• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di ladybird
    Data registrazione
    11-03-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    71

    progettazione corso di formazione

    Ciao a tutti,
    dopo aver maturato una discreta esperienza nell'ambito della ricerca e selezione, mi è stato commissionato un corso di formazione per figure commerciali junior nell'azienda dove lavoro.
    Pensavo di toccare le seguenti tematiche: comunicazione, negoziazione, team building, problem solving, non leadership in quanto si tratta di figure junior.
    Ho intenzione di arricchirlo con giochi d'aula e role playing, avrei pensato al dilemma del prigioniero e al gioco delle arance, ma la mia conoscenza si ferma qui...

    Mi è sembrato che molti di voi siano veramente esperti nell'ambito formativo, quindi vi vorrei chiedere se avete da segnalarmi qualche suggerimento e consiglio e se pensate che possa andare bene la mia scaletta.

    L'ultima informazione, ho a disposizione da un minimo di 30 ore ad un massimo di 60.

    Grazie a tutti in anticipo per le vostre risposte

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di Andrea1975
    Data registrazione
    05-07-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    174
    Credo che la variabile fondamentale sia l'obbiettivo del corso. Vale a dire cosa l'azienda si prefigge attraverso questo corso. Vuole aumentare le conoscenze, le capacità o le competenze? E nel caso in quale ambito? Qual è il livello di partenza dei partecipanti? E' un gruppo eterogeneo? Quanti sono?

    In funzione di queste variabili decidi le modalità, gli strumenti, le attività e i contenuti da erogare.

    Poi ora arriva Biz, che in tema di formazione è il guru del forum, e ti dice di più...
    Dr. Frankenstein: Werewolf?
    Igor: There.
    Dr. Frankenstein: What?
    Igor: There wolf. There castle

  3. #3
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702
    Il guru

    Un gioco riassuntivo su comunicazione e team building può essere quello della donna sul ponte, per far osservare a loro quali sono le dinamiche di presa di decisione, perchè il gruppo fallisce (beh di solito fallisce ), e farli ragionare su come ogni persona in realtà tenda, se non "allenata" a portare l'acqua al proprio mulino piuttosto che al "mulino di gruppo". Domanda: come si potrà fare in futuro per evitare questo? Far riconoscere loro quello che è successo.

    Un'altra esercitazione sulla presa di decisione è il "Naufragio" (dove poi in plenaria si leggono le strategie di scelta, le dinamiche intragruppo), di solito si gioca in acquario con due osservatori che in plenaria riportano quello che hanno visto. Anche in questo caso non c'è soluzione, la soluzione giusta è la soluzione condivisa. Ci si arriva di solito? No

    Simile ma più complicata è la NASA, purtroppo porta via un pò di tempo per il calcolo dei punteggi finali...però mostra esattamente se e quanto il lavoro di gruppo dà risultati migliori del lavoro del singolo individuo (questo va fatto con gruppi più maturi, non alla prima esperienza formativa -almeno secondo me-).

    Poi bisogna ovviamente tarare i giochi a seconda dell'obiettivo della committenza, in maniera da orientarti meglio su un argomento e spingere l'acceleratore su quello (e comunque vengono toccati anche tutti gli altri, solo che si spende più tempo sull'obiettivo, naturalmente)
    Ultima modifica di Biz : 03-01-2008 alle ore 13.16.28
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di ladybird
    Data registrazione
    11-03-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    71
    Grazie Biz,
    sei come al solito un pozzo infinito di informazioni...
    Pensavo di comprare oggi un libro che contenga un pò di questi giochi.
    Tu mi sai segnalare uno o più titoli dove posso trovarli?
    Pensavo a "La prima mela" o "Giochi d'aula" di Luperini, ma li conosco solo di nome...
    Ciao

  5. #5
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702
    Ottimo è:
    "Giochi di gruppo. Socializzazione, ruoli e decisione" di Margherita Sberna, ed. CittàStudi
    Non nuovissimo, ma ce ne sono una montagna e anche ben spiegati
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di ladybird
    Data registrazione
    11-03-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    71
    Grazie, oggi passo in libreria e spero di trovarlo, gli do un'occhiata e ti faccio sapere.

  7. #7
    non so se è tardi ma io ti consiglio anche:

    -"role playing, autocasi ed esercitazioni psicosociali", Maurizio Castagna casa ed. FrancoAngeli

    -"apprendimento e formazione nelle organizzazioni", Franco Fraccaroli, casa ed. il Mulino

  8. #8
    Partecipante L'avatar di kilaskiss
    Data registrazione
    17-01-2008
    Residenza
    roma
    Messaggi
    48
    ciao lady bird ... io sto facendo il tirocinio presso l'aviazione civile e mi occupo esclusivamente di formazione!
    come dice andrea 1975 è importante focalizzarsi sull'obiettivo che la committenza vuol raggiungere e tenere sempre a mente la "mission" dell'azienbda in cui si lavora!!!. partendo dall'obiettivo gli argomenti da toccare vengono da sè!!!
    nella progettazione di un corso di formazione gli obiettivi e i temi da trattare vanno definiti e ridefiniti.. quindi nn fare una scaletta fissa e rigida a priori....
    ti consiglierei come esercitazione il role playng... ....
    Ultima modifica di kilaskiss : 18-01-2008 alle ore 12.50.25

  9. #9
    brio3364
    Ospite non registrato
    ciao ladybird

    provo a fare qualche ragionamento sulla tua richiesta
    i temi che tu hai indicato sono importanti ma sencondo me rischiano (rischiano ripeto) di essere poco specifici per le figure commerciali. Come ti suggeriva Andrea la prima cosa da capire sono gli obiettivi, in particolare che cosa si aspetta l'azienda da queste persone, quali caratteristiche ha il loro ruolo sia dal punto di vista della relazione con il cliente che dal punto di vista delle relazioni con le altre aree dell'azienda.
    In secondo luogo, da capire quali sono le eventuali carenze/problemi/difficoltà che questi incontrano nel lavoro (cioè: perchè hanno pensato di far fare loro un corso?)

    Poi: che tipo di vendita è? Mi spiego. Un conto è il venditore porta a porta, un altro il venditore di fondi di investimento e un altro ancora un venditore di impianti industriali. Dipende cioè da quali sono le abilità richieste al venditore.

    Tutto questo può aiutarti a definire bene gli obiettivi del corso. Da questi poi puoi passare a scegliere le metodologie (un consiglio: considera sempre che qualsiasi metodologia è uno strumento e che la finalità ultima resta l'apprendimento delle persone) la durata, i contenuti di dettaglio ecc ecc

    a disposizione per altri chiarimenti!
    marco

  10. #10

    Riferimento: progettazione corso di formazione

    Ciao,
    se ti può essere di aiuto io ho trovato questa pagine sulla formazione management molto interessante Formazione management: dal compito alla vision

Privacy Policy