• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 6 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 90
  1. #1
    millamilla
    Ospite non registrato

    "se ho un problema preferisco andare dallo psichiatra che dallo psicologo"

    questo non lo dico io, ma lo sento dire sempre più spesso, purtroppo...
    è capitato anche a voi? cosa ne pensate?
    perche la gente in generale tende a fidarsi piu del medico?

  2. #2
    alerapper
    Ospite non registrato
    secondo me il motivo principale è che le persone cercano soluzioni rapide ed efficaci ai propri malesseri psichici. in realtà ignorano che il farmaco può avere sicuramente effetti rapidi ma sicuramente quasi mai efficaci poichè il loro effetto è abbastanza aspecifico e non sono personalizzati in base anche all'assetto genetico dell'individuo.la psicofarmacologia deve ancora fare passi in avanti. poi c'è un aspetto sociale e cioè che il medico è sempre il medico e quindi è visto dalla maggioranza della gente come una figura più scientifica e quindi superiore allo psicologo. il terzo aspetto è legato sempre al farmaco. in pratica secondo me la nostra società occidentale sempre più pragmatica tende a considerare più efficaci i farmaci rispetto alla psicoterapia perchè questi agiscono in maniera diretta sul corpo.

    io non farei un paragone tra psicologo e psichiatra semplicemente perchè il primo ha studiato per 5 anni, il secondo per 11, quindi sicuramente il secondo sa più cose. piuttosto paragonerei lo psicoterapeuta con lo psichiatra. entrambi curano la psiche considerando l'etimologia dei due termini solo che entrambi hanno dei difetti. il primo ha scarse conoscenze sulle malattie che possono colpire il corpo umano e che spesso provocano secondariamente problemi psicologici ma ci sono anche i cosiddetti disturbi psicosomatici in cui avviene la situazione inversa. tutto questo sicuramente uno psichiatra essendo anche un medico dovrebbe saperlo più di uno psicologo psicoterapeuta. tuttavia c'è da dire che se un vero psichiatra vuole curare veramente un individuo, egli sicuramente deve aumentare il proprio bagaglio di conoscenze per quanto riguarda la psicologia e la psicopatologia, la quale al contrario di quanti pensano è una branca della psicologia e non della psichiatria. lo psichiatra dovrebbe farlo perchè attualmente mancano delle spiegazioni esaustive sulla fisiopatologia dei disturbi psichici. questo te lo dice uno che crede più nell'approccio biologico alla psicologia ed inoltre l'ho sentito da molti docenti universitari di psichiatria. ciao.

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di Pedrita
    Data registrazione
    08-07-2003
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,880
    Blog Entries
    2

    a me non è mai capitato,

    non mi sembra che lo psichiatra sia accettato socialmente più dello psicologo: dallo psichiatra ci si va per qualcosa di più serio.

    fermo restando che la maggior parte delle persone si vergognano a dire che fanno psicoterapia anche da uno psicologo e dicono "resti tra noi"... uh

    [<<<Tutti sul lettino>>>clikka!
    questo è un video di sedute psicoanalitiche nei diversi film!
    il mio avatar è un quadro di BoB ArT

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651
    Citazione Originalmente inviato da millamilla Visualizza messaggio
    questo non lo dico io, ma lo sento dire sempre più spesso, purtroppo...
    è capitato anche a voi? cosa ne pensate?
    perche la gente in generale tende a fidarsi piu del medico?
    Ciaooo!!

    Molte persone in effetti fanno una gran confusione perchè pensano che lo psichiatra sia al tempo stesso medico e psicologo/psicoterapeuta e che quindi sia un gradino più sù dello psicologo stesso. E dal loro punto di vista (di ignorans nel senso buono del termine) si fanno un ragionamento lineare: perchè andare dallo psicologo quando c'è lo psichiatra che ha una formazione più completa?
    Non hanno capito che lo psichiatra si è laureato in medicina e successivamente specializzato in psichiatria, ovvero studio dei disturbi mentali (spesso di origine psicotica) e trattamento dal punto di vista esclusivamente medico. Che ci sia un colloquio è solo di diagnosi, ma non è un colloquio clinico nel senso che non ha studiato come si conduce il colloquio stesso della terapia. Il percorso è un percorso di terapia medica, supportato da un colloquio "a chiacchiera" basato sui risultati , miglioramenti e peggioramenti...ma non dà (nè può farlo) prescrizioni comportamentali o altro che implichi un percorso che sia anche psicologico. E in tutto questo, gli psicofarmaci la fanno da padrone, perchè avendo una formazione medica, l'accento è posto prevalentemente sul corpo e sull'effetto dei farmaci...
    Credo che il problema sia prevalentemente di una non corretta informazione.

  5. #5
    alerapper
    Ospite non registrato
    Attenzione però. lo psichiatra per legge può iscriversi anche all'albo degli psicoterapeuti quindi può e come fare un lavoro psicologico sul soggetto.
    che poi non dovrebbe poterlo fare in base al suo percorso di studi allora su questo concordo.

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651
    Citazione Originalmente inviato da alerapper Visualizza messaggio
    Attenzione però. lo psichiatra per legge può iscriversi anche all'albo degli psicoterapeuti quindi può e come fare un lavoro psicologico sul soggetto.
    che poi non dovrebbe poterlo fare in base al suo percorso di studi allora su questo concordo.
    e da quando? A me non risulta....
    Fino a prova contraria può dirsi psicoterapeuta chi ha seguito un corso di specializzazione quadriennale in psicoterapia. La specializzazione in psichiatria non mi risulta essere equipollente a quello di psicoterapia.
    E anche se fosse, non direi proprio che a livello di competenza professionale lo psichiatra è sullo stesso piano dello psicoterapeuta, perchè la specializzazione in psichiatria è un orientamento medico ai disturbi mentali, mentre la psicoterapia è un orientamento psicologico ai disturbi mentali...di conseguenza, le due specializzazioni non sono la stessa cosa e lo psichiatra di tecniche di psicoterapia non se ne intende una ceppa.
    E menomale comunque che il primato della psicologia clinica spetta solo e soltanto allo psicologo e allo psicologo psicoterapeuta.

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651
    Citazione Originalmente inviato da alerapper Visualizza messaggio
    Attenzione però. lo psichiatra per legge può iscriversi anche all'albo degli psicoterapeuti quindi può e come fare un lavoro psicologico sul soggetto.
    che poi non dovrebbe poterlo fare in base al suo percorso di studi allora su questo concordo.
    Comunque, per pura curiosità chiedo all'ordine se questa cosa è vera oppure no...se intanto trovi la relativa legge e la inserisci qui, vediamo se è veramente così...
    Ti giuro che questa cosa mi lascia esterrefatta.

  8. #8
    alerapper
    Ospite non registrato
    Decreto Ministeriale 24 luglio 2006
    Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 21 ottobre 2006 n.246
    Riassetto delle Scuole di Specializzazione di area Psicologica

    Art.6

    Le specializzazioni di cui all’ allegato del presente decreto, nonche’ quelle in Psicologia clinica, Psichiatria e Neuropsichiatria infantile , di cui all’ allegato del sopra citato DM 1.8.2005, sono abilitanti all’ esercizio della psicoterapia , purche’ almeno 60 CFU siano dedicati ad attività professionalizzanti psicoterapeutiche espletate sotto la supervisione di qualificati psicoterapeuti.

  9. #9
    plado6700
    Ospite non registrato

    "se ho un problema preferisco andare dallo psichiatra che dallo psicologo"

    Per me il problema è che le persone pensano che un "medico" sia in ogni caso superiore a qualunque altra categoria professionale, pure quando le sue competenze non hanno nulla a che vedere con ciò che serve in quel momento. E', per come la vedo io, un problema "culturale" prima di tutto. In realtà io personalmente penso che uno psichiatra sia utile se il problema di un paziente è di origine fisica mentre c'è un limite alle sue capacità per forza di cose quando il problema si sposta sul piano psicologico. Anzi in molti casi penso che l'intervento di uno psichiatra se non attinente al contesto possa essere persino non adeguato. Così come l'intervento di uno psicologo non è efficace se esistono, che ne so, danni cerebrali. Basterebbe che ognuno facesse il proprio lavoro con l'umiltà di riconoscere i propri limiti e le proprie reali possibilità di intervento. E che le persone venissero informate in modo chiaro sulle differenze e sulle possibilità di ciascuna professionalità a cui si rivolgono.
    Ciao a tutti

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651
    Citazione Originalmente inviato da alerapper Visualizza messaggio
    Decreto Ministeriale 24 luglio 2006
    Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 21 ottobre 2006 n.246
    Riassetto delle Scuole di Specializzazione di area Psicologica

    Art.6

    Le specializzazioni di cui all’ allegato del presente decreto, nonche’ quelle in Psicologia clinica, Psichiatria e Neuropsichiatria infantile , di cui all’ allegato del sopra citato DM 1.8.2005, sono abilitanti all’ esercizio della psicoterapia , purche’ almeno 60 CFU siano dedicati ad attività professionalizzanti psicoterapeutiche espletate sotto la supervisione di qualificati psicoterapeuti.
    beh, 60 cfu in confronto a 4 anni pieni con tanto di tirocinio in psicoterapia mi sembrano un pò ridicoli...e la formazione dello psichiatra in psicoterapia di fatto non potrà mai essere messa sullo stesso piano di quella di uno psicoterapeuta che ha studiato solo quello.
    Noi abbiamo il dovere di dare informazioni corrette ai pazienti e di metterli al correnti di questa legge che sì, abilita alla psicoterapia ma che la specializzazione in psichiatria non può essere minimamente paragonata alla formazione standard dello psicoterapeuta.
    Per me portanno alcuni psichiatri essere pure abilitati, ma quando si prescrive il farmaco facile pure per persone che hanno sintomi lievi di ansia (come è capitato ad una ragazza di scuola che ho visto di recente) senza considerare che prima bisognerebbe per lo meno tentare un lavoro psicologico sulle risorse e sulla gestione dell'ansia, si contraddicono i principi stessi della psicoterapia.
    Quindi vedo questa legge francamente come un gran paradosso, non so voi.
    E, come al solito, gli Ordini hanno dormito...
    Alla fine, mi sa che ci elimineranno come categoria professionale...

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di benedett
    Data registrazione
    23-07-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    190
    ...........

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di polpettella
    Data registrazione
    11-12-2006
    Residenza
    padova
    Messaggi
    201
    cq lo psichiatra, almeno quello bravo nn è vero che nn sia formato a condurre un colloquio clinico! io ci ho lavorato a stretto contatto e ci sn alcuni che nn pensano solo ai farmaci e alla loro efficacia ma puntano anche ai colloqui che nn sn di pura anamnesi! penso che anche noi siamo molto attaccati ai pregiudizi! da ricordare che il padre della psicologia, il buon freud era un neurologo!

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di polpettella
    Data registrazione
    11-12-2006
    Residenza
    padova
    Messaggi
    201
    cq nel corso di studi in psichiatria c'è larga parte dedicata al colloquio clinico, insieme all'esame obbiettivo alla diagnosi e prognosi che sn sulla scia del metodo medico!informiamoci , prima di parlare altrimenti la confusione la rinforziamo noi ai pazienti! certo nn tutti sn bravi! ma quanti psicologi lo sono realmente?

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651
    Citazione Originalmente inviato da polpettella Visualizza messaggio
    cq nel corso di studi in psichiatria c'è larga parte dedicata al colloquio clinico, insieme all'esame obbiettivo alla diagnosi e prognosi che sn sulla scia del metodo medico!informiamoci , prima di parlare altrimenti la confusione la rinforziamo noi ai pazienti! certo nn tutti sn bravi! ma quanti psicologi lo sono realmente?
    non la mettevo sul piano della bravura, solo i pazienti possono dire se uno è realmente bravo e questo lo si vede dai risultati...io parlavo di titoli, di competenze certificate da un corso di specializzazione....secondo me è ingiusto, è una legge ingiusta simile a una specie di paghi uno e prendi due, perchè a livello di formazione mica vorremmo mettere sullo stesso piano chi si è fatto un mazzo così per specializzarsi SOLO in psicoterapia con tanto di tirociniono per quattro anni con chi in mezzo al brodo di materie mediche ci ha infilato 60cfu in psicoterapia?

    Lo trovo ingiusto perchè pure a me piacerebbe uscire da una specializzazione e averne pure un'altra dopo aver frequentato un mini corso al suo interno...eppure non mi pare che ci siano leggi in proposito anche per noi psicologi. E' sotto gli occhi di tutti che esiste una lobby medica...basta farsi un giro sul sito di altrapsicologia per vedere quanti rischi attualmente si trova a dover combattere la nostra professione. Vorrebbero prenderci anche la psicologia clinica non essendo psicologi, ma vi rendete conto?
    Per ritornare sul discorso farmaci...uno psichiatra ha un'ottica medica ai problemi mentali e normalmente integra farmacologia con un qualche lavoro psicologico (pur non essendo psicologo)...nella mia esperienza ho visto psichiatri invece che prescrivevano farmaci facili fin dalle prime sedute anche a ragazze in ansia per un esame, e come psicoterapeuta appartenente anche io a una categoria professionale mi permetto di avere delle perplessità.
    Se poi esistono psichiatri che per lo meno valutano a fondo prima di prescrivere, ben venga ma è sotto gli occhi di tutti che molti pazienti spesso e volentieri hanno due problemi da risolvere: la dipendenza da psicofarmaci e il loro problema di partenza.

  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di tatee
    Data registrazione
    21-10-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    497
    Per tornare ad un discorso un pochino più generico, secondo me le persone comuni si fidano più di chi da i farmaci perchè questo è un aspetto molto concreto su cui aggrappari.
    Così
    Io stare male --> tu dare a me medicina

    Invece di
    Io stare male --> tu fare 2 chiacchere con me

    Scusate la banalizzazione ma è così, un farmaco è qualcosa di tangibile, al contrario della terapia delle parole.

    Con questo non sto affermando che una sia migliore dell'altra!
    Datemi libri, frutta, vino francese, un buon clima e un po' di musica fuori dalla porta, suonata da qualcuno che non conosco.
    Keats

Pagina 1 di 6 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy