• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di vivaladomenica
    Data registrazione
    29-03-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    146

    video autodenuncia di bambini abusati

    la bambina sembra imitare una presentatrice di reality cmq è abbastanza inquietante...che ne pensate?


    Il video shock dei 4 fratellini contesi finisce su youtube
    Ultima modifica di Mia_Wallace : 26-01-2008 alle ore 20.47.44

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Ma non era stato tolto da YouTube?? Qui l'articolo che chiarisce un po' la situazione: da Repubblica.it

    Roma, la denuncia di 4 bambini: "Violentati da mamma". la procura: non è vero
    Dietro il filmato ci potrebbe essere la guerra fra i genitori separati
    Su You tube il video choc
    dei quattro fratellini contesi
    di MARINO BISSO e ANNA MARIA LIGUORI

    <B>Su You tube il video choc<br>dei quattro fratellini contesi</B>


    ROMA - "Kramer contro Kramer" finisce su YouTube. Una separazione senza esclusioni di colpi, nei quartieri alti della capitale, a discapito di tre sorelline e un fratellino che si riprendono e denunciano di aver subito violenze sessuali. Il video finisce su Internet.
    La più grande ha 12 anni e il più piccolo 6. I quattro bambini davanti a una telecamera leggono alcuni fogli e raccontano di aver subito abusi da parte della madre e del suo fidanzato, poi accusano alcuni magistrati di non averli aiutati. In poche ore sul web è record di accessi.

    Anche la procura acquisisce il filmato: le affermazioni dei quattro bambini non sembrano spontanee e a filmare potrebbe essere il padre con il quale vivono temporaneamente e che cerca rivalsa sulla ex compagna, madre dei bimbi, e una vendetta nei confronti dei magistrati che l'hanno già incriminato per maltrattamenti psicologici. Anche la madre è sotto processo per lo stesso reato. Ieri la donna ha presentato una denuncia: "Sono andata alla polizia postale per fare togliere il video. I miei bambini sono plagiati dal padre".

    Il filmato è un pugno nello stomaco. I quatto fratellini, seduti nella loro cameretta, a casa, nel cuore di Roma, si tengono per mano. Subito dopo aver detto il proprio nome, la più grande annuncia "Questo è un caso di pedofilia..." e va avanti fino a presentare la sorella più piccola, che tiene in mano una decina di fogli: "Vi vogliamo mostrare i disegni di quando ero con mamma e il suo compagno mentre mi leccavano e questo non era piacevole". Dopo aver passato tutti i fogli davanti alla telecamera spiega il contenuto dei disegni: "Questa è mamma e il suo compagno (fa i nomi e i cognomi di entrambi, ndr) mentre fanno le cose schifose. Loro si filmano per poi vedersi sul computer".

    La piccola ringrazia e torna a sedersi. Viene chiamato a parlare il maschietto, 9 anni: "Ci chiudevano sempre a chiave e noi piangevamo molto, c'era un uomo che filmava le cose schifose tra mamma e il suo compagno. Fanno delle cose molto brutte con delle maschere e a me fanno molto male. Questa storia va avanti da quando io andavo all'asilo.. Io sono stanco... Grazie". Così finisce la prima parte del video. Il secondo filmato è tutto contro i magistrati della procura e del tribunale dei minori di Roma "colpevoli" di aver "chiuso le orecchie e gli occhi". "Ci hanno ridotto come bambole.
    L'unica cosa che vogliamo è rimanere qui (a casa del padre, ndr). Questa non è una denuncia ma un appello: abbiamo bisogno di aiuto".

    Sugli abusi sessuali di cui parlano i quattro fratellini è già stata fatta chiarezza. Dopo quasi due anni di indagini la procura ha accertato che non erano veri. Gli stessi bambini avevano ammesso di averli inventati. Ma i magistrati avevano anche capito che dietro quelle bugie c'era una situazione familiare disastrosa. Uno dei minori aveva anche minacciato di buttarsi dalla finestra per le violenti liti tra i genitori. E in procura spiegano: "Sugli ex conviventi esistono tre procedimenti e un rinvio a giudizio per maltrattamenti psicologici nei confronti di minori. Il caso è da tempo all'attenzione del tribunale dei minori che il 28 febbraio deciderà sull'affidamento dei bambini chiesto dalla madre".

    (26 gennaio 2008)
    ho provato ad aprire il link: si vede ancora... ma attenzione, si vedono i volti dei bambini e tutto questo è lesivo, in prima istanza, proprio nei loro confronti.

    scusate se riprendo la notizia: mi sono accorta aprendo il link che avevi messo, che l'articolo riportato su quel sito è quello della repubblica (lasciamo stare questo dettaglio...). Comunque nell'articolo è detto chiaramente che la giustizia ha già definito come i presunti abusi non ci siano stati e come tutto questo rientri nella battaglia tra gli ex-coniugi.
    A questo punto mi chiedo il senso di parlare di *auto-denuncia*... Anche perchè sarebbe una denuncia contro se stessi, ma non sono i bambini che denunciano se stessi. Puntano il dito contro la madre e il nuovo compagno.

    Mi viene da dire: attenzione a cosa diciamo quando si parla di minori e abusi....
    Ultima modifica di LuisaMiao : 26-01-2008 alle ore 20.31.27 Motivo: precisazione
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di vivaladomenica
    Data registrazione
    29-03-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    146
    sono ancora lì..

    infatti le eventuali riflessioni da fare sono più sul fatto che si arrivi a tanto su you tube che sul presunto caso di pedofilia visto che sembrerebbe non ci sia mai stato e che i bimbi siano stati filmati dal padre (questo è ancora più inquietante)

    youtube e zooscuola ci sono dei filmati veramente allucinanti...
    Ultima modifica di vivaladomenica : 26-01-2008 alle ore 20.36.21

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    scusa, ma un modo per non pubblicizzare maggiormente i video era appunto non riportare il link a loro ma solamente della notizia della carta stampa. appunto per salvaguardare il viso dei bambini e i nomi (se, come dice Repubblica, i bambini li fanno) delle persone coinvolte.
    Poi se vogliamo se ne può anche parlare... ma non sono certa di aver capito qual è l'argomento: la rete che permette di diffondere ogni cosa? se vogliamo o pensiamo serva maggior controllo nei siti come Youtube? a quali *estremi* arrivano le coppie mentre sono in separazione? cosa pensiamo delle denunce di presunti abusi nelle separazioni?...
    Ultima modifica di LuisaMiao : 26-01-2008 alle ore 20.39.59
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di vivaladomenica
    Data registrazione
    29-03-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    146
    noi siamo psicologi no? li guardiamo con occhio clinico!

    fare delle riflessioni senza guardarlo mi sembra un po' difficile.. cmq se questo topic non salvaguarda la privacy dei bimbi (che comunque sono ancora su youtube) chiudetelo non c'è problema, era solo un fatto di cronaca fra gli altri (prima pagina di oggi) nel forum "attualità e cronaca"

  6. #6
    ho tolto i link: c'è un processo in corso e, se vogliamo discuterne, basta leggere gli articoli sui quotidiani.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di vivaladomenica
    Data registrazione
    29-03-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    146
    Citazione Originalmente inviato da LuisaMiao Visualizza messaggio
    Comunque nell'articolo è detto chiaramente che la giustizia ha già definito come i presunti abusi non ci siano stati e come tutto questo rientri nella battaglia tra gli ex-coniugi.
    A questo punto mi chiedo il senso di parlare di *auto-denuncia*... Anche perchè sarebbe una denuncia contro se stessi, ma non sono i bambini che denunciano se stessi. Puntano il dito contro la madre e il nuovo compagno.

    Mi viene da dire: attenzione a cosa diciamo quando si parla di minori e abusi....
    sono stata fraintesa.. non volevo parlare del fatto di cronaca in sè ma dell'uso di youtube, non di pedofilia ma di cosa si mette in internet, per questo avevo postato i video, non per morbosità ma per parlare del fenomeno, infatti ho citato anche zooscuola ..sono stata poco chiara e anche il titolo del topic è fuorviante (va bene va bene ho sbagliato a scrivere "autodenuncia")

    cmq mi chiedevo : "non è allucinante la bambina e il modo in cui parla dei fratellini e dei (falsi) abusi? sembra una piccola diva della tv"

    per questo sostenevo che per commentare bisognava guardare il video!

    ora... è giusto quello che dici: meno importanza gli si dà e meno questi ragazzini avranno voglia di metterli sul web, però almeno noi
    che siamo psicologi
    (e che in teoria li possiamo guardare con spirito antropologico) non ci dovremmo fare delle pippe mentali sul fatto che non si possono guardare perchè si vedono i bambini... ma se sono sul web!! li vedono tutti è un po' difficile tutelarne la privacy no? come fai a studiare un fenomeno se non lo osservi? sinceramente i tuoi commenti mi sono sembrati un po' esagerati (per non dire assurdi quanto quei video.. una sorta di censura non si è capito di cosa nè perchè..)

    comunque faccio mea culpa per la mia scarsa chiarezza e per aver violato le regole del forum! Farò più attenzione...

    ora vado a raccogliere le idee e riapro (eventualmente) un topic un po' più mirato

    (p.s. i video non ci sono più! il caso è chiuso!) (fino al prossimo video naturalmente ...magari di autodenuncia stavolta )
    Ultima modifica di vivaladomenica : 27-01-2008 alle ore 01.50.22

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Citazione Originalmente inviato da vivaladomenica Visualizza messaggio
    ora... è giusto quello che dici: meno importanza gli si dà e meno questi ragazzini avranno voglia di metterli sul web,

    il fatto è che qui i ragazzini non mi pare c'entrino molto con la questione della diffusione in rete. pare che il video sia stato girato dal padre, messo in rete e diffuso dal padre... quindi, i ragazzini che c'entrano?
    ad ogni modo, quelli nel video sono bambini ripresi, che leggono qualcosa che pare gli sia stato dato. il che non è esattamente il massimo di prova per alcunchè.

    però almeno noi che siamo psicologi
    (e che in teoria li possiamo guardare con spirito antropologico) non ci dovremmo fare delle pippe mentali sul fatto che non si possono guardare perchè si vedono i bambini... ma se sono sul web!! li vedono tutti è un po' difficile tutelarne la privacy no?
    (p.s. i video non ci sono più! il caso è chiuso!) (fino al prossimo video naturalmente ...magari di autodenuncia stavolta )
    I video non ci sono più perchè la madre ha chiesto alla Polizia Postale di toglierli da internet visto che comunque violano la legge secondo cui il viso dei minori e i loro dati sensibili non possono essere diffusi. E il mio commento precedente riprendeva questo aspetto: la Polizia Postale stava di certo facendo il suo lavoro, lasciamoglielo fare.

    Noi siamo sì psicologi, ma non per questo ci è permesso di vedere tutto e in tutte le occasioni. Ci sono limiti ben precisi per poter vedere un minore registrato, specialmente nel caso in cui si parli di abusi sessuali (un esempio: non te li fanno vedere così facilmente nemmeno in formazione specifica per poter poi lavorare in questo campo).
    comunque, visto che qui si voleva parlare dell'uso di Youtube ci sono tantissimi altri casi che si possono prendere ad esempio e senza questi problemi legati a una situazione così delicata.
    Ultima modifica di LuisaMiao : 27-01-2008 alle ore 12.12.07
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

Privacy Policy