• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8

Discussione: Pensione co.co.pro

  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    ROMA
    Messaggi
    30

    Pensione co.co.pro

    Ciao a tutti,
    ho un dubbio... attualmente lavoro presso un'azienda con contratto a progetto e a breve cambierò datore di lavoro ma continuando a lavorare con cocopro. Nonostante mi ritenga molto fortunata nel poter fare il lavoro che mi piace guardo anche al futuro
    Leggendo sul sito dell'ordine degli psicologi del Lazio non sono riuscita a capire se l'iscrizione all'albo comporta anche l'apertura di un fondo pensionistico o meno.
    Grazie per tutti i chiarimenti che saprete darmi in merito.....

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Intanto bisogna premettere che, se lavori in qualità di psicologa iscritta all'ordine, indipendentemente dal contratto (libero professionista, cocopro, prestazione occasionale, etc.) devi versare i contributi previdenziali all'ENPAP e non all'INPS.

    Chiarito questo devi sapere che i contributi da te versati (anche da più lavori e da più datori di lavoro) sommati insieme vanno a costituire il così detto "montante contributivo" ovvero la cifra sulla quale ti verrà calcolata la pensione.

    Per maggiori informazioni (lascia stare, per carità, il sito dell'Ordine...) leggeti bene le informazioni sul sito dell'ENPAP (E N P A P | Fondazione Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi).

    Ciao

  3. #3
    Partecipante
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    ROMA
    Messaggi
    30
    Grazie mille del consiglio....
    anche se sul mio contratto non è specificato che il mio lavoro è da psicologa e se non ho letto male i contributi all'ENPAP vanno versati solo se si lavora come psicologo...cmq non ci giurerei in quanto ho letto molto velocemente . Proverò a guardare con maggiore attenzione.

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Riferimento: Pensione co.co.pro

    Io sono CoCoPro ma l'Inps me lo paga regolarmente la mia azienda. Loro non possono specificare che il tuo lavoro è da psicologa perchè il CoCoPro non è legalmente compatibile con l'iscrizione all'albo (è solo una supposizione, la mia, ma plausibile): l'azienda peraltro dovrebbe versarti altri contributi e ci rimetterebbe.
    Se non è la tua azienda che ti paga i contributi pensionistici o 1) non sei in regola o 2) non sei CoCoPro e il tuo contratto di lavoro è di altra natura.

    Comunque, CoCoPro o meno, sia io che le mie colleghe a tempo indeterminato abbiamo stipulato l'assicurazione sulla vita, quella delle Poste. Paghi un minimo ma, almeno, quando andrai in pensione, avrai sicuramente una piccola pensione. Te lo consiglio.
    Un abbraccio

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717

    Riferimento: Pensione co.co.pro

    Citazione Originalmente inviato da pinga Visualizza messaggio
    Io sono CoCoPro ma l'Inps me lo paga regolarmente la mia azienda. Loro non possono specificare che il tuo lavoro è da psicologa perchè il CoCoPro non è legalmente compatibile con l'iscrizione all'albo (è solo una supposizione, la mia, ma plausibile): l'azienda peraltro dovrebbe versarti altri contributi e ci rimetterebbe.
    Se non è la tua azienda che ti paga i contributi pensionistici o 1) non sei in regola o 2) non sei CoCoPro e il tuo contratto di lavoro è di altra natura.

    Comunque, CoCoPro o meno, sia io che le mie colleghe a tempo indeterminato abbiamo stipulato l'assicurazione sulla vita, quella delle Poste. Paghi un minimo ma, almeno, quando andrai in pensione, avrai sicuramente una piccola pensione. Te lo consiglio.
    Un abbraccio
    Ciao, il CoCoPro è assolutamente compatibile con l'iscrizione all'Ordine. Nel caso di un CoCoPro come Psicologo l'azienda non ci rimette affatto quanto a contributi semplicemente perché, anziché versare all'INPS, versa all'ENPAP. I due contributi non si sommano: o uno o l'altro.

    Sicuramente, per tutta una serie di ragioni, se uno è a RA o a COCOPRO, è meglio se non specifica l'attività di Psicologo così da non entrare nei meandri dell'ENPAP...

    Ciao e buon ponte (a chi lo fa)

  6. #6
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Riferimento: Pensione co.co.pro

    "QUANDO PUÒ ESSERE STIPULATO?
    I rapporti di lavoro

    Il contratto di lavoro a progetto può essere stipulato da tutti i lavoratori e per tutti i settori e le attività. Esistono però, alcune eccezioni:

    agenti e rappresentanti di commercio;
    coloro che esercitano professioni intellettuali per le quali è necessaria l'iscrizione a specifici albi professionali (già esistenti al momento dell'entrata in vigore del decreto);
    componenti degli organi di amministrazione (...).


    Una clausola specifica del contratto da me firmato è la dichiarazione di non essere iscritta a nessun ordine professionale.

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717

    Riferimento: Pensione co.co.pro

    Citazione Originalmente inviato da pinga Visualizza messaggio
    Una clausola specifica del contratto da me firmato è la dichiarazione di non essere iscritta a nessun ordine professionale.
    Ciao, provo a spiegarmi, ma la materia è complicatissima... il senso è: il COCOPRO non deve essere l'alibi per mascherare un lavoro autonomo. Le reali limitazioni sono date da quello che prescrive l'Ordine, non viceversa. Ad esempio se tu fossi avvocato iscritto all'ordine non potresti fare contemporaneamente il rappresentante di abbigliamento (o di salami o di penne, etc.). Questo è un preciso vincolo dato dall'Ordine (e dalle leggi che lo regolano), non viceversa.

    Lo stesso vale nel caso degli psicologi: ammettiamo che io non abbia partita IVA e che mi venga commissionato il seguente progetto: "Organizzare in un tempo massimo di 2 mesi la riorganizzazioni delle risorse umane di un'azienda medio-piccola anche attraverso la somministrazione di batterie di test".

    Dunque:
    • non voglio aprire partita IVA
    • non posso fare la prestazione occasionale perché supera i 30 giorni
    • devo essere per forza psicologo iscritto all'ordine in quanto somministro reattivi
    Che cosa rimane...? Il COCOPRO, tanto più che in questo caso sarebbe un vero COCOPRO (visto che tutti sappiamo bene che la maggior parte dei COCOPRO sono farlocchi...).

    E, in un caso come questo, i contributi previdenziali vanno versati all'ENPAP, non ALL'INPS.

    Poi troverai senza dubbio alcuni commercialisti e consulenti del lavoro che ti diranno il contrario. Ma questa, nel bene e nel male, è l'Italia: le norme hanno volutamente maglie larghe per lasciare libero spazio all'interpretazione e alla costruzione di giurisprudenza che vada, in un senso o nell'altro, a rafforzare o meno la norma di partenza.

    Ciao

  8. #8
    Vichy777
    Ospite non registrato

    Riferimento: Pensione co.co.pro

    Vi invito a visitare il mio blog!
    Si parla delle condizioni lavorative di oggi!
    Vi aspetto

Privacy Policy