• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 33
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di AshersNei
    Data registrazione
    15-03-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    10,723

    Disccusione analisi dei dati

    Salve gente!!!
    devo iniziare la discussione dell'analisi dei dati ma non so proprio da dove devo incominciareee!! avete qualche dritta per me?
    premetto che ho fatto la prima parte, in quanto si divide in questionari per bambini e docenti, quindi ho fatto in SPSS solo la prima parte riguardante i bambini... come inizio?
    IL MIO FORUM SUI LIBRI ---> QUI!





  2. #2
    Matricola L'avatar di goku123
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    provincia di brindisi
    Messaggi
    15

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Intanto ti saluto....
    Comunque, è un discorso che dovresti affrontare con il relatore. Se non conosci SPSS e in generale come si affronta la parte sperimentale di una tesi, diviene un pò complicato. Anche io ho appena finito la parte sperimentale della mia tesi...è stato un pò difficile, ma con la pazienza ce la puoi fare...Ti consiglio comunque di andare a rivedere metodologia della ricerca...
    Ciao ciao
    " Uno dei doni più preziosi per uno psicologo è saper ascoltare la sofferenza dell'altro"

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di AshersNei
    Data registrazione
    15-03-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    10,723

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    ma io dovrei solo descrivere le tabelle ma non so da dove o come iniziare
    IL MIO FORUM SUI LIBRI ---> QUI!





  4. #4
    Matricola L'avatar di goku123
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    provincia di brindisi
    Messaggi
    15

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Non capisco...
    tu hai dei dati, giusto? Ci sono delle ipotesi di lavoro, oppure è solo una semplice analisi descrittiva del campione?
    " Uno dei doni più preziosi per uno psicologo è saper ascoltare la sofferenza dell'altro"

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di AshersNei
    Data registrazione
    15-03-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    10,723

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    i dati li ho già caricati su SPSS ho fatto la parte descrittiva del campione con SPSS, devo trascrivere tutto nella tesi!
    ma non so da dove cominciare
    IL MIO FORUM SUI LIBRI ---> QUI!





  6. #6
    Matricola L'avatar di goku123
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    provincia di brindisi
    Messaggi
    15

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Allora...spero di rispondere bene alla tua domanda!!!
    I dati quindi ce li hai su SPSS e hai ottenuto dei risultai attraverso i diversi strumenti statistici (es. correlazione, regressione, frequenze etc.)
    Nela tesi, si procede in questa maniera:
    1. Impostare le ipotesi di lavoro: hai ottenuto quei risultati perché?
    2. Metodologia: in questa sezione, devi prime di tutto descrivere come hai proceduto nella raccolta dei dati, le istruzioni date ai soggetti e quant'altro;
    Poi descrivere gli strumenti utilizzati (i test o altro) e scrivere tutto ciò che riguarda su questo in base alla bibliografia che hai. Infine, descrivere il campione: hai fatto molto probabilmente dei grafici o ottenute delle tabelle, quindi devi riportare l'età del campione (es. il campione mostra un'età media di 30 anni, con una deviazione standard di ...) l'occupazione, la provenienza , il titolo di studio etc.
    3.Risultati: in questa parte devi prendere la tabella/e e descrivere ciò che hai ottenuto, sempre in relazione a quello che cerchi.
    Discussione: sono le conclusioni, cioè devi verificare se le ipotesi di lavoro sono state verificate.
    Questo è l'iter da seguire in un capitolo sperimentale....ti ripeto, se hai problemi, dovresti chiedere al relatore..

    Ciao ciao
    " Uno dei doni più preziosi per uno psicologo è saper ascoltare la sofferenza dell'altro"

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Goku123 ha perfettamente ragione...
    Io faccio la tesi in psicometria, per cui posso solo dirti che, di solito, si preferisce evitare l'uso di troppe tabelle e grafici.
    Ad esempio, per le descrittive, non si usano le tabelle di riepilogo; devi descrivere tutto nel testo.
    Idem per le correlazioni; evita di copiare-incollare il tabellone, riporta nel testo solo le correlazioni significative commentandole....
    Le tabelle puoi usarle, ad esempio, per verificare la coerenza interna del questionario (alfa di Cronbach), per le correlazioni item-totale, per le regressioni (qui và molto bene anche il grafico)....
    Se hai bisogno di altre informazioni scrivi pure.....

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di AshersNei
    Data registrazione
    15-03-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    10,723

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Grazie mille
    Allora la mia relatrice per quanto riguarda la struttura del capitolo mi ha dato le sequenti "sezioni"
    Introduzione: qui riporto brevemente alcune frasi da cui io poi ho "ideato" la mia ricerca, e riporto anche gli obiettivi della ricerca
    Partecipanti: qui descrivo il campione (bambini e insegnanti) quindi totalità del campione, l'età, il sesso etc..
    Strumenti: dove descrivo i questionari che ho utilizzato e li descrivo
    e poi c'è quella che mi sta incasinando e cioè la parte dove devo descrivere "l'analisi dei dati"... volevo solo capire bene come potevo scrivere questa parte...
    Ultima modifica di AshersNei : 10-05-2008 alle ore 15.00.49
    IL MIO FORUM SUI LIBRI ---> QUI!





  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Beh, le indicazioni della tua relatrice sono corrette.....
    Per quanto riguarda l'analisi dei dati, ti ripeto, non è nulla di trascendentale, anzi!!!!
    In definitiva si tratta di una serie di commenti a delle tabelle....
    Le tabelle cerca di usarle il meno possibile, e tieni conto che anche nel commentare l'analisi dei dati devi usare una certa logica; voglio dire, le correlazioni vanno scritte prima dell'analisi fattoriale!!!!
    Dai, tranquilla, ci metterani neppure una giornata..... In bocca al lupo, ciao....

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di giò
    Data registrazione
    08-01-2006
    Messaggi
    142

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Io ho un problema per l'analisi dei dati. La mia tesi è triennale, è in statistica e nei programmi della triennale non si fa accenno alle statistiche inferenziali, quindi l'analisi dei dati dovrebbe essere solo di tipo descrittivo. Ho fatto tutte le tabelle di frequenza, le tabelle di contingenza e qualche statistica descrittiva, tipo media, dev. standard...Il mio obiettivo era anche di valutare la differenza tra sottocampioni in base all'età o al sesso etc. Il problema è che non posso usare statistiche inferenziali, o almeno non le so usare con SPSS, e quindi quando metto a confronto le medie di maschi e femmine non posso affermare che tale differenze è significativa, rimango al livello descrittivo. Voi dite che è sufficiente per una triennale?Come si calcola la regressione con SPSS?

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di AshersNei
    Data registrazione
    15-03-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    10,723

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    aiuto...io e la statistica non siamo mai andate d'accordo
    IL MIO FORUM SUI LIBRI ---> QUI!





  12. #12
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Citazione Originalmente inviato da giò Visualizza messaggio
    Io ho un problema per l'analisi dei dati. La mia tesi è triennale, è in statistica e nei programmi della triennale non si fa accenno alle statistiche inferenziali, quindi l'analisi dei dati dovrebbe essere solo di tipo descrittivo. Ho fatto tutte le tabelle di frequenza, le tabelle di contingenza e qualche statistica descrittiva, tipo media, dev. standard...Il mio obiettivo era anche di valutare la differenza tra sottocampioni in base all'età o al sesso etc. Il problema è che non posso usare statistiche inferenziali, o almeno non le so usare con SPSS, e quindi quando metto a confronto le medie di maschi e femmine non posso affermare che tale differenze è significativa, rimango al livello descrittivo. Voi dite che è sufficiente per una triennale?Come si calcola la regressione con SPSS?
    In verità non ho ben capito quali siano le tue esigenze. O meglio, se l'obiettivo della tua ricerca è fare una mera descrizione del campione oggetto d'indagine, per l'appunto le descrittive vanno benissimo. Se, viceversa, vuoi individuare correlazioni e nessi causali devi necessariamente far ricorso alla statistica inferenziale. Ad esempio, per vedere se le medie di maschi e femmine differiscono significativamente circa la variabile di riferimento devi utilizzare il t di Student o l'ANOVA, a seconda dei casi. Ancora dopo potresti, in base al questionario utilizzato, calcolare le regressioni e fare un'analisi fattoriale per verificare la coerenza interna dello strumento (l'alfa di Cronbach, per capirci). Potresti vedere le associazioni ed altro ancora....
    Dai, se vuoi scrivimi tramite PM spiegandomi l'oggetto della tua indagine, le caratteristiche del quationario utilizzato e cosa avresti intenzione di fare... In bocca al lupo....

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di cuore.83
    Data registrazione
    06-09-2006
    Residenza
    Pugliaaa!
    Messaggi
    771

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    ragazzi un'info: la mia tesi verte sugli stili di attaccamento e la gelosia di coppia...cioè sto vedendo se gli ansiosi sono effettivamente più gelosi rispetto i sicuri e gli evitanti. scusate l'ignoranza ma in questo caso la mia variabile dipendente è la gelosia?
    inoltre x l'analisi dei dati cosa dovrei andare a ripetere di metodologia?
    vi ringrazio
    "Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei fiori, delle stelle...e passano accanto a se stesse senza meravigliarsi"


  14. #14
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    Allora, se l'ansia è misurata come variabile metrica (ad esempio, questionario su scala Likert) essa è la dipendente, mentre gli individui sicuri e gli evitanti costituiscono i due livelli (gruppi) della variabile indipendente. Per cui, tanto per vedere una differenza tra medie, utilizzi il t di student per due campioni indipendenti; dopo, potresti rilevare le correlazioni o fare un'analisi della varianza.
    Vieceversa, se hai tre gruppi diversi (ansiosi, sicuri, evitanti), essi sono variabili indipendenti, mentre la/le dipendente/i sono i questionari che hai utilizzato. In questo caso farai i confronti post hoc (ossia l'ANOVA), semplicissima tramite SPSS.... In bocca al lupo.....

  15. #15
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    05-04-2008
    Messaggi
    105

    Riferimento: Disccusione analisi dei dati

    ciao ragazzi,
    se volete qualche esempio pratico di come si struttura una tesi sperimentale scaricate la mia dalla banca dati.
    il titolo è REGRET, DISAPPOINTMENT E RESPONSABILITà:UNO STUDIO SPERIMENTALE di Irene Barbato.
    spero vi sia utile..baci!

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy