• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 24
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ritaroma
    Data registrazione
    31-01-2002
    Residenza
    Scafati (SA)
    Messaggi
    535

    Domanda forse banale...

    So che forse questa domanda è un pò banale, ma a volte più sono scontate le cose e più non si sa con certezza.
    Una volta abilitato, lo psicologo può scegliere che test utilizzare ?
    Esempio: comincio a lavorare da libero professionista, primo paziente, decido di somministrare un MMPI-2, posso farlo? E per altri test, a parte il rorschach per cui serve una formazione a se, posso fare lo stesso? Basta l'abilitazione per utilizzare i test psicologici, o è necessario comunque un corso di formazione in psicodiagnostica, soprattutto dal punto di vista legale? (Non è che poi mi arrestano?? )
    Un bacino a tutti i dubbiosi come me
    Se la tua vita arde, la poesia è la cenere. (Leonard Cohen)
    La psicologia è come la luna: illumina il buio (Anonimo)

    Drssa-Rita-Romano

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di fiore1969
    Data registrazione
    21-06-2006
    Residenza
    genova
    Messaggi
    327
    Basta essere psicologi abilitati per poter (legalmente)somministrare i test. Certo che se non si ha un minimo di formazione specifica sugli stessi come si fa a somministrarli? ciao ciao
    fiore1969

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ritaroma
    Data registrazione
    31-01-2002
    Residenza
    Scafati (SA)
    Messaggi
    535
    Io ho fatto tirocinio presso una struttura Asl, per un anno, e di conseguenza ho potuto imparare la somministrazione di svariati test ...
    mettiamo il caso del paziente X, magari per lui quei test che so somministrare non vanno bene, non sono adatti al suo caso, ne scelgo uno che non ho mai utilizzato. Posso farlo? Chiaro che si, è consigliabile una formazione
    Se la tua vita arde, la poesia è la cenere. (Leonard Cohen)
    La psicologia è come la luna: illumina il buio (Anonimo)

    Drssa-Rita-Romano

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di fiore1969
    Data registrazione
    21-06-2006
    Residenza
    genova
    Messaggi
    327
    Si farlo lo puoi fare sicuro. Ieri ad un corso sull MMPI ci hanno specificato che una volta abilitato lo psicologo può somministrare tutti i tipi di test. Nota che alcuni li può somministare solo lo psicologo iscritto all'albo e non lo psicoterapeuta (se non psicologo). Quindi per la somministrazione non ci sono problemi (anche perchè i test hanno un loro manuale che tu ti puoi studiare), secondo me il problema è l'interpretazione..soprattutto per i test proiettivi.
    fiore1969

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Mi chiedo cosa insegna l'università italiana.....quando laureati, tirocinanti e psicologi fanno certe domande.

    Ora...io capisco la tua ignoranza, e non è prorpio colpa tua.....ma non è davvero accettabile che dei professionisti pongano domande così.....ma come è possibile che c'è gente che ancora nemmeno sappia cosa fa uno psicologo quando psicologo lo è!!!

    Non so se è il tuo caso, ma sono certo che varrà per molti colleghi il mio disappunto.....

    scusa lo sfogo ma non potevo tenerlo dentro......

  6. #6
    Neofita
    Data registrazione
    22-02-2005
    Residenza
    GR
    Messaggi
    9
    Il tuo sfogo è legittimo, ma la realtà è questa. Anch'io ho capito bene la mia professione solo dopo aver studiato il codice d. per l'esame di stato. L'Università oltre a informare dovrebbe formare, ma preferiscono lasciare decidere alla selezione darwiniana: o ti attivi da solo o finisci a fare l'operatore call center.
    Daje ziii

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Si hai ragione....in effetti io mi arrabbio con la realtà...ma vi immaginate in un forum di medici se escono fuori e magari chiedono un consiglio se il fegato è a destra o sinistra? Cioè..le domande che molti pongono in questo forum sono simili davvero!!!!

    Poi per forza molti non riescono a lavorare....azzarola...io mi sorprenderei del contrario!!!

    Ti immagini un ansioso? Poverino....già soffre nelle situazioni ambigue...se va da psicologi preparati così peggiora e basta!!
    Mi viene da pensare : -Meno male che per molti pazienti psicologici ci sono i medici!!-....anche se non sono assolutamente preparati e formati in materie psicologiche hanno una sicurezza incredibile, che fa assolutamente bene alla loro professione ed al paziente, rendendoli agli occhi d tutti mooolto più credibili!!Proprio quella che manca alla nostra professione!!

    (mi scuso di nuovo per lo sfogo...ma certe cose non si sopportano)

    E naturalmente non parlo di tutti gli psicologi....ma molti molti molti neolaureati....i
    Ultima modifica di carozzicarozzi : 10-03-2008 alle ore 00.15.13

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di benedett
    Data registrazione
    23-07-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    190
    Non vedo come da una legittima domanda posta da Ritaroma sull’utilizzo di alcuni test, si possa dedurre un’impreparazione o insicurezza degli psicologi rispetto ai medici. Io mi aspetterei, invece, una correlazione positiva tra la domanda in questione ed alcune qualità, come scrupolosità, serietà, correttezza, onestà e responsabilizzazione, che caratterizzano la dignità e il decoro di tutte le professioni.

  9. #9
    Iggy1982
    Ospite non registrato
    Citazione Originalmente inviato da benedett Visualizza messaggio
    Non vedo come da una legittima domanda posta da Ritaroma sull’utilizzo di alcuni test, si possa dedurre un’impreparazione o insicurezza degli psicologi rispetto ai medici. Io mi aspetterei, invece, una correlazione positiva tra la domanda in questione ed alcune qualità, come scrupolosità, serietà, correttezza, onestà e responsabilizzazione, che caratterizzano la dignità e il decoro di tutte le professioni.
    Mi permetto un'intromissione, ma a questo punto potrei manifestare la mia "scrupolosità, serietà, correttezza, onestà e responsabilizzazione" per fare lo psicologo quando in realtà mi occupo di grafica pubblicitaria.

    Il disappunto sopra espresso lo trovo legittimo. Con il più assoluto rispetto, io non mi metterei mai in mano a un sedicente professionista; sia esso psicologo, medico o idraulico.

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ritaroma
    Data registrazione
    31-01-2002
    Residenza
    Scafati (SA)
    Messaggi
    535
    Non capisco sinceramente da dove nasce la polemica, non ho certo messo in dubbio la capacità degli psicologi di fare il proprio mestiere, ho infatti specificato che la domanda poteva essere banale ma la confusione nasce dal fatto che tutti si improvvisano psicologi, nessuno però si chiede se quello che sta facendo è giusto o no. Studio per diventare Rorschachista, ma non mi sognerei mai di somministrare un test adesso, a soli 3 mesi dal corso, oltre al fatto che non posso perchè non sono ancora abilitata, ho una coscienza professionale, uno scrupolo morale, e la convinzione che per fare questo mestiere non serva nè la presunzione nè è sufficiente la laurea, necessita di continui aggiornamenti, volontà, esperienza, e la capacità di mettersi sempre in discussione.
    Voleva essere anche una conferma, la maggioranza degli abilitati che conosco io non fa "lo psicologo" ma studia per diventare psicoterapeuta, ed io questo non lo trovo affatto giusto, credo in questo lavoro e credo nella sua dignità, ed è solo di questo che stavo parlando..
    Ultima modifica di ritaroma : 19-03-2008 alle ore 10.39.15
    Se la tua vita arde, la poesia è la cenere. (Leonard Cohen)
    La psicologia è come la luna: illumina il buio (Anonimo)

    Drssa-Rita-Romano

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Citazione Originalmente inviato da ritaroma Visualizza messaggio
    la confusione nasce dal fatto che tutti si improvvisano psicologi, nessuno però si chiede se quello che sta facendo è giusto o no
    La mia riflessione nasceva proprio da questo.
    Non certamente dalle tue qualità, che non metterei assolutamente in dubbio, primo perchè non ti conosco e secondo perchè quando si ha un dubbio è NECESSARIO chiedere, cosa che non tutti fanno, e quindi te ne fa merito.

    La mia preoccupazione nasce dalla preparazione che l'università offre agli studenti. Credo che la miglior cosa sia, appena abilitati, trovare un supervisore che ci segua.

    Sono daccordo riguardo alla professione poco esercitata di psicolgo. Personalmente io amo fare lo psicologo, non lo psicoterapeuta. Ma purtroppo molti imparano a fare lo psicologo solo quando si sono specializzati.....e magari lo psicoterapeuta molti anni dopo!!!!
    Ultima modifica di carozzicarozzi : 19-03-2008 alle ore 14.00.37

  12. #12
    Die Sehnsucht
    Ospite non registrato
    Io credo sinceramente che il problema stia a monte... Ma ci rendiamo conto che se prendessimo a caso una cittadino italiano qualsiasi e gli chiedessimo la differenza tra counselor, psicologo, psicoterapeuta e psichiatra, avremmo una bassissima probabilità che questo lo sappia???

    All'estero le professioni legate all'ambito psicologico sono ben delineate e, infatti, andare dallo psicologo viene visto come andare dal medico di base!
    Qui nessuno sa che ruolo abbiamo: nè la popolazione generale, nè l'università che ci forma, nè, per assurdo, noi stessi!!

    La verità è che non saremo mai una chiara figura professionale finchè non si creerà una coscienza comune dell'aiuto che il nostro lavoro può offrire.

    PS: Questa è una divagazione che non c'entra nulla con il tuo post ritaroma, prendevo spunto dalle risposte che hai ricevuto per parlare di una situazione, secondo me, allarmante. Anzi chiedo scusa se non mi sono attenuta al thread.

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Citazione Originalmente inviato da Die Sehnsucht Visualizza messaggio

    La verità è che non saremo mai una chiara figura professionale finchè non si creerà una coscienza comune dell'aiuto che il nostro lavoro può offrire.

    Bè impossibile quello che chiedi se nemmeno gli stessi psicolgi sanno dove mettere le mani sui propri strumenti.......

  14. #14
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    05-11-2007
    Residenza
    COMO
    Messaggi
    503
    Anche se è un po' grave che noi psicologi non sappiamo cosa possiamo fare o meno, credo che ci sia modo e modo di rispondere. Riguardo all'uso dei test l'abilitazione permette di somministrarli, ma una formazione al riguardo è consigliabile. Inoltre è sempre bene tener presente che il test da solo non serve a nulla, ma che è bene sfruttare una convergenza extra-test ma soprattutto inserire il reattivo in una cornice clinica.

  15. #15
    Die Sehnsucht
    Ospite non registrato
    Citazione Originalmente inviato da carozzicarozzi Visualizza messaggio
    Bè impossibile quello che chiedi se nemmeno gli stessi psicolgi sanno dove mettere le mani sui propri strumenti.......
    Certo! E' proprio questo il problema... purtroppo è un circolo vizioso da cui credo sia difficile uscire...

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy