• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    Amus
    Ospite non registrato

    Per un pò senza anch'io

    Bentrovati sognatori cari...
    Ho letto giornalmente i vostri sogni ma non c'è stata neanche una porzioncina di mente libera per riflettere su un possibile senso da attribuire loro.
    Venerdì, puntuale rispetto ai tempi previsti, nonostante mille intoppi, son riuscita a consegnare un lavoro che mi sembrava non avrei mai finito La notte, una specie di crollo manifestato da fortissimi dolori gastrici e vomito ininterrotto. Ho passeggiato tutta la notte, mi sono anche preoccupata, ieri ho realizzato che, in un modo o nell'altro, tutti, raggiunto un certo livello di saturazione, fanno "buum"! Adesso spero di riuscire ad allentare almeno per una settimana prima di ricominciare con altro, e di limitarmi al tirocinio e agli esami dei miei due allievi di terza media, senza altre scadenze imminenti o masturbazioni mentali di altro tipo Dopo ricomincio per un pò ma in attesa della mia settimana a Roma dove c'è la magica Haruka che mi aspetta al Pantheon ; dove Nico procederà con la raccolta dei pomodori ; dove incontrerò Alea (dal vivo ) per la prima volta ; ecc. ecc.
    Con tale lucidità sono andata a letto ieri sera e ho sognato
    certo non un sogno da "Mille e una notte", ma sicuramente in linea al periodo che attraverso...

    Abitavo in una casa che non è quella in cui vivo adesso. Tutte le volte che uscivo, al ritorno mi rendevo conto che qualcuno era entrato e aveva portato via qualcosa. Non c'erano segni di forzatura, infatti, non so come, venivo a conoscenza del fatto che chi entrava lo faceva con le chiavi. L'ultima volta, prima che mi svegliassi, avevano portato via tutti i gioielli, mi guardavo la mano e mi vedevo il solitario che ho ricevuto per la mia laurea; mi toccavo gli orecchi e avevo i due minuscoli brillanti che indosso solitamente con quell'anello. Realizzavo che mi erano rimasti solo quelli e mi ritenevo fortunata per aver deciso di indossarli quel giorno.
    Vagavo velocemente a piedi per delle strade alla ricerca di una risposta, interrogavo la gente, chiedevo degli indirizzi, cercavo di risolvere, pensavo di cambiar casa perchè i vicini non accettavano la mia presenza.
    Ricordo un grande edificio, forse un ospedale, le scale e l'ascensore, non ricordo cosa cercassi in quel luogo...

  2. #2
    Amus
    Ospite non registrato
    Ah, ho dimenticato un pezzo di sogno, non unito alla parte precedente ma, penso, successivo...
    C'era Alea che arrivava sorridente e in tenuta estiva. Aveva dei pantaloncini cortissimi e una lunga blusa svolazzante che superava in lunghezza i pantaloncini che immaginavo soltanto, la blusa era di chiffon o di un tessuto comunque trasparente di colore turchese. Ricordo un gelataio o qualcosa di simile, pensavo che si sarebbe sentita in imbarazzo per l'abbigliamento non proprio adatto alla circostanza.

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    sei riuscita a commuovermi, tu non puoi sapere della mia blusa, reale esattamente come da te descritta (solo il colore diverso, blu non turchese) ..
    per quanto riguarda gli ignoti che entrano con le chiavi a portar via qualcosa .. mi viene da pensare ad una "tua troppa disponibilità" che ora vivi come persecutoria, ti senti derubata di qualcosa di tuo .. hai lasciato a disposizione (hai dato le chiavi per entrare) e han portato via ..
    ma .. c'è dell'altro ...
    torno dopo
    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  4. #4
    Amus
    Ospite non registrato
    ... dimmi ancora...

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    ora so benissimo cosa ho pensato in modo confuso alla prima lettura .. e so anche perchè
    hai dovuto accettare che ti portassero via qualcosa per poterti permettere la breve vacanza che aspettiamo .. ecco perchè compaio in tenuta estiva vicino al nostro gelataio ..
    il "solitario" della LAUREA è l'altro flash .. quello che ti sei conquistata non te lo si può portare via
    insieme al solitario ,gli orecchini .. non ricordo dove ne' quando ma devo averne letto di SIMBOLOGIA.. orecchini =simboli di virilità intesa come Forza,principio maschile ecc ecc

    che bello avere un "luogo" mio nei tuoi sogni


    molto OT grazie per
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  6. #6
    Amus
    Ospite non registrato
    Anche la mia sensazione rispetto al solitario è stata la stessa, dopotutto ho sempre sostenuto che le trasformazioni/evoluzioni mentali rappresentano gli unici tesori che nessuno potrà mai portarti via

Privacy Policy