• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di toffee!!
    Data registrazione
    18-08-2005
    Residenza
    Attualmente mi divido fra Roma e Potenza
    Messaggi
    70

    Un vostro parere per aiutare un amico

    Ciao a tutti, non so se in questa sezione posso esporre il mio problema ma ci provo lo stesso..avrei tantissimo bisogno di un vostro parere!!Ho un amico che da circa5 mesi manifesta comportamenti insoliti come ad esempio leccare a terra. Premetto che ha da poco persona suo padre ed è lo stesso mio amico a spiegare che compie questi gesti come penitenza per il padre ormai defunto. So che è stato ricoverato in ospedale (SPDC) ed è stato fatto vedere da uno psicoterapeuta. Al momento sembra però che la madre stia trascurando gli evidenti problemi del figlio lasciandolo totalmente libero da ogni sorta di controllo e noi che siamo i suoi amici ci sentiamo francamente incapaci di aiutarlo. Un TSO eventualmente senza che la madre sia disponibile a farlo è possibile?Come bisogna muoversi affinchè il caso venga preso in considerazione da qualcuno ed eventualmente scegliere la via di una comunità terapeutica in cui il mio amico possa essere quotidianamente seguito?Ho dimenticato di dirvi che il mio amico ha solo 24 anni!!
    toffee!!

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di lollypsico
    Data registrazione
    12-02-2008
    Residenza
    dentro un orologeria
    Messaggi
    2,878

    Riferimento: Un vostro parere per aiutare un amico

    salve ma che situazione...ma voi amici avete avuto dei contatti con lo psicoterapeuta che ha seguito il vostro amico???...vi potrebbe aiutare nel sapervi comportare e in modo da aiutare il vostro amico...certo però che alcuni comportamenti espressi lascerebbero intendere che il vostro amico forse ha una instabilità psichica che non andrebbe trascurata...(non so se radicata da tempo ed espressa ora in maniera ben più grave in seguito ad un evento cosi stressante,non so poi se è richiamo di attenzione considerata la sua consapevolezza nel compiere gesti cosi anomali)..lui con voi come si comporta,che vi dice??

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di Sara-psyche
    Data registrazione
    28-04-2008
    Messaggi
    135

    Riferimento: Un vostro parere per aiutare un amico

    ...è proprio una situazione difficile...comunque anche secondo il mio parere è meglio che contattate lo psicoterapeuta prima di prendere iniziative..magari c'erano dei precedenti che voi non conoscete o magari oltre alla morte del padre vi sono altri risvolti..comunque è una situazione delicata...e i comportamenti che mette in atto sono sicuramente legati ad un forte disagio psichico...
    ciao

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di toffee!!
    Data registrazione
    18-08-2005
    Residenza
    Attualmente mi divido fra Roma e Potenza
    Messaggi
    70

    Riferimento: Un vostro parere per aiutare un amico

    Il mio amico è radicalmente cambiato da quando il padre, in seguito ad un terribile incidente, è stato per anni costretto su una carrozzella, perdendo del tutto l'uso della parola, ma con la morte di quest'ultimo le cose sono peggiorate. Io ho avuto la fortuna di parlare con lo psicoterapeuta che per alcune settimane ha seguito il mio amico..so che per un certo periodo di tempo ha seguito una terapia ma da poco sembra si rifiuti di prenderla. Lui (il mio amico) spiega i suoi strani comportamenti come una penitenza che fa nei confronti del padre per farsi perdonare ogni qual volta non ha dato ha quel padre tanto amato le giuste attenzioni che forse meritava. Purtroppo la madre gli permette di poratre anche la macchina e sinceramente ora come ora è un pericolo per se e per gli altri. Proprio la madre ha chiesto a noi amici di farlo uscire e di rimproverarlo ogni qual volta mette in atto tali comportamenti ma sinceramente quando proviamo a riprenderlo va via e sicuramente fa altrove quello che noi gli proibiamo di fare.
    toffee!!

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di scianica
    Data registrazione
    13-11-2006
    Messaggi
    160

    Riferimento: Un vostro parere per aiutare un amico

    Ciao tofee il TSO sicuramente non è una bella esperienza, ci sono tante cose da valutare. Una cosa che mi viene in mente ora è se questo tuo amico mette in atto tale comportamento in particolari circostanze o luoghi, oppure se ogni momento e buono.

  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di toffee!!
    Data registrazione
    18-08-2005
    Residenza
    Attualmente mi divido fra Roma e Potenza
    Messaggi
    70

    Riferimento: Un vostro parere per aiutare un amico

    Lo fa ogni volta che può....ad esempio ieri stava giocando a calcetto con gli altri ragazzi, ad un tratto ha chiesto la sostituzione e mentre passeggiava a fondo capo si è inginocchiato e lo ha fatto, le scale invece ormai le sale tutte in ginocchio.
    toffee!!

  7. #7
    Partecipante L'avatar di kendykendy
    Data registrazione
    08-10-2007
    Messaggi
    47

    Riferimento: Un vostro parere per aiutare un amico

    E' possibile che questi comportamenti li mette in atto ogni volta che fa qualcosa di piacevole? come appunto giocare a calcio..uscire con gli amici...ecc ecc?
    Mi viene da pensare che si sente profondamente schiacciato dal senso di colpa oltre ad essere fortemente provato emotivamente dagli ultimi eventi. Comunque rimproverarlo come dice la madre non mi sembra una buona idea anzi proprio perché non capito potrebbe metterli in atto ancora di più oltre a spingerlo verso l'isolamento.

  8. #8
    Partecipante Affezionato L'avatar di toffee!!
    Data registrazione
    18-08-2005
    Residenza
    Attualmente mi divido fra Roma e Potenza
    Messaggi
    70

    Riferimento: Un vostro parere per aiutare un amico

    Effettivamente capita che lo faccia anche quando si stia "divertendo" ma cmq sono atteggiamneti che mette in atto ogno volta che vuole quindi anche quando non è in compagnia. Al momento so che si trova in ospedale e sembra che i familiari si siano resi effettivamente conto che forse il mio amico ha qualcosa che non va. Spero solo che non venga sottoposto solo ed esclusivamente ad una terapia farmacologica ma che abbia la possibilità di incontrare figura professionalmente valide che possano aiutarlo. Grazie a tutti per la vostra disponibilità e non appena mi sarà possibile vi terrò aggiornati sulle sue condizioni, sperdando questa volta di portarvi solo buone nuove.
    toffee!!

  9. #9

    Riferimento: Un vostro parere per aiutare un amico

    Ciao....che brutta situazione...ma purtroppo non insolita...
    probabilmente il tuo amico mette in atto dei comportamento ossessivo-compulsivi con il fine ultimo di liberarsi in tal modo dall'angoscia della perdita o del non aver abbastanza amato.
    Da solo non riuscirà a liberarsene perchè fanno parte di un circolo vizioso che neanche lui nonostante la sua buona volontà può spezzare.
    Forse è il caso che valutiate la possibilità di cambiare psicoterapeuta,non è una punizione ma forse avete scelto un professionista di un settore che non permette la rapida presa di coscienza dei propri limiti....e la rapidità vista la giovane età è fondamnetale.
    Provate con un terapeuta ad indirizzo cognitivo-comportamentale,terapia strategica (l'ho vista funzionare!)breve o simili ma soprattutto sceglietene uno con cui lui riesca ad aprirsi.magari un uomo.
    parla apertamente con la madre, non deve guidare x il momento è troppo pericoloso ma soprattutto lei deve essergli accanto. E' difficile anche x una moglie ma non può lasciare che suo figlio si rovini la vita pensando di avere colpe inesistenti.
    vai sull'ordine degli psicologi della tua regione, li troverai tutti gli specialisti ed i loro indirizzi.in bocca al lupo!

Privacy Policy