• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 6 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 79
  1. #1
    armonica
    Ospite non registrato

    laurea psicologia,lavoro babysitter

    salve a tutti..
    sono una liceale ..dopo tanti dubbi avevo deciso di seguire la mia passione l anno prossimo..e fare psicologia.ma leggendo in varie discussioni sono rimasta veramente preoccupata e devo dire spaventata da parecchie testimonianze..di molti neolaureati che per arrivare a fine mese sono costretti a fare lavori dal tipo baby sitter,educatori,organizzatori di feste..sinceramente mi sembra squallido,e se devo pensare di fare questo genere di lavoro..ci penso due volte,nonostante la mia passione..

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480
    Citazione Originalmente inviato da armonica Visualizza messaggio
    salve a tutti..
    sono una liceale ..dopo tanti dubbi avevo deciso di seguire la mia passione l anno prossimo..e fare psicologia.ma leggendo in varie discussioni sono rimasta veramente preoccupata e devo dire spaventata da parecchie testimonianze..di molti neolaureati che per arrivare a fine mese sono costretti a fare lavori dal tipo baby sitter,educatori,organizzatori di feste..sinceramente mi sembra squallido,e se devo pensare di fare questo genere di lavoro..ci penso due volte,nonostante la mia passione..
    Per la tua scelta futura non so cosa consigliarti, vorrei solo fare un appunto:
    i lavori che tu hai nominato non sono "squallidi" e il lavoro da educatore non è comparabile con la baby sitter e l'organizzatore di feste (io proprio grazie ad un lavoro come educatrice in una cooperativa ho trovato agganci per fare la psicologa e mi sono fatta tanta esperienza).
    cmq non credo che qui sul forum ci siano solo esperienza negative, leggiti questo 3d:
    http://www.opsonline.it/forum/psicol...ogo-56834.html

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di fiore1969
    Data registrazione
    21-06-2006
    Residenza
    genova
    Messaggi
    327
    Anche io credo che definire squallido un qualsiasi lavoro sia molto criticabile. Penso che sia molto importare partire con umiltà anche perchè non puoi proprio pensare che un neolaureato possa iniziare a lavorare come psicologo senza aver acquisito molta esperienza.
    fiore1969

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di PsykoSamu
    Data registrazione
    30-11-2005
    Residenza
    Piemonte
    Messaggi
    1,011
    Blog Entries
    3
    Citazione Originalmente inviato da armonica Visualizza messaggio
    salve a tutti..
    sono una liceale ..dopo tanti dubbi avevo deciso di seguire la mia passione l anno prossimo..e fare psicologia.ma leggendo in varie discussioni sono rimasta veramente preoccupata e devo dire spaventata da parecchie testimonianze..di molti neolaureati che per arrivare a fine mese sono costretti a fare lavori dal tipo baby sitter,educatori,organizzatori di feste..sinceramente mi sembra squallido,e se devo pensare di fare questo genere di lavoro..ci penso due volte,nonostante la mia passione..
    Polemiche a parte, prendi in considerazione che le difficoltà nella ricerca del lavoro sono un problema comune per tutti i neolaureati italiani... L'università non è un percorso semplice e non parlo nello specifico della facoltà di psicologia (o di quello che ne è riamsto dopo le riforme Moratti ), quindi se hai già di questi dubbi, secondo me è meglio cambiare strada.

    Buona fortuna
    "Voi non avrete mai altri diritti, all'infuori di quelli che avrete saputo conquistarvi"
    Anna Maria Mozzoni, 1892

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di GIUNONE
    Data registrazione
    20-01-2005
    Residenza
    Iperuranio
    Messaggi
    1,443
    Blog Entries
    1
    Concordo con i miei colleghi, soprattutto perchè usi questi termini ed equipari lavori differenti. La tua strada è sicuramente un'altra. Non indugiare, scegli altro.

  6. #6
    manola
    Ospite non registrato
    I miei colleghi ti hanno già rimproverata abbastanza...io mi limiterò a consigliarti di pensarci moooolto bene prima di scegliere il tuo corso di studi universitari. Perchè se è vero che tutti i laureati italiani hanno difficoltà a trovare lavoro (questo è il paese delle veline e dei calciatori della cultura se ne fregano un pò tutti, anche i più insospettabili) è anche vero che esistono corsi di laurea che permettono meglio di altri di inserirsi nel mondo del lavoro. E psicologia, o quello che ne resta, come già diceva qualcuno, non è certamente fra questi.

  7. #7
    armonica
    Ospite non registrato
    sinceramente non ho capito perchè sono stata rimproverata,in quanto uelli che ho nominato non sono certo lavori squallidi in sè...è squallido il fatto che una persone che si laurea in una certa facoltà,in uesto caso psicologia,sia poi costretto a fare dell'altro per molto tempo.ovvio che i lavori in sè non sono squallidi.
    la mia strada è sicuramente un altra??non penso proprio..perchè la psicologia mi piace veramente molto..solo mi stavo ponendo un po' di interrogativi anche sul lavoro futuro...

  8. #8
    Venditore Accreditato OPs L'avatar di caramellina84
    Data registrazione
    27-06-2006
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    750
    La difficoltà nel trovare lavoro ce l'hanno tutti oramai, laureati in qualsiasi facoltà non solo psicologia..
    Perciò ritengo che la scelta di iscriversi in una facoltà debba essere determinata innanzitutto dalla passione e dall'interesse verso quelle materie e da un sogno che uno ha, poi per il futuro lavoro che verrà ci si penserà dopo, io la penso così..
    Non si può rinunciare a iscriversi solo perchè si sente dire in giro che poi non si riesce a trovare lavoro

  9. #9
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    06-11-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    86
    Ma se il tuo sogno è quello di poter accedere al mondo della psicologia come protagonista, perchè non farlo? Ricordati che se pur esci da un'università prestigiosa con il massimo dei voti è difficile che ti prendano subito in uno studio. E' ovvio che tu debba farti prima le ossa, sono certa che te non volevi usare quel termine dispregiativo...credimi anch io sono molto arrabbiata per come vengono trattati gli psicologi in italia...se sei neurologo, psichiatra, ok, ma se se psicologo no, "non sei nessuno"! Io me ne frego di quello che pensa la gente cn la mentalità ristretta..adoro la psicologia ed i corsi sono meravigliosi! Credimi..insegui le tuei passioni e i tuoi desideri, che in questa vita, troppo breve, non c'è tempo per i rimpianti! In bocca al lupo!! ps intanto potresti seguire qualche lezione all'uni, a Roma almeno non ti pensa nessuno se t intrufoli. Ciao ciao.
    baci Lara

  10. #10
    Io personalmente credo che oggi giorno, la passione non basti.
    Bisogna essere obiettivi, 5 anni di università ti insegnano molto poco a livello pratico, sei obbligato ad un anno di tirocinio GRATIS dove spesso e volentieri non si viene considerati o cmq ci si sente dire che si può solo assistere, quando va bene, se poi uno vuole provare la strada della libera professione deve mettere in preventivo 4 anni di scuola di specializzazione privata che richiede un impegno considerevole dal punto di vista economico, un impegno di tempo (alcune scuole pretendono addirittura di imporre una frequenza durante la settimana....)...
    Insomma io non voglio sputare nel piatto in cui mangio, però credo che sia giusto far sapere a chi deve ancora cominciare qual'è la strada, come stanno le cose.
    Ci sono certo molte e sperienze positive anche a livello lavorativo, ma sono molto poche, e questo l'ho visto anche nel mio piccolo, di 6 colleghe che si sono laureate con me, e tutte regolarmente iscritte ad una scuola di specializzazione, questa è la attuale situazione all'età di 28 anni:
    - una fa la mestra in asilo nido
    - 2 sono attualemente disoccupate (a 2 anni dalla laurea)
    - una ha ottenuto una borsa di studio in ospedale, lavora 8-10 al giorno per 800 euro al mese, senza nessuna garanzia contrattuale (non malattia...contributi ecc), visto che non ha un contratto...
    - una fa la commessa
    - io lavoro part time come segretaria e collaboro con un consultorio quasi da volontaria
    Pensaci...

  11. #11
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    06-11-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    86
    si, ma io non dico che uscendo dall'uni con il foglio di carta tra le mani, puoi accedere al mondo laorativo dalla porta d ingresso. C'è un mio amico che s'è laureato in psicologia e ha preso molte specializzazioni, anche non attinenti con la psicologia, insomma con i soldi che s è fatto facendo agopuntura in giro e le conoscenze(come futuri clienti) s'è aperto un modesto studio che poi con gli anni è divenuto tutt altro che modesto. Quello che dico è che se uno ci crede davvero in qualcosa, non serve cambiare strada per poi far qualcosa che neppure ci gratifica... bisogna farsi le ossa e saperci fare...ad esempio facendo riunioni gratuite, affittando studi (certo rimettendoci) o camere, quello che ti pare ed iniziando a farti conoscere. Il lavoro non viene da te. Se sei testarda e caparbia ce la fai!! E le raccomandazioni dei figli di papà, inoltre, se sei bravo e motivato non ti toccano proprio. Io personalmente ce la metterò tutta. ps Forse bisogna domandare alle tue amiche se sono davvero interessate alla psicologia, perchè te già hai preso una buona strada!!! un bacione e in bocca al lupo!!! Lara

