• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526

    problem solving con bambini

    ciao
    sto seguendo un bambino di prima media.Lui è diagnosticato con dislessia ed ha un insegnante di sostegno ed è seguito dalla asl. Con me fa un percorso di appoggio di rinforzo dell'autostima. Ora,in complementarità, vorrei lavorare molto con lui per migliorare le sue abilità di problem solving perchè vedo che è molto inibito di fronte ai problemi, spesso passivo, oppure si rifiuta di fare una cosa se pensa di non saperla fare(specifico che con me è molto collaborativo).Vorrei introdurre il discorso con il test della torre di londra (visto che posso scroccarlo ad una collega ), mi devo però accertare che non glielo abbiano fatto fare in diagnosi. Per continuare il lavoro però potreste suggerirmi degli esercizi, o modalità, che mi permettano di farlo esercitare?lo so, me lo potrei pure inventare qualcuno, che parli della scuola, delle faccende quotidiane ecc...però se trovo qualcosa di simpatico e strutturato..ben venga
    "hai scritto me su un foglio senza nome e hai raccontato una storia trasparente...." l'aura

  2. #2
    Matricola
    Data registrazione
    09-01-2008
    Residenza
    Puglia
    Messaggi
    18
    ciao, non so se ho compreso quello che vuoi fare.
    cmq se intendi migliorare l'autostima del ragazzo , secondo me si dovrebbe un po' sisconfermare l'idea di sbagliare e in che modo? facendogli osservare che tante volte ha, non so, risposto bene, prima degli altri, etc../oppure che anche i suoi compagni sbagliano. certo non deve essere una lezioncina altrimenti non comprende, deve essere una sua scoperta.
    dei testi dell'erickson possono esserti utili, ci sono delle schede da somministrare : la mia autostima di plummer e il testo di di pietro l'ABC delle mie emozioni, questo può aiutare il ragazzo nella ristrutturazione cognitiva di credenze (su di sè) sbagliate.

    esempi schede:SCHEDA "SONO IO":"immagina di essere il tuo migliore amico che sta parlano di te. cosa pensi che direbbe? cosa potrebbe dire su quello che ti piace fare o su quello che ti riesce bene? cosa potrebbe dire su quello che non ti piace e su quello che ti preoccupa?"
    SCHEDA SICUREZZA DI SE': Cosa significa sicurezza si sè?________________
    Alcune persone sembrano essere molto sicure si sè. La maggior parte di noi è sicura di sè in alcune cose e in alcuni posti. dobbiamo fare in modo che la nostra sicurezza riguardi altre cose. Pensa a qlc che vorresti fare con più sicurezza in te stesso.
    Vorrei essere più sicuro di me quando:________________

    spero di averti risposto.
    by

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526
    grazie per aver risposto.
    il lavoro sull'autostima lo sto facendo e sto utilizzando proprio i materiali che hai citato, più qualche altra cosa...ora però,sempre all'interno di questo percorso, volevo concentrarmi sulla capacità di problem solving, cioè vorrei fare con lui degli esercizi che lo facciano esercitare ad affrontare dei piccoli-grandi problemi mettendo in gioco le sue capacità ma anche stimolandolo a trovare soluzioni nuove. quindi mi chidevo se c'erano esercizi già predisposti (con gli adolescenti e adulti ad esempio uso degli esercizi per il pensiero laterale, che li fa impazzire a volte ma anche divertire ) spero di essere stata più chiara
    "hai scritto me su un foglio senza nome e hai raccontato una storia trasparente...." l'aura

  4. #4
    Matricola
    Data registrazione
    09-01-2008
    Residenza
    Puglia
    Messaggi
    18
    Non saprei dirti io seguo semplicemente del fasi del problem solving :
    identificare il problema, trovare le diverse soluzioni possibili, sperimentarle partendo non so da quella meno ansiogena, si potrebbero ordinare gerarchicamente x difficoltà e vedere qual è la più efficace.
    come esercizi o schede strutturate mi viene in mente solo l'ABC con la ristrutturazione cognitiva dei B e la ricerca di pensieri alternativi - doppio standar : cosa penserebbe un tuo compagno nella stessa situazione.
    altro, mi dispiace non so dirti, spero che ci sia qualcuno che ti possa aiutare ...

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Credo che tu debba lavorare più su problem solving sociali, che logici. Dove lui deve dire come comportarsi in determinate situazioni.E te li puoi inventare tu, che conosci il ragazzo e sai che problemi si trova più spesso ad affrontare.
    Lavorare sui problem solving logici se lui non ha problemi di impulsività, pianificazione ecc..non vedo che senso abbia...così come fargli la torre di londra..

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  6. #6
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    02-11-2004
    Residenza
    Nettuno RM
    Messaggi
    69
    ciao! scusa ma come mai arriva da te? e qual'è il piano di trattamento?
    tu dici che hai deciso di lavorare sull'autostima. Come mai stai pensando di cambiare?
    Mi piace l'idea di discutere insieme i propri casi! Credo che per far questo bisogna avere qualche dato in + però!
    a presto

Privacy Policy