• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 26
  1. #1
    FranzMari
    Ospite non registrato

    Progetto Nazionale Prometeo

    Ciao a tutti!
    Innanzitutto mi presento, sono Francesco Marinucci, studio Veterinaria a Perugia e sono un volontario del Progetto Nazionale Prometeo: questo progetto nasce per iniziativa di Massimo Citro (medico, psicoterapeuta, ricercatore e scrittore), il quale ha deciso di impegnarsi per l'abolizione dell'ingiusta legge 264/99 (quella che consente alle Università di limitare le iscrizioni ai propri corsi attraverso test di ammissione); tale legge è infatti incostituzionale, antidemocratica e profondamente ingiusta a livello sociale.
    Ogni regione ha il proprio caporegione e vari collaboratori; le iniziative principali sono la raccolta di firme, le "conferenze" nei licei per spiegare perchè questa legge è così ingiusta e il coinvolgimento di più persone possibili, chiunque sia d'accordo sull'ingiustizia di questa legge. Tra i sostenitori del Progetto annoveriamo personalità come Franco Battiato e Marco Columbro (solo per citarne due) e numerose personalità del mondo scientifico e culturale.

    Per il 21 aprile stiamo progettando e organizzando una manifestazione nazionale in varie città italiane (speriamo almeno una per regione); Simone, caporegione della Toscana, ed io abbiamo in mente di organizzarla a Firenze: proprio per questo abbiamo bisogno di una "base" in questa città, di persone che possano aiutarci ad organizzare l'evento nel modo migliore possibile. Per questo chiedo a tutti voi di diffondere la notizia di questa iniziativa, così che ne venga a conoscenza una grande quantità di persone.
    Sul sito ufficiale del Progetto troverete tutte le informazioni sul dott.Citro, sulle ragioni di questa iniziativa e su tutte le persone che hanno già aderito; troverete inoltre una sezione separata per ogni regione, con i relativi contatti per aderire al Progetto.
    Intanto vi do l'indirizzo e-mail attraverso cui potete rivolgervi direttamente a noi della Toscana, per saperne di più o (magari) per darci la vostra disponibilità a partecipare:toscana@progettonazionaleprometeo.org

    Vi ringrazio per l'attenzione e spero che aderirete in molti!
    Ultima modifica di FranzMari : 10-03-2008 alle ore 00.05.05

  2. #2
    Partecipante L'avatar di bradipa3
    Data registrazione
    13-02-2008
    Residenza
    lucca
    Messaggi
    24
    Mi dispiace ma non sono d'accordo con te....trovo giusto che ci sia un test d'ingresso, magari non come è strutturato adesso ma una scrematura ci vuole....
    un riccio è per sempre....

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ikebana83
    Data registrazione
    03-07-2006
    Residenza
    Prato
    Messaggi
    728
    Citazione Originalmente inviato da bradipa3 Visualizza messaggio
    Mi dispiace ma non sono d'accordo con te....trovo giusto che ci sia un test d'ingresso, magari non come è strutturato adesso ma una scrematura ci vuole....
    La scrematura avviene automaticamente quando le persone, e ti assicuro che sono molte, rendendosi conto di non farcela, si ritirano. Non è giusto bloccare la gente prima ancora di partire. E' ANTIDEMOCRATICO, devi dare la possibilità a CHIUNQUE di operare una scelta in tal senso.
    "Sai madre! Questo potrebbe quasi passare per gustoso pasticcio di banana. Mah! Senza wafers alla vaniglia è soltanto un altro dei tuoi abominevoli aborti culinari!! E adesso pulisci!!!" S.Griffin





  4. #4
    Partecipante L'avatar di bradipa3
    Data registrazione
    13-02-2008
    Residenza
    lucca
    Messaggi
    24
    ma ne avete idea di quello che sarebbe la torretta se tutti potessero iscriversi??un panico totale....
    un riccio è per sempre....

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ikebana83
    Data registrazione
    03-07-2006
    Residenza
    Prato
    Messaggi
    728
    Sarebbe un caos totale perchè vige la malaorganizzazione, ma ti sembrerebbe giusto se ti chiudessero le porte in faccia non perchè non ritenuta idonea ma perchè non ci sono abbastanza posti?? I test d'ingresso a Firenze son fatti come dici te in modo da "scremare" moltissimo, anzi come dico io in modo da tagliare le gambe, e non solo i test d'ingresso...
    "Sai madre! Questo potrebbe quasi passare per gustoso pasticcio di banana. Mah! Senza wafers alla vaniglia è soltanto un altro dei tuoi abominevoli aborti culinari!! E adesso pulisci!!!" S.Griffin





  6. #6
    Partecipante L'avatar di bradipa3
    Data registrazione
    13-02-2008
    Residenza
    lucca
    Messaggi
    24
    ma io infatti non ho detto che sono fatti bene, anzi...xò un minimo di controllo ci vuole sennò è il caos totale, ricordiamoci che siamo in italia....
    un riccio è per sempre....

  7. #7
    Matricola L'avatar di eulaliamarsy
    Data registrazione
    26-01-2008
    Residenza
    massa
    Messaggi
    20
    Io sono d'accordissimo con te! il test di ingresso è veramente antidemocratico e ingiusto!! quando ho preso la mia prima laureail numero chiuso non esisteva, eppure non c'era nessun caos nelle facoltà, almeno tutti avevano una possibilità. Per alcuni però tutto è facile, come hanno dimostrato certi scandali sui tests d'ingresso....

  8. #8
    Partecipante L'avatar di bradipa3
    Data registrazione
    13-02-2008
    Residenza
    lucca
    Messaggi
    24
    il rischio però di togliere il numero chiuso è che tanta gente faccia il ragionamento :'bhò, non so che fare, intanto mi iscrivo a psicologia poi guardo...' questo succede anche con il test xkè persone particolarmente brave lo passano senza la vera intenzione di fare lo spicologo nelle vita....infatti secondo me il test come c'è ora è ridicolo ma vedo anche che a livello amministrativo la torretta riesce a gestire a stento gli iscritti figuriamoci se fossero di più....
    Poi magari se qualcuno non è del tutto convinto di fare lo psicologo un test d'ingresso può portarlo a ragionarci di più e a capire che magari quella non è la strada....
    un riccio è per sempre....

  9. #9
    FranzMari
    Ospite non registrato
    Allora, innanzitutto vi ringrazio per avere cominciato a commentare il post: è importante che si parli del problema, che si confrontino le idee!
    Per quanto riguarda le obiezioni che sono state sollevate ci sono da dire molte cose; innanzitutto l'Università è pubblica, viene pagata con le tasse di tutti quanti noi, quindi non può e non deve limitare i posti, altrimenti diventa privata. Se le strutture o l'organizzazione non sono adatte ad accogliere tutti gli iscritti (anche se fino al 1999 ci sono riuscite), allora devono essere implementate: più strutture, più insegnanti, più personale, così si migliorano le cose. La nostra Costituzione afferma, oltre al diritto allo studio e al libero accesso al sapere, che lo Stato deve tutelare e garantire la realizzazione personale dell'individuo.
    Per quanto riguarda il discorso della scrematura, che molti ritengono necessaria, vi pongo una domanda: è possibile che una legge imponga quale sia il numero di persone veramente intenzionate a portare a termine il corso di laurea scelto? Se i posti sono 200 e le persone capaci di concludere brillantemente gli studi sono 250 (magari su 500 iscritti al test), in nome di quale giustizia si può negare a quelle 50 persone la possibilità di studiare?
    Gli studenti meritevoli emergono già nel corso del primo anno.
    In qualsiasi modo si modifichi il test, esso sarà sempre ingiusto!

    Grazie a tutti coloro che ci stanno sostenendo e grazie ancora ai moderatori che hanno messo in evidenza questo post!


    Francesco

  10. #10
    Partecipante L'avatar di bradipa3
    Data registrazione
    13-02-2008
    Residenza
    lucca
    Messaggi
    24
    Capisco perfettamente il tuo punto di vista e in alcuni punti sono d'accordo con te però in ogni modo si giri secondo me togliere il test è un pò 'utopistico' (perdonatemi il termine)..parli di più strutture, più posti di lavoro come se quest in italia fosse possibile... forse sono una triste disillusa ma secondo me la fine sarebbe più tasse per tutti (nonostante il numero degli iscritti fosse maggiore le tasse aumenterebbero lo stesso) e strutture stra piene....forse non credo più che nel nostro paese le cose possano funzionare bene....
    un riccio è per sempre....

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ikebana83
    Data registrazione
    03-07-2006
    Residenza
    Prato
    Messaggi
    728
    Citazione Originalmente inviato da FranzMari Visualizza messaggio
    Allora, innanzitutto vi ringrazio per avere cominciato a commentare il post: è importante che si parli del problema, che si confrontino le idee!
    Per quanto riguarda le obiezioni che sono state sollevate ci sono da dire molte cose; innanzitutto l'Università è pubblica, viene pagata con le tasse di tutti quanti noi, quindi non può e non deve limitare i posti, altrimenti diventa privata. Se le strutture o l'organizzazione non sono adatte ad accogliere tutti gli iscritti (anche se fino al 1999 ci sono riuscite), allora devono essere implementate: più strutture, più insegnanti, più personale, così si migliorano le cose. La nostra Costituzione afferma, oltre al diritto allo studio e al libero accesso al sapere, che lo Stato deve tutelare e garantire la realizzazione personale dell'individuo.
    Per quanto riguarda il discorso della scrematura, che molti ritengono necessaria, vi pongo una domanda: è possibile che una legge imponga quale sia il numero di persone veramente intenzionate a portare a termine il corso di laurea scelto? Se i posti sono 200 e le persone capaci di concludere brillantemente gli studi sono 250 (magari su 500 iscritti al test), in nome di quale giustizia si può negare a quelle 50 persone la possibilità di studiare?
    Gli studenti meritevoli emergono già nel corso del primo anno.
    In qualsiasi modo si modifichi il test, esso sarà sempre ingiusto!

    Grazie a tutti coloro che ci stanno sostenendo e grazie ancora ai moderatori che hanno messo in evidenza questo post!


    Francesco

    Io ti sostengo ed è una cosa per la quale mi arrabbio molto insieme a tutte le cose indecenti che fanno parte del nostro Paese... Perchè se nessuno comincia col dire "non ci sto" non avverranno mai cambiamenti positivi ma soprattutto finchè le persone continueranno a guardare ai cambiamenti come pensieri utopistici, mi sa che andremo da poche parti. Siamo in un Paese dove paghiamo profumatamente i nostri studi e non ci sono abbastanza posti????????? Non mi pare proprio che sia un problema degli studenti, ma di chi ci governa e fa le leggi "a bischero" e scusatemi il termine folcloristico......
    "Sai madre! Questo potrebbe quasi passare per gustoso pasticcio di banana. Mah! Senza wafers alla vaniglia è soltanto un altro dei tuoi abominevoli aborti culinari!! E adesso pulisci!!!" S.Griffin





  12. #12
    FranzMari
    Ospite non registrato
    Citazione Originalmente inviato da ikebana83 Visualizza messaggio
    Io ti sostengo ed è una cosa per la quale mi arrabbio molto insieme a tutte le cose indecenti che fanno parte del nostro Paese... Perchè se nessuno comincia col dire "non ci sto" non avverranno mai cambiamenti positivi ma soprattutto finchè le persone continueranno a guardare ai cambiamenti come pensieri utopistici, mi sa che andremo da poche parti. Siamo in un Paese dove paghiamo profumatamente i nostri studi e non ci sono abbastanza posti????????? Non mi pare proprio che sia un problema degli studenti, ma di chi ci governa e fa le leggi "a bischero" e scusatemi il termine folkloristico......
    Grazie mille per il sostegno!
    Se vuoi partecipare attivamente, fammelo sapere, ci farebbe piacere!

    Francesco

  13. #13
    FranzMari
    Ospite non registrato
    Finalmente si è svolta "l'operazione licei" a Montepulciano!
    Resoconto e foto sul blog del caporegione Simone Ciaccioni (Link)

  14. #14
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    06-02-2008
    Residenza
    ...FLORENCE...
    Messaggi
    398
    ....Mah, sarei perplesso....ANTIDEMOCRATICO, prima di usarlo cercherei di capire che discriminazione fa...sarebbe anti democratico se facesse accedere solo figli di esperti in materia, oppure che so richi facoltosi, oppure possessori già di laurea, un test che screma secondo le conoscenze dell'individuo mi pare più selettivo che antidemocratico....Manifestereste se mettessero un tetto di valutazione minima di ingresso tramite il test piuttosto che il nr chiuso???....fossero questi i problemi, io sono al primo anno(della serie non è mai troppo tardi)e mi domando l'utilita degli esami affini che non possono essere dati se non dopo che hai dato tutti i propedeutici e quindi il primo appello, PERLOMENO IL PRIMO MINIMO, del sec semestre nn saranno mai dati,,,,,,oppure mi domando quanto possa essere importante studiare la differenza tra memoria cache,buffer,ram e rom o la cpu piuttosto all'insegnamento pratico di acces o della creazione di una pagina web, cose che non sono nemmeno previste..

  15. #15
    FranzMari
    Ospite non registrato
    Caro simoker70, ti ringrazio del tuo intervento, perché mi consente di chiarire ulteriormente alcuni punti fondamentali della nostra azione.
    Il numero chiuso all'Università è antidemocratico anche per il motivo che dici tu, perché purtroppo entrano innanzitutto i raccomandati, quelli che comprano le risposte, quelli che copiano dal parente medico che fa il test accanto a loro: le raccomandazioni in Italia sono purtroppo cosa nota e questo test peggiora soltanto la situazione. L'Università è pubblica, viene pagata da tutti noi: non può comportarsi come un ente privato!
    Siamo in un Paese democratico, lo Stato deve garantire che le strutture pubbliche rispettino la democrazia (il "governo del popolo"): all'Università non è così.
    Per quanto riguarda il discorso delle conoscenze, questo è assurdo; si suppone che uno studente abbia sostenuto l'esame di stato 2 mesi prima di provare il test di ammissione all'Università: se lo ha superato, vuol dire che le conoscenze le ha. Dunque, se l'intento fosse quello di verificare le conoscenze, basterebbe basarsi sul voto della Maturità. Inoltre, se hai presente quali siano le domande dei test, ti renderai conto che queste verificano (nel migliore dei casi) una semplice conoscenza nozionistica; il fatto di conoscere o meno lo slogan dell'UE ("unita nella diversità", domanda presente nel test di medicina 2007), può indicare la tua possibilità effettiva di impegnarti nello studio e di diventare un medico? Se queste sono le conoscenze richieste per accedere al sapere universitario, meglio andare a lavorare!
    Voglio proporti un ragionamento per assurdo; supponiamo che un anno 250 studenti ottengano, al test di ingresso, un punteggio tra i 75 e i 78 punti (non è neppure tanto assurdo, se consideri il numero totale di iscritti al test), ma che i posti disponibili siano solo 200; con quale diritto si potrebbe impedire a quei 50 studenti (meritevoli e che abbiano dimostrato le proprie conoscenze) di accedere all'Università?
    In Francia, ad esempio, l'accesso è libero e alla fine del primo anno c'é lo sbarramento (devo aver superato un certo numero di esami, o avere una certa media); da noi un sistema così si usa per assegnare le borse di studio...
    Credimi, i problemi sono anche questi; non è ovviamente nostra intenzione negare che ne esistano altri (anche io sono contrario al discorso degli esami propedeutici, te lo assicuro): ma se ciascuno si interessa di un problema solo quando lo riguarda direttamente, siamo veramente destinati alla rovina. Io sono entrato all'Università da più di un anno: potrei fregarmene apertamente, non credi? Non mi paga nessuno per farlo, per stare alle 230 davanti al pc invece di dormire.
    E anche una questione di unità sociale tra i cittadini, capire che il problema che hai tu oggi potrebbe capitare a me dopodomani: aiutarti a risolverlo mi aiuta a prevenirlo.
    Non sarebbe bello se ragionassimo tutti così?

    Adesso mi fermo, altrimenti vi annoio!
    Comunque resto a disposizione per qualsiasi domanda, chiarimento, dialogo, ecc.

    I preparativi per il 21 aprile vanno avanti! Vi terrò informati.

    Francesco

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy