• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390

    come valutare efficienza cognitiva

    ciao
    quesito.
    Dovrei valutare l'efficienza cognitiva di una signora di circa 55 anni, di cui si ha il sospetto di un ritardo mentale. La domanda che vi pongo è questa: a parte la WAIS, posso utilizzare altri strumenti? Il fine non è infatti tanto quello di valutare l'entità del ritardo in sè, ma l'efficienza cognitiva in toto. Che strumenti posso utilizzare? Avevo pensato a dei test neuropsicologici, ma credo che sia una scelta poco intelligente se effettivamente c'è di base un ritardo mentale, nel senso che poi andrei a correggerli badsandomi su punteggi di correzione non adeguati. Sapete darmi indicazioni?grazie

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Se ho capito bene quindi non ti serve valutare se ha o meno ritardo e di quanto, ma come se la cava nella vita quotidiana?
    In ogni caso potresti farle comunque dei test, non è detto che vada male ovunque, probabilmente alcune funzioni sono nella norma. Anche perchè probabilmente se a 55 anni c'è ancora il sospetto che ci sia ritardo, mi viene da pensare che sia molto lieve, o forse solo borderline.
    A proposito, non c'entra molto, ma un QI di 87 come lo definisci? Non è ritardo, ufficialmente è all'interno di 1 ds quindi in norma, ma mi verrebbe da dire di più che è al limite...

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390
    87 io lo definirei comunque borderline...le tabelle sono elastiche, se ne vedono in giro diverse. In una che ho io borderline arriva sin gli 85. Due punti son minuzie

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390
    Citazione Originalmente inviato da Calethiel Visualizza messaggio
    Se ho capito bene quindi non ti serve valutare se ha o meno ritardo e di quanto, ma come se la cava nella vita quotidiana?
    In ogni caso potresti farle comunque dei test, non è detto che vada male ovunque, probabilmente alcune funzioni sono nella norma. ..
    la questione che mi pongo è relativa alla standardizzazione. I test classici valutano un eventuale decadimento cognitivo, e sono tarati su una popolazione di riferimento sana. Se la persona a cui faccio i test a monte ha un ritardo mentale, tutti i test neuropsicologici che andrò a farle saranno viziati alla base e ovviamente avranno va da sè risultati sotto norma.

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480
    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    87 io lo definirei comunque borderline...le tabelle sono elastiche, se ne vedono in giro diverse. In una che ho io borderline arriva sin gli 85. Due punti son minuzie
    io l'87 non lo definisco nemmeno troppo borderline. Per me rientra nella norma...poi ovviamente ci vuole una buona valutazione qualitativa etc....però io ho fatto l'educatrice di un bimbo con QI 80 e a scuola se la cavava abbastanza bene e anche nella vita quotidiana....non era un ritardo mentale.... ma anche definirlo funzionamento intellettivo al limite dà l'idea di un funzionamento cognitivo che comunque è nella norma. Bisogna ricordare infatti che per la diagnosi del ritardo mentale dil dsm iv richiede anche "Concomitanti deficit o compromissioni del funzionamento adattivo attuale (vale a dire la capacità del soggetto di adeguarsi agli standard tipici della sua età e del suo ambiente culturale) in almeno due delle seguenti aree:

    Comunicazione, cura di sé, vita in famiglia, capacità sociali ed interpersonali, uso delle risorse della comunità, autodeterminazione, capacità del funzionamento scolastico, lavoro, tempo libero, salute e sicurezza."

  6. #6
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480
    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    la questione che mi pongo è relativa alla standardizzazione. I test classici valutano un eventuale decadimento cognitivo, e sono tarati su una popolazione di riferimento sana. Se la persona a cui faccio i test a monte ha un ritardo mentale, tutti i test neuropsicologici che andrò a farle saranno viziati alla base e ovviamente avranno va da sè risultati sotto norma.
    Non è detto che siano per forza sotto la norma...soprattutto se il soggetto in questione non ha un ritardo mentale grave. Generalmente un funzionamento intellettivo limite ha deficit ma anche buone risorse...se tu con test specifici riesci a identificarle hai possibilità per agire su esse per "compensare" le altre problematiche.
    A livello funzionale non saprei cosa indicarti invece...

  7. #7
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390
    Citazione Originalmente inviato da pimo_eli Visualizza messaggio
    Non è detto che siano per forza sotto la norma...soprattutto se il soggetto in questione non ha un ritardo mentale grave. Generalmente un funzionamento intellettivo limite ha deficit ma anche buone risorse...se tu con test specifici riesci a identificarle hai possibilità per agire su esse per "compensare" le altre problematiche.
    A livello funzionale non saprei cosa indicarti invece...


    è il problema minore. Il vero problema è il confronto coi dati normativi che NON si può fare se a monte c'è un RM

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480
    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    è il problema minore. Il vero problema è il confronto coi dati normativi che NON si può fare se a monte c'è un RM
    Allora.... provo a dire la mia (che è solo un'opinione personale). E' vero che i dati normativi sono su una popolazione normale...ma allora anche se li somministro ad un paziente che ha avuto un ESA o altro so per certo che non lo confronto con una popolazione come la sua...cioè la popolazione è nella norma e lui purtroppo no. La stessa cosa dovrebbe accadere nel RM. Cioè io lo confronto lo stesso con una popolazione nella norma e vedo quanto si discosta....ci sono RM che hanno memoria integra e attenzione che è deficitaria....ma sempre deficitaria rispetto alla popolazione nella norma non a RM. (mamma mia spero di essermi espressa bene)

  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Ti sei espressa benissimo, e anche io la penso come te. Nonostante il ritardo mentale un soggetto può avere delle funzioni conservate, o comunque meno deficitarie di altre. Quindi non ci vedo niente di male a confrontare i risultati con quelli di soggetti normali, in fondo anche quando fai test ad un soggetto che ha avuto ictus o altre patologie li confronti con soggetti normali e non con soggetti con la stessa patologia.

    Il mio caso di QI 87 invece non è ritardo ma è conseguente ad un trauma cranico, ed è dovuto a cadute specifiche in determinate prove nell'area verbale. Solo che in questi giorni sto scrivendo la relazione e non sapevo bene come mettere.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  10. #10
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480
    Citazione Originalmente inviato da Calethiel Visualizza messaggio
    Il mio caso di QI 87 invece non è ritardo ma è conseguente ad un trauma cranico, ed è dovuto a cadute specifiche in determinate prove nell'area verbale. Solo che in questi giorni sto scrivendo la relazione e non sapevo bene come mettere.
    Ora ho capito....guarda io generalmente se faccio la WAIS a un traumatizzato cranico non parlo né di ritardo né altro...prendo semplicemente i sub test e li commento (non avrai fatto solo la WAIS)...anche perché o hai una valutazione di QI pregressa o non puoi sapere se c'è ritardo o è solo dovuto al trauma. Quindi dove lavoro di solito parliamo dei vari subtest (magari anche del punteggio globale) ma senza far riferimento alle tabelle per la diagnosi di RM. (spero di esserti stata d'aiuto)....e Buon Anno!

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di paky
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    6,026
    Anche a me è capitato di somministrare test neuropsicologici a soggetti con ritardo mentale e mi sono chiesta anche io quanto fosse il caso di correggere i test sulla base di standardizzazioni che si riferiscono a una popolazione normale.
    Però alla fine è come dicono pimo_eli e calethiel: se devi valutare le funzioni cognitive del soggetto, è proprio il confronto con i soggetti normali a dirti se quel soggetto è deficitario in alcune aree piuttosto che in altre.
    Diverso è, secondo me, se devi valutare le funzioni cognitive in un soggetto in cui al ritardo mentale si è associato un danno cerebrale o una degenerazione lì fare il confronto con i normali non avrebbe senso, ma dovresti conoscere il livello cognitivo generale premorboso per poter isolare gli effetti del danno
    ...love is passion, obsession, someone you can't live without.
    I say fall head over heels.
    Find someone you can love like crazy and who'll love you the same way back.
    How do you find him? Well, forget your head and listen to your heart.
    'Cause the truth is that there's no sense living your life without this.
    To make the journey and not fall deeply in love... well, you haven't lived a life at all.
    But you have to try, because if you haven't tried, you haven't lived.

    Meet Joe Black

  12. #12
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390
    quindi fareste senza problemi dei test neuropsicologici....
    un'altra cosa. Se non volessi trasformare i punteggi grezzi in punteggi equivalenti, ma fare solo un confronto qualitativo tra i punteggi ottenuti dal soggetto e quelli della popolazione, in ogni test prima delle griglie di correzione ci sono anche le tabelline in cui per fasce di età c'è la media e la ds dei punteggi. Per confrontare quelli del mio soggetto con questi punteggi, devo prima correggerli per età e scolarità o prendo il grezzo??

  13. #13
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Con media e deviazione standard non devi fare la correzzione, ma usi il punteggio grezzo.

    Per il "mio" caso invece so che non è ritardo, ma il deficit che si vede è senz'altro riferibile al trauma, anche se non ho il livello premorboso. Infatti è compatibile con la sede della lesione, inoltre il QIP è in norma (104) quello verbale deficitario (79) con cadute specifiche.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  14. #14
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-02-2005
    Residenza
    Sardegna
    Messaggi
    68
    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    quindi fareste senza problemi dei test neuropsicologici....
    un'altra cosa. Se non volessi trasformare i punteggi grezzi in punteggi equivalenti, ma fare solo un confronto qualitativo tra i punteggi ottenuti dal soggetto e quelli della popolazione, in ogni test prima delle griglie di correzione ci sono anche le tabelline in cui per fasce di età c'è la media e la ds dei punteggi. Per confrontare quelli del mio soggetto con questi punteggi, devo prima correggerli per età e scolarità o prendo il grezzo??
    Io somministrerei sia alla signora che a qualche parente stretto o persona vicina, che conosce le capacità e le abitudini della signora, una VINELAND, oltre che, naturalmente la WAIS.

  15. #15
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Ma le Vineland non sono solo per bambini? Non ricordo fino a che età arrivino, forse 18? comunque a livello qualitativo è un'ottima idea!

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy