• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 41
  1. #1
    atenanike
    Ospite non registrato

    esercizio abuso della professione

    Ciao a tutti, non so se avete visto la trasmissione Terra!A canale 5. Sono rimasta scioccata!Ci sono delle persone che organizzano questi Corsi per la formazione del personale,e che riescono a lavorare con grosse aziende e si occupano della selezione del personale guadagnando milioni.Ci sono persone che spendono cifre assurde per fare cosrdi di autostima e la cosa scioccante è che i corsi non sono tenuti da psicologi!!!!Ma da pseudo maestri di vita che fanno il lavaggio del cervello,facendo cambiare le persone e addirittura allontanandole dalle famiglie.La magistratura ha aperto un'inchiesta in seguito a delle denunce gravissime,anche di abuso sessuale,perchè questi ciarlatano sono dei delinquenti in realtà,e una denuncia è anche per esercizio abuso della professione!Due di questi soggetti sono stati interviste e hanno detto che non sono laureati ma hanno fatto corsi privati!!!!!Non è vergognoso!E c'è gente che spende anche 3000 euro per corsi del genere.Sono senza parloe!Una di queste specie di sette, si chiama Archeon,qualcuno ha visto il servizio di Terra?

  2. #2
    psicosarix
    Ospite non registrato
    ciao atenanike ,
    non ho visto il servizio di cui parli ... ma non ne sono affatto sorpresa!!!
    il problema è molto complesso ed aggravato dal fatto che l'unica legge sulla professione che abbiamo è piuttosto lacunosa ... ma è anche l'unica e dobbiamo tenercela stretta perchè se ci mettessero mano potremmo anche peggiorare la situazione ... guarda solo il nuovo assalto della classe medica alla psicoterapia!!!
    molti di questi personaggi che descrivi in realtà non fanno altro che "pseudocopaire all'italiana" programmi utilizzati in altre parti del mondo (tipo in USA), che però in Italia si trasformano in "mostriciattoli pseudo psicologici" facendo grossi danni!!! è il nostro "modus italicus" di fare i furbetti!!!
    che dire ... gli ordini sembrano abbastanza attenti su questi temi ...
    spero almeno che dal servizio di cui parli si sia ben capita la differenza fra psicologi e questa gente!!!





  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Gira che ti rigira ci ritroviamo sempre a parlare delle stesse cose... In pratica parlare della totale inconsistenza di autorevolezza degli Psicologi nella società, nelle istituzioni, nei mezzi di informazione, etc., è un must.

    Giorni fa c'è stato il caso dello Psichiatra che ha denunciato un proprio paziente pedofilo. Il suo Ordine ha sottolineato che verrà comunque deferito per quanto concerne la mancata custodia del segreto professionale. Ora, indipendemente da questo... su un quotidiano (non ricordo se il Corriere o Repubblica) è stata fatta una pagina di approfondimento dove si spiegava - legandolo alla vicenda - che cos'è il segreto professionale, etc.

    Orbene, tra l'elenco dei professionisti soggetti al segreto professionale, gli unici che non erano menzionati erano... gli Psicologi!!!!!

    Salto il paragrafo dell'indignazione e arrivo alla sostanza (anche per riallacciarsi all'intervento iniziale e non finire in OT): gli Psicologi hanno una loro Legge di Ordinamento, hanno altre Leggi a tutela della loro professione ed hanno anche vinto qualche sentenza in Tribunale.

    Nonostante questo non contano un acca! Perché? Io ho sempre la mia risposta: l'autorevolezza è un qualcosa che si costruisce, non un qualcosa che ti viene dato dalla Legge... la verità è che gli Psicologi non sono una categoria affatto autorevole. E questo è quanto!

    E' inutile continuare (qui sul forum ogni giorno si apre un 3d nuovo!) a sbraitare contro le altre professioni, contro gli abusivi, contro il Parlamento che legifera male, etc.

    Perché invece non proviamo a chiederci: "Perché avviene tutto questo?" Oppure: "Perché gli Psicologi non hanno credito da nessuna parte?".

    Il giorno in cui la categoria degli Psicologi finirà di piangere su se stessa accusando sempre un qualcosa di esterno da sé come causa della propria inconsistenza e comincerà finalmente a riflettere internamente sui motivi di tale situazione... ecco, se quel giorno arriverà presto, potremo sperare di rimettere in sesto una situazione che mi sembra veramente molto disastrata.
    Ultima modifica di quattrostracci : 02-11-2007 alle ore 15.58.11

  4. #4
    atenanike
    Ospite non registrato
    Ciao e grazie per gli inerventi. Avete ragione sicuramente ci sono altri post su questo argomento,ma la cosa che mi ha scioccato di più è la gente,le persone comuni che si fanno rovinare la vita e spennare!E grosse aziende che fanno lavorare queste società!E poi dicono che non si assume, che le persone non hanno di che vivere...e poi senti questi cose, lavoratori che frequentano questi corsi da 10 anni e hanno speso una fortuna!!!!

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    08-01-2003
    Residenza
    TV
    Messaggi
    63
    condivido appieno quanto detto da quattrostracci!

  6. #6
    psicosarix
    Ospite non registrato
    ciao quattrostracci

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Citazione Originalmente inviato da psicosarix Visualizza messaggio
    ciao quattrostracci
    Ciao! Rieccoci sempre in questi post...

  8. #8
    Partecipante L'avatar di ericacos
    Data registrazione
    23-10-2007
    Residenza
    friuli
    Messaggi
    52
    Oltre a lamentarci...che ci farà bene per scaricarci (o caricarci?)...bisogna anche passare all'azione: se io so che c'è un ciarlatano che si spaccia per uno simil-psicologo, lo segnalo all'Ordine.
    Ad esempio quest'estate ho trovato un annuncio (in un settimanale di annunci gratuiti) di un tale che a domicilio dava sostegno psicologico e riabilitativo (?!): ho fatto un fax all'Ordine con il ritaglio di quella paginetta e la dicitura "Si informa di un tanto". Dal numero successivo l'annuncio è sparito!!!

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Citazione Originalmente inviato da ericacos Visualizza messaggio
    Oltre a lamentarci...che ci farà bene per scaricarci (o caricarci?)...bisogna anche passare all'azione: se io so che c'è un ciarlatano che si spaccia per uno simil-psicologo, lo segnalo all'Ordine.
    Ad esempio quest'estate ho trovato un annuncio (in un settimanale di annunci gratuiti) di un tale che a domicilio dava sostegno psicologico e riabilitativo (?!): ho fatto un fax all'Ordine con il ritaglio di quella paginetta e la dicitura "Si informa di un tanto". Dal numero successivo l'annuncio è sparito!!!
    Ciao, credo che su questo siamo tutti daccordo. Gli illeciti sono illeciti e come tali vanno perseguiti.

    La questione è, però, un'altra: il fatto che l'intera categoria sia così poco "apprezzata" dalla società non dipende (se non statisticamente in minimissima parte...) da chi si improvvisa. Parliamoci chiaro: sono un numero esiguo. In termini numerici sono molti di più i santoni che promettono di guarire cancri e tumori, ma questo non inficia affatto l'elevato "apprezzamento" che invece la società ha rispetto alla categoria dei medici.

    Il problema (ne abbiamo parlato moltissime volte in tantissimi 3d) risiede nell'impostazione generale con cui la categoria ha inteso, fin dalