• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di julia1976
    Data registrazione
    09-01-2008
    Residenza
    Al centro dei miei sogni
    Messaggi
    1,044

    Babbi a casa mamme al lavoro... che ne pensate?

    Ciao a tutti!

    Vi metto il link di un articolo di repubblica (non so se è da inserire anche negli articoli veri e propri essendo un articolo apparso su un quotidiano)

    Gli ultra papà | L'espresso

    ... cosa ne pensate?
    Intendo dal punto di vista professionale, non dal punto di vista personale...
    Per quanto personalmente veda la cosa come una grande conquista alla libertà personale, dal punto di vista della crescita dei bambini secondo voi ci possono essere delle "conseguenze" per la crescita dei figli se il caregiver è il papà? Ci sono studi scientifici al riguardo?
    E... parlando agli ometti del forum, voi vi sentireste minati nella vostra virilità?

    Ciao a tutti e buona settimana
    I sogni vanno sempre perseguiti... senza sogni cos'è l'uomo?

    www.geentle.it


  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Cercherò di buttare giù qualcosa di più "professionale". Per ora dico solo che, quando è nata nostra figlia, io dovevo fare il tirocinio post-laurea. Così, presi un anno di part-time e per un anno occupai la mattina facendo part-time e il pomeriggio stando con mia figlia, mentre la mia compagna era rientrata al lavoro. Non mi pare che la piccola ne abbia sofferto. Né mi pare ci siano state variazioni nei pattern di attaccamento verso di me o verso la madre.

    Provo ad allegare un'articolo che potrebbe dare alcune indicazioni.

    Buona vita

    Guglielmo
    Ultima modifica di willy61 : 07-02-2008 alle ore 09.00.30
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  3. #3
    quasi psicologa
    Ospite non registrato
    credo che l'inversione dei ruoli non faccia mai bene! scusate non voglio offendere nessuno e per il momento non ho tempèo di leggere questi post! scusatemi!

  4. #4
    quasi psicologa
    Ospite non registrato
    Citazione Originalmente inviato da quasi psicologa Visualizza messaggio
    credo che l'inversione dei ruoli non faccia mai bene! scusate non voglio offendere nessuno e per il momento non ho tempèo di leggere questi post! scusatemi!

    riesco solo a leggere la posizione di willy: è allora se dovevi stare per forza a casa allora si ma dico chi lo fa per scelta allora no! beh adesso vado a lezione! ciao ciao

  5. #5
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Citazione Originalmente inviato da quasi psicologa Visualizza messaggio
    credo che l'inversione dei ruoli non faccia mai bene! scusate non voglio offendere nessuno e per il momento non ho tempèo di leggere questi post! scusatemi!
    Tutti devono credere in qualcosa. Io credo che tra un po' mi farò una birra!

    Woody Allen.
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di ninetta82
    Data registrazione
    01-03-2008
    Residenza
    lazio
    Messaggi
    922
    ho un bimbo di 2 anni e mezzo e da poco ho iniziato a lavorare, mio marito è infermiere, quindi fa i "turni", quindi il bimbo il pomeriggio (la mattina frequenta il nido) lo passa principalmente con lui. Devo dire che la loro relazione è cambiata notevolmente, ed anche il comportamento del bimbo, addirittura è qualitativamente cambiato il suo moodo di parlare, è diventato più autonomo... Non penso che si possa creare alcun tipo di problema o di inversione di ruoli nella testa del bimbo/a, se chi si occupa di lui è il padre o la madre, soprattutto sono convinta che non sia fondamentale la quantità di tempo ma la qualità.
    e poi si parla tanto di aiuti alle donne che lavorano, di concederle maggiore facilitazioni di accesso al lavoro e poi ci si scandalizza per un padre che si occupa a tempo pieno della propria figlia?

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di psychodany
    Data registrazione
    19-03-2006
    Messaggi
    11,484
    Premettendo che non sono per niente d'accordo con quasi psicologa (per quello che sono riuscita ad interpretare ), io non ci vedrei niente di male
    Innanzitutto sarebbe positivo, perchè vorrebbe dire non dover essere costretti a portare per forza di cose due stipendi a casa e arrivare comunque alla fine del mese così --->
    E poi abbiamo voluto la parità... ebbene, potrebbe benissimo rientrarci anche questo.

    Ho il moroso il cui lavoro prevede che faccia dei turni di 24h consecutive ogni tre o quattro giorni: sapeste quante volte mi ha raccontato questa sua fantasia "Nei giorni dello smontante, potrei pensare io a tutto, anche ad eventuali pargoli, mentre tu saresti a lavoro".


    VIRTUTE SIDERUM TENUS

  8. #8
    Ninetta!
    Ospite non registrato
    Ciao Julia1976! Ho dato una letta veloce veloce all'articolo...io penso che non ci sia proprio niente di male! Cioè, i bambini crescono nel modo in cui i genitori li abituano, e se loro riescono a gestire con intelligenza una situazione in cui anche la madre lavora e non può dedicarsi a tempo pieno al bambino...bè,tanto di cappello! Probabilmente se ci si è posti questo quesito è perchè fino a pochi anni fa era dato per scontato che la principale figura di riferimento per i figli dovesse essere la madre, ma come dice l'antropologo citato nell'articolo "La famiglia è una costruzione sociale, un fenomeno nient'affatto naturale. Per questo cambia, e può continuare a farlo”

    E poi (ma questa è una mia personalissima opinione!!) passare maggior tempo con i propri figli può arricchire prima di tutto i padri stessi...Penso che ci siano molti uomini che vorrebbero passare più tempo in famiglia ma magari non possono perchè il lavoro non glielo permette.


  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di ninetta82
    Data registrazione
    01-03-2008
    Residenza
    lazio
    Messaggi
    922
    ciao ninetta!!!
    sono d'accordo con te...
    finchè non ho iniziato a lavorare mio marito tendeva a delegare la cura di nostro figlio quasi completamente a me, ora invece che i miei 2 ometti stanno di più insieme ci sentiamo più famiglia.
    e poi non è che se lavori non hai più tempo per i figli, certo bisogna rinunciare ad altre cose, ma lo fai con piacere... dopo una giornata di lavoro non vedo l'ora di rilassarmi con quella peste di mio figlio!

Privacy Policy