• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 50

Discussione: Neuropsicologia

  1. #1
    Ospite non registrato

    Neuropsicologia

    Mi piacerebbe conoscere qualcuno interessato come me alla neuropsicologia. C'è nessuno???

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di Lele
    Data registrazione
    22-02-2002
    Residenza
    Viterbo
    Messaggi
    62
    Ciao enya, sono contenta di vederti dentro questo forum. Il campo della neuropsicologia è molto ampio e sicuramente interessante. sicuramente pieno di molti spunti! Cosa ti interessa di sapere di preciso riguardo a questo campo?
    Lele

  3. #3
    Matricola
    Data registrazione
    07-11-2002
    Residenza
    Castel Maggiore (BO)
    Messaggi
    25
    Ciao!
    sono stata travolta dalla bellezza e dal fascino della neuropsicologia. Ho fatto tesi e periodo di frequenza in ospedali per farmi dell'esperienza.
    Quello che ti posso dire è che è una professione che nel pubblico non ha molte possibilità.
    L'unica cosa sono le case di cura private, ma è difficilissimo !!!
    Ti piace la ricerca?

    ciao
    Patrizia

  4. #4
    Ospite non registrato

    Mi piacerebbe sapere di più sulle esperienze che hai fatto. Io vivo in un piccolo paese e non so se qui da me riuscirei a trovare la possibilità di fare volontariato nel campo nè conosco quali sarebbero gli sbocchi lavorativi se scegliessi questa strada.
    Se puoi raccontarmi cos'hai fatto di preciso... ne sarei felicissima.
    Grazie!

  5. #5
    Hacker L'avatar di Neo
    Data registrazione
    21-06-2003
    Residenza
    Zion, Prato
    Messaggi
    985

    Neuropsicologia

    Ciao enya!Ank'io sono molto interessato alla neuropsicologia,sono ancora studente ma vorrei sapere quali esperienze sarebbe necessario fare e altro di utile da fare visto che avevo intenzione di fare la scuola di specializzazione a Roma in neuropsicologia.Ciao!!

  6. #6
    Ospite non registrato
    I0 purtroppo non ne so molto. Però nel sito della facoltà ho trovato indicazioni per quali esami sarebbe meglio scegliere, il tipo di tesi da fare, insomma quali elementi vengono presi in considerazione per la scuola di Roma. Fai una visita sul sito se non ci sei stato, ma credo di sì, vero? So che per prepararsi è importante il manuale di Pizzamiglio. C'è un sito interessante, visitalo!! Eccolo. www.neuropsicologia.it/neuro_home.html :ban:
    Quanti esami ti mancano?
    Ciao! :ciao2:

  7. #7
    Hacker L'avatar di Neo
    Data registrazione
    21-06-2003
    Residenza
    Zion, Prato
    Messaggi
    985
    Ciao Enya!Grazie del link al sito ma l'ho visitato già svariate volte così come quello della scuola di Roma!!! Di esami me ne mancano ancora parecchi visto che sono al secondo anno del nuovo ordinamento di psicologia sperimentale,ma mi sono interessato e mi piace tantissimo la neuropsicologia e ho intenzione di coltivare questa mia passione fin da ora!!!Quindi per questo mi sono informato sugli esami da fare bene e in cui è necessario ottenere ottimi risultati!!!Diversi li ho già portati a termine con successo e tenterò di proseguire su questa strada!!!Cercherò di procurarmi il manuale di Pizzamiglio prossimamente,grazie ancora delle informazioni e se ne sai altre...fammelo sapere!!!

  8. #8
    Ospite non registrato
    ciao ho fatto un anno di tirocinio in un reparto di neurologia.
    La mia esperienza è stata molto interessante anche se impegnativa. ho visto diversi pz con varie tipologie di patologie: da SM a cefalee da Epilessia a oligofrenia, parkinson, Alzh, vascolari, corpi di Levy persino Jacob, e altre ..........
    ora devo decidere che fare da grande, la neuropsicologia è interessante ma molto impegnativa sia dal punto di vista di studio, sia dal punto di vista emotivo, confrontarsi oigni giorno con chi ha paura di perdere tutto i ricordi, l'autonomia. non è facile! in bocca la lupo!

  9. #9
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Visto che qui si parla di neuropsicologia... ehm... vorrei porvi un quesito di un esame [tecniche diagnostiche in neuropsicologia]... forse qualcuno di voi (appassionato di neuropsicologia) può aiutarmi:

    Quale test per l'efficienza intellettiva somministrereste ad un adulto laureato?
    a) Solamente la W.A.I.S.
    b) La W.A.I.S. e le matrici di Raven versione bianco e nero
    c) La W.A.I.S. e le matrici di Raven versione colorate



    Mi sentirei di escludere la c) poichè, se non erro, solitamente le matrici di Raven nella versione a colori vengono somministrate a soggetti dai 4 ai 9/10 anni, a soggetti con handicap mentali e ad adulti con particolari patologie neurologiche.
    Il mio dubbio è: quanto può essere indicata la somministrazione delle matrici di Raven affiancata alla Wechsler in un soggetto che dovrebbe presentare capacità logiche normali (appunto un laureato)? [-> e quindi la plausibilità della risposta a]
    Inoltre se un soggetto laureato presenta un disturbo afasico dovuto a lesione cerebrale, non sarebbe indicato affiancare le matrici di Raven, che hanno il vantaggio di richiedere una minima verbalizzazione? [-> e quindi la plausibilità della risposta b]

    Spero di non avervi spaventato con questa irruzione all'interno dell'argomento "neuropsicologia"!




    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  10. #10
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Anch'io come voi ho molto interesse in ambito neuropsicologico... e sicuramente - come ha giustamente detto enya - il manuale di neuropsicologia di Denes - Pizzamiglio è uno dei testi più "autorevoli"... consiglio anche il libro "Lineamenti di Neuropsicologia Clinica" di Trojano e "La valutazione del deficit neuropsicologico nell'adulto cerebroleso" di Carlomagno... poi ce ne sono molti altri.
    Qualcuno di voi studia o ha esperienze nell'ambito della riabilitazione cognitiva?
    Io ho fatto il tirocinio in una casa di riposo... quindi le patologie dementigene sono quelle di cui ho un po' più di esperienza... ma mi piacerebbe saperne di più anche su altre patologie neuropsicologiche.
    Ultima modifica di laura81 : 19-07-2003 alle ore 04.37.27
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  11. #11
    Ospite non registrato
    [QUOTE]Originariamente postato da laura81
    [B]Visto che qui si parla di neuropsicologia... ehm... vorrei porvi un quesito di un esame [tecniche diagnostiche in neuropsicologia]... forse qualcuno di voi (appassionato di neuropsicologia) può aiutarmi:

    Quale test per l'efficienza intellettiva somministrereste ad un adulto laureato?
    a) Solamente la W.A.I.S.
    b) La W.A.I.S. e le matrici di Raven versione bianco e nero
    c) La W.A.I.S. e le matrici di Raven versione colorate



    [COLOR=royalblue]Mi sentirei di escludere la c) poichè, se non erro, solitamente le matrici di Raven nella versione a colori vengono somministrate a soggetti dai 4 ai 9/10 anni, a soggetti con handicap mentali e ad adulti con particolari patologie neurologiche.


    Credo possa aiutarti sapere che la WAIS è molto sensibile al livello di cultura scolastica e siccome non è questo che si vuole misurare, credo che la risposta giusta sia la b: le matrici di Raven vengono usate spesso per confronti tra culture proprio perchè non sono sensibili alla variabile "cultura di appartenenza". Grazie per le informazioni sui testi!
    Ciao

  12. #12
    Ospite non registrato
    Beh, informandomi meglio mi è venuto qualche dubbio, visto che i punteggi alle PM corrisponderebbero ad un range di QI (WAIS)che va da 50 a 130. Leggo dal Canestrari: "Si tratta quindi di un test che non misura in maniera adeguata i soggetti molto più intelligenti della norma, mentre è più adatto alla applicazione per soggetti ritardati." (La WAIS arriva ad un QI di 160, anche se c'è un effetto tetto.
    Quindi riapro la domanda. Ciao!!!!

  13. #13
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Originariamente postato da enya
    Beh, informandomi meglio mi è venuto qualche dubbio, visto che i punteggi alle PM corrisponderebbero ad un range di QI (WAIS)che va da 50 a 130. Leggo dal Canestrari: "Si tratta quindi di un test che non misura in maniera adeguata i soggetti molto più intelligenti della norma, mentre è più adatto alla applicazione per soggetti ritardati." (La WAIS arriva ad un QI di 160, anche se c'è un effetto tetto.
    Quindi riapro la domanda. Ciao!!!!
    Ho letto anche nel forum di Pavia ... in effetti hai ragione... tuttavia credo che un laureato non debba avere per forza un'intelligenza al di sopra della norma... inoltre le matrici di Raven potrebbero evidenziare particolari disturbi delle abilità visuo-spaziali e potrebbero essere utili nel caso il paziente presentasse un deficit afasico di produzione (in questo caso sarebbe svantaggiato in molte prove della WAIS)... quindi sono propensa per la somministrazione di entrambi i test!
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  14. #14
    Picciurina L'avatar di peperina
    Data registrazione
    08-09-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    1,246
    ...volevo solamente consigliarvi un libro che a mio parere è favoloso...."la donna che morì dal ridere" di ramachanran...è della serie i libri di quark....spiega la neuropsicologia in una maniera strepitosa...e ci sono tre capitoli dedicati agli arti fantasma a dir poco illuminanti....secondo me la bellezza di questo libro sta nel fatto che spiega tutto in modo talmente semplice e chiaro....qualcuno di voi l'ha letto?

  15. #15
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Originariamente postato da peperina
    ...qualcuno di voi l'ha letto?
    io no... ma appena finisco gli esami mi piacerebbe leggerlo ... come mi piacerebbe leggere anche "L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello" di Oliver Sacks (sui disturbi agnosici e in particolare sulla prosopagnosia)... dev'essere estremamente interessante!
    Ti ringrazio per il consiglio ... la neuropsicologia è interessantissima, oltre che "utilissima"... inoltre essendo una disciplina relativamente recente, c'è moltissima attività sul fronte della ricerca!
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy