• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1

    Come insegnare ai bambini le lingue straniere?

    Carissimi utenti del forum, voglio porre un quesito non nuovo ma da adattare alle nuove tecnologie e sempre bisognoso di nuove idee.
    Accertato il fatto che siamo ben lontani dal parlare una sola lingua in tutto il mondo e che probabilmente questo non avverrà mai, come si può fare per far si che una persona a partire dai primi mesi di vita, riesca a mettere le basi per avere in futuro piena padronanza di una lingua straniera?
    Come soluzione ideale ma di difficile attuazione per i più, credo che si debba inserire la persona, già dall'infanzia, in un ambiente originario di quella lingua.
    Le famiglie più abbienti so che prendono una badante madrelingua che si occupa già dall'infanzia dell'educazione linguistica dei figli... ma chi non se lo può permettere? (E al giorno d'oggi sono veramente in tanti!)
    In che modo possono essere sfruttate le nuove tecnologie come l'internet, il digitale terrestre o la tivu satellitare?
    Io per esempio, lascio mio figlio di 15 mesi (che ancora non parla neanche l'italiano quindi) una mezz'oretta al giorno a guardarsi rai educational via satellite, dove trasmettono cartoni animati in lingua inglese e corsi per bambini.
    Ma servirà poi a qualcosa o finirà solo per far fare confusione?
    Vi sono studi in proposito?
    Qualche fonte o link di studi autorevoli?
    Grazie a tutti voi.

    __________________
    negozio quad reggio emilia, ghisirds, nuova idea regalo per lui (gifts him in inglese)

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di claudiapitt
    Data registrazione
    13-09-2004
    Residenza
    provincia varese
    Messaggi
    18,837
    Blog Entries
    62
    la mia scuola nel 2003 è stata il primo nido in lombardia a proporre ai bimbi un laboartorio d'inglese!
    abbiamo tentato questo esperimento poichè il gruppo di bimbi presenti aveva un'ottima (relativamente all'età) padronanza della lingua italiana...ed è stato un successo
    l'approccio che usiamo è molto ludico...i bambini imparano la lingua attraverso l’esecuzione di giochi, canzoni, filastrocche e attività che stimolano contemporaneamente il canale uditivo, visivo e cinestesico, consentendo un apprendimento duraturo.

    un sito che ti consiglio è:

    --Hocus e Lotus--Official Site--




    Credi nell'amore a prima vista o devo ritornare?

    "here I am: Mary Fuckin' Poppins" (S.Jones- S&TC)

    La setta dei gufatori
    Dea della vendetta
    Ex-Inquisitore boia del fu-F.E.R.U.

  3. #3
    Citazione Originalmente inviato da claudiapitt Visualizza messaggio
    la mia scuola nel 2003 è stata il primo nido in lombardia a proporre ai bimbi un laboartorio d'inglese!
    abbiamo tentato questo esperimento poichè il gruppo di bimbi presenti aveva un'ottima (relativamente all'età) padronanza della lingua italiana...ed è stato un successo
    l'approccio che usiamo è molto ludico...i bambini imparano la lingua attraverso l’esecuzione di giochi, canzoni, filastrocche e attività che stimolano contemporaneamente il canale uditivo, visivo e cinestesico, consentendo un apprendimento duraturo.

    un sito che ti consiglio è:

    --Hocus e Lotus--Official Site--
    grazie mille, vado a guardarlo.
    ciao e alla prossima
    Ultima modifica di ghisirds : 19-03-2008 alle ore 18.23.27

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di claudiapitt
    Data registrazione
    13-09-2004
    Residenza
    provincia varese
    Messaggi
    18,837
    Blog Entries
    62
    prego! spero che ti possa servire!




    Credi nell'amore a prima vista o devo ritornare?

    "here I am: Mary Fuckin' Poppins" (S.Jones- S&TC)

    La setta dei gufatori
    Dea della vendetta
    Ex-Inquisitore boia del fu-F.E.R.U.

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di tatee
    Data registrazione
    21-10-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    497
    Il problema di insegnare una seconda lingua, iniziano dall'infanzia, è sempre lo stesso: io posso far frequentare a mio figlio un asilo super accessoriato, che mette a disposizione giochi, cartoni e quant'altro, oppure posso pagare una baby sitter di un altra nazionalità che parli a mio figlio nella sua lingua.... ok.... ma cosa succede quando questo bambino crescerà?
    Dopo l'asilo dovrebbe andare in una scuola bilingue, o comunque continuare a frequentare, con una certa assiduità qualcuno, qualche centro dove può continuare a praticare la seconda lingua.
    E questo per tutta la vita....
    Non voglio con questo scoraggiare nessuno, ma il punto è che una seconda lingua, per diventare tua (non dico madrelingua, ma almeno fluente) deve essere usata, parlata, scritta, sentita molto spesso!
    E' una vita che mi sento criticare perchè mia madre è russa e io non parlo russo... beh, non è così facile parlare russo se l'unica persona con cui posso parlarlo è mia madre! Se da piccola fossimo andate in Russia dai miei parenti, se avessi giocato con bambini russi, se avessi avuto la possibilità di vedere una tv russa... cose che quando ero piccola non erano possibili....
    Certo, con l'inglese le opportunità si moltiplicano, rimane sempre il fatto che la lingua deve essere esercitata continuamente.
    Ne conosco di persone che hanno fatto inglese all'asilo e che adesso non sanno una parola!
    Cmq, in bocca al lupo!
    Datemi libri, frutta, vino francese, un buon clima e un po' di musica fuori dalla porta, suonata da qualcuno che non conosco.
    Keats

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Ciao! Ti avevo per caso risposto anche su impariamo.com?

    Comunque ripeto... assicurati che il bambino inizi a studiare benissimo la grammatica a scuola, la pronuncia si sistema con la pratica!
    Poi a parte la ragazza alla pari, basta una baby sitter che sia inglese invece che italiana... certo non è semplicissima da trovare
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  7. #7
    Citazione Originalmente inviato da tatee Visualizza messaggio
    Non voglio con questo scoraggiare nessuno, ma il punto è che una seconda lingua, per diventare tua (non dico madrelingua, ma almeno fluente) deve essere usata, parlata, scritta, sentita molto spesso!
    questo me lo hanno infatti già detto in tanti.
    Ma può bastare un pc e la tivu per tenersi allenati?
    Certo, non si parla, però si ascolta e si legge...!

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Basta solo se già si conosce la lingua... io guardo i film in lingua originale da quando ero piccola (intendo intorno ai 7-8 anni) ma senza i sottotitoli (in inglese) non si fanno molti progressi... poi col tempo ho tolto i sottotitoli ma a volte ancora li uso, è molto utile per la pronuncia, più che senza!
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di lucciolina
    Data registrazione
    17-01-2005
    Residenza
    Provincia di Como
    Messaggi
    327
    Io penso che una delle cose più importanti sia la possibilità di interagire con qualcuno che parli una lingua straniera (quindi la televisione non è utile, perchè la relazione che si instaura con essa è unidirezionale); l'adulto deve sempre mediare ciò che il bambino riceve come stimolazione, senza relazione non si verifica apprendimento!
    penso che tutte le attività ludiche siano quelle più indicate!

Privacy Policy