• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234

    Web e Forum : un bene per la professione?

    Scrivo molto poco in questo forum, ma ho l'abitudine di leggerlo in continuazione, e non nego che per molti professionisti ( anche per me) e per molt studenti sia una risorsa....ma mettiamoci nei panni di potenziali pazienti o potenziali collaboratori ( medici, educatori, assistenti sociali ecc..) che leggono questo forum.....

    Gente che non sa (a fine laurea) la differenza tra Psicologo e psicoterapeuta, gente che mette online email ricevute per consulenza ( anche se fossero scherzi che credibilità ci conquistiamo), gente rassegnata che si sfoga dimenticando di avere in mano una professione e si lamenta sul fatto che lo psicologo non lavora e non fa niente oltre l'educatore o baby sitter....

    Insomma, non viene fuori l'immagine di una bella categoria anzi, è molto sconfortante. Ora sono sicuro che migliaia di professionisti non scrivono qui e hanno assolutamente ottime carriere...ma anche molti utenti e operatori consultano queste pagine...che impressione potrebbe uscirne fuori??

    La professione di psicologo è sempre stata di Elite, e nascosta da un pò di mistero...oggi è tutto il contrario...

    ma pensavo....il fatto di essere così accessibile a tutti la lettura delle condizioni di molti psicologi, non è un discredito della professione??

    NB. la mia non è una critica, ma uno spunto di riflessione......

  2. #2
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Condivido queste riflessioni: in particolare mi colpisce quando si chiede aiuto per gestire casi, in una specie di supervisione pubblica.
    Oltre a scrivere una serie di dati e informazioni sui pazienti che rischiano di renderli riconoscibili, l'idea che si dà è quella di professionisti che non hanno la minima idea di come muoversi e che si buttano in situazioni che non sanno poi come gestire.
    Se fossi un possibile utente un pò d'ansia di "capitare" fra le mani di uno pseudo-professionista simile ce l'avrei... nonchè di vedermi riconosciuto in un possibile caso (l'età coincide, la zona coincide, la storia è simile...).
    Con questo non dico che certi dubbi e incertezze all'inizio non siano comuni e normali, ma solitamente rimangono in un ambito privato fra te e il tuo supervisore e al massimo il paziente fantastica sulla tua capacità o incapacità, chiedendosi se il suo terapeuta si confronterà o meno con colleghi e con quali termini.
    Non la vede spiattellata in un forum della serie "cosa devo fare in questa situazione?".
    Per un utente che legge da fuori non è che dia proprio sicurezza...
    Vimae

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di carozzicarozzi
    Data registrazione
    17-06-2007
    Messaggi
    234
    Citazione Originalmente inviato da Vimae Visualizza messaggio
    , ma solitamente rimangono in un ambito privato fra te e il tuo supervisore e al massimo il paziente fantastica sulla tua capacità o incapacità, chiedendosi se il suo terapeuta si confronterà o meno con colleghi e con quali termini.
    Proprio quello che intendevo con il mistero degli psicologi....senza contare la generalizzazione che ci può essere, se lo fanno questi.....lo fanno tutti!!!!

    e si continua......
    Ultima modifica di carozzicarozzi : 21-02-2008 alle ore 00.24.43

Privacy Policy