• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    consulti87
    Ospite non registrato

    ansia da prestazione o altre tendenze?

    problemi di erezione durante i tentativi del rapporto completo.testosterone basso ma anche gli andrologi tendono a dire che il problema sia psicologico. problema irrisolto da piu di un anno, cosa fare? percorso psicologico inutile e problema deviato. non sono di certo io a nn attrarlo. se è solo un problema psicologico e quindi ansia da prestazione , come si spiega il fatto che ha poca voglia? e come si spiega il fatto che ha problemi di erezione soltanto nel momento in cui si trova davanti al rapporto completo? premetto..neanche il viagra ha funzionato:2tentativi fallliti su4. e a volte raggiunge l'orgasmo con una erezione nn proprio perfetta. come si spiega tutto ciò? io ci sto capendo davvero poco.. lo amo da morire ma questo problema mi pesa moltissimo .. e il dubbio che mi rimane è ce posso avere tendenze omosessuali ma che nn ne sia cosciente perchè non mi farebbe mai del male..aiutatemi

  2. #2
    consulti87
    Ospite non registrato
    ...faccio di tutto per stuzzicarlo però mi annoia a volte! non posso far sempre tutto io . le volte in cui non ho voglia vorrei esser anch io stimolata..rilassarmi...invece nulla da fare. è un tipo ansioso .. ma nn so quanto davvero ciò può nfluire cn sto problema.. la mancata erezione dovrebbe averla sempre e nn solo in quell atto particolare. io nn me lo spiego .

  3. #3
    consulti87
    Ospite non registrato
    sono nuova e ho letto da poco che non vanno fatte consulenze.. anche se sarebbero ben accette perchè non so più dove sbattere la testa ne io ne lui, ma mi chiedo a sto punto....: è seguito (anche se è un po troppo dire cosi) da uno psichiatra, è opportuno continuare con questo o scegliere qualcuno con +competenza in materia? in questo caso chi?sessuologo o psicoterapeuta?

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di Atan_varniee
    Data registrazione
    30-06-2006
    Residenza
    cagliari
    Messaggi
    3,428
    hai un modo di scrivere un po slegato e ho fatto fatica a capire ordinatamente il tuo problema..
    il problema può essere 1.psicologico quindi legato come hai detto tu all'ansia e bisognerebbe capire cosa c'e alla base che lo fa stare cosi.
    2.fisico e allora deve rivolgersi a un medico
    oppure infine e mi dispiace dirtelo,può non essere attratto da te o essere come hai detto tu omosessuale.. escludete le prime rivolgendovi a chi può sicuramente aiutarvi quindi medici e psicologi..e non sottovalutate il caso..
    e poi parla tanto con lui
    ti auguro di risolvere presto e di star tranquilla

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di kyoko226
    Data registrazione
    05-10-2006
    Residenza
    cagliari
    Messaggi
    17,569
    come ti sei resa conto tu stessa, in questo forum è vietato dal regolamento chiedere supporto e consigli e tanto meno dare consigli e fare diagnosi!
    ti consiglio di rivolgerti ad uno specialista che sicuramente ti saprà aiutare
    ora il moderatore provvederà a chiudere il thread..

  6. #6
    consulti87
    Ospite non registrato
    bhe scusa perchè dovresti chiudermi il thread? ho cercato solo aiuto niente più..magari se lo permettereste sarebbe un sito anche più visitato. per rispondere ad alessandra: hai ragione ho scritto molto male ma sn talmente confusa e non ci capisco più nulla. ci tengo a precisare che non sn io a nn attrarlo anche perchè ha avuto questo problema in precedenza con altre,poi non sn una brutta ragazza. rimane l'ipotesi che sia omosessule o sta benedette ansia..a mio avviso difficile a curare. grazie

  7. #7
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702
    Citazione Originalmente inviato da consulti87 Visualizza messaggio
    bhe scusa perchè dovresti chiudermi il thread? ho cercato solo aiuto niente più..magari se lo permettereste sarebbe un sito anche più visitato. per rispondere ad alessandra: hai ragione ho scritto molto male ma sn talmente confusa e non ci capisco più nulla. ci tengo a precisare che non sn io a nn attrarlo anche perchè ha avuto questo problema in precedenza con altre,poi non sn una brutta ragazza. rimane l'ipotesi che sia omosessule o sta benedette ansia..a mio avviso difficile a curare. grazie
    Ciao
    Se permettessimo la consulenza online su questo sito, potrebbe risponderti chiunque, come sta infatti accandendo.
    Il discutere in pubblico di problemi riconducibili alla tua persona ti mette in una posizione di richiesta e di aiuto che però in questo spazio non può essere soddisfatta, proprio perchè spazio aperto sì a studenti e professionisti di psicologia, ma anche a tutti gli altri.

    Per questo motivo, se Pino l'ingegnere si iscrive e decide di donarti la sua consulenza per un problema psicologico difficilmente chi chiede aiuto saprebbe orientarsi tra un consiglio e un altro, perchè non siamo in un setting professionale.

    Ancora, è possibile trattare determinati argomenti che non siano riconducibili al "personale" ma che possono essere trattati in maniera generale. Se tu riuscissi a tradurre il problema da te esperito in maniera generalizzata, non ci saranno problemi ad affrontare la questione.

    Lascio aperto nel caso Accadueo voglia spiegarti meglio la situazione di quanto l'abbia fatto io
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  8. #8
    consulti87
    Ospite non registrato
    hai perfettamente ragione . ma io penso che posso sentirmi più compresa con persone comuni come me e nn esperti.... o meglio con persone cn cui posso confrontare il mio problema e ascoltare anche il parere di specialisti. cmq ho capito ,vorrà dire che sarò più furba la prossima volta,grazie.

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Ale_è_Ale
    Data registrazione
    22-07-2005
    Residenza
    Nord Est...
    Messaggi
    1,046
    Quanta rabbia si respira in questo thread... e sentirsi compresi non basta certo a risolvere il problema...

    Ale
    Alessandra -------<---<---@


    "(...) I riflettori chiudono gli occhi, le lampade contemporaneamente chiudono le palpebre, e la folla spalanca la sua enorme bocca per l'applauso (...)" F. Depero; Notturno Metropolitano; da Prose Futuriste


    "Great Karen Walker!" - "Honey, what's going on with your hair?" - "Give me a Martini, and don't waste room with those olives!"

  10. #10
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536
    Ciao Consulti, Biz ha assolutamente ragione .
    Quello che spesso dico agli utenti che si raccontano cercando consigli, suggerimenti, consulenze e anche diagnosi, è che ci sono altri modi per "ricevere" le stesse informazioni. Uno di questi è, appunto, presentare il "problema" in maniera impersonale. Ci sono vari vantaggi:
    1) questo forum è uno spazio open (aperto a tutti) e dunque, non ha il consenso a livello istituzionale e ordinistico (degli psicologi) per fare sostegno, consulenza, diagnosi e cura on line. Quindi, anche con grande dispiacere riguardo alle storie che vengono raccontate, siamo costretti a chiudere la discussione.
    2) Una situazione presentata in forma "impersonale" offre la possibilità al narratore di distaccarsi momentaneamente dal carico emotivo della storia stessa così da poter osservare la stessa vicenda da una posizione più critica (non nel senso di crisi ma nel senso di obbiettivo). Dall'altro canto, gli utenti che partecipano ad una conversazione "impersonale" e/o generale su un argomento specifico, hanno la possibilità di fare ipotesi documentate e non, senza quella "paura" di risultare poco sensibili, rispettosi, invadenti in relazione a chi è "portatore" di una storia (personale).
    3) Presentare dei "problemi" nella modalità impersonale consente di non scoprire (nel senso di non denudarsi) le parti più intime delle proprie storie, in luoghi dove c'è il rischio forte di rimanere scoperti (nel senso di restare nudi e riconosciuti).
    4) Una storia personale viene presentata, si direziona ed è accolta e filtrata come un imbuto (molte informazioni, grande accoglienza, molte ipotesi iniziali fino al piccolo passaggio con poche informazioni ed una o due ipotesi ridondanti). La caratteristica dell'imbuto è quella di fare passare il liquido (informazione) sempre in una certa maniera, con la stessa quantità e gli stessi tempi.
    Per fare un esempio pratico, in questo forum c'è uno spazio dove è consentito raccontare storie sentimentali che non hanno carattere clinico. Ebbene, tali discussioni presentano la caratteristica tipica di un imbuto: si parte con una presentazione generale della situazione, grande accoglienza e partecipazione e poi, una graduale restrizione dei temi trattati e delle ipotesi fino ad arrivare al resoconto odierno di cosa è capitato (stile blog o diario semi personale) e due tre utenti.
    Una storia presentata in forma impersonale, viceversa, molto spesso funziona come un imbuto capovolto, cioè dal particolare al generale: punti di vista differenti, molte ipotesi, relazioni fra tematiche apparentemente differenti, i partecipanti sono tutti portatori di risorse e sono tutti protagonisti, tutti possono trarre utilità dalla conversazione.
    Per adesso mi fermo qui. Lascio aperto momentaneamente questo spazio per eventuali chiarimenti e suggerimenti rispetto a quello che è emerso.
    ciaociao

  11. #11
    piccirilla
    Ospite non registrato
    consulti87,ma lui con altre donne riesce ad avere un 'erezione?
    perchè se cosi' fosse,forse sei tu che,o gli stai troppo addosso,oppure ti ama ,ma non è attratto da te,puo' succedere.
    prova a non essere sempre tu a stimolarlo,ad avere voglia,aspetta che sua lui ad avvicinarsi a te.
    ciao

  12. #12
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536
    come non detto. chiudo
    ciaociao

Privacy Policy