• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di silviats
    Data registrazione
    06-11-2004
    Residenza
    trieste
    Messaggi
    431

    servizio di sostegno alla prima infanzia?

    ciao a tutti...chiedo a chi lavora nelle coop...che cos'è un servizio di sostegno alla prima infanzia (domiciliare)?

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    mmm... domanda non facile.
    per il semplice motivo che anche lo stesso servizio cambia nome a 50 km di distanza.... nel senso che quello che posso intendere io come servizio domiciliare è una cosa, da te potrebbe essere tutt'altra.
    l'unico modo per saperlo è chiederlo alla coop stessa: se cercano personale devono pure spiegare che lavoro si andrà a svolgere, dove e con che mansioni.

    In bocca al lupo!
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di sportgirl
    Data registrazione
    24-11-2005
    Residenza
    trieste
    Messaggi
    5,056
    e in alcuni luoghi lo fanno passare per semplice babysitteraggio
    "chi la dura la vince"

    "non c'è niente di più comune che il desiderio di essere importanti"

    "la vita è come una battaglia navale...oggi ci sei...domani effe otto"

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di silviats
    Data registrazione
    06-11-2004
    Residenza
    trieste
    Messaggi
    431
    l'altro giorno guardavo il cv di una ragazza dove faccio tirocinio e scriveva che aveva lavorato in questo modo presso una coop ed era una cosa che non avevo mai sentito!

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    09-05-2007
    Residenza
    liguria
    Messaggi
    1,277
    Qui in Liguria é il così detto AFFIDO EDUCATIVO, svolto ormai in toto da neo laureati in psicologia e si svolge prevalentemente a domicilio su invio del Distretto sociale che in alcuni casi si avvale di coop che ci mettono il personale.

    E' un servizio tosto soprattutto se si è all'inizio della carriera
    il silenzio è pace, è serenità. A.G.

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    qui in lombardia quello che dici tu tanatoss si chiama ADM (assistenza domiciliare milnori) o ADH (assistenza domiciliare handicap): è bello tosto, lo dico per esperienza dato che ci lavoro da quasi due anni... ma da noi ci sono anche un amre di educatori. in molti Comuni che fanno il bando per le coop c'è la limitazione per il titolo di studio
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di Faby78
    Data registrazione
    19-05-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    179
    Anche qui a Roma si chiama ADM e ADH...
    Nel primo caso è un servizio che ha l'obiettivo di evitare l'allontanamento del minore dalla famiglia (si tratta spesso di situazioni molto problematiche) attraverso l'inserimento di una figura (l'assistente domiciliare) che ha il compito di valutare la condizione psicofisica dei minori, di svolgere un sostegno alla genitorialità (anche nelle attività di cura dei bambini) e di analizzare le eventuali risorse di rete da attivare...
    Nel secondo caso spesso si riduce ad una forma di assistenzialismo al bambino disabile, mentre l'obiettivo sarebbe incrementare l'autonomia, sostenere i genitori ed attivare delle risorse di rete per favorire l'integrazione del bambino...

    Almeno qui a Roma i due servizi sono gestiti da cooperative che si aggiudicano il bando che periodicamente viene promosso dal Comune... Qui le cooperative sono ben contente di avere come assistenti domiciliari degli psicologi e spesso tutti chiudono anche piu di un occhio sul fatto che non rientra tra i titoli richiesti

    Io ho lavorato da studentessa universitaria per tre anni nel servizio di ADM e la considero un'esperienza molto formativa, che da l'opportunità di lavorare con i minori e in equipe con altre figure professionali (come assistenti sociali, Tribunale e psicologi della ASL...) e, cosa molto importante, periodicamente bisogna scrivere delle relazioni sull'andamento del servizio per cui si impara anche a scrivere una relazione per i servizi sociali per esempio

    Però è un'esperienza anche molto faticosa e soprattutto poco remunerativa economicamente... ma a questo noi psicologi siamo abituati credo

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    la cosa che mi lascia perplessa è il riferimento alla prima infanzia: nel senso che (almeno qui da me), l'ADM e l'ADH si attuano quando il minore in oggetto ha dai 3 anni ai 17... non proprio prima infanzia
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  9. #9
    Partecipante Assiduo L'avatar di Faby78
    Data registrazione
    19-05-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    179
    Qui a Roma il limite è 15 anni, l'età minima non saprei... io ho seguito anche una bimba di un anno per cui forse non c'è un limite preciso...
    In effetti il riferimento alla prima infanzia è molto specifico, chissà forse è un servizio volto ad aiutare i genitori nelle attività di cura con i figli molto piccoli...

    Silviats facci sapere che questa cosa ci incuriosisce

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di Serena75
    Data registrazione
    31-03-2005
    Messaggi
    206
    davvero, faby 78, è così semplice essere chiamati per fare l'adm e l'adh a Roma? io non ho mai ricevut risposta in passato da nessuna cooperativa, inviando il mio c.v. forse anche per fare questo serve il passaparola.
    O forse ci sono cooperative più disponibili di altre a prendere psicologi per questo tipo di lavoro?
    hai qualche nome di coop da fare, visto che fai questo lavoro?
    e infine, è un lavoro per cui si segue il minore quotidianamente o è più saltuario (te lo chiedo perchè fortunatamente, sto facendo anche altro)
    grazie per le risposte!!!!
    e auguri a tutti

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di Faby78
    Data registrazione
    19-05-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    179
    Citazione Originalmente inviato da Serena75 Visualizza messaggio
    davvero, faby 78, è così semplice essere chiamati per fare l'adm e l'adh a Roma? io non ho mai ricevut risposta in passato da nessuna cooperativa, inviando il mio c.v. forse anche per fare questo serve il passaparola.
    O forse ci sono cooperative più disponibili di altre a prendere psicologi per questo tipo di lavoro?
    hai qualche nome di coop da fare, visto che fai questo lavoro?
    e infine, è un lavoro per cui si segue il minore quotidianamente o è più saltuario (te lo chiedo perchè fortunatamente, sto facendo anche altro)
    grazie per le risposte!!!!
    e auguri a tutti

    Ciao Serena, forse non sono stata chiara nel messaggio ma non intendo dire che a Roma è facile essere chiamati per fare l'adm o l'adh, ma solo che che le cooperative spesso sono ben contente di avere degli psicologi come assistenti. Cosa occorre per essere chiamati? come hai intuito serve il passaparola, almeno nella mia esperienza non mi ha mai risposto nessuna cooperativa a cui ho inviato il curriculum, mentre sono stata chiamata nel giro di una settimana dalle due coop per cui ho lavorato attraverso delle amche che già ci lavoravano... è triste ma nella mia esperienza il passaparola è stato fondamentale!
    Ormai non lavoro piu nell'ADM da quasi due anni per cui non saprei indicarti delle cooperative, ma se non conosci nessuno che può inserirti in una coop ti consiglio di rivolgerti personalmente agli assistenti sociali del tuo municipio per chiedere informazioni e per portare direttamente il tuo curriculum...
    Per quanto riguarda il lavoro, il minore nell'ADM viene seguito generalmente per 4-6 ore alla settimana, a secondo delle situazioni e degli obiettivi del progetto... Le ore le puoi gestire autonomamente, in genere ci si accorda con la famiglia e si suddividono in modo da vedere il minore almeno due volte alla settimana. é un lavoro molto flessibile e che da la possibilità di fare anche altro...

Privacy Policy