• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante L'avatar di ciky1079
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    biella
    Messaggi
    54

    FORFETTONE:contribuenti minimi sotto i 30.000 euro

    Ciao a tutti.
    Vorrei chiedere la vostra opinione su questo regime fiscale agevolato approvato nella finanziaria del 2008.
    Sostanzialmente chi prevede di non superare il tetto di fatturazione di 30.000 euro in un anno, può "dimenticarsi" dell'IVA e degli studi di settore.
    Tuttavia la mia commercialista me la sconsiglia poichè con questo regime non si possono detrarre le spese sanitarie, quelle relative alle assicurazioni o ai mutui...
    Mi rendo conto di spiegarmi molto male perchè ci capisco poco e proprio x questo chiedo aiuto a voi!

    Voi cosa sapete a riguardo?

    Avete deciso di rientrare in questo "forfettone"?

    Sapreste indicare i pro e i contro?

    Vi prego, sono nelle vostre mani!!!!

    Grazie a chi avrà pietà della mia ignoranza in materia...

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390
    Citazione Originalmente inviato da ciky1079 Visualizza messaggio
    Ciao a tutti.
    Vorrei chiedere la vostra opinione su questo regime fiscale agevolato approvato nella finanziaria del 2008.
    Sostanzialmente chi prevede di non superare il tetto di fatturazione di 30.000 euro in un anno, può "dimenticarsi" dell'IVA e degli studi di settore.
    Tuttavia la mia commercialista me la sconsiglia poichè con questo regime non si possono detrarre le spese sanitarie, quelle relative alle assicurazioni o ai mutui...
    Mi rendo conto di spiegarmi molto male perchè ci capisco poco e proprio x questo chiedo aiuto a voi!

    Voi cosa sapete a riguardo?

    Avete deciso di rientrare in questo "forfettone"?

    Sapreste indicare i pro e i contro?

    Vi prego, sono nelle vostre mani!!!!

    Grazie a chi avrà pietà della mia ignoranza in materia...


    su spese sanitarie e mutui non saprei. Io ora non ho la p.iva, ma l´hanno scorso si, e ovviamente optai per la formula agevolata. Mi ricordo che ho scaricato per l´acquisto di un portatile, dunque la possibilitá di scaricare qualcosa sicuramente c´e´.
    Ad ogni modo attivala, il mio consiglio é questo, soprattutto all ´inizio quando le entrate non sono molte avere una decurtazione del 50% diventa veramente eccessivo.

  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    22-09-2007
    Messaggi
    86
    ciao!io ho aperto partita IVA e ho fatto questo regime dei contribuenti minimi. Insomma per farla breve. scarichi solo le spese relative all'attività es: abbonamento mezzi pubblici, libri, telefono se hai uno studio privato...non scarichi nulla di spese mediche, mutuo e quant'altro però paghi solo il 10% sul reddito annuale meno le spese per l'attività...quindi es: se hai un reddito di 20000 e hai speso 1000 di spese per la'ttività paghi il 10% su 19000 e basta.
    Questo per i primi 3 anni di attività poi devi passare all'altro regime del 20%
    ciao ciao

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di lucciolina
    Data registrazione
    17-01-2005
    Residenza
    Provincia di Como
    Messaggi
    327
    Ciao, anche il mio commercialista mi ha sconsigliato il forfettone, in quanto facendo i conti (ovviamente confrontando la dichiarazione dei redditi del 2006 e quella "prevista" per il 2007) pagherei più tasse...quindi non lo seguirò!
    ciao

  5. #5
    Matricola
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    Lecco
    Messaggi
    25
    ciao!quello che spiega trachy82 penso sia il regime agevolato per le nuove inziative.
    Il forfettone o regime dei contribuenti minimi nn dura 3 anni ma fin quando nn superi i 30.000 euro...hai il 20% su tutto (+ nn dimentichiamoci il 12% di enpap) e nn sei soggetta agli studi di settore. Nn scarichi spese sanitarie nè mutui ma solo spese di formazione e di tutto ciò che riguarda il lavoro. Anch'io ho fatto i conti e anche se ahimè nn posso scaricare nulla del mutuo pagherei meno tasse qdi ho scelto questo regime. Secondo me dipende molto dal tipo di fatture che si fanno durante l'anno...con iva o senza...
    e nn essere soggetta agli studi di settore è una salvezza!!
    ah....in questo regime i beni materiali che compri nn devi scaricarli in 5 anni ma in un solo anno.
    bye

  6. #6
    Matricola L'avatar di misia
    Data registrazione
    21-09-2004
    Messaggi
    25
    io ho appena aperto la partita iva e ho scelto il regime dei minimi. a me conviene decisamente perchè ho anche una attività come dipendente e con questo regime (che come qualcuno già diceva non dura solo 3 anni ma se le regole non cambiano si può matenere sino a che non si supera il minimo di 30000 euro di fatturato) non vado a cumulare i guadagni da dipendente e da libero professionista!

  7. #7
    Partecipante L'avatar di chiaraped
    Data registrazione
    31-07-2007
    Messaggi
    38

    domanda

    Citazione Originalmente inviato da misia Visualizza messaggio
    io ho appena aperto la partita iva e ho scelto il regime dei minimi. a me conviene decisamente perchè ho anche una attività come dipendente e con questo regime (che come qualcuno già diceva non dura solo 3 anni ma se le regole non cambiano si può matenere sino a che non si supera il minimo di 30000 euro di fatturato) non vado a cumulare i guadagni da dipendente e da libero professionista!
    anch'io ho un'attività come dipendente e vorrei aprire la partita iva ma sto aspettando perchè temevo che unendo le due attività avrei pagato troppo rischiando di rimetterci (vorrei almeno rimanere in pari), insomma sono solo all'inizio non ho così tanti pazienti. puoi spiegarmi meglio cosa ti ha consigliato il tuo commercialista? anche con un pm se preferisci.
    Grazie

  8. #8
    Matricola L'avatar di misia
    Data registrazione
    21-09-2004
    Messaggi
    25
    non so se sono in grado di spiegarmi con chiarezza, ma con il regime dei minimi anche avendo un lavoro da dipendente pago sempre e solo il 20 per cento sui guadagni. prima invece i redditi si cumulavano e aumentava anche la percentuale di tassazione. la commercialista mi ha invece detto che con questo regime le due cose rimangono separate.

Privacy Policy