• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145

    testi sui disturbi ossessivi...ma su cosa in particolare? consigliatemi se potete!!!

    ciao a tutti!

    Ho deciso che la mia tesi specialistica sarà sui disturbi ossessivi compulsivi.

    Per favore, sapete consigliarmi, farmi venire qualche idea, circa gli argomenti specifici da trattare??

    Nel senso...non posso fare una tesi generica sui distrurbi ossessivi, dovrò trattare un tema specifico connesso a questi tipi di disturbi e approfondirlo!

    Fatemi venire qualche idea per favore!

    Ah se avete anche qualche suggerimento circa la bibliografia è ben accetto!
    Ultima modifica di Tipolina83 : 03-12-2007 alle ore 19.33.58

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di lauramir
    Data registrazione
    01-10-2004
    Messaggi
    308
    Ciao, io faccio tirocinio in un ambulatorio di psicodiagnostica e di casi del genere ne capitano sempre. Ti dico subito che spesso a primo impatto sembra che i pazienti abbiano un DOC, ma con un'analisi testologica più approfondita scopriamo spesso che si tratta di una psicosi ossessiva. Dipende tu su cosa ti vuoi concentrare, perchè le due cose sono molto diverse. Se vuo fare solo DOC bè puoi fare tante cose, anche un'indagine psicodiagnostica su paziente con doc(lavarsi spesso; guardare bambini; scrivere tutto ciò che si pensa e si sente dire, ecc....), puoi sbizarrirti. Magari vedi se il prof ti da un caso clinico e parti da quello.
    Spero di esserti stata di aiuto.

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145
    grazie per la risposta!!

    Il mio professore mi ha già detto che dovrò muovermi autonomamente sia per quanto riguarda la bibliografia sia per quanto riguada la scelta dell'ambito da approfondire dei disturbi ossessivi...quindi niente possibilità di avere un caso clinico! :/

    Posso chiederti cosa intendi con indagine psicodiagnostica su paziente con doc???

    Grazie mille!!!

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di lauramir
    Data registrazione
    01-10-2004
    Messaggi
    308
    Dunque io ho fatto il tirocinio in psicodiagnostica e procediamo così:

    -Si fa l'anamnesi approfondita del paziente
    -In base alla storia del paziente decidiamo sul momento di eseguire dei test psicodiagnostici che ci aiutino a capire il tipo di personalità del soggetto (per la personalità somministiamo Rorschach; MMPI2; 16 PF; Bender, figura umana, ecc). A volte anche test per l'ansia, per la depressione ecc. Dipende tutto dall'anamnesi, magari basta un solo test per avere già un quadro più completo.
    -Guardando risultati dei test e anamnesi possiamo arrivare a definire una diagnosi di struttura del paziente e in base a questa adottare il metodo migliore di trattamento.

    Capire che tipo di paziente hai di fronte è fondamentale perchè nel caso del paziente con DOC (può essere sia nevrotico che psicotico) o del paziente psicotico ossessivo i trattamenti sono molto diversi. Grazie ai test noi riusciamo a capire se quel paziente ha un disturbo DOC su struttura nevrotica o psicotica.
    Ora è ovvio che dall'anamnesi si capirà già che il paziente ha un DOC, ma con l'aiuto dei test si può andare a capire più in fondo, vedere cosa c'è sotto questo disturbo, che tipo di personalità e anche alcune problematiche che si nascondono dietro il disturbo. Solo dopo aver capito ciò, si potrà adottare il metodo di psicoterapia più adatto e sarà molto differente. Con il nevrotico si lavora in un modo, con lo psicotico in un altro.

    Tutto questo discorso secondo me sarebbe buono metterlo nella tua tesi, anche un capitoletto, diciamo le differenze tra Doc e psicosi ossessiva.
    Se vuoi ancora chiarimenti non esitare.
    Ultima modifica di lauramir : 04-12-2007 alle ore 23.06.28

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145
    Citazione Originalmente inviato da lauramir Visualizza messaggio
    Dunque io ho fatto il tirocinio in psicodiagnostica e procediamo così:

    -Si fa l'anamnesi approfondita del paziente
    -In base alla storia del paziente decidiamo sul momento di eseguire dei test psicodiagnostici che ci aiutino a capire il tipo di personalità del soggetto (per la personalità somministiamo Rorschach; MMPI2; 16 PF; Bender, figura umana, ecc). A volte anche test per l'ansia, per la depressione ecc. Dipende tutto dall'anamnesi, magari basta un solo test per avere già un quadro più completo.
    -Guardando risultati dei test e anamnesi possiamo arrivare a definire una diagnosi di struttura del paziente e in base a questa adottare il metodo migliore di trattamento.

    Capire che tipo di paziente hai di fronte è fondamentale perchè nel caso del paziente con DOC (può essere sia nevrotico che psicotico) o del paziente psicotico ossessivo i trattamenti sono molto diversi. Grazie ai test noi riusciamo a capire se quel paziente ha un disturbo DOC su struttura nevrotica o psicotica.
    Ora è ovvio che dall'anamnesi si capirà già che il paziente ha un DOC, ma con l'aiuto dei test si può andare a capire più in fondo, vedere cosa c'è sotto questo disturbo, che tipo di personalità e anche alcune problematiche che si nascondono dietro il disturbo. Solo dopo aver capito ciò, si potrà adottare il metodo di psicoterapia più adatto e sarà molto differente. Con il nevrotico si lavora in un modo, con lo psicotico in un altro.

    Tutto questo discorso secondo me sarebbe buono metterlo nella tua tesi, anche un capitoletto, diciamo le differenze tra Doc e psicosi ossessiva.
    Se vuoi ancora chiarimenti non esitare.

    Non so come ringraziarti, sei davvero gentilissima e disponibilissima.
    Seguirò i tuoi consigli, grazie mille ancora!!!

  6. #6
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Giuppy83
    Data registrazione
    24-04-2007
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,431
    Ciao, Tipolina!
    Tieni presente che molti pz schizofrenici hanno anche un bel DOC, che nel loro caso è una difesa contro la disgregazione dell'Io: il DOC serve loro per tenere insieme le parti del loro Io che altrimenti si disintegrerebbe e li porterebbe allo scompenso psicotico!

  7. #7
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145
    Grazie GiuppY!

    Sai stavo proprio riflettendo sulla possibilità trattare come argomento di tesi il doc in rapporto con altre patologie!

    Pensavo ai soggetti che dopo l'aver convissuto per un po' coi disturbi ossessivi sviluppano una patologia di tipo depressivo!

    Ma anche approfondire il rapporto di "causa-effetto" fra schizofrenia e DOC mi affascinerebbe parecchio! Tra l'altro sinceramente non sapevo ci fosse una connessione! che 'gnurant!

    Comunque...ti aggiungo una reputazioncina, confrontarmi mi serve davvero!

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Giuppy83
    Data registrazione
    24-04-2007
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,431
    Grazie, Tipolina!
    Guarda, io questa cosa l'ho imparata al tirocinio post-lauream, che ho svolto in un centro diurno per pz psichiatrici, in cui ce n'erano un paio con queste caratteristiche, cioè schizofrenici con un DOC.
    Magari sul Gabbard "psichiatria psicodinamica" puoi trovare qualcosa a riguardo!

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145
    Citazione Originalmente inviato da Giuppy83 Visualizza messaggio
    Magari sul Gabbard "psichiatria psicodinamica" puoi trovare qualcosa a riguardo!
    In questi giorni andrò in libreria e inizierò a spulciarlo!
    Grazie 1000!!

  10. #10
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-01-2007
    Residenza
    livorno beach
    Messaggi
    251
    e che mi dite del rapporto tra DOC e alessitimia?pensavo potesse essr un buon argomento ma in letteratura ho trovato poco poco e solo qualche articolo su internet...

  11. #11
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Giuppy83
    Data registrazione
    24-04-2007
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,431
    Am J Psychiatry. 1993 Apr;150(4):658-60
    Alexithymia and anxiety sensitivity in panic disorder and obsessive-compulsive disorder.
    Zeitlin SB, McNally RJ.

    Psychosomatics. 2001 May-Jun;42(3):235-40.
    Alexithymia in DSM-IV disorder: comparative evaluation of somatoform disorder, panic disorder, obsessive-compulsive disorder, and depression.
    Bankier B, Aigner M, Bach M.


    Questo è ciò che ho trovato per ora sul DOC e l'alessitimia; in realtà era un collegamento che non avevo mai pensato, visto che il soggetto DOC (se non sbaglio) cerca di controllare le emozioni, negandole o ricorrendo ad altri meccanismi di difesa come l'intellettualizzazione, la formazione reattiva, etc, mentre l'alessitimico non ha proprio parole per esprimerle. Boh!
    In bocca al lupo!

    E per Tipolina, se decidessi di trattare il DOC e la schizofrenia, tieni anche presente che, dal punto di vista farmacologico, il trattamento del pz con clozapina tende a slatentizzare spesso un DOC preesistente: perciò in alcuni pz schizofrenici il DOC può essere accentuato anche a causa dell'assunzione di clozapina!
    Ultima modifica di Giuppy83 : 06-02-2008 alle ore 00.56.54

  12. #12
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145
    Citazione Originalmente inviato da Giuppy83 Visualizza messaggio
    Am J Psychiatry. 1993 Apr;150(4):658-60
    Alexithymia and anxiety sensitivity in panic disorder and obsessive-compulsive disorder.
    Zeitlin SB, McNally RJ.

    Psychosomatics. 2001 May-Jun;42(3):235-40.
    Alexithymia in DSM-IV disorder: comparative evaluation of somatoform disorder, panic disorder, obsessive-compulsive disorder, and depression.
    Bankier B, Aigner M, Bach M.


    Questo è ciò che ho trovato per ora sul DOC e l'alessitimia; in realtà era un collegamento che non avevo mai pensato, visto che il soggetto DOC (se non sbaglio) cerca di controllare le emozioni, negandole o ricorrendo ad altri meccanismi di difesa come l'intellettualizzazione, la formazione reattiva, etc, mentre l'alessitimico non ha proprio parole per esprimerle. Boh!
    In bocca al lupo!

    E per Tipolina, se decidessi di trattare il DOC e la schizofrenia, tieni anche presente che, dal punto di vista farmacologico, il trattamento del pz con clozapina tende a slatentizzare spesso un DOC preesistente: perciò in alcuni pz schizofrenici il DOC può essere accentuato anche a causa dell'assunzione di clozapina!
    Grazie 100, sei preziosissima

  13. #13
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-01-2007
    Residenza
    livorno beach
    Messaggi
    251
    grazie mille anche da parte mia!lo so, è un collegamento un pò azzardato forse doc-alessitimia però qualche studio è stato fatto..volevo approfondire se ci riesco..

  14. #14
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Giuppy83
    Data registrazione
    24-04-2007
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,431
    Di nulla, figuratevi!

  15. #15
    annat.79
    Ospite non registrato
    ciao sn anna, a me è sempre piaciuto questo tipo di disturbo, perchè secondo me gran parte della popolazione figlia del benessere , ne è molto colpita, personalmente ritengo che debba essere molto approfondito, cmq ci sn molte versioni circa la causa: ma quella più unanime è che dipenda dalle conflittualità originarie dal rapporto madre-figlio.
    in ogni caso ti consiglio il mc williams, che lo esplica in modo molto semplice, ovviamente tanto per iniziare..

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy