• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 44

Discussione: Amicizia

  1. #1
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4

    Amicizia

    Su un altro forum ho trovato un post molto bello che vorrei "rigirare" qui.... rispondete numerosi!!

    ---
    Secondo Ludwig Binswanger, psicologo esistenziale, queste sono le tre "figure" dell'amicizia:

    1) partecipare con qualcuno a qualcosa: forma di essere-per qualcosa. Un'idea, un'obiettivo, una meta, un viaggio, una stanza, ecc. Figura esistenziale del "condividere".

    2)Parteciparsi qualcosa. Figura esistenziale della "comunicazione". Senza coinvolgere i propri mondi interiori, ma desumendo materiali dall'esterno.

    3)partecipazione a un medesimo destino: la forma più autentica di amicizia : ciò che si scambia è il proprio mondo interiore. Figura esistenziale del "confidarsi".

    Mi piacerebbe, se volete, sentir le vostre riflessioni sul senso
    (se ve ne sia uno) di essere e avere amici, anche virtuali.
    ---

  2. #2
    Lovely L'avatar di piccolina
    Data registrazione
    10-12-2002
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,331
    Secondo me il vero senso dell'amicizia sia il voler condividere tutto(o quasi) con qualcuno ke nn ti rinfacci questa sua disponibilità!é kiaro ke la disponibilità debba essere reciproca se no ke razza di amicizia è!Ciao!
    "Amare significa non dover mai dire mi dispiace" (Love Story di Arthur Hiller)

    "L’uomo può sopportare le disgrazie,
    esse sono accidentali e vengono dal di fuori:
    ma soffrire per le proprie colpe,
    ecco l’aculeo della vita."
    [Aforismi, Oscar Wilde]

  3. #3
    evaluna^
    Ospite non registrato
    Credo che ognuno di noi sarebbe NIENTE se fosse solo...abbiamo senso solo in rapporto agli altri.

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Mi fa un pò star male il leggere le tre "figure" dell'amicizia... mi rendo conto di sentire il bisogno, in modo fortissimo, ma di non potere, per un motivo o per un altro ( ma in genere sempre per un motivo del quale non mi va proprio di parlare ) vivere queste figure con la persona amica, in particolare la figura relativa al "condividere"...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  5. #5
    attila
    Ospite non registrato
    Per me l'amicizia è essenzialmente il desiderio di voler condividere qualcosa ..che poi secondo me prima di tutto è costituito dai desideri, le speranze, gli stati d'animo, i dubbi, le paure, i problemi, i momenti di gioia..insomma, tutto ciò che di importante abbiamo dentro di noi. E poi è bellissimo anche condividere cose più "concrete" come i divertimenti, i viaggi, una pizza, un bel film, un corso..insomma, qualsiasi cosa se fatta con la voglia di stare insieme! Però per me questo viene dopo, preferisco sentire davvero vicino ("dentro") un amico/a anche se magari ci vediamo poco, piuttosto che uscire con qualcuno con cui non ho molto in comune solo per il fatto di fare qualcosa di diverso... Per questo qui su OPS mi trovo così bene..in fondo io non conosco nessuno di voi di persona, però riusciamo a condividere comunque le nostre vite e questo è davvero speciale (anche se comunque spero di vedervi presto a qualche raduno!) .

  6. #6
    Ospite non registrato

    La mia opinione

    Per me l'amicizia non è la condivisione. la condivisione di esperienze, luoghi, finalità non è che uno strumento per generare e rafforzare l'amicizia. L'amicizia è data unicamente dall'affinità.

    Mi spiego meglio:
    Una persona X, che mette in primo piano la propria sfera emozionale, proverà amicizia per una persona Y che vive le proprie emozioni in maniera simile a X. X si accorgerà di questa particolare affinità attraverso il dialogo con Y e la condivisione, anche materiale, di esperienze.


    Anche rincorrere un medesimo destino, ad esempio, porta a compiere scelte che denotano moltissimo le peculiarità di una persona, portandoci a sentirci più affini o, eventualmente, differenti (in questo caso la condivisione porta ad allontanamento). E' il senso di somiglianza nell'ambito preferito che ci fa sentire amici, mentre la condivisione ci permette di notare tale affinità

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Re: La mia opinione

    Originariamente postato da chronic
    Per me l'amicizia non è la condivisione. la condivisione di esperienze, luoghi, finalità non è che uno strumento per generare e rafforzare l'amicizia. L'amicizia è data unicamente dall'affinità.
    Sono d'accordissimo sulla prima parte della frase, ma non condivido il fatto che l'amicizia sià data dall'affinità. Spesso è così, ma il bello dell'amicizia è che può nascere anche tra due persone totalmente differenti (purchè mentalmente aperte)... l'amicizia con la mia migliore amica (non abbiamo assolutamente niente in comune, caratterialmente) è nata in una semplice risata...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  8. #8
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4

    Re: Re: La mia opinione

    Originariamente postato da Ember
    Spesso è così, ma il bello dell'amicizia è che può nascere anche tra due persone totalmente differenti (purchè mentalmente aperte)... l'amicizia con la mia migliore amica (non abbiamo assolutamente niente in comune, caratterialmente) è nata in una semplice risata...
    uhm a me nn è mai successo:
    mi sono innamorata di persone OPPOSTE a me
    ma di amiche o amici ho persone sempre affini..
    o almeno che vedono la vita e le altre persone come me...

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Mi piacciono le persone diverse da me perchè in un certo senso mi completano... sono i miei tasselli mancanti, e viceversa. Ovviamente non eccessivamente diverse, qualcosa ci deve essere che ci accomuna, ma non la chiamerei proprio "affinità"...

    La diversità mi da più problemi se in relazione a persone delle quali mi innamoro...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  10. #10
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    uhm credo che concorderemo sulla fondamentale presenza di un filo conduttore cmq tra te e queste persone

    nel senso: io con una persona con la quale nn ho empatia nn mi ci so relazionare.. faccio un sacco fatica...

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Ok vada per il filo conduttore qualunque esso sia

    Poi mi sembra naturale che non riesca neppure io a relazionarmi con persone leggere, ignoranti, negative ecc...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  12. #12
    Ospite non registrato

    Re: Re: La mia opinione

    da Ember
    l'amicizia con la mia migliore amica (non abbiamo assolutamente niente in comune, caratterialmente) è nata in una semplice risata...
    E' proprio questo che intendevo: Probabilmente tu dài molta importanza al divertimento, allo stare bene con una persona con cui ti puoi divertire, quindi uno dei punti su cui cerchi l'affinità è appunto in senso del divertimento. Ogni volta che tu e la tua amica ridete di qualcosa (condivisione) ti accorgi inconsciamente che siete simili su quel punto (affinità), da cui il rafforzamento dell'amicizia. Se smetteste di ridere per le stesse cose, probabilmente la vostra amicizia sfumerebbe lentamente, poiché verrebbero a mancare i rinforzi necessari.

    Sono daccordissimo che si possa essere amici pur avendo un'infinità di differenze, anzi forse è necessario essere molto diversi per essere simili in ciò che conta veramente per ognuno di noi!

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di paky
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    6,026

    Re: Amicizia

    Originariamente postato da Haruka
    Secondo Ludwig Binswanger, psicologo esistenziale, queste sono le tre "figure" dell'amicizia:
    L'amicizia per me racchiude tutti e tre gli aspetti. Condividere-Comunicare-Confidarsi... scambiarsi ogni volta un pezzettino di sè...
    Non c'è bisogno di essere vicini, ma di sentirsi vicini...
    ...love is passion, obsession, someone you can't live without.
    I say fall head over heels.
    Find someone you can love like crazy and who'll love you the same way back.
    How do you find him? Well, forget your head and listen to your heart.
    'Cause the truth is that there's no sense living your life without this.
    To make the journey and not fall deeply in love... well, you haven't lived a life at all.
    But you have to try, because if you haven't tried, you haven't lived.

    Meet Joe Black

  14. #14
    Francy
    Ospite non registrato
    l'amicizia per me è condividere! condividere dubbi, paure, speranze, gioe,dolori, emozioni, affetti, abbracci, idee, sconfitte, vittorie... vi sembrerà esagerato (in molti in passato me l'hanno detto) ma io per l'amicizia farei davvero di tutto (forse pure più di quello che sarei disposta a fare x amore )!! xò attenzione parlo di amicizia profonda, non superfiaciale!!nella mia vita infatti di amici così cari ne ho avuti pochi , ma ciò che mi stupisce davvero è che ne sto trovando molti in Ops, molti a cui sono davvero legata e di cui ormai non potrei + fare a meno!!!

  15. #15
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Copio qui un commento di una persona che bazzicava sul nostro forum sicuramente qualcuno di voi lo ricordera'..
    Il topic l'ha fatto partire lui, in un altro forum...
    Mi sembra molto, molto bello quello che ha scritto..

    Originally posted by Lorixnt2


    In effetti la necessità in qualche modo cogente, la fatica indispensabile di muoversi e di trovarsi è ciò che normalmente
    creava un tempo le uniche condizioni dello stare insieme e quindi anche dell'amicizia e dell'amore.
    Qui invece è capitato anche a me di pensare che questa consistenza inafferrabile, questo poter essere e non essere senza il peso pregnante degli spazi, dei volumi, e della corporeità rendesse vano e forse disperato il tentativo di poter essere veramente insieme.
    Però, anche se qui siamo solamente parole sparse, gradualmente,
    dietro frasi e pensieri scritti, mi è parso riuscire a scorgere persone
    e, forse, a scorgerle in una misura che non mi sarebbe stata
    data in un contesto differente, magari reale.
    Pensa un po', se nel bel mezzo di un'allegra pizzata, improvvisamente, con dovizia di particolari, io mi alzassi a parlare del riavvicinamento ad Heidegger del secondo Wittgenstein o tu del ciclo di Krebs o della fosforilazione ossidativa. Certo susciteremmo nei nostri commensali un imbarazzo ed una perdita dell'appetito che non mi sembra abbiano equivalenti
    nel forum dove un thread può esser lasciato tranquillamente affondare senza troppi complimenti. E questo mi porta al
    commento di Haruka (ciao carissima, a proposito :ciaociao: )

    Originally posted by Haruka


    Bellissime queste figure.. anche se forse un po' limitative...
    Io personalmente al termine amicizia nn so' dare un'unica connotazione: ci sono cosi' tante sfumature nel rapporto con una persona che boh...

    E' un discorso empatico: nn credo si possa definire facilmente...

    Per quanto riguarda il virtuale io nn vedo differenze col reale: ho amici "virtuali" ai quali voglio troppo bene Internet è solo un MEZZO per comunicare.. come potrebbero essere le vecchie amicizie di penna...
    Che fossero limitative è un timore che mi aveva colto prima di impostare il thread perchè è vero che "amicizia", come
    altre parole che esprimono concetti astratti, è forse un non
    luogo, un'utopia ed è forse vero che oggi si vive come nel quote
    di Angel da cui ho tratto spunto, in un'epoca di atomizzazione,
    di non amicizia, di diffidenza, di paura in cui può risultare anche
    comodo celare gli amici dietro supporti tecnici di ogni tipo.
    Personalmente cerco di mantenere, non sempre riuscendovi,
    il rispetto alla massima kantiana di considerare le persone come fini o, per lo meno, non esclusivamente come mezzi perchè, credo,
    in questo modo possa capitare di incontrare amicizie spontanee ed inaspettate. Certo poi mi sento molto deficitario all'atto del mantenimento perchè, come ogni rapporto, anche e soprattutto l'amicizia andrebbe coltivata annaffiandola periodicamente un po'.
    Altrimenti rischia di appassire. Chiedo quindi scusa a te a troppovecchia ed agli amici di là. Penso che anche un'amicizia lasciata appassire possa lasciare nell'humus della vita qualcosa su cui crescere. Speriamo comunque di risentirci ogni tanto
    come se il tempo non fosse passato.

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy