• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 50
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di alexia_s
    Data registrazione
    23-08-2005
    Messaggi
    204

    Formazione Ad Educatori

    Ciao a tutti
    Mi hanno chiesto di presentare un progetto per fare un modulo di formazione ad educatori che lavorano in centri educativi con minori dai 6 ai 18 anni.
    I contenuti sono
    Disturbi dell'Umore
    D. Ansia
    etc (in pratica tutta la parte disturbi diagnosticati nella prima infanzia e fanciullezza DSM)

    PIùùùùù e qui ti voglio

    Mobbing, baurnaut degli operatori e .... strumenti utili alla gestione.......
    il tutto in 40 ore!
    Vogliono che la parte informativa sia breve e che tutto sia molto esperenziale (se no non partecipano, dicono,)

    AIUTOOO

    Non ho mai fatto formazione a nessuno e non so da che parte iniziare..
    Qualcuno ha esperienza? mi date una mano?



    Come posso impostare l'intervento?

    Bibliografia?

    Esperienze dirette??

    Grazie!!!!

  2. #2
    Moderatore OPS L'avatar di Dasavivi
    Data registrazione
    13-10-2005
    Residenza
    Genova
    Messaggi
    3,717
    Blog Entries
    10
    Ti consiglio questi ad esempio...

    Zapelli G.M., Esercizi di coraggio, Etas, 2005, Milano
    Spaltro E., Conduttori. Manuale per l’uso dei piccoli gruppi, Franco Angeli, 2005, Milano
    C.Kaneklin, Il gruppo in teoria e in pratica, Raffello Cortina, Milano,1993.

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di alexia_s
    Data registrazione
    23-08-2005
    Messaggi
    204
    Ciao Grazie della biblio sarà sicuramente utile.
    Li hai usati?
    Sono utili e facili da applicare?
    Grazieeee

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di alexia_s
    Data registrazione
    23-08-2005
    Messaggi
    204
    Ciao Grazie della biblio sarà sicuramente utile.
    Li hai usati?
    Sono utili e facili da applicare?
    Grazieeee

  5. #5

  6. #6

  7. #7
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702
    Citazione Originalmente inviato da alexia_s Visualizza messaggio
    Ciao Grazie della biblio sarà sicuramente utile.
    Li hai usati?
    Sono utili e facili da applicare?
    Grazieeee
    Citazione Originalmente inviato da Dasavivi Visualizza messaggio
    Ti consiglio questi ad esempio...


    Spaltro E., Conduttori. Manuale per l’uso dei piccoli gruppi, Franco Angeli, 2005, Milano
    Questo non è la semplicità fatta libro
    Utilissimo per capire come funziona un gruppo e quali sono le dinamiche al suo interno, a me è piaciuto molto ma non è semplicissimo.
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di alexia_s
    Data registrazione
    23-08-2005
    Messaggi
    204
    ciao a tutti!
    Ora farò un salto in libreria a spulciare i libri che mi avete consigliato, grazie..
    Qullacuno mi ha consigliato il metodo Balint...
    che ne pensate?
    GRazie

    Ps Willi ti mando un pm

  9. #9
    Partecipante L'avatar di simonella81
    Data registrazione
    18-01-2005
    Residenza
    Rho (MI)
    Messaggi
    43
    ciao, anke io sto sperimentandomi in lezioni di comunicazione, gestione conflitti, gestione stress ecc ecc e sto impazzendo x cercare del materiale, proprio x' anke nel mio caso (il target è costituito da apprendisti) deve essere il meno frontale possibile..
    io ti consiglio anke la proiezione di filmati.. sul mobbing per es c'è "volevo solo dormirle addosso" anke se penso ke questo sia un argomento un po' delicato da affrontare (prima ke vengano fuori ke si sentono tutti mobbizzati e tu hai finito col fare docenze!!).. potresti quindi + impostarla sulla gestione dei conflitti sul luogo di lavoro facendogli fare delle esercitazioni in gruppo (magari in 6 con 2 osservatori) col compito di raggiungere un obiettivo e in cui tu devi cercare di mettere ansia e creare i conflitti e vedere come li affrontano.. Almeno questo è un tipo di intervento che si fa nel caso del mobbing (si kiama mobbing t-group, ovvero training group)
    ed è una modalità ke penso proverò ad attuare nel mio prossimo corso sulla gestione dei conflitti... chissà cosa viene fuori!!

    willi, su cosa hai fatto lezione?

  10. #10
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Sulla conoscenza di sé attraverso il corpo e il movimento. Ma non si tratta di "lezioni", quanto di esperienze.

    Sul mobbing, se volete un bel programma di intervento, e sapete tradurre dal francese, vi consiglio di scaricarvi questa tesi: http://www.theses.ulaval.ca/2004/21485/21485.pdf

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di alexia_s
    Data registrazione
    23-08-2005
    Messaggi
    204
    Ciao Simonella
    Hai voglia di descrivere bene (e operativamente) cosa ha intenzione di fare?
    Mi piace la mia idea..
    Io credo che al primo incontro farò un questionario per valutare le loro aspettative e le loro difficoltà sul campo, tanto per farmi un'idea della loro realtà quotidiana..
    Me l'hanno consigliato alla scuola di specialità.. appena lo metto a punto lo allego..

  12. #12
    Partecipante L'avatar di simonella81
    Data registrazione
    18-01-2005
    Residenza
    Rho (MI)
    Messaggi
    43
    willy.. kissà x' ma avevo la netta sensazione ke facessi teatro o cmq qcosa proprio nell'ambito esperenziale.. sarà stata la tua foto interessante cmq, fai anke le costellazioni per es?

    alexia, xquanto riguarda il primo incontro.. mi hanno affidato anke i moduli di accoglienza di tutti i corsi... 4 ore x creare il gruppo vabbè.... anke io valuterò le aspettative ma nn penso di farlo tramite questionario, preferisco ke parlino il + possibile sia riguardo le loro aspettative (ke saranno pari a zero visto ke sono in realtà obbligati a ste ore di formazione) sia le difficoltà riguardo al lavoro...
    poi penso ke anke tu debba creare un minimo di gruppo.. nn so come avevi intenzione di procedere, se magari facendo solo un giro di tavolo..
    io farò le interviste doppie.. si mettono a coppie, uno racconta all'altro un po' di sè (sarò io a dare una traccia.... qualke suggerimento??) e poi sarà l'altro a presentare il compagno al gruppo...

    riguardo al mobbing t-group io nn l'ho mai fatto o visto fare.. sto scaricando l'allegato di willy e magari trovo qualke indicazione in +
    cmq a te viene + facile in quanto hai un gruppo omogeneo.. dovresti dare un compito appartenente alla loro quotidianità lavorativa ke devono portare a termine, cercando di acuire i possibili conflitti..
    in realtà adesso ke ci penso si potrebbe anke utilizzare un'esercitazione ke ho visto fare... si fa in acquario, così che gli osservatori possano poi dare le loro considerazioni in merito alle dinamiche che si son create nel gruppo di lvoro.. al gruppo operativo viene dato un compito da portare a termine ma ogni membro ha un ruolo ben definito (il rompiballe, quello ke dà sempre ragione a tutti, quello ke cerca di mediare, quello ke è sempre contrario a tutti...)
    quando l'ho visto fare io, il gruppo si è messo proprio a litigare e l'esercitazione è stata sospesa (e io ke ero la tutor di questo corso ho dovuto sedare gli animi.............)
    se la trovo te la mando

  13. #13
    Partecipante L'avatar di simonella81
    Data registrazione
    18-01-2005
    Residenza
    Rho (MI)
    Messaggi
    43
    willy moooolto interessante la tesi ke ci hai consigliato!! averla avuta quando stavo facendo la mia sul mobbing sarebbe stato un valido aiuto
    alexia, dalle un'okkiata visto ke tu devi parlare anke di mobbing.. trovi anke già una struttura per le lezioni!!

  14. #14
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    09-05-2007
    Residenza
    liguria
    Messaggi
    1,277
    Per Simonella e le altre:

    Ecco la simulata che descrivevi è un gioco sui pregiudizi ma può essere usato anche per gli stili comunicativi:
    4 volontari, il resto del gruppo è chiamato a fare silenzio e a rispettare ciò che diranno e faranno i colleghi giocatori. Al termine il gr. di osservazione analizzerà le dinamiche emerse.

    Sulla fronte dei volontari i biglietti con scritto:

    Ditemi sempre di si;
    Aggreditemi;
    Ignoratemi;
    Deridetemi.

    Al termine si chiede a chi ha giocato cosa pensa di avere scritto sulla fronte

    A mio modo di vedere ci vuole esperienza di conduzione di gruppi per questo gioco è facilissimo che si vada in simmetria relazionale e comunicativa.

    Prova il gioco della zattera
    Ultima modifica di tanatoss : 18-02-2008 alle ore 00.07.03
    il silenzio è pace, è serenità. A.G.

  15. #15
    Partecipante L'avatar di simonella81
    Data registrazione
    18-01-2005
    Residenza
    Rho (MI)
    Messaggi
    43
    ah ho presente l'esercitazione di cui parli tanatoss, molto difficile in effetti da condurre.
    quella a cui mi riferisco io (che può andare bene per gli educatori) è questa:
    si dà ad ogni membro del gruppo in acquario un foglio con descritta la situazione e l'elenco dei personaggi. la situazione è "fai parte del consiglio di amministrazione della cooperativa L'arcobaleno che si occupa di progettazione ed erogazione di servizi formativi ed educativi al settore pubblico e ai privati. la maggior parte di voi ha già una propria attività di libero professionista e ha investito nella cooperativa con la speranza di.... (ognuno deve compilare come preferisce). dopo un anno circa di attività sottotono, il presidente convoca il cda per discutere il da farsi. le ipotesi in campo sono quelle di:
    - attivare una politica di marketing per la quale cmq occorre autotassarsi (il bilancio è in pareggio)
    - chiudere la cooperativa ma in questo caso la cooperativa no nsarebbe in grado di ritornare ai soci la quota versata inizialmente e si dovrebbero sborsare anche soldi per la chiusura
    - cedere la cooperativa a qcuno dei soci decidendo in questo caso a quale prezzo vendere il logo

    hai 10 minuti di tmepo per scegliere la motivazione da inserire dove ci sono i puntini e quale delle tre ipotesi sostenere.

    c'è poi la lista dei personaggi:
    1. l'esperto -> chiedetemi consiglio
    2. sei tu
    3. l'autoritario - > obbeditemi
    4. l'insignificante -> ignoratemi
    5. l'ambiguo -> no nchiedetemi da che parte sto
    6. il controdipendente -> non mi va bene nulla di quel che state dicendo
    7. l'esigente -> non possiamo sbagliare
    8. il pauroso -> tutto quel che si decide può essere sbagliato produrre danni

    e poi c'è una griglia di oss per gli osservatori...

    ora, nn mi sovviene come avveniva la dinamica... se nn ricordo male ad ognuno veniva dato un numerino senza ke però lo vedessero e i membri del grppo dovevano comportarsi con quella persona così come scritto nel numero corrispondente (se ki aveva il numero 4 parlava, nn bisognava considerarlo)

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy