• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    shoccata
    Ospite non registrato

    Apertura studio associato / poliambulatorio

    Ciao ragazzi, è un pò che manco....anche io mi trovo al bivio tra intraprendere la strada dell'imporenditoria o aspettare che le cose si muovano diversamente .... Ho una domanda per voi... (e per questo ringrazio già chi avrà il buon cuore di rispondermi)...Sto pensando di aprire con 3 amici professionisti in altri settori uno studio associato o pliambulatorio (come preferite, in realtà è tutto a livello embrionale dopo che non abbiamo vinto al concorso "giovani idee cambiano l'italia" stiamo pensando di realizzare comunque il progetto chaavevamo ideato). Dunque dicevo uno studio associato o pliambulatorio all'interno del quale si faccia sostegno e riabilitazione su diverse patologia (demenza, ritardo mentale, ecc.) con al massimo uno screening diagnostico per chi lo richiede (sulla demenza). Quindi io dovrei aprire la partita iva secondo voi o no? Visto che il famoso decreto del 21.1.94 ci include tra le professioni che sono esenti da iva e lo sono anche le attività che intendiamo fare?

  2. #2
    valyvaly
    Ospite non registrato
    ciao!! credo che la partita iva tu la debba aprire comunque. anche se poi non paghi il 20% perchè la tua prestazione rientra tra quelle sanitarie comunque emetteresti una fattura no? altriemnti che fai?? emetti ricevute per prestazioni occasionali ?? non credo sia questo il caso...
    se fossi in te chiederei conferma al tuo commercilista o all'ufficio delle entrate della tua città ma credo che ti convenga davvero la partita iva!

    saluti e baci valy

  3. #3
    shoccata
    Ospite non registrato
    grazie mille valyvaly sei stata davvero molto gentile, in effetti anche io non mi sono riuscita a capacitare tra esenzioni, prestazioni e attività da libera professionista.....chiederò al mio commercialista....

  4. #4
    AIDI1979
    Ospite non registrato
    ciao, avrei bisogno di un consiglio, ho una casa abbastanza grande e stò pensando di crearmi uno studio mio, ma ho mille dubbi se faccio una cosa giusta o sbagliata
    cosa devo fare?devo investire questi soldi?oppure cercare una stanza da qualche altra parte? esprimete il vostro parere ne ho bisogno
    grazie

  5. #5
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    07-03-2005
    Messaggi
    719
    Citazione Originalmente inviato da AIDI1979 Visualizza messaggio
    ciao, avrei bisogno di un consiglio, ho una casa abbastanza grande e stò pensando di crearmi uno studio mio, ma ho mille dubbi se faccio una cosa giusta o sbagliata
    cosa devo fare?devo investire questi soldi?oppure cercare una stanza da qualche altra parte? esprimete il vostro parere ne ho bisogno
    grazie
    Ciao anche io avevo lo stesso dubbio, ma poi l'ho risolto crecando di crearmi uno spazio altrove. Considera che io avrei anche un' entrata indipendente, solo che essendo la nostra attività molto delicata non mi va proprio di essere reperibile sempre. Ovviamente questo mi costa molto di più ma voglio partire bene senza remore.

  6. #6
    AIDI1979
    Ospite non registrato
    ciao, anche io potrei crearmi un'entrata indipendente, ma il mio problema nn è la reperibilità, ma se professionalmente faccio bene o male ad aprire uno studio dove abito, i miei dubbi nascono anche riguardo al contesto, all'immagine, tradotto in altri termini, (sembrerà una banalità quella che stò scrivendo in questo momento):ma è meglio uno studio aperto a casa, o inserito in un contesto diverso tipo,ad esempio, in uno studio polispecialistico?oppure appoggiato presso un medico di base ecc?
    ciao

  7. #7
    Matricola L'avatar di misia
    Data registrazione
    21-09-2004
    Messaggi
    25
    credo che non ci sia una scelta giusta o una sbagliate (studio sotto casa sì, studio sotto casa no), ma che tu debba semplicemente fare quello che ti fa sentire più tranquilla e che ti consente di lavorare...e poi ricorda che la prima cosa importante è il tuo setting mentale!
    ciao

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    09-05-2007
    Residenza
    liguria
    Messaggi
    1,277
    Per Shoccata: verifica se non sia più utile una P.Iva comune/unica con i tuoi colleghi sempre che siano psicologi come te.
    Molte colleghe che hanno lo studio insieme ne hanno aperta una unica non ti so dire i vantaggi fiscali ma conoscendo le colleghe credo che ve ne siano rispetto ad una come dire nominativa
    il silenzio è pace, è serenità. A.G.

Privacy Policy