  12. #12
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    ciao larettasweet sono concorde con quello che dici, tuttavia bisogna pure considerare che non tutti hanno la fortuna di poter studiare nei secoli dei secoli mantenuti dai genitori.
    Quello che dico è questo: psicologia (come molte altre facoltà) è lunga e dispendiosa; prima di iniziare a lavoricchiare oppure?
    Personalmente non mi iscriverei potessi tornare in dietro a psicologia ( forse non mi iscriverei proprio all' università). Oggi in italia tutti dottori disoccupati. Laureate che si improvvisano prostitute, cameriere, baby sitter ecc... x pagare l' affitto.
    Vogliamo continuare a dire che non c'è lavoro me chi la dura la vince ok facciamolo, ma non è così....

  13. #13
    manola
    Ospite non registrato
    sono d'accordo con larapull. scusate ma è assurdo aprire post che poi diventano chilometrici per raccontare le nostre difficoltà e delusioni e poi venire a raccontare a una ragazza giovane che deve seguire i suoi sogni anche se dovrà restare disoccupata per un tempo intollerabile o, se le va bene, precaria.

    io ho trenta anni e ho dovuto capire che i sogni non bastano. bisogna stare con i piedi per terra. e mi dispiace sembrare disfattista ma lo dico sempre anche a mia nipote che ha 16 anni.

    buona vita a tutti!

  14. #14
    Venditore Accreditato OPs L'avatar di caramellina84
    Data registrazione
    27-06-2006
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    750
    Citazione Originalmente inviato da manola Visualizza messaggio
    sono d'accordo con larapull. scusate ma è assurdo aprire post che poi diventano chilometrici per raccontare le nostre difficoltà e delusioni e poi venire a raccontare a una ragazza giovane che deve seguire i suoi sogni anche se dovrà restare disoccupata per un tempo intollerabile o, se le va bene, precaria.

    io ho trenta anni e ho dovuto capire che i sogni non bastano. bisogna stare con i piedi per terra. e mi dispiace sembrare disfattista ma lo dico sempre anche a mia nipote che ha 16 anni.

    buona vita a tutti!
    E allora per non correre il rischio di non trovare lavoro una persona cosa dovrebbe fare secondo te, iscriversi ad una facoltà che non le piace? Quali consigli daresti tu?
    Scusami se non sono d'accordo ma per me i sogni bisogna inseguirli, è molto triste dire ad una persona che deve rinunciare ai suoi sogni..

  15. #15
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di PsykoSamu
    Data registrazione
    30-11-2005
    Residenza
    Piemonte
    Messaggi
    1,011
    Blog Entries
    3
    Citazione Originalmente inviato da caramellina84 Visualizza messaggio
    E allora per non correre il rischio di non trovare lavoro una persona cosa dovrebbe fare secondo te, iscriversi ad una facoltà che non le piace? Quali consigli daresti tu?
    Scusami se non sono d'accordo ma per me i sogni bisogna inseguirli, è molto triste dire ad una persona che deve rinunciare ai suoi sogni..
    Sognare un futuro idilliaco non è certo reato, ma bisogna fare i conti con la realtà. La mia impressione è che in questo caso i dubbi e le perplessità siano così tanti da non costituire un buon inizio. Il problema non è iscriversi a psicologia o ad un'altra facoltà, il punto di svolta è il percorso di studi. Nel momento in cui entri nel "magico mondo" dell'univerisità dei essere consapevole che c'è la possibilità di: non finire gli studi in corso, abbandonare dopo il primo anno, avere ostacoli di vario tipo...Non dimentichiamoci poi che il tutto non si conclude con la parola Laurea, anzi si inizia proprio da lì con il tirocinio di un anno, con l'esame di stato, eventuali specializzazioni, per non citare poi la famigerata ricerca del lavoro!
    Nel frattempo gli anni passano...

    Non è uno spauracchio, è la realtà che deve fare quattro chiacchiere con i sogni per vedere se possono mettersi d'accordo.
    "Voi non avrete mai altri diritti, all'infuori di quelli che avrete saputo conquistarvi"
    Anna Maria Mozzoni, 1892

Pagina 1 di 6 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy