• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 46

Discussione: titolo dott.:dubbi...

  1. #1
    casper
    Ospite non registrato

    titolo dott.:dubbi...

    Salve a tutti!
    Il prossimo luglio conseguirò la laurea di primo livello a Padova.
    In passato in questo forum si è dibattuto riguardo al diritto dei laureati di primo livello
    di fregiarsi del titolo di dottore.
    Il tread si concludeva più o meno richiamando quanto scritto sul sito di Ops! nelle faq ovvero:

    "Il titolo di "dottore" a chi spetterà?
    Chi consegue la laurea di primo livello avrà diritto al titolo di dottore,
    mentre coloro che usciranno dalla laurea specialistica,
    saranno denominati dottori specialisti in... (dipende dalla Laurea specialistica conseguita)."

    Tuttavia le informazioni che trovo in rete,
    per quanto incerte sembrano andare in tuttaltra direzione
    ovvero ai laureati di primo livello spetterebbe solo il titolo di laureati,
    ai laureati di secondo livello il titolo di dottore.
    Qualcuno ha notizie più fresche rispetto a questa situazione?
    Mi rivolgo a tutti,
    in particolare agli studenti de "La Sapienza",
    dove a quanto pare si sono gia laureati i primi triennali!

    Mi piacerebbe davvero sapere finalmente con certezza se andrò
    in vacanza come dottore o come laureato! :-)
    Saluto fin da ora coloro i quali leggeranno questo post
    e soprattutto coloro i quali risponderanno collaborando definire
    una volta per tutte questa questione
    Buona vita a voi Casper:wink:[COLOR=darkblue]

  2. #2
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Bel quesito!!!
    Io ho sempre pensato ti diventare "dottore" al termine degli studi triennali... e spero che sia realmente così!
    Tuttavia ho deciso di non fermarmi alla laurea di primo livello e di aggiungere a questa gli altri due anni di specializzazione, quindi prima o poi spero cmq di essere "dottore"!
    Si tratta di una pura formalità o ci sono conseguenze nel non essere fregiati di tale titolo?
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  3. #3
    casper
    Ospite non registrato
    Ciao!
    Che ci piaccia o meno, nella società italiana il titolo di Dottore
    conferisce prestigio, il fatto che questo possa non essere conseguito
    in seguito alla laurea di primo livello potrebbe costituire un Handicap di status
    per coloro i quali desiderano inserirsi nel mondo lavorativo dopo la laurea triennale.
    Il problema sarebbe, a mio avviso, percepito soprattutto dagli psicologi che intendono
    intraprendere professioni in ambito aziendale, dove essere chiamati Sig. Rossi e Dott. Rossi
    è un pò diverso.
    Mi permetto di aggiungere che nelle intenzioni espresse in una intervista
    (apparsa su repubblica la scorsa estate) l'allora rettore dell'Università di Padova
    ha manifestato l'intenzione del sistema universitario di garantire a molti la laurea triennale
    e a pochi la specialistica. Ne conseguitebbero molti laureati e pochi dottori...
    ecco che allora il titolo diventerebbe una specie di "marchio di qualità"...
    fermo restando che ci saranno sempre bravi "non dottori" e pessimi "dottori"...o viceversa!!!
    saluti Casper

  4. #4
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Non so se è così per tutte le facoltà... ma mi pare che la laurea triennale conferisca il titolo di "dottore" al pari di una laurea del vecchio ordinamento... almeno così mi è stato riferito da alcuni studenti che hanno conseguito la laurea in altre facoltà... ma per psicologia non so si adotterà lo stesso criterio!
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    bella domanda questa! anche se una volta arrivata alla triennale voglio necessariamente la specialistica!!!!

  6. #6
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Originally posted by sunflower
    bella domanda questa! anche se una volta arrivata alla triennale voglio necessariamente la specialistica!!!!
    Anch'io sono convinta di non fermarmi alla triennale... e continuare con la specialistica, però il quesito è interessante, nel caso si cominci ad esercitare nel mentre si studia per la specialistica! Almeno questo è il mio obiettivo!
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  7. #7
    Ospite non registrato
    A cagliari si parla di psicologi junior.....oppure di tecnici psicologici..data la denominazione del corso "Scienze e tecniche del lavoro e della comunicazione multimediale"

  8. #8
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Originariamente postato da greeneyes
    A cagliari si parla di psicologi junior.....oppure di tecnici psicologici..data la denominazione del corso "Scienze e tecniche del lavoro e della comunicazione multimediale"
    ... anche qui a Pavia si è fatto un discorso abbastanza simile... tra l'altro ci è stato detto che verrà istituito un albo professionale "junior" o di serie B (questi termini "calcistici" sono usciti dalla bocca dei nostri docenti )... staremo a vedere!
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  9. #9
    Ospite non registrato
    Io proprio non capisco tutti questi problemi di TITOLI

    Soprattutto visto che avremo a che fare con persone e non con MALATI!!!

    Il problema fondamentale (portato da una che sta concludendo la laurea in Psicologia del V.O.) è che si diventa dottori SOLO quando si ha la passione, la forza e l'attitudine di portare avanti la professione che abbiamo scelto.

    DOTTORI, LAUREATI, PSICOLOGI, che differenza fa se poi non sei in grado di ascoltare l'altro? Se tutto ciò che hai studiato resta qualcosa che hai studiato e non qualcosa di tuo?

    Io lavoro da 3 anni in una comunità di recupero per tossicodipendenti, sono laureata (3 anni) in DANZATERAPIA, non sono ancora laureata in PSICOLOGIA ma vi posso assicurare che, davanti a delle persone che soffrono come cani POCO MI IMPORTA SE MI CONSIDERANO UNA DOTTORESSA, UNA LAUREATA o UNA CHE SI TROVA LI' AD AIUTARLI.

    Quello che m'importa è che sento di poterli aiutare, sento che tutto quello che ho studiato si traduce in azione e non in un titolo!!!

    Scusate per lo sfogo ma qusto tema mi sta particolarmente a cuore.

    Ciao a tutti

    LEELOO

  10. #10
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Originariamente postato da LEELOO
    DOTTORI, LAUREATI, PSICOLOGI, che differenza fa se poi non sei in grado di ascoltare l'altro? Se tutto ciò che hai studiato resta qualcosa che hai studiato e non qualcosa di tuo?

    ...POCO MI IMPORTA SE MI CONSIDERANO UNA DOTTORESSA, UNA LAUREATA o UNA CHE SI TROVA LI' AD AIUTARLI.

    Quello che m'importa è che sento di poterli aiutare, sento che tutto quello che ho studiato si traduce in azione e non in un titolo!!!
    Cara LEELOO di fatti si stava facendo un discorso meramente formale, anche perchè credo sia ovvio che quello che conta è fare bene il proprio lavoro, al di là di qualsiasi titolo.
    Hai ragione... ciò che più conta è essere in grado di aiutare... e spesso anche solo di saper ascoltare e offrire un supporto terapeutico... quello affettivo in genere è sconsigliato ad uno psicologo... anche se è umano prendere a cuore chi soffre e ci chiede aiuto.
    Io sto facendo il tirocinio in una casa di riposo... nei reparti Alzheimer e pre-AD... ogni giorno mi si presenta una realtà in cui dominano la sofferenza, la solitudine, l'insulto di una patologia che li accompagnerà fino all'ultimo giorno della vita (se si può realmente definire vita), la sofferenza dei parenti, la morte come unica meta... mi fermi qui... tuttavia ognuno non solo ha la sua patologia, ma anche il suo carattere, la sua personalità... ma soprattutto la sua storia... e prima ancora di essere "pazienti" o "malati" sono persone, con le quali dialogo ogni giorno... e ho l'impressione che siano loro a "darmi" più di quanto io possa dare a loro... in quei momenti ogni formalità perde di significato!
    Scusami per questa digressione... in realtà immagino che la discussione del "titolo" è più grettamente connessa al problema lavorativo: ovvero solo avendo un determinato titolo è possibile esercitare una determinata professione, a prescindere dalla preparazione, che cmq rimane il presupposto fondamentale per esercitare una professione.
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  11. #11
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da greeneyes
    A cagliari si parla di psicologi junior.....oppure di tecnici psicologici..data la denominazione del corso "Scienze e tecniche del lavoro e della comunicazione multimediale"
    si anche qui ... certo a me ha fatto sempre sorridere

    Piacere Ilaria Di Camillo - Psicologo Junior

    Cmq io sapevo che il "dott." lo prendi alla fine anche della specializzazione perche' suppongo poi sia anche legato all'iscrizione all'albo no?

    E' vero anche pero' che l'iscrizione all'albo di fascia B [cosi' credo si chiami quello successivo all'esame di stato al terzo anno] cmq dovrebbe valere come quello A...

    Boh..

  12. #12
    Ospite non registrato
    cosa poter aggiungere?...ai posteri l'ardua sentenza!

  13. #13
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Originariamente postato da Haruka
    E' vero anche pero' che l'iscrizione all'albo di fascia B [cosi' credo si chiami quello successivo all'esame di stato al terzo anno] cmq dovrebbe valere come quello A...

    Boh..
    Beh... se si chiama "B" indubbiamente non sarà proprio uguale all'albo "A"...
    Immagino che coloro che si iscriveranno all'albo "A" abbiano alcune competenze in più di coloro che si iscriveranno all'albo "B"... altrimenti perchè fare questa distinzione?
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  14. #14
    Ospite non registrato
    a noi a lezione ci hanno detto che molto sta a noi ....siamo noi che dpobbiamo affilarci le unghie per poter andare sopra quelli della classe "A"...anzi da noi si dice che saremo + fortunati noi della serie "B"...abbiamo alcune lezioni assieme al vekkio ordinamento e molte volte ci scappa un pò la rissa

  15. #15
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da laura81
    Beh... se si chiama "B" indubbiamente non sarà proprio uguale all'albo "A"...
    beh si fino a li' ci arrivo
    cmq a noi hanno detto che le differenze sono di tipo pratico.
    Non puoi esercitare come libero professionista e credo che per lavorare in certi ambiti sia obbligatorio essere seguiti da un professionista di fascia "a"

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy