• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 31
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di Rae
    Data registrazione
    22-11-2003
    Residenza
    * sul ciglio di un equilibrio che non ho *
    Messaggi
    7,432
    Blog Entries
    20

    Terapista ABA ... in regola ?

    Ciao a tutti!
    Ho svolto un lungo tirocinio come terapista ABA ( metodo cognitivo comportamentale) con un bimbo con sindrome di autismo..
    Ora da qualche mese seguo un secondo bimbo, però stavolta vengo pagata, al momento cosi in forma..per cosi dire " informale", ma la mamma del bimbo avrebbe piacere di mettermi in regola, e io pure sinceramente ..
    Come potrei fare la cosa?
    una professionista mi ha parlato di Libera professionista, e quindi aprirmi una partita iva ( ma lei non l ha mai fatto).. ma il costo per la famiglia sarebbe esorbitante perchè poi dovrei stare al tariffario dell'albo.. ( e ora ci sto molto al di sotto ) ..
    La mamma invece mi proponeva di informarmi a proposito di un un contratto particolare, una sorta di contratto a progetto..
    sapete per caso come sarebbe possibile la cosa?
    Farei poche ore però, 6 alla settimana al massimo..
    Non sono proprio pratica di questi cavilli burocratici e non so proprio da che pèarte sbattere la testa

    Sono laureata 3+2, e sto finendo il tirocinio post lauream, a maggio EdS

    Grazie a tutti
    Ma contro i sentimenti siamo disarmati, poiché esistono e basta, e sfuggono ad una qualunque censura. Possiamo rimproverarci un gesto, una frase, ma non un sentimento: su di esso non abbiamo alcun potere.
    M. Kundera

    "Non siamo uomini di buona volontà se ci limitiamo a piangere ciò che si è perso, se ricordiamo solo ciò che non può più tornare. Lo saremo solo se diventiamo consapevoli di ciò che di meglio c'è in noi, di più vitale, e se seguiamo la voce di questa Coscienza" H.Hesse


    "Non sono cattiva.. è che mi disegnano così"
    Per gentile concessione del Lupo Solitario


    fondatrice con Ele* del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...e con una nuova adepta!!Benarrivata Claudina!!


    ...La farfalla , si dice, non sa cos'è il dolore..vive un giorno felice..e poi per sempre muore....

  2. #2
    Partecipante
    Data registrazione
    06-06-2006
    Messaggi
    55

    allora vediamo...

    ciao ciao...allora è assolutamente normale essere confusi su certe cose lo ro anch'io!
    Intanto puoi aprire partita iva e lavorare come psicologo dopo aver conseguito l'abilitazione, nel senso che per poter aprirti la partita iva come psicologo devi prima essere abilitato all'esercizio della professione....in teoria ancora lo stato non ti riconosce come psicologo ma solo come un laureato in psicologia, la differenza sta nel fatto che il primo avendo superato l'esame di abilitazione può lavorare, il secondo no...rileggendo credo di non essere stata molto chiara...informati bene...ciao a presto e in bocca a lupo

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    penso sia possibile che la famiglia ti faccia un contratto a progetto, se ne trovano anche in internet da scaricare e adattare alle esigenze particolari.

    so che una mia amica, sempre come terapista ABA, è stata messa in regola attraverso una coop: nel senso che d'accordo con la coop, la famiglia ha detto che non vuole un altro educatore (quello che doveva essere pagato dal Comune) ma lei per far questa terapia e così la coop l'ha assunta a progetto e lei è in regola.

    prova a informarti!
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  4. #4
    Partecipante
    Data registrazione
    22-07-2007
    Messaggi
    46
    terapista o terapeuta?
    Ma l'ABA non si occcupava esclusivamente di Anoressia E Bulimia?

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Reserved, l'ABA di cui si sta parlando in questo thread è una metodologia che si usa con soggetti autistici:
    ABA sta per applied behavior analysis, l’analisi applicata del comportamento, e consiste nell’applicazione delle tecniche di condizionamento operante. Gli elementi chiave dell’intervento sono la motivazione, l’aiuto e la chiarezza. Il condizionamento operante agisce sulla motivazione della persona, sostituendo quella che per una persona normale sarebbe la motivazione naturale, con dei "premi" (rinforzi) artificiali. Ad esempio, un bambino normale è motivato a imitare le altre persone forse dal piacere di farlo, forse dalle abilità nuove che riesce a padroneggiare. Il bambino autistico non trova motivazioni intrinseche nella situazione spontanea, quindi non impara ad osservare né ad imitare, con la conseguente limitazione del suo sviluppo. La risposta comportamentale è di incentivare l’osservazione attraverso l’imitazione guidata. Al bambino viene data un’istruzione del tipo "fai così", viene aiutato a compiere il gesto d’imitazione e viene premiato (rinforzato) per il suo sforzo. Il rinforzo avviene in conseguenza allo sforzo migliore del bambino, che non necessariamente equivale a riuscire a fare l’azione da solo, anzi, magari all’inizio lo sforzo migliore del bambino potrebbe essere di non opporsi all’aiuto dell’adulto. Quindi, oltre alla motivazione della persona si aggiunge il secondo elemento chiave dell’intervento, l’aiuto. Tanto è vero che la tecnica viene anche chiamata "l’apprendimento senza errori" (errorless learning) perché il bambino è motivato attraverso i rinforzi e aiutato dall’adulto in modo che non possa che sperimentare il successo. Il terzo elemento chiave è la chiarezza. L’ambiente fisico viene strutturato per facilitare l’apprendimento e all’inizio l’insegnamento viene fatto attraverso le prove distinte (discrete trial teaching), una tecnica che facilita il compito in relazione alle abilità del bambino. Ad esempio, se vogliamo insegnare "bicchiere" ad un bambino che non riesce a consegnare un oggetto su richiesta, chiediamo la consegna del bicchiere inizialmente quando c’è solo il bicchiere sul tavolo, poi in presenza di un altro oggetto e solo successivamente in mezzo a tanti altri oggetti. In seguito all’insegnamento così strutturato avviene la fase della "generalizzazione" delle abilità imparate. Il bambino viene aiutato ad utilizzare le sue nuove abilità con materiali nuovi, in situazioni diverse e/o più complesse, con persone nuove ecc.


    L'ABA che intendi tu è l'associazione per lo studio e la ricerca su anoressia, bulimia e disturbi alimentari.

  6. #6
    Partecipante
    Data registrazione
    22-07-2007
    Messaggi
    46
    ringrazio per la delucidazione.
    non essendo il mio campo d'intervento non conoscevo questa tecnica.
    molto interessante, grazie.

  7. #7
    atenanike
    Ospite non registrato
    Ciao,anni fa mia zia tramite il Comune ha potuto scegliere la terapista domiciliare.Praticamente la bimba aveva diritto ad un tanto di ore settimanali,mia zia naticipava la spese però il Comune la rimborsava,mi pare che la terapista facessa una ritenuta d'acconto,era libera professionista perchè lavorava anche con altri bambini.Comunque restava anche fuori dalle ore stabilite con ilComune.magari la sera,e logicamente la pagva a parte.Provate ad informarvi al Comune di residenza....
    Mi apre che fosse un'agevolazione prevista dalla L.104,però non ne sono sicura...

  8. #8
    atenanike
    Ospite non registrato
    Ho letto meglio il post di Luisa,quello di mia zia era l'educatore comunale,ma lei poteva scegliere chi voleva....infatti aveva messo un'annuncio e selezionato tra diversi candidati che si erano presentati...lei non voleva quello del comune,perchè non sapeva chi le avrebbero mandato,anche perchè la persona che poi ha scelto ha fatto una prova,quello comunale te lo mandano e quello ti devi tenere.Non so per quale motivo lei abbia potute rifiutare quello del Comune,penso che ci sia questa possibilità comunque...

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Rae
    Data registrazione
    22-11-2003
    Residenza
    * sul ciglio di un equilibrio che non ho *
    Messaggi
    7,432
    Blog Entries
    20
    Grazie!!
    infatti una vicina di casa di questa mamma ha appunto una terapista e le spese le vengono rimborsate proprio dal comune!!
    interessante la cosa dei contratti a progetto scaricabili da internet.. ma sapete se posso farlo anche prima dell'abilitazione?
    Grazie mille ancora a tutti
    Ma contro i sentimenti siamo disarmati, poiché esistono e basta, e sfuggono ad una qualunque censura. Possiamo rimproverarci un gesto, una frase, ma non un sentimento: su di esso non abbiamo alcun potere.
    M. Kundera

    "Non siamo uomini di buona volontà se ci limitiamo a piangere ciò che si è perso, se ricordiamo solo ciò che non può più tornare. Lo saremo solo se diventiamo consapevoli di ciò che di meglio c'è in noi, di più vitale, e se seguiamo la voce di questa Coscienza" H.Hesse


    "Non sono cattiva.. è che mi disegnano così"
    Per gentile concessione del Lupo Solitario


    fondatrice con Ele* del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...e con una nuova adepta!!Benarrivata Claudina!!


    ...La farfalla , si dice, non sa cos'è il dolore..vive un giorno felice..e poi per sempre muore....

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    per la questione dell'abilitazione, il punto è se volete scrivere psicologa o meno.... ma visto il tipo di lavoro, se come inquadramento mettete educatore specializzato o qualcosa di simile non c'è nessun problema.

    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di Arte1misia
    Data registrazione
    29-06-2007
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    7,818
    Interessante questo argomento!
    Chiedo una cosa se era laureata triennale con l'eds albo B cosa poteva fare?
    Nicoletta
    Odio essere bipolare. È fantastico!
    via largofactotum su tumblr

    su anobii http://www.anobii.com/nicoletta/books

    La forza non viene dal vigore fisico. Viene da una volontà indomabile.
    M. Gandhi
    Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
    M. K. Gandhi



    >>>>>la mia playlist<<<<<

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Anche qui dipende... anche da dove vivi.
    Se sei già iscritta all'Albo, possono esserci delle restrizioni (mi pare che quello del Veneto abbia messo dei bei paletti in merito) sul fattop di lavorare come educatori... Quindi in questo caso è meglio non usare nel contratto a progetto questa dicitura.

    Altra alternativa è la P. IVA o la ritenuta d'acconto (ma onestamente non so il massimale per usare questa... dovresti chiedere).
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di Rae
    Data registrazione
    22-11-2003
    Residenza
    * sul ciglio di un equilibrio che non ho *
    Messaggi
    7,432
    Blog Entries
    20
    Citazione Originalmente inviato da LuisaMiao Visualizza messaggio
    Altra alternativa è la P. IVA o la ritenuta d'acconto (ma onestamente non so il massimale per usare questa... dovresti chiedere).
    alla fine della fiera ti entrano in tasca il 50% dei soldi che ti pagano..se lavori come liobera professionista..
    conviene solo se hai tanti bambini in carico e copri molte ore..sennò nada..
    una mia amica che lavora da un commercialista mi ha consigliato il contratto a progetto, però cè ppunto questa questione dell'educatore..da me in veneto una psicologa non può lavorare come educatore quasi mai..
    Ma contro i sentimenti siamo disarmati, poiché esistono e basta, e sfuggono ad una qualunque censura. Possiamo rimproverarci un gesto, una frase, ma non un sentimento: su di esso non abbiamo alcun potere.
    M. Kundera

    "Non siamo uomini di buona volontà se ci limitiamo a piangere ciò che si è perso, se ricordiamo solo ciò che non può più tornare. Lo saremo solo se diventiamo consapevoli di ciò che di meglio c'è in noi, di più vitale, e se seguiamo la voce di questa Coscienza" H.Hesse


    "Non sono cattiva.. è che mi disegnano così"
    Per gentile concessione del Lupo Solitario


    fondatrice con Ele* del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...e con una nuova adepta!!Benarrivata Claudina!!


    ...La farfalla , si dice, non sa cos'è il dolore..vive un giorno felice..e poi per sempre muore....

  14. #14
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    14-04-2007
    Messaggi
    99
    qui in emilia la maggior parte di psicologi lavorano come educatori....in che senso non è possibile in veneto?

  15. #15
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Citazione Originalmente inviato da Rae Visualizza messaggio
    una mia amica che lavora da un commercialista mi ha consigliato il contratto a progetto, però cè ppunto questa questione dell'educatore..da me in veneto una psicologa non può lavorare come educatore quasi mai..
    sì, ma l'Albo non può dire niente fino a quando non sei iscritta o se il contratto è precedente all'iscrizione (e ci mancherebbe anche questa). quindi se lo fai adesso, non ci sono problemi

    in bocca al lupo!!

    Forse anch'io inizio col nuovo anno un percorso in questo senso, ma ancora ne so davvero poco...
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy