• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: Finalmente un sogno...

  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Federica72
    Data registrazione
    24-09-2002
    Residenza
    Sarzana
    Messaggi
    556

    Finalmente un sogno...

    Finalmente un sogno!!! Non ricordo molto, ma mi accontento...

    Mi trovavo con un gruppo di persone e stavamo facendo un'ascensione in montagna (ho fatto alpinismo per molti anni).
    Io ero alla guida del gruppo e mostravo agli altri la strada da percorrere.... Andavamo molto molto spediti, tanto che spesso dovevamo sorpassare altri escursionisti "più lenti"....
    Ad un certo punto io acceleravo ancora l'andatura, senza preoccuparmi che il gruppo mi seguisse.. Mi rendevo conto che li stavo perdendo, ma non ero preoccupata di questo. Solo che.. all'improvviso il sentiero che stavo percorrendo si trasformava in una serie di scale dentro un manicomio.... E da quel momento in poi il sogno si svolgeva all'interno del manicomio dal quale, non ricordo per quale motivo, era assolutamente vietato uscire. Quindi io mi trovavo a vagare per queste scalinate, questi corrridoi (in gran parte vuoti, ricordo solo il viso di qualche paziente ricoverato), facendo molta attenzione a non essere vista dagli infermieri. Ricordo grandi scalinate, salti da una finestra all'altra e da un balcone all'altro. Fino a quando arrivavo in uno slargo e da lì vedevo che dentro una stanza c'era una mamma con il proprio figlio di circa 10 anni. Dai gesti della mamma capivo che voleva che il bimbo uscisse di lì, lo salutava con un bacio, e poi, senza dire niente, me lo affidava affinché io riuscissi a farlo uscire. Ricominciavo quindi a vagare per il manicomio con il bimbo...e poi mi sono svegliata. Con una sgradevolissima sensazione...
    "E' la certezza che noi vivremo per sempre, perché una mamma non muore mai. Resta in ogni cielo azzurro, tra i profumi della primavera, nelle nuvole che portano neve, nei colori dell'autunno. Resta nel profumo di caffè. Vive nel ricordo dei suoi figli, e in ciò che credono di aver dimenticato" L. Tangorra

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    e come se a fare tanta strada sempre "un passo avanti agli altri" ti abbia poi condotta "dentro un manicomio" meno male con ancora tante forze per fuggire e poter portare con te e proteggere dei "bambini"
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  3. #3
    Amus
    Ospite non registrato
    Strade in salita... percorsi complicati... tu procedi spedita tanto da distanziare gli altri... e poi le scale verso il manicomio...
    Federica cara, dobbiamo proprio trovare una meta lontana io e te Un posto pianeggiante, senza salite e con strade diritte e poi passeggiamo un pò invece di continuare a correre verso che poi?
    Comunque è già importante che ritrovi i tuoi sogni
    Con affetto mediatico...

Privacy Policy