• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di valesendy
    Data registrazione
    15-11-2007
    Residenza
    Ciampino (Roma)
    Messaggi
    163

    Pensieri da Matricola: Dopo la triennale...

    Ciao a tutti,

    Io frequento il primo anno alla facoltà di psicologia 2 alla sapienza indirizzo comunicazione e marketing.
    La mia domanda mi rendo conto che è molto "vaga" e totalmente da "ignorante" in materia. Ho cercato una discussione simile, ma non l'ho trovata (e questo mi fa sentire ancora più ignorante...)
    Insomma... dopo la triennale che titolo si acquisisce?
    Si è "psicologo" o bisogna prendere la specialistica per acquisire questo titolo?
    Ci si può iscrivere comunque all'albo? In che modo? (cioè ho sentito parlare di un esame di stato...) Questo cosa comporta? (anche nelle prospettive professionali... ma questa è più una curiosità che altro visto che lavoro in un ambito molto diverso)



    E se decidessi di fare la specialistica in un altra facoltà (economia per esempio) si potrebbe fare?

    Forse sono troppe domande...

  2. #2
    Con la triennale la tua qualifica é, sulla carta almeno, "tecnico della psicologia", dopo il quale vi è l'esame di stato per la sezione B dell'albo degli psicologi. Ad oggi, purtroppo, il ventaglio di attività per un triennalista è abbastanza limitato.

    Il titolo di "dottore in psicologia" lo si acquisisce con la laurea specialistica, a cui fa seguito l'esame di stato per l'iscrizione all'albo Adegli psicologi.

    La riforma delle lauree, che dovrebbe partire dal prossimo anno, potrebbe introdurre delle differenze, ma non ne conosco le entità allo stato attuale.

    Ti domandi se, dopo la triennale, ti convenga iscriverti a economia. Cedo che sia abbastanza improbabile che tu possa iscriverti con pochi o senza debiti: immagino siano davvero pochi gli esami di cui potresti avere una convalida. Per non parlare della scelta un po' schizofrenica che compiresti. Se hai dubbi sul tuo futuro, ti consiglio caldamente di pensarci bene (e in fondo lo stai già facendo con le tue domande) e fare una scelta sensata, ma soprattutto sentita.
    Ultima modifica di DreamOfSheep : 02-04-2008 alle ore 21.42.44
    "And all my armour falling down, in a pile at my feet
    And my winter giving way to warm, as I'm singing him to sleep"

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di Monica859
    Data registrazione
    11-07-2006
    Residenza
    Ponzano Vt. (TV)
    Messaggi
    347
    Blog Entries
    2
    Essendo una triennale (classe 34), il titolo che acquisirai sarà 'dottore in scienze e tecniche psicologiche', il che vien da sè non significa psicologo.
    Dopo la triennale e dopo aver fatto ulteriori 250 ore di tirocinio (in aggiunta alle 250 previste nel piano di studi), si può sostenere l'esame di stato per l'albo B per gli psicologi 'junior' (mi pare che si chiamino così) che rispetto agli psicologi iscritti all'albo A (sostenibile dopo la specialistica e i relativi tirocini) hanno delle limitazioni nell'esercizio della professione. Non te le so indicare con precisione, ma credo siano parecchie.. insomma per essere psicologo a tutti gli effetti devi almeno aver completato i 5 anni (dico 'almeno' perchè la formazione in realtà prosegue anche dopo con master e scuole di specializzazione).

    Per quanto riguarda la seconda domanda... la risposta è assolutamente no!
    La trienna in sc. e tec. psicologiche (cl. 34) dà accesso alla specialistica in psicologia (cl. 58). Quest'ultima può essere frequentata con il riconoscimento totale dei crediti presso lo stesso ateneo in cui si è conseguita la triennale, e con il riconoscimento parziale in atenei di altre città, ma sempre nello stesso corso.
    Che io sappia durante la triennale (non credo dopo) è possibile cambiare corso con il riconoscimento parziale dei cfu, quando i corsi sono affini.. ma per quanto riguarda la specialistica, il prerequisito per l'accesso è aver conseguito la triennale 'propedeutica' per quel corso di laurea.

    Spero di esserti stata di aiuto.
    In ogni caso queste informazioni, sono facilmente reperibili nei siti delle facoltà.

    Ultima modifica di Monica859 : 02-04-2008 alle ore 21.46.14

    Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione.
    (J. Kerr)





  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di Monica859
    Data registrazione
    11-07-2006
    Residenza
    Ponzano Vt. (TV)
    Messaggi
    347
    Blog Entries
    2
    Citazione Originalmente inviato da DreamOfSheep Visualizza messaggio
    La riforma delle lauree, che dovrebbe partire dal prossimo anno, potrebbe introdurre delle differenze, ma non ne conosco le entità allo stato attuale.
    La riforma di cui parli penso sia la 270.. le modifiche che dovrebbe introdurre credo siano relative al carico di esami (che verrebbe ridotto a 20 per la triennale e 10 per la specialistica) e all'agevolazione dei trasferimenti per chi ha fatto la triennale in un posto e vorrebbe fare la specialistica in un altro, cercando di uniformare programmi e cfu a livello nazionale, in modo che psicologia del lavoro p.e. sia tale a Milano, quanto a Roma, Padova ecc.. il che sarebbe un'ottima cosa, anche se io di sicurò (essendo già al primo anno di spec) non ci rientrerò...

    In più si era ventilata l'ipotesi (non so con che esito) di riportare psicologia a laurea quinquennale... anche su questo punto sarei d'accordissimo, perchè come dici te le prospettive dopo la triennale sono mooolto limitate...

    Se riesci a mantenere la calma quando tutti intorno a te hanno perso la testa, forse non hai afferrato bene la situazione.
    (J. Kerr)





  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di valesendy
    Data registrazione
    15-11-2007
    Residenza
    Ciampino (Roma)
    Messaggi
    163
    Grazie davvero per le vostre informazioni che sono state davvero delucidanti per quanto riguarda il percorso.
    Per quanto riguarda invece sia il cambio di facoltà, sia anche l'albo, si trattano al momento di pure curiosità per avere un quadro generale di ciò che si può e cosa non si potrebbe fare. Grazie mille
    Per quanto riguarda invece la scelta sensata sul mio futuro e il fatto di intraprendere o no la strada per diventare "psicologo", io sono un informatico e penso che questo già non centri molto con questa avventura universitaria che ho scelto di intraprendere. Questa è stata una scelta "per passione"... penso a raggiungere intanto questo mio primo tragurdo, per me sarebbe già moltissimo.

Privacy Policy