• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 23
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di Lelefante
    Data registrazione
    19-10-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    82

    Aprire uno studio privato

    Ciao a tutti.
    Sono uno studente in psicologia, ho quasi terminato il mio percorso di studi e dopo mi aspetta l'esame di stato.

    Quando professionalmente tutto sarà pronto (Laurea, tirocinio esame di stato etc..) ho intenzione di aprire uno studio privato di consulenza. Ho quindi intenzione di lavorare come psicologo (Per chi ha la critica facile ho scritto psicologo non psicoterapeuta quindi risparmiatevi la solita solfa sulla necessità di frequentare scuole di specializzazione).

    La domanda che quindi vi pongo è relativamente semplice e riguarda l'aspetto organizzativo:

    - I locali devono avere caratteristiche particolari (quadratura, norme di sicurezza etc...)
    - E' necessario aprire la partita Iva? Dove?
    - E' necessario iscriversi all'albo?

    Infine ho un'idea stramba... quando feci un'operazione la feci presso una struttura privata convenzionata con l'azienda sanitaria locale... è possibile tale convenzione anche per gli psicologi? se si dove?

    Mi raccomando, quello che chiedo sono informazioni, fatti concreti, ORGANIZZAZIONE, quindi risparmiamoci come succede di solito di parlare a vuoto e parlare di proprie considerazione che si discostano da una mia richiesta organizzativa... quindi abbasso l'off topic!!!
    Signore, aiutami a concentrarmi su una c- Che bella farfalla! -osa alla volta.

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480
    avrei da fare alcune considerazioni ma risulterebbero off topic quindi rispondo solo alle tue domande (quelle che so)

    - Sì è necessario essere iscritti all'Albo per esercitare la professione di psicologo
    - Sì se apri uno studio devi avere partita iva che si "apre" all'agenzia delle entrate della tua zona (cmq ti consiglio di chedere ad un commercialista il regime con cui aprirla).
    - Ricordati che poi ti devi iscrivere all'ENPAP appena hai emesso la tua prima fattura da psicologo.

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di Lelefante
    Data registrazione
    19-10-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    82
    E per quanto riguarda le caratteristiche dei locali? Lo chiedo perchè ho un locale in via di ristrutturazione, quindi se ci sono particolari condizioni da rispettare... ne approfitto!
    Signore, aiutami a concentrarmi su una c- Che bella farfalla! -osa alla volta.

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Per quello che so io, se lavori privatamente non credo debbano esserci caratteristiche particolari. Se vuoi fare la convenzione con il ssn invece si. Se ricordo bene prima deve esserci il locale, e devi avere già avviato l'attività, poi puoi chiedere la convenzione all'asl. Ma non so se la fanno anche ad un singolo privato professionista, credo che devi far parte di una associazione, o società. Comunque xkè concedano la convenzione deve essere ti una particolare metratura, servizi per disabili, tot metri cubi d'aria ecc...ma credo dipendano anche da dove vivi. Per il lazio c'è la legge regionale del 3 marzo 2003.
    Ma ti consiglio vivamente di rivolgerti ad un commercialista, che può consigliarti meglio.
    Anche xkè oltre ad aprire la partita iva, c'è da pagare l'iva 2 volte l'anno, poi pagare l'enpap, dichiarazione dei redditi e t può consigliare su quali spese t puoi scaricare.
    In qualsiasi caso, in bocca al lupo!

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359
    pardon
    ma le nostre prestazioni non sono esenti dall'iva?
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  6. #6
    atenanike
    Ospite non registrato
    Ciao, sicuramente non ci sono particolare norma per i locali,devo avere il bagno a norna come per tutte le nuove attività.Per la concessione asl devi andare a chiedere info nella asl della zona dove vuoi aprire lo studio.Ma penso che sia difficile averla,pensa che qui a Cagliari abbiamo cercato uno psicologo convenzionato,e non c'è ne sono!Era per mia cugina,che alla fine è andata a farsi seguire in una struttura pubblica.

  7. #7
    atenanike
    Ospite non registrato
    Ciao, sicuramente non ci sono particolare norma per i locali,devo avere il bagno a norna come per tutte le nuove attività.Per la concessione asl devi andare a chiedere info nella asl della zona dove vuoi aprire lo studio.Ma penso che sia difficile averla,pensa che qui a Cagliari abbiamo cercato uno psicologo convenzionato,e non c'è ne sono!Era per mia cugina,che alla fine è andata a farsi seguire in una struttura pubblica.

  8. #8
    Partecipante Affezionato L'avatar di Lelefante
    Data registrazione
    19-10-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    82
    Mi sa che è quello che farò... andro a chiedere info all'asl per capire se è possibile o meno farlo (la convenzione intendo).

    Se è difficile non ci sono problemi... ci si organizza e ce la si farà. Se è impossibile nel senso che le norme vigenti non permettono di farlo allora si abbandona l'idea.

    Nel frattempo qualcuno di voi sa dove posso scoprire quali sono le caratteristiche strutturali a norma?? Cioè bagno a norma che vuol dire? Quanto deve essere grande la porta del bagno? Che tipo di vater deve esserci? Chi mi può certificare se una cosa è a norma??? Se nessuno lo sa dove posso chiedere queste informazioni?
    Signore, aiutami a concentrarmi su una c- Che bella farfalla! -osa alla volta.

  9. #9
    Partecipante Affezionato L'avatar di Lelefante
    Data registrazione
    19-10-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    82
    Pardon Water
    Signore, aiutami a concentrarmi su una c- Che bella farfalla! -osa alla volta.

  10. #10
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    pardon
    ma le nostre prestazioni non sono esenti dall'iva?

    Ti riporto il documento dell'Ordine degli Psicologi Lombardia in merito alle attività psicologiche esenti iva

    Elenco delle prestazioni dello psicologo ai fini di determinare l'esenzione o meno dall' I.V.A.ELENCO DELLE PRESTAZIONI DELLO PSICOLOGO AI FINI DI DETERMINARNE L’ESENZIONE O MENO DALL’ I.V.A.
    (art. 10, n. 18, D.P.R. 633/72)


    1) Sedute di psicoterapia individuale, di coppia, di famiglia, di gruppo. Esente.
    2) Colloqui psicologici. Si tratta di colloqui finalizzati alla ricerca di spiegazioni psicologiche per determinati problemi (difficoltà di apprendimento, problemi nel rapporto genitori-figli o insegnanti-allievi, ecc.) Esente
    3) Colloqui psicodiagnostici. Sono colloqui finalizzati all’individuazione di specifiche condizioni psicopatologiche. Esente.

    4) Consultazioni psicologiche. Si chiede allo psicologo un parere su problemi esistenti nell’individuo o nella coppia o nella famiglia e sulle relative possibilità di trattamento. Esente.


    5) Perizie psicologiche. Servono per fornire un parere a tribunali o legali sulle condizioni psicologiche o psicopatologiche che hanno portato l’individuo a compiere un determinato atto. Esente.

    6) Somministrazione di test psicoattitudinali. Sono test utilizzati ai fini dell’orientamento scolastico o professionale o nel contesto a fronte di problematiche di apprendimento. Esente.
    7) Somministrazione di test proiettivi. Sono test utilizzati per trarre un profilo psicologico dell’individuo quasi sempre con fini diagnostici o di orientamento per la cura. A volte sono utilizzati anche per una valutazione clinica nelle procedure di selezione del personale. Esente.
    8) Colloqui di selezione. Sono colloqui o interviste finalizzate alla selezione del personale o alla valutazione del personale in caso di riorganizzazione. Non esente. Iva 20%.

    9) Insegnamento di materie psicologiche. Sono insegnamenti che possono essere attuati in vari contesti (Scuole pubbliche, scuole private, corsi di formazione aziendale, corsi di aggiornamento regionali, ospedali, ecc.). Gli insegnamenti riguardano sia la psicologia generale che la psicologia clinica e la psicopatologia. Non esente. Iva 20%.

    10) Supervisione. E’ un’attività rivolta a colleghi o operatori socio-sanitari ( infermieri ad es.) che chiedono di essere seguiti nel trattamento psicoterapeutico di pazienti o nel rapporto professionale con degenti. Può essere rivolta sia a singoli che a gruppi di colleghi. Esente.
    11) Formazione clinica. Sono prestazioni che riguardano l’attività in scuole di psicoterapia sia sotto forma di insegnamento di materie specifiche, sia sotto forma di supervisione. Non esente. Iva 20%.
    12) Conduzioni di gruppi. E’ un’attività meno nota ma con una precisa caratterizzazione professionale. Lo psicologo, che in genere ha fatto una formazione specifica, può condurre gruppi con scopi psicoterapeutici o di formazione clinica o di formazione all’uso della relazione in ambito professionale (per insegnanti ad esempio) o di formazione alle relazioni interpersonali in ambito aziendale ( Training group ) Esente.
    13) Colloqui di sostegno: sono colloqui finalizzati al sostegno psicologico di persone con problemi psicopatologici lievi ed episodici. Esente.


    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  11. #11
    atenanike
    Ospite non registrato
    Ciao lele,alla asl penso di sappiano dare info anche sui locali, per locali a norma intendo quelli per i disabili,poi ci deve essere l'antibagno,informati bene,mio cugino sta cercando di aprire un pub,e da 6 mesi che gli ispettori gli rompono le scatole per questo bagno!Sicuramente alla asl ti sapranno dire come ti devi muovere,un mio amico deve apire un centro di medicina sportiva e anche lui si sta muovendo tramite la asl di zona, per capire come devono essere i locali,la metratura ecc.Se poi prendi in affitto un locale nuovo,sicuramente è già a norma.Devi di sicuro avere almeno 2 locali,uno per la sala d'attesa e l'altro per le sedute,credo che non sia necessario che sia grande,a meno che non pensi già di affittare alcune stanze ad altri professionisti,che non sarebbe male perchè all'inizio ammortizzi le spese.Intendo sub-affittare,scusa.Per la convenzione non so sinceramente,per l'attività del mio amico è più facile,se in quella zona non c'è unaltro centro convenzionato.Mia cugina che fa il medico mi ha detto che lei non conosce psicologi convenzionati,non so ora se ci sia qualche restrizioni per la vostra categoria,fai una ricerca su internet,vedi su google psicologi convenzionati,se ci sono allora si può fare!Auguri davvero,sei intraprendente e determinato,non molare e vedrai che presto aprirai il tuo studio!Se trovo indo più precise ti faccio sapere.Ciao!

  12. #12
    Partecipante Affezionato L'avatar di Lelefante
    Data registrazione
    19-10-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    82
    Ho un locale mio che si è da poco liberato e che bisogna ristrutturare, quindi vorrei farlo in vista di un probabile studio privato e convenzionato così in futuro, quando ci riuscirò non avrò problemi.
    Signore, aiutami a concentrarmi su una c- Che bella farfalla! -osa alla volta.

  13. #13
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    pardon
    ma le nostre prestazioni non sono esenti dall'iva?
    Dipende, se hai una collaborazione con una struttura pubblica, ad esempio, a cui fai fatture sono con iva.

    Lelefante, c'è anche differenza tra centro "autorizzato" e "convenzionato". Lo studio privato dove sono ad esempio da quest'anno è autorizzato, ma non credo sia convenzionato. Però non so spiegarti bene la differenza....

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  14. #14
    atenanike
    Ospite non registrato
    Ciao,penso che tutti gli studi debbano avere l'autorizzazione,ma la convenzione è un'altra cosa,permetti ai pazienti di pagare solo il ticket,poi si viene rimborsati dalla ASL,non subito,mi pare passino 3-4 mesi,dipende dalleASL.Comunque è proprio li come bisogna andare per chiedere info,poi credo che ci voglia anche una comunicazione al Comune,per tante attività è così,per uno studio non so.Meglio accertarsi di tutte le autorizzazioni richieste.

  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di Bellatrix
    Data registrazione
    30-01-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    296
    scusate ragazzi domanda urgentissima ...mi sapete dire se si può lavorare come psicologi non convenzionati ma in privato emettendo solo una ritenuta di acconto? fermo restando la regola che se ne possono emettere solo fino ad un ammontare max di circa 5000€ annui...

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy