• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 15

Discussione: la libere professione

  1. #1
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    21-04-2006
    Messaggi
    175

    la libere professione

    Volevo chiedervi un informazione. Sono laureata in psicologia, iscritta all'albo e attualmente frequento la scuola di specializzazione sistemica. Vorrei aprire uno studio, ma vorrei sapere se è obbligatorio apreire la partirta iva e quanto costa, per valutare se mi conviene.

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    non è obbligatorio, perché puoi fare la ritenuta d'acconto. Però tra le due ti consiglio di aprire la partita iva: non costa nulla e se non apri a regime agevolato, puoi anche scaricarti le spese totali dello studio.....però poi avrai bisogno del commercialista, e quello costa - ma, ne avresti bisogno anche con la ritenuta d'acconto.

  3. #3
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    21-04-2006
    Messaggi
    175
    grazie, adesso vedo un pò

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Se non lo trovi, a disposizione per le domande. Io ho lavorato sia a ritenuta d'acconto che, ora, con la P.I.

  5. #5
    annozero
    Ospite non registrato
    mi sento di consigliarvi di cercare su google siti di consulenza online con le parole online psicologo commercialista.
    www.opsonline.it
    www.commercialistaonline.it
    www.forminrete.it
    eccetera eccetera eccetera eccetera

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Si, ci sono info interessanti anche sul sito degli psicologi lazio.
    Probabilmente anche altri siti degli albo regionali hanno queste info.

  7. #7
    Citazione Originalmente inviato da paroletta Visualizza messaggio
    Se non lo trovi, a disposizione per le domande. Io ho lavorato sia a ritenuta d'acconto che, ora, con la P.I.
    >Cioè? come funziona con la ritenuta d'acconto??? Grazie
    Vogliamo farlo crescere: collaborate su www.psicologiainfantile.net
    Fate un favore gratuito!!!www.energie-rinnovabili.net

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268
    interessa anche a me..
    meglio la ritenuta o la p. iva?

  9. #9
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Puoi lavorare a ritenuta d'acconto facendo la quietanza al posto della fattura. Se guadagni fino a 5000 euro l'anno la persona per cui lavori deve versarti il 20% di ritenuta d'acconto, se guadagni più di 5000 euro ti deve anche pagare 1/3 dei contributi.

  10. #10
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268
    cioè, se io inizio ad avere dei pazienti?
    cosa mi conviene?

  11. #11
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Beh, dipende come pensi andrà durante l'anno in corso. Personalmente aprirei la P.I.: dà un'immagine più professionale

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di Naracauli
    Data registrazione
    13-01-2005
    Messaggi
    3,012
    Blog Entries
    2
    cosa si sintende per quietanza? quali contributi? chi paga chi e chi riceve?? la ritenuta di acconto?? AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO! !

    mi spiegate bene per favore?? grazie mille!!

  13. #13
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Citazione Originalmente inviato da gemma Visualizza messaggio
    cosa si sintende per quietanza? quali contributi? chi paga chi e chi riceve?? la ritenuta di acconto?? AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO! !

    mi spiegate bene per favore?? grazie mille!!
    Ci provo , dirò quello che so, ma poi andatevi lo stesso ad informare da chi lo fa per lavoro

    Dunque, la quietanza è il nome del documento che devi emettere quando non hai partita iva e qualcuno ti paga per la tua prestazione.
    In questo documento si mette il nome del paziente e tutti i suoi dati, i tuoi, il compenso al lordo, il 20% di ritenuta d'acconto (che non è altro che un anticipo delle tasse che dovrai pagare a fine anno perché lavori - tutti i lavoratori pagano le tasse - finché non ho aperto partita iva non mi era molto chiaro, ma è così purtroppo), che dovrebbe essere a carico di chi ti paga.
    Se poi, nell'anno in corso guadagnerai più di 5000 euro lordi l'anno, allora chi ti paga ti deve anche versare 1/3 dei contributi all'inps (l'ente che pagherà le pensioni di alcuni lavoratori), il restante lo dovrai versare tu.

    Fatto , credo
    Se sono stata poco chiara o poco corretta chiedetemi o correggetemi

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di Naracauli
    Data registrazione
    13-01-2005
    Messaggi
    3,012
    Blog Entries
    2
    ciao paroletta...
    ti ringrazio per la spiegazione, ora ci ho capito un pò di più, anche se credo che fino a che non devi farle sei un pò "fuori dal mondo"!!

    sicuramente poi mi informerò meglio, ma magari ora so di cosa si parla quando leggo messaggi che parlano di questo..


    grazie ancora!!!

    in bocca al lupo

  15. #15
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Citazione Originalmente inviato da gemma Visualizza messaggio
    ciao paroletta...
    ti ringrazio per la spiegazione, ora ci ho capito un pò di più, anche se credo che fino a che non devi farle sei un pò "fuori dal mondo"!!

    sicuramente poi mi informerò meglio, ma magari ora so di cosa si parla quando leggo messaggi che parlano di questo..


    grazie ancora!!!

    in bocca al lupo
    Grazie a te!
    Crepi!
    In bocca al lupo anche a te!

Privacy Policy