• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 22
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di tatee
    Data registrazione
    21-10-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    497

    Boicottare le Olimpiadi?

    Alla luce degli ultimi scontri in Tibet e della posizione della Cina, si levano già voci e proposte di boicottare le prossime Olimpiadi.
    La Francia sembra già aderire a questa posizione, anche se chissà nei fatti cosa faranno di concreto...

    E voi cosa ne pensate?

    E' giusto penalizzare gli atleti che si sono allenati per anni?

    E' giusto seguire questa manifestazione sportiva, che comunque inneggia (come tutte le manifestazioni sportive) al rispetto, all'unione delle diversità e dei popoli... proprio dopo che la Cina sta dimostrando intolleranza, violenza e comportamento dittatoriale?
    Datemi libri, frutta, vino francese, un buon clima e un po' di musica fuori dalla porta, suonata da qualcuno che non conosco.
    Keats

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Allora i punti sono diversi: un conto è seguire le manifestazioni alla TV, un altro è se le delegazioni di atleti debbano andare lì e gareggiare.
    Per quanto riguarda gli atleti, non penso proprio che boicotteranno: per loro sono 4 se non più anni di lavoro e inoltre hanno gli sponsor che spingeranno per farli andare. Tanto che per ora anche la Francia ha parlato solamente di boicottare la cerimonia di apertura, noi i Giochi.

    Per quanto riguarda il non seguire in TV l'evento, cambierebbe davvero qualcosa? I diritti TV son stati venduti (e pagati) da molto tempo ormai, quindi alla fine chi ci perderebbe è per noi italiani la RAI che ha già sborsato i soldi e si troverebbe con pochi ascolti e presumibilmente il ritiro di quote di pubblicità ben pagata.

    La Cina non è nuova a ste cose, anzi... però ce le siamo ricordate oggi? E quando c'è stato da scegliere lo Stato a cui assegnare i Giochi dove abbiamo guardato? Poi, se si è potuto giocare la Coppa Davis in un adittatura in Argentina senza dire men che bè (noi italiani per primi), ora come mai cambiamo idea?
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di sportgirl
    Data registrazione
    24-11-2005
    Residenza
    trieste
    Messaggi
    5,056
    secondo me non succederà niente di acclatante, anche se...
    paesi forti in ambito sportivo non avranno il coraggio di boicottare l'evento sportivo più importante del mondo.
    "chi la dura la vince"

    "non c'è niente di più comune che il desiderio di essere importanti"

    "la vita è come una battaglia navale...oggi ci sei...domani effe otto"

  4. #4
    Johnny
    Ospite non registrato
    boicottare le olimpiadi vuol dire fare un favore alla Cina perchè con la scusa delle olimpiadi le violenze in Tibet sono trasmesse in mondovisione

  5. #5
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Vi dirò... a me i ribelli stanno simpatici per default. Ma quando sono ribelli veri. E, anche quando sono ribelli veri, mi chiedo chi li finanzia. Perché né le ribellioni né le rivoluzioni si fanno gratis.
    Allora, potrebbe essere utile fare un po' di conti su com'era il Tibet prima dell'invasione cinese. Qui:Washingtonpost.com: In Tibet, a Struggle of the Soul trovate un servizio del Washington Post, del 1999, che traccia un quadro di come vivevano i Tibetani prima e dopo l'invasione del loro paese da parte dei cinesi.
    Inoltre, sempre per tornare alla questione "da dove prendono i soldi per protestare?", vi segnalo questo articolo BUDDHA: The CIA's secret war in tibet del Seattle Times nel quale Paul Salopek traccia il quadro dei rapporti tra CIA, Governo Statunitense, Lama tibetani e resistenza anticinese.

    Per dire che, per quanto a me i ribelli stiano sempre simpatici, non so se è utile sostenere un movimento finanziato e governato da Washington...

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  6. #6
    Johnny
    Ospite non registrato
    Al di là del sostenere o meno qualcosa che è finanziato dall'America, credo sia giusto che tutto il mondo veda le violenze che subiscono i monaci da parte dei cinesi!!
    Ultima modifica di Johnny : 27-03-2008 alle ore 20.25.00

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di nuryel78
    Data registrazione
    31-10-2007
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    271
    Se a Willy i ribelli sono simpatici per default, a me gli invasori stanno sull'anma per default. Detto questo, il boicottaggio proposto mi sta ancora più sull'anima: perchè lo trovo di un'ipocrisia imbarazzante.
    Trovo ancora più imbarazzante che dei capi di stato plaudano a questa trovata geniale dimenticando, o fingendo di dimenticare, che ieri l'altro plaudivano estasiati alle olimpiadi di pechino, e peggio ancora ignorando che intrattengono rapporti commerciali di tutto rispetto con i cinesi, salvo poi manifestargli contro.
    Praticamente fanno come i ladri di pisa, cosa che del resto non dovrebbe stupirci visto che dovremmo ormai essere abituati a questo esilarante teatrino che è la politica.
    "...l'effetto farfalla: l'idea cioè che una farfalla, sbattendo le ali oggi a Pechino, possa incidere sulle perturbazioni atmosferiche del mese prossimo a New York." Gleik- teoria del caos

    " To see a world in a grain of sand and a heaven in wild flower - hold infinity in the palm of your hand, and eternity in an hour." William Blake

  8. #8
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820
    Citazione Originalmente inviato da sportgirl Visualizza messaggio
    paesi forti in ambito sportivo non avranno il coraggio di boicottare l'evento sportivo più importante del mondo.
    è già successo in passato, anche se per motivi diversi

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  9. #9
    Rappre on-line L'avatar di Jollysimo
    Data registrazione
    18-02-2008
    Residenza
    Genova
    Messaggi
    1,550
    Come avete già detto questo boicottaggio adesso è di un'ipocrisia fra le più squallide... Partendo dai rapporti commerciali che abbiamo con la cina (per non parlare di dipendenza economica), passando da tutte le dittature e i massacri che ci sono e di cui nessuno si interessa finchè non conviene, e arrivando al fatto che la cina fa ste cose da sempre e nessuno ha mai detto ba...
    Se davvero si vuole fare qualcosa si chieda alle nazioni unite di intervenire.. ops, dimenticavo che metà dei paesi dell'onu hanno mezza economia in mano al colosso giallo... (e che la cina fa parte del consiglio di sicurezza).
    IL PARADISO NON E UN POSTO DOVE ANDARE MA UN MODO DI VIVERE.....



    Forum della Facoltà di Scienze della Formazione di Genova

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di sportgirl
    Data registrazione
    24-11-2005
    Residenza
    trieste
    Messaggi
    5,056
    Citazione Originalmente inviato da chiocciolina4 Visualizza messaggio
    è già successo in passato, anche se per motivi diversi
    si lo so ma dubito che lo rifacciano...ci sono troppi interessi sotto!
    "chi la dura la vince"

    "non c'è niente di più comune che il desiderio di essere importanti"

    "la vita è come una battaglia navale...oggi ci sei...domani effe otto"

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Citazione Originalmente inviato da chiocciolina4 Visualizza messaggio
    è già successo in passato, anche se per motivi diversi
    è vero. ma un conto era boicottare l'Unione Sovietica, un conto è la Cina. SOlo per citare gli USA, questi hanno un fortissimo debito con la Cina (gli USA non hanno soldi, vanno avanti con quelli che la Cina gli ha rpestato, se no altro che guerra in Iraq): e se la Cina per un boicottaggio li chiedesse indietro? Sarebbe il tracollo economico per gli USA, ma anche per l'Europa... ti pare un rischio che vogliono correre? Non penso proprio....
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  12. #12
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820
    no infatti, dicevo solo che è capitato che un evento così importante fosse boicottato, ho specificato che si trattava però di implicazioni e motivazioni completamente diverse

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  13. #13
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Qui un contributo di Diario di Repubblica sul boicottaggio.
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  14. #14
    theniaka
    Ospite non registrato
    ciao!

    purtroppo l' idea -o l' ideale- olimpiaca e' sulla base delle grande dite e dell' interesse finanziario. e' vero che gli olimpiadi, parlando dell' antichita' greca, non venivano organizzati se c' era una guerra o se diritti umani venivano maltrattati.
    poi, il boicottagio come pratica e' uno strumento utile, ma visto che il boicottagio riguarda la feste dell' apertura dei giochi e' un boicottagio "poco", mentre il boicottagio e' una manifestazione assoluta. sia viene adottato sia no. non ci sono misure.
    e' davvero un disastro chiamare gli olimpiadi d' oggi una festa sportiva mondiale. e' una festa tra gli sponsors e non una festa di un' ideologia del tipo "mente sano, corpo sano". non sono di nessuna simpatia atleti che si allenano -si-, ma non hanno mai accorto della sostanza.
    "mtv music awards" sono preferibili, secondo me, di una "caricattura".
    che brutto e' vivere nel "mondo dello spettacolo" e basta?!
    voglio dire con il mio intervento nella conversazione, che dobbiamo affrontare il tema totalmente. l' industria mondiale c' e' (gli scandali del doping si aumentano ecc ecc) e viene con grandezza espressa verso gli olimpiadi. non voglio disprezzare l' attualita', ma voglio dire che l' attualita' cresce due problemi da parlarne. questo dell' invasione della cina in thibet -e la violenza dei diritti umani ovviamente- e questo del "perche' devono esistere ancora gli olimpiadi cosi?", "perche' allenarsi e' una professione?", questo, cioe', che riguarda l' industria sportiva mondiale. sono, secondo me, problemi ben divisi che solo coincidono.

    a presto!

  15. #15
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    11-01-2008
    Messaggi
    520
    Secondo me sarebbe politicamente giusto boicottare le Olimpiadi in Cina sopratutto per far capire ai comuni mortali quello che effettivamente è il popolo cinese.
    Basti pensare che i paesi occidentali da molto tempo e in accordo tra loro stanno combattendo per abolire la pena di morte in qualsiasi paese del mondo,cosa che in Cina questo non avviene: vengono giustiziati moltissimi essere umani periodicamente.
    Io penso che la reazione del popolo tibetano nei confronti delle Olimpiadi non è dovuta alla manifestazione sportiva in se stessa ma per mettere in risalto e in mondovisione la loro situazione di oppressione da parte del popolo cinese che non li riconosce sia dal punto di vista religioso che territoriale(ricordiamo che il Tibet è stato occupato dai cinesi).
    Ma dal punto di vista sportivo il boicottaggio non sarebbe giusto.
    Secondo me Sarkozy forse ha trovato la via di mezzo:politicamente dimostra la sua avversione(propone il boicottaggio dell'inaugurazione) ma sportivamente ritiene opportuno non annullare il lavoro di uno sportivo che si è allenato duramente...

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy