• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di piccola584
    Data registrazione
    15-05-2006
    Messaggi
    158

    consiglio: nido o materna?

    ciao! allora mi hanno proposto 2 lavori, m aiutereste a valutare x favore?!
    il primo: cooperativa, tempo indeterminato...e già qui...che gabola ci sarà sotto all'offrire il tempo indet? mah.. sostegno su asilo (materna). quinto livello...quant è il quinto livello praticamente, chi me lo sa dire?

    il secondo: asilo nido, educatrice, contratto a progetto, paga sicuramente + alta però boh...

    mi aiutereste a evidenziare i pro e i contro x poter prendere una decisione? grazie!!

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    allora, andiamo con ordine.
    io ti posso dare qualche indicazione in merito ai contratti ma poi è importante anche che tu scelga o abbia una predisposizione per lavorare con i bimbi del nudo oppure di fare un sostegno alla materna. si chiama sempre educatore, ma il lavoro è ben diverso.

    un contratto a tempo indeterminato è il sogno di tutti nel senso che ha una serie di garanzie: hai ferie e malattie pagate, permessi retribuiti, la tredicesima, e non ti possono lasciare a casa da oggi a domani, maturazione del TFR. per il livello, questa è la tabella (ovviamente parlo di CCNL delle coop sociali... ma in effetti tu non hai specificato se era questo il riferimento o meno):
    I profili professionali sotto illustrati hanno carattere esemplificativo.

    1° livello.

    Addetta/o alle pulizie, addetta/o alla sorveglianza e custodia locali,addetta/o all'assolvimento di commissioni generiche, addetta/o ai servizi di spiaggia, ausiliaria/o.

    2° livello.

    Bagnina/o, operaia/o generica/o, centralinista, addetta/o alla cucina.

    3° livello.

    Operaia/o qualificata/o, autista con patente B/C, aiuto cuoca/o, addetta/o all'infanzia con funzioni non educative, addetta/o alla segreteria, assistente domiciliare e dei servizi tutelari operatrice/ore socio-assistenziale addetta/o all'assistenza di base o altrimenti definita/o non formata/o.

    4° livello.

    Operaia/o specializzata/o, cuoca/o, autista con patente D/K, autista soccorritrice/ore, autista accompagnatrice/ore, impiegata/o d'ordine, animatrice/ore senza titolo, assistente domiciliare e dei servizi tutelari operatrice/ore socio-assistenziale addetta/o all'assistenza di base o altrimenti definita/o formata/o, operatrice/ore tecnico dell'assistenza, istruttrice/ore di attività manuali ed espressive, istruttrice/ore di nuoto, guida.

    5° livello.

    Educatrice/ore senza titolo, capo operaia/o, capo cuoca/o, assistente domiciliare e dei servizi tutelari operatrice/ore socio-assistenziale addetta/o all'assistenza di base o altrimenti definita/o coordinatrice/ore, maestra/o di attività manuali ed espressive, guida con compiti di programmazione, massaggiatrice/ore, animatrice/ore con titolo, infermiera/e generica/o, assistente all'infanzia con funzioni educative, operatrice/ore dell'inserimento lavorativo, impiegata/o di concetto operatrice/ore dei servizi informativi e di orientamento.

    6° livello.

    Impiegata/o di concetto con responsabilità specifiche in area amministrativa, educatrice/ore professionale, assistente sociale, infermiere, capo cuoca/o-dietista, fisioterapista, terapista occupazionale, psicomotricista, logopedista, ricercatrice/ore dei servizi informativi e di orientamento.

    7° livello.

    Capo ufficio, coordinatrice/ore di unità operativa e/o servizi semplici,educatrice/ore professionale coordinatrice/ore.

    8° livello.

    Coordinatrice/ore di unità operativa e/o servizi complessi, psicologa/o,sociologa/o, pedagogista, medico.

    9° livello.

    Responsabile di area aziendale, psicologa/o - sociologa/o - pedagogista -medico se in possesso di 5 anni di esperienza nel settore cooperativo.

    10° livello.

    Responsabile di area aziendale strategica, direttrice/ore aziendale.

    nel caso di contratto a progetto, non ci sono ferie, malattie o permessi quindi se per qualunque motivo un giorno non lavori, non vieni retribuito. non c'è TFR né tredicesima. è a tempo determinato e la fine del rapporto di lavoro puà arrivare in qualunque momento (a volte, ma non è detto, ci sono nella lettera d'incarico delle clausola su questo punto, nel senso che scrivono 10-15 gg di preavviso... ma non è detto che ci sia).

    spero ti sia un po' più chiaro
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di piccola584
    Data registrazione
    15-05-2006
    Messaggi
    158
    grazie della risposta...
    ma l'unica cosa ke non capisco è: contratto tempo indeterminato, ma su supplenze mi pagano a giornata... quindi voglio dire, cosa conviene loro farlo a tempo indet? se un giorno dico ke nn posso lavorare mica me lo pagano cmq.. o no?

    poi un'altra cosa: è normale ke m faccian pagare una quota d iscrizione alla cooperativa?

    PS: i lavori mi piacciono entrambi...x quello sono combattuta!!

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Carrie
    Data registrazione
    21-11-2004
    Residenza
    latina
    Messaggi
    526
    probabilmente non c'entra niente..a me per un lavoro che però non c'ntra niente col tuo (ufficio), mi hanno fatto un contratto a tempo indeterminato perchè rientravo in una certa categoria che, facendomi quel contratto, permetteva loro di avere elevati sgravi fiscali, cioè non gli costavo quasi niente. potrebbe essere questo il caso?
    "hai scritto me su un foglio senza nome e hai raccontato una storia trasparente...." l'aura

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Citazione Originalmente inviato da piccola584 Visualizza messaggio
    grazie della risposta...
    ma l'unica cosa ke non capisco è: contratto tempo indeterminato, ma su supplenze mi pagano a giornata... quindi voglio dire, cosa conviene loro farlo a tempo indet? se un giorno dico ke nn posso lavorare mica me lo pagano cmq.. o no?
    se sei assunta a tempo indeterminato (o anche per il determinato a dire il vero) e non lavori un giorno succede questo:
    sono ferie, quindi il giorno ti viene scalato da quelli disponibili per ferie e pagato;
    è malattia, presenti certificato medico e vieni comunque pagata;
    è permesso retribuito, e vieni pagata (anche qui c'è un tetto massimo di ore);
    è permesso non retribuito, di solito quando finisic quelli retribuiti, in cui non lavori e non sei pagata.

    le supplenze vengono pagate a giornata perchè escono dal tuo monte ore: ad ex, se hai un contratto per 20 ore alla settimana e in una settimana con le supplenze arrvi a 30 ore, l'eccedenza viene riconteggiata e pagata a giornata (o meglio, ad ore).

    poi un'altra cosa: è normale ke m faccian pagare una quota d iscrizione alla cooperativa?
    sì, è normlae se vieni assunta come socio-lavoratore. come socio paghi una quota di iscrizione (di solito trattenuta dalla prima busta paga). ma informati bene di quant'è.
    Ultima modifica di LuisaMiao : 17-12-2007 alle ore 19.49.21
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  6. #6
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    05-07-2007
    Messaggi
    72
    Se ti piacciono entrambi io ti consiglio quello dipendente a tempo indeterminato! se ti dovessi trovar male...un contratto a progetto lo troverai sempre! il contrario è più difficile!
    per esperienza la quota che dai alla cooperativa (serve per essere socia) ti viene ritornata nel momento in cui lasci il lavoro, altrimenti la tengono loro se non molli fino alla pensione!

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di LePleiadi
    Data registrazione
    21-11-2006
    Messaggi
    324
    Citazione Originalmente inviato da piccola584 Visualizza messaggio
    ciao! allora mi hanno proposto 2 lavori, m aiutereste a valutare x favore?!
    il primo: cooperativa, tempo indeterminato...e già qui...che gabola ci sarà sotto all'offrire il tempo indet? mah.. sostegno su asilo (materna). quinto livello...quant è il quinto livello praticamente, chi me lo sa dire?

    il secondo: asilo nido, educatrice, contratto a progetto, paga sicuramente + alta però boh...

    mi aiutereste a evidenziare i pro e i contro x poter prendere una decisione? grazie!!
    Tempo indeterminato!
    Se ti ammali sei comunque pagata e non è cosa da poco, io sono alle elementari e sono a casa da due settimanese non avessi la malattia pagata a dicembre non avrei preso soldi.

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di claudiapitt
    Data registrazione
    13-09-2004
    Residenza
    provincia varese
    Messaggi
    18,837
    Blog Entries
    62
    il contratto con la cooperativa mi sembra alquanto strano...
    è vero che ti darebbero il tempo indeterminato, che di questi tempi è un miraggio per tutti...ma è anche vero che ti danno un V livello, che in un nido sarebbe normale (per un educatore) ma in una materna no, perchè le insegnanti hanno il VI livello!
    prima di accettare, leggi bene le clausole del contratto!!!




    Credi nell'amore a prima vista o devo ritornare?

    "here I am: Mary Fuckin' Poppins" (S.Jones- S&TC)

    La setta dei gufatori
    Dea della vendetta
    Ex-Inquisitore boia del fu-F.E.R.U.

  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    è vero che le insegnati alla materna hanno il VI livello, ma le insegnanti e non gli educatori di sostegno. e poi in effetti se sei senza titoli risulti nella fascia del V livello come educatore senza titolo...
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

Privacy Policy