• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 24

Discussione: Dipendenza affettiva

  1. #1
    EroIo982
    Ospite non registrato

    Dipendenza affettiva

    Eccomi qui con la mia storia e le mie lagne Come promesso in un altro 3d stamattina, vi racconto cosa sto vivendo.

    Ho avuto una storia di 6 anni e mezzo (con ultimi 6 mesi di convivenza) finita decisamente male.
    Dopo 6 anni di fidanzamento lui ha iniziato a stare male con lo stomaco. Non riusciva piu' a mangiare e non si capiva cosa avesse finche' un giorno non gli hanno detto che era un esaurimento nervoso. Io non ho capito subito quale fosse il problema. Pensavo fosse il suo lavoro...e invece a quanto pare ero io. Era entrato in crisi con me (e dico lui in crisi con me perche' io ero convinta che tutto andasse a gonfie vele e non ero per niente in crisi con lui...mi vedevo gia' sull'altare...). Siamo andati a vivere insieme e dopo 6 mesi un bel giorno ha smesso di parlarmi e dopo una settimana di silenzio mi ha rovolto la parola solo per dire che le cose non andavano piu' bene e aveva bisogno di una pausa di riflessione (ma voi ci credete davvero alle pause? boh! Io personalmente no...). Distrutta e completamente a pezzi faccio le valigie e torno a casa di mia madre...

    Seguono 9 mesi di buio piu' totale. Nessun divertimento, pochi amici con cui passare ogni tanto una serata a piangerci addosso per le nostre storie finite tutte quasi contemporaneamente e a fare a gara a chi stava peggio in quel momento...

    Un bel giorno arriva il sole all'improvviso. Era giugno. Un amico mi ha invitata a fare un giro in moto con lui e un altro ragazzo (conoscevo entrambi). Io sono finita in moto con "l'altro". Siamo stati tutto il giorno a mare e ho passato una giornata meravigliosa. Dopo 9 mesi finalmente mi sono rilassata, divertita, ho vissuto e soprattutto non ho pensato al mio ex. La sera a casa ho pensato un attimo alla giornata e con mio grande stupore ho pensato "Mi piace!! Ho il cuore libero per ricominciare con un'altra persona."

    E cosi' ho iniziato a vedermi con questo ragazzo. Dopo 3 settimane di corteggiamento spudorato da parte di entrambi ci siamo messi insieme. Abbiamo festeggiato il nostro primo mese insieme in vacanza. Era un sogno. Tutto bellissimo.

    Poi sono iniziati i problemi... Verso ottobre (3 mesi di fidanzamento) litigavamo ogni giorno tanto da prendere entrambi in considerazione l'idea di lasciarci. Poi abbiamo deciso di voler provare ancora finche' due mesi dopo (inizio dicembre), lui inizia ad avere problemi di stomaco. Ecco arrivare l'incubo. Con mio grande terrore e' tornato il fantasma della mia storia precedente!!! Ma questa volta ho capito subito che il problema ero io...Ci ho pensato un po' su e non volendo distruggere anche lui come avevo fatto con quello di prima...l'ho lasciato...ovviamente pentendomene subito. Il giorno dopo siamo tornati insieme.

    Poco tempo, proprio sotto Natale, a seguito di un litigio mi lascia. Il giorno dopo come da piani lui e' partito per andare dalla sua famiglia per le vacanze di Natale e io pochi giorni dopo sono partita per andare dalla mia (abitiamo tutti e due a torino, ma le nostre famiglie sono lontane..a parte solo mia madre che e' qui con me). Due settimane lontani. Una sofferenza insopportabile per entrambi, tanto da decidere di tornare insieme. Finite le vacanze ci siamo rivisti e sono stati di nuovo i fuochi d'artificio dei primi giorni Tutto bello, il mondo rosa ecc ecc...
    Avevo di nuovo tutte le sue attenzioni. Lui dormiva sempre piu' spesso a casa mia, finche' non siamo arrivati a 6 giorni alla settimana di convivenza. 6 perche' un giorno alla settimana usciva con i suoi amici e poi rientrava a casa sua. E io di nuovo a vedermi gia' sull'altare...

    Poi ho iniziato a vederlo allontanarsi...abbiamo ripreso a litigare regolarmente per la mia gelosia. Ero gelosa di una sua amica che secondo me gli stava troppo addosso. Litigavamo perche' voleva andare in vacanza con i suoi amici senza di me, perche' voleva fare un weekend in moto con i suoi amici e senza di me, perche' un paio di volte e' capitata la "serata solo uomini" e io me la sono presa. Litigavamo perche' io volevo vivere con lui e lui non voleva. Ogni scusa era buona per ricordarmi che non vivevamo insieme finche' un giorno gli ho detto che se doveva stare da me 6 giorni su 7 mal volentieri poteva prendersi le sue cose e tornarsene a casa sua. Si, l'ho praticamente cacciato. E ovviamente me ne sono pentita la notte stessa.
    Il giorno dopo l'ho chiamato. Gli ho detto che ero dispiaciuta che se ne fosse andato e siccome mi ha detto che sono stata io a cacciarlo e non lui ad andarsene e che lui quei 6 giorni con me li passava volentieri, siamo tornati ai nostri 6 giorni. (Evvai! abito nuziale in arrivo!!!)

    Due settimane dopo ha smesso di parlarmi. Ecco l'incubo che ritorna!! Dopo due giorni di silenzio mi ha parlato per dirmi "Dobbiamo fare 2 chiacchiere. E' evidente che tu ti stai impegnando tanto per noi. E' evidente che io mi sto impegnando tanto per noi. E' evidente pero' che non ci riusciamo. Non funziona."

    E cosi' mi ha lasciata 2 settimane fa. Ho preso le valigie e sono tornata da mia madre. E sono due settimane che non faccio altro che piangere. Non ho il coraggio di tornare a casa mia. Mia madre non mi caccera' mai da qui, ma ormai ho una casa e prima o poi ci devo tornare...sola...in quella casa che per me e' sempre stata la "nostra", pur essendo sempre stato molto chiaro lui nel dirmi che non voleva vivere con me.

    Un incubo che si ripete.

    Vi starete chiedendo "cosa c'entra il titolo di questo 3d?" Beh c'entra che ho scoperto l'esistenza di questa dipendenza affettiva ed e' la mia descrizione. Oggi mi sento il 90% della colpa. Lui ha cercato di darmi qualche segnale e io non l'ho voluto vedere. Ho voluto vedere che gli facevano piacere i 6 giorni con me, non che lo stavo alienando dal mondo. Che volevo essere IO il suo mondo, la sua luce, il suo tutto. Volevo le sue attenzioni e queste dovevano essere concentrate solo su di me. Tante volte mi ha detto che dovevo fidarmi, che dovevo essere tranquilla e serena, che non avevo nulla da temere. Che dovevo avere piu' fiducia in me stessa. E cosa ho fatto io? Ho rigirato su di lui tutta la mia ansia, le mie paure di non essere all'altezza, la mia angoscia e la mia frustrazione. L'ho fatto scappare insomma. Oggi se ci ripenso aveva ragione. So che e' sempre stato sincero con me. So che non ha mai fatto nulla di male e so che non c'era nulla di male se ogni tanto voleva i suoi spazi. Alla fine dei conti il 90% del suo tempo lo dedicava a me...E proprio il sapere questo mi porta a vivere nella speranza che le cose adesso potrebbero funzionare...e quindi non prendo pace. I miei amici non fanno altro che ripetermi che mi ha lasciata e non mi vuole piu'. Che "gli ho rotto troppo i c...i". E purtroppo non mi resta che ammettere che e' cosi'. Ma non riesco a non pensare che se avessimo occasione di passare qualche giorno insieme potrebbe vedere come adesso puo' parlare con me senza trovare un muro. Potrebbe vedere che saprei essere la sua stampella e non il suo bastone tra le ruote. Potrebbe vedere che se prima non l'ho capito nei suoi desideri, ora potrei.

    Sto studiando. Sto leggendo tanto sia su internet sia in dei libri che ho comprato e che parlano proprio di questo problema. Io non lo prendo come un "cambio drasticamente per lui" perche' so che questo non funzionerebbe. Io lo prendo come un "ho sbattuto contro lo stesso muro la prima e la seconda volta. Ora basta. Su! Tirati su le maniche e datti da fare. Diventa una fonte di tranquillita' per il tuo uomo (chiunque egli sia) e non una fonte di pensieri e tensioni"...e so che era esattamente questo che ha cercato in me e che gli ho negato...e vorrei tanto avere modo di farglielo capire...sapere...poi se non va non va, ma finche' ho in testa un "se lo sapesse pero' le cose sarebbero diverse" non riusciro' a rassegnarmi. Finche' ci sono "se" di mezzo e non ne sono convinta anche io che non va...restero' qui a piangere nel weekend mentre lui ora sta finalmente respirando e sta vivendo la sua vita...senza di me...

    Non ho davvero piu' lacrime...

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di francesco27
    Data registrazione
    22-06-2006
    Residenza
    Long Island, N.Y.
    Messaggi
    3,732

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    complimenti perchŔ a parte tutto ti stai sfidando per trasformare, anche se trasformare non Ŕ la parola pi¨ adatta il tuo carattere.
    E appena finirai questa rivoluzione interiore si farÓ vicino una persona che sentirÓ la tua lotta e il tuo cambiamento in meglio.
    vedrai che lý avrai una relazione molto pi¨ ricca e appagante, continua a migliorarti.
    un grosso abbraccione, francesco


    花は桜木人は武士
    "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero".
    Nessun Metodo Come Metodo Nessun Limite Come Limite. B.Lee

  3. #3
    tipete
    Ospite non registrato

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    complimenti perche non Ŕ semplice mettersi in discussione e riconoscere i propri errori e limiti..veramente complimenti,in bocca al lupo per tutto

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Complimenti anche da parte mia per essere riuscita a capire il tuo "problema", il tuo "limite" ed esserti impegnata per superarlo, ma soprattutto per averlo fatto per te stessa e non per lui!
    Detto questo.. dato che non Ŕ semplice convivere con i se, dato che non Ŕ passato poi tanto tempo e che giÓ in passato vi siete lasciati e rimessi insieme.. perchÚ non provi a parlarci? gli dici quello che hai detto adesso a noi, e magari potrai scoprire che non Ŕ ancora troppo tardi!
    Altrimenti si vede che non era la persona giusta per te
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Complimenti per essere giunta a questa conclusione... che poi conclusione Ŕ sbagliato: Ŕ un punto di partenza! Sembri una ragazza forte ma se senti che non puoi farcela, una piccola consulenza, una chiacchierata con qualcuno del mestiere potrebbe esserti d'aiuto (in fondo se sei su questo forum significa qualcosa no...? ).

    Intanto, alzerei la cornetta e chiamerei "lui". Tentar non nuoce, peggio di cosý non puoi stare no? Da qui si pu˛ solo migliorare!
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  6. #6
    EroIo982
    Ospite non registrato

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Ci ho gia' provato a parlargli, ma lui non crede in questi cambiamenti e in ogni caso pensa che nessuno debba cambiare per lui perche' non funzionerebbe. Non riesco a spiegargli che non e' per lui il cambiamento, ma perche' ho visto le cose con occhi diversi...inutile stargli addosso

    D.

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di peste1987
    Data registrazione
    09-02-2008
    Residenza
    Tra le stelle e la strada (Milano City)
    Messaggi
    3,373
    Blog Entries
    216

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Quando mi capitano queste cose mi consolo sempre con la canzone di Nek...se una regola c'e' non la chiedere a me te ne devi fregare se lo vuoi se l'umore va giu' se non ce la fai piu' guarda che non esiste solo lei...
    Sostituisci la parola lei con lui
    Io creo sogni, voi li uccidete

    -----------------------

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di tatee
    Data registrazione
    21-10-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    497

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Sono d'accordo con peste... mi sembra che la cosa migliore sia chiudere anche nella tua testa/cuore una storia che non ha pi¨ i presupposti per ritornare agli antichi splendori.
    C'Ŕ stata troppa sofferenza da entrambe le parti e capisco anche lui... siccome ci sono passata anch'io, adesso, sarebbe impossibile fidarmi di nuovo, pur con tutto l'impegno e tutti i cambiamenti che ci potrebbero essere stati.
    Quello che stai facendo Ŕ un gran lavoro su di te e vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare!
    Datemi libri, frutta, vino francese, un buon clima e un po' di musica fuori dalla porta, suonata da qualcuno che non conosco.
    Keats

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Abbiamo tutti il bisogno di amare e di essere amati...e questa non Ŕ una colpa.

  10. #10
    EroIo982
    Ospite non registrato

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Ormai mi sto rassegnando all'idea che e' andata cosi', che la prossima volta andra' meglio, che anche lui ha le sue colpe e non e' tutto sulle mie spalle...eppure quella piccola fiammella di speranza che torni, che staremo davvero bene insieme una volta per tutte non si vuole proprio spegnere...
    E sono triste...

  11. #11
    Partecipante Figo L'avatar di uao838383
    Data registrazione
    02-06-2007
    Residenza
    caserta
    Messaggi
    765
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    io capisco bene cosa vuol dire quando anche se la persona ti dÓ tutto..........tu senti sempre il continuo bisogno di conferme,Ŕ un'insicurezza nostra,dobbiamo volerci pi¨ bene,coltivare dei nostri spazi per star bene con noi stessi.............solo cosý possiamo star bene anche con l'altro,fai bene a lavorar dentro di te,i risultati arriveranno,per˛ continua cosý con costanza con o senza di lui..............lo devi far per te!!!e comunque non credo che tu abbia tutte le colpe.........aspetta e vedrai se Ŕ lui la persona giusta,ritornerÓ.......ma ora devi pensar solo a te!!!

  12. #12
    Partecipante Leggendario L'avatar di lunalam¨
    Data registrazione
    04-12-2007
    Residenza
    In Trinacria
    Messaggi
    2,029

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Citazione Originalmente inviato da EroIo982 Visualizza messaggio

    Sto studiando. Sto leggendo tanto sia su internet sia in dei libri che ho comprato e che parlano proprio di questo problema. Io non lo prendo come un "cambio drasticamente per lui" perche' so che questo non funzionerebbe. Io lo prendo come un "ho sbattuto contro lo stesso muro la prima e la seconda volta. Ora basta. Su! Tirati su le maniche e datti da fare. Diventa una fonte di tranquillita' per il tuo uomo (chiunque egli sia) e non una fonte di pensieri e tensioni"...e so che era esattamente questo che ha cercato in me e che gli ho negato...e vorrei tanto avere modo di farglielo capire...sapere...poi se non va non va, ma finche' ho in testa un "se lo sapesse pero' le cose sarebbero diverse" non riusciro' a rassegnarmi. Finche' ci sono "se" di mezzo e non ne sono convinta anche io che non va...restero' qui a piangere nel weekend mentre lui ora sta finalmente respirando e sta vivendo la sua vita...senza di me...

    Non ho davvero piu' lacrime...
    .. continua a lavorare su te stessa, continua a migliorarti, continua a costruirti sempre pi¨ forte e sicura.. se poi sarÓ lui accanto a te o un'altra persona non possiamo saperlo.. ma se il percorso di cambiamento che hai iniziato di darÓ (come credo) qlc di nuovo poi nessuno potrÓ togliertela, poi i rapporti saranno diversi, tutto verrÓ pi¨ spontaneo...

    PS:ho vissuto qlc di simile, nel senso che le mie storie sono finite pi¨ o meno tutte allo stesso modo e non c'Ŕ voluto molto ad addossarmi le colpe e a pensare che se tutto va sempre allo stesso modo la responsabilitÓ principale Ŕ mia (forse anche nella scelta della persona, sono arrivata a pensare).. infatti voglio maturare proprio nella speranza di non vivere pi¨ le stesse cose.. e va bene, riconoscere le proprie colpe, i propri limiti, le proprie difficoltÓ va benissimo ed Ŕ motore per una crescita... per˛ le cose si fanno in due.. non Ŕ tutta colpa tua.. magari in quel momento per come eravate fatti emtrambi le cose non potevano andare bene...

    adesso come va? sei tornata a casa tua?
    ..Non rimane nulla di niente..solo dolore..
    ...Eppur...in un sol soffio...


  13. #13
    EroIo982
    Ospite non registrato

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Ciao lunalam¨,

    gia', purtroppo siamo bravissime ad addossarci ogni colpa, pero' per me ogni giorno le cose cambiano...ogni giorno riesco a riconoscere in pieno dei miei errori clamorosi, ma sto imparando ad aprire gli occhi nell'altra direzione e riconoscere anche tutti i suoi. Non che questo mi faccia stare tanto meglio, perche' lui in ogni caso non torna, ma almeno mi alleggerisce il cesto delle responsabilita' e riesco a respirare un po' di piu'. E per come eravamo entrambi di sicuro le cose non potevano andare...ma oggi...dopo la strada che ho deciso di intraprendere per uscire da questo tunnel di morbosita' nei confronti della persona che mi sta accanto...oggi sono sicura purtroppo che funzionerebbe benissimo

    Non sono ancora tornata a casa mia...ogni tanto passo dopo l'ufficio un paio d'ore. Sto li' sola...mi guardo intorno, controllo se e' passato a prendersi le sue cose...mi butto giu' perche' ovviamente vedo la sua ombra che gira per casa, e cerco di riprendere confidenza con la casa vuota...mi chiedo come posso organizzarmi per passare il tempo e poi nella tristezza piu' totale mi avvio verso casa di mia madre aspettando con ansia il giorno dopo nella speranza di incrociare il suo sguardo nei corridoi qui in ufficio...

    D.

  14. #14
    Partecipante Leggendario L'avatar di lunalam¨
    Data registrazione
    04-12-2007
    Residenza
    In Trinacria
    Messaggi
    2,029

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    ...capisco.. ma allora lavorate anche insieme?

    a poco a poco il dolore si fa pi¨ sopportabile.. fai bene a restare un po' ancora da tua mamma.. credo che il suo affetto ti aiuti a sentirti meno sola (da quello che dici mi pare abbiate un rapporto molto bello)..

    quando hai voglia di parlare un po'.. non siami qui!
    ..Non rimane nulla di niente..solo dolore..
    ...Eppur...in un sol soffio...


  15. #15
    EroIo982
    Ospite non registrato

    Riferimento: Dipendenza affettiva

    Si, lavoriamo insieme...e' stato proprio qui che ci siamo conosciuti due anni fa...

    Si con mamma ho un buon rapporto. Lei vorrebbe che restassi ancora un po' da lei, ma io penso che tanto prima o poi a casa mia ci devo anche tornare...poi lei abita un po' fuori mano...la mattina ci metto molto di piu' per andare a lavorare per non parlare poi di quanto mi costa di benzina, se esco la sera e torno tardi mi trovo a dover fare un bel po' di chilometri per rientrare...
    ma dall'altro lato se non esco non sono sola in casa...non so...sono molto combattuta sul da farsi

    D.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy