelle delle scuole private un weekend una o al massimo due volte al mese, cosa che quindi permetterebbe di svolgere un lavoro nel frattempo. Ultima cosa che mi viene in mente, all'estero mi sembra che vengano riconosciute solamente le Scuole Pubbliche e non quelle Private, quindi se uno volesse emigrare alla ricerca di un futuro un pò più roseo dovrebbe prima farsi due conticini...

    ...nei tempi antichi i gatti erano adorati come déi e questo loro non l' hanno dimenticato...





    ***MySpace***

  14. #14

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    cavolo questa delle lezioni durante la settimana delle scuole pubbliche mi mancava!!! Ma la gente come fa?!?!? si fa mantenere fino a 30 anni dai genitori?!?!

  15. #15
    sirio_gc
    Ospite non registrato

    Riferimento: Interrogatorio da maturando disinformato

    Argh.. 10 anni di farsi mantenere proprio no.. non si può..

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy