• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 58
  1. #1
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    15-05-2007
    Messaggi
    91

    commissioni eds 2007 e 2008

    ciao a tutti,
    ho sentito dire che per i problemi che ci sono stati negli altri anni sposterenno Blandino nella seconda commissione...quindi in pratica non cambierà niente tranne che bocceranno un sacco di persone nella seconda commissione anzichè nella prima...però vorrei sapere se qualcun'altro ha conferme di quanto ho sentito dire.

    inoltre mi chiedo perchè se alcuni insegnanti hanno messo in atto delle vere e proprie ingiustizie e il numero di bocciati senza spiegazioni apparenti è stato così alto perchè non c'è stata nessuna reazione!!??

    che non devono dare nessuna spiegazione a quanto pare l'ha detto una vecchia acida che probabilmente non dovrebbe essere abilitata,
    non un avvocato. Le persone in gamba che bocciano qualcuno perchè non è ancora del tutto preparato hanno una spiegazione e la sanno verbalizzare.

    ve lo dico subito, io non sto zitta...ci sono tanti modi per far capire che nella vita non puoi fare le scarpe a tutti.
    se qualcuno ha notizie in merito o vuole dire come la pensa mi fa piacere

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Il mio consiglio è quello di vivere serenamente l'esame di stato, senza essere prevenuti a possibili comportamenti. Ad ogni esame sentiremo e abbiamo sentito che qualcuno è bocciato ingiustamente, fa parte del gioco. Molte volte per ingiustizia, altre per la reale preparazione del candidato, che comunque non lo ammetterà mai, non per onestà ma per poco senso critico. L'esame di Stato non è una passeggiata, ed è sicuramente un momento di crescita. Non sottovalutarlo.

    Cerca di rimanere nell'ambito psicologico sia nel tema, nella prova pratica e nell'orale, senza cercare necessariamente diagnosi o interventi clinici e vedrai che non avrai problemi con nessuna commissione.

    In culo alla balena!!
    Ultima modifica di carozzicarozzi : 04-03-2008 alle ore 14.10.14

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di MDM
    Data registrazione
    16-02-2004
    Residenza
    torino
    Messaggi
    205
    A dicembre / gennaio ho sostenuto l'EdS nella prima commissione. Non ho visto atteggiamenti pregiudiziali da parte di nessuno nella Commissione, ne' atteggiamenti punitivi, anzi... Concordo sul fatto che l'EdS sia un momento di verifica e che per affrontarlo serva una preparazione piu' critica e piu' 'open-minded' rispetto a quella adottata nei singoli esami universitari. E' importante saper leggere criticamente soprattutto il proprio tirocinio, facendone un bilancio e pensandoci prima (la scrittura della relazione e' un'occasione), e saper imbastire un progetto (se si e' del NO). La prova piu' critica, secondo me, e' proprio quest'ultima. Puo' capitare che si scriva un tema scegliendo un punto di vista teorico che non e' conosciuto nei dettagli da chi lo corregge, ma le commissioni sono composte da professionisti che sanno - credo, valutare la loro maggiore o minore condivisione dell'argomento e che nel dubbio applicano l'indulgenza, pur senza premiare in termini di voti. Almeno questa e' stata la mia esperienza. Tenete presente che, dato che le prove sono quattro, avete possibilita' di incorrere nella valutazione di persone diverse, con stili diversi e posizioni teoriche diverse. Inoltre a gennaio vedevo che i casi dubbi(della prova pratica e dell'orale) erano rivisti e ridiscussi da tutti i membri della commissione, le prove orali erano condotte da due esaminatori. Quindi credo veramente poco alle bocciature ingiustificate o dettate dal capriccio di un commissario.

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Completamente daccordo!!

  5. #5
    Matricola
    Data registrazione
    11-03-2008
    Messaggi
    15
    A Torino, la commissione per gli studenti M-Z è storicamente più facile della A-L, a detta di tutti.

    Detto questo, in bocca al lupo!

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    ....classiche profezie che si autoavverano....

  7. #7
    Matricola L'avatar di missmackey
    Data registrazione
    01-06-2005
    Residenza
    arona (NO)
    Messaggi
    22

    A proposito della commissione..

    Un saluto a tutti.

    Mi piacerebbe esprimere la mia opinione in merito ai commenti sui commissari dell'EDS. Mi sento "tirata in causa" in quanto nel mese di gennaio, nell'ambito della seconda prova p. (VO) sono stata respinta ed ho la sensazione di aver letto, in alcuni messaggi, delle generalizzazioni che non mi sento di approvare.




    Ciò che vi voglio dire è che non mi sento, a priori, di dire che sono stata respinta ingiustamente, alcuni errori li ho commessi e non mi sento in grado di giudicare.
    Il giorno nel quale, tra l'altro ho discusso il caso clinico, eravamo in 30 persone e ne hanno respinte 8 (notizia che so è già girata sul forum). Di alcune di queste vi posso dire che una ragazza, che aveva preso un voto piuttosto alto nel tema, ha ricevuto una sola contestazione, a proposito di un concetto giusto che però lei non ha saputo definire correttamente. Ebbene la commissione era talmente puntigliosa che pretendeva la definizione da manuale anche del più semplice meccanismo di difesa citato, per esempio, cosa che dava la sensazione di essere tornati indietro ai tempi degli esami universitari, sempre molto nozionistici. Questa persona è stata l'unica ad essere stata riascoltata ( 1 su 8 ) e l'hanno respinta di nuovo.

    Un'altra ragazza, che aveva svolta un tirocinio in ambito cognitivo, è uscita piangendo dal colloquio per come si era svolto, già sicura dell'imminente bocciatura. Inoltre, mentre aspettavamo tutti insieme di sapere quale fosse stato l'esito della prova e fumavamo insieme chiacchierando, ho avuto modo di ascoltare diverse lamentele da parte degli altri ragazzi, che comunque sono stati contestati. Una ragazza diceva persino che Blandino l'aveva apostrofata dicendole "Ma queste sono definizioni degne di uno psicologo da strapazzo, che scrive sui giornali". Il clima generale era quello della scontentezza e di un atteggiamento tendenzialmente punitivo da parte della commissione che, alla fine, ha fatto un po' le pulci a tutti.

    Quindi: confermo una diversità di approccio tra prima e seconda commissione, che è sicuramente più dura e severa, a questo punto senza giustificazione, non vi parlo però del contenuto delle prove pratiche perchè non so nulla di quelle della commissione gruppo L-Z, confermo pure, che ci possono essere bocciature giustificate, che l'EDs è anche questione di fortuna, ma anche che vengono fatti errori di valutazione , ogni tanto. del
    Il fatto che dovrebbe lasciarci più perplesse è questo "burrone" che separa le due commissioni ( mi sono permessa di fare una stima percentuale tra bocciati delle due comm., dove la prima oscilla sul 25% contro il 15% della seconda, sempre! ).

    Scusate per lo sfogo che non finiva più ma mi sono sentita in dovere di farlo.

    A presto.

    F.
    Ultima modifica di missmackey : 11-05-2008 alle ore 16.10.11

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Ti capisco benissimo, ma daltronde è un esame in cui non puoi sbagliare proprio nulla...e sinceramente io lo trovo giusto.

    Capisco inoltre che magari sarai molto più valida di altri (e di me stesso) che sono stati abilitati, ma ripeto che l'esame di stato è un insieme di episodi a se stanti, non si può generalizzare con le percentuali.

    Io per esempio in tutte e tre le prove ho volutamente mantenuto un profilo bassissimo ( in effetti anche i voti non sono un gran che) ma sapevo che il rischio era quello di cadere in parole non mie....i 6 o 7 ragazzi che ho sentito all'esame e che sono stati poi abilitati, avevano fatto il mio stesso tipo di ragionamento....non dico che sia giusto o sbagliato, probabilmente idoneo in quella situazione e con quella commissione.

    In bocca al lupo per il futuro...

  9. #9
    Matricola L'avatar di missmackey
    Data registrazione
    01-06-2005
    Residenza
    arona (NO)
    Messaggi
    22

    Solo per concludere...

    Concordo su praticamente ogni cosa che affermi.

    Sul fatto che tante teste fanno altrettante opinioni diverse, e che ogni momento di valutazione rischia così, d'essere un momento a sè stante. La fortuna gioca anche la sua parte, seppur minima.
    Concordo, poi, sulla questione del "basso profilo". Da evitare in assoluto concetti troppo complessi che ti si attorcigliano intorno come rose rampicanti ( con le spine! ). Il rischio di impegolarsi in ragionamenti devianti dopo, diventa realtà. Ed usare solo terminologie conosciute e ampiamente riconosciute.

    Adesso, mio esame a parte che è andato come è andato, vuoi la sfiga vuoi la mia faciloneria, non sono d'accordo su due punti:

    1) Non ho la competenza e non mi sento di dire che in questo esame non devono essere ammessi errori e se si, quali possano essere concepibili e quali no ( so di commissioni capaci di un minimo di elasticità, ad esempio ).

    2) Al di là delle percentuali relative, è un dato di fatto che le due commissioni hanno metodologie di valutazione e di approccio molto differenti che portano ad un certo disequilibrio finale, questo è per lo meno sintomo di maggior intransigenza e severità da una parte che non dall'altra. Siccome parliamo di Esame di Stato, che tutti dobbiamo sostenere, una linea comune di valutazione ( anche minima ) è necessaria, la soggettività indiscriminata che attraversa trasversalmente tutte le prove, rendendola ciascuna un mondo a sè dove ci si sente un po' in balìa del momento, dell'esaminatore sopratutto non ha giustificazioni, a mio parere; per non parlare poi, degli stessi costi per le tasse che pare impossibile unificare da una regione all'altra ( con dei picchi spaventosi a Milano, ad esempio). In ultimo, aggiungo che diversi dei miei ex professori sono decisamente contrari all'EDS.

    Chiudo dicendo che sono esperienze che fanno crescere, alla fine, e che insegnano sempre qualcosa. Meglio rivolgersi al futuro e smettere, forse, di rammaricarsi per il passato.

    F.

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960
    Citazione Originalmente inviato da .Martina. Visualizza messaggio
    A Torino, la commissione per gli studenti M-Z è storicamente più facile della A-L, a detta di tutti.

    Detto questo, in bocca al lupo!

    Lo è stata anche a Roma, soprattutto nelle valutazioni, dato che all'ultima sessione le tracce erano uguali, ma i criteri valutativi, non molto.
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Citazione Originalmente inviato da missmackey Visualizza messaggio

    1) Non ho la competenza e non mi sento di dire che in questo esame non devono essere ammessi errori e se si, quali possano essere concepibili e quali no ( so di commissioni capaci di un minimo di elasticità, ad esempio ).
    Bè mi sembra evidente che competenza o meno, loro di errori non ne vogliono!!! Pena la bocciatura!!
    .....almeno per la prima Commissione....ripeto...giustamente!!

    Concordo con il secondo punto e soprattutto sull'esperienza che una bocciatura procura...

  12. #12
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    04-11-2006
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    96
    Citazione Originalmente inviato da missmackey Visualizza messaggio
    Un saluto a tutti.

    Mi piacerebbe esprimere la mia opinione in merito ai commenti sui commissari dell'EDS. Mi sento "tirata in causa" in quanto nel mese di gennaio, nell'ambito della seconda prova p. (VO) sono stata respinta ed ho la sensazione di aver letto, in alcuni messaggi, delle generalizzazioni che non mi sento di approvare.

    Per quel che riguarda la mia prova, mi sono state fatte ben 4 contestazioni: due giustificate (ho espresso malissimo, per iscritto, un concetto corretto finendo con l'autopenalizzarmi, errore frutto dell'ansia e tensione dovute al fatto di percepire poco tempo a disposizione, la seconda frase l'ho proprio buttata lì), a proposito delle quali non mi posso difendere.

    Riguardo alle altre 2 contestazioni qui viene il bello: avendo utilizzato un termine specifico, ossia "capacità di mentalizzazione" riferito al paz, i commissari, due donne, mi hanno domandato da dove avessi appreso, imparato ecc. questo termine, al che ho risposto che si trattava di un conc preso dal tirocinio dalla mia tutor (in realtà, poi, l'ho anche ritrovato sulla Lis, "Psicologia clinica"), mi hanno chiesto cosa voleva dire e la definizione non l'hanno trovata appropriata (non so come mai, l'avevo ripassata 30 minuti prima). L'ultima contestazione riguardava una mia osservazione che, a detta loro, era superflua quindi sbagliata.

    Il problema è stato che, le ultime due contest. mi sono state fatte subito, all'inizio, dopodichè, una delle due dottoresse mi dice: "Forse lei prende ad esempio ciò che ha fatto/visto durante il tirocinio e ha la tendenza ad applicarlo indiscriminatamente a qualunque altro caso ma questo è sbagliato".
    In quel mom ho capito che qualcosa stava prendendo una brutta piega ma non capivo il motivo (erano passati 4 minuti, più o meno, dall'inizio della discussione). Prosegue la contestazione ed il commissario in questione si fa sempre più aggressiva e punitiva (ebbene si), al punto che non mi lascia nemmeno finire di rispondere alle sue richieste di spiegazione e mi "parla sopra".

    Quindi: dopo 10-12 min di orale, alla fine, di nuovo la stessa persona mi ribadisce che io ho acquisito un pensiero stereotipato, per cui "appiccico" il mio "paz ideale" a tutti i casi clinici che mi capita di analizzare, andando così a distorcere gravemente le ipotesi di diagnosi, aggiungendo però, che avevo scritto molte altre cose giuste e centrate.

    Mi domando come sia possibile accusare una persona che non conosci, che incontri per la prima volta in vita tua, di siffatte "propensioni, tendenze" scusate ma non le so definire, senza avere la minima idea di quale tirocinio abbia fatto e come abbia lavorato durante lo stesso. Ciò che vi voglio dire è che non mi sento, a priori, di dire che sono stata respinta ingiustamente, alcuni errori li ho fatti e non mi sento in grado di giudicare, credo di aver meritato questa bocciatura, anche se mi brucia ammetterlo, ma l'opinione unilaterale espressa da questa persona non la posso condividere. Ho lavorato duramente per un anno con una tutor esigente che, non appena avesse notato in me, questo "pensiero stereotipato" me l'avrebbe subito fatto notare, perchè certi errori non possono passare inosservati, a mio parere sono molto gravi.

    Il giorno nel quale, tra l'altro ho discusso il caso clinico, eravamo in 30 persone e ne hanno respinte 8 (notizia che so è già girata sul forum). Di alcune di queste vi posso dire che una ragazza, che aveva preso un 78 allo scritto, badate bene, ha ricevuto una sola contestazione, a proposito di un concetto giusto che però lei non ha saputo definire correttamente. Ebbene si, dovete sapere che questa commissione era talmente puntigliosa che pretendeva la definizione da manuale anche del più semplice meccanismo di difesa citato, per esempio, cosa che dava la sensazione di essere tornati indietro ai tempi degli esami universitari, sempre molto nozionistici. Questa persona è stata l'unica ad essere stata riascoltata ( 1 su 8 ) e l'hanno respinta di nuovo.

    Un'altra ragazza, che aveva svolta un tirocinio in ambito cognitivo, è uscita piangendo dal colloquio per come si era svolto, già sicura dell'imminente bocciatura. Un'altra ancora, che aveva un 65 dello scritto ( che ripeteva in continuazione che un commissario le aveva detto che il suo tema "gli era piaciuto molto" nonostante il voto non molto alto ), non si capacitava del perchè le stesse succedendo tutto ciò in quanto, durante il colloquio era stata ripresa soltanto su una cosa ( non so cosa ).

    Inoltre, mentre aspettavamo tutti insieme di sapere quale fosse stato l'esito della prova e fumavamo insieme chiacchierando, ho avuto modo di ascoltare diverse lamentele da parte degli altri ragazzi, che comunque sono stati contestati. Una ragazza diceva persino che Blandino l'aveva apostrofata dicendole "Ma queste sono definizioni degne di uno psicologo da strapazzo, che scrive sui giornali". Il clima generale era quello della scontentezza e di un atteggiamento tendenzialmente punitivo da parte della commissione che, alla fine, ha fatto un po' le pulci a tutti.

    Quindi: confermo una diversità di approccio tra prima e seconda commissione, che è sicuramente più dura e severa, a questo punto senza giustificazione, non vi parlo però del contenuto delle prove pratiche perchè non so nulla di quelle della commissione gruppo L-Z, confermo pure, che ci possono essere bocciature giustificate, che l'EDs è anche questione di fortuna, ma anche che vengono fatti errori di valutazione e commesse, ogni tanto, delle ingiustizie.
    Il fatto che dovrebbe lasciarci più perplesse è questo "burrone" che separa le due commissioni ( mi sono permessa di fare una stima percentuale tra bocciati delle due comm., dove la prima oscilla sul 25% contro il 15% della seconda, sempre! ).

    Scusate per lo sfogo che non finiva più ma mi sono sentita in dovere di farlo.

    A presto.

    F.
    ciao a tutti,
    mi permetto di intervenire per fare presente che anch'io mi sono presa la briga di controllare le percentuali di bocciature e nel complesso mi risulta che nell'ultima sessione i bocciati sono stati circa il 10%, percentuale che mi sembra del tutto fisiologica e non punitiva. Io sono stata bocciata a Milano Bicocca dove la commissione è una e i bocciati sono stati circa il 35% sia questa sessione che in quella estiva. Io non ero poi così preparata e quindi non mi lamento ma so di gente preparatissima che non lo ha passato. Tutto sommato a Torino mi sembrano piuttosto ben organizzati anche perché in poco più di un mese si è abilitati e non bisogna aspettare mesi per avere i risultati come in altre parti. Quest'ultimo motivo mi fa pensare di ritentare l'EDS a Torino. Accetto consigli, raccomandazioni, ecc.

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Di solito si sceglie la sede di esame considerando sia il modo in cui è strutturato l'esame, i temi delle sessioni precedenti e l'approccio che di massima usano in quella facoltà.

    Non fate l'errore di andare a sostenere l'esame dove prevedete, anche in base alle percentuali passate, che una commissione bocci meno. E' un grande errore.
    Se si studia e si affrontano le prove di esame come degli psicologi ( invece che psichiatri diagnostici), non c'è problema. Certo il materiale da studiare è tanto...ma lo sarà anche la soddisfazione!!

    in bocca al lupo

  14. #14
    Matricola L'avatar di missmackey
    Data registrazione
    01-06-2005
    Residenza
    arona (NO)
    Messaggi
    22
    Siccome sono intervenuta nella discussione per confrontarmi ed ora vedo invece che la stessa si sta evolvendo in un'inutile polemica che potrebbe andare avanti per giorni passo e chiudo.

  15. #15
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Citazione Originalmente inviato da missmackey Visualizza messaggio
    Siccome sono intervenuta nella discussione per confrontarmi ed ora vedo invece che la stessa si sta evolvendo in un'inutile polemica che potrebbe andare avanti per giorni passo e chiudo.
    Nessun problema....puoi chiudere quando vuoi....nessuno è costretto a leggere o a scrivere.....

    Ma dove vedi la polemica?? Oddio spiegamelo......
    ( o forse la domanda è: cosa intendi tu per polemica??)

    a me sembrano consigli per chi dovrà affrontare l'esame....se devo scrivere per darti ragione e per affermare che chi boccia boccia solo per incompetenza della commissione, non sarei onesto.
    Non la penso così.
    Ultima modifica di carozzicarozzi : 17-03-2008 alle ore 14.54.45

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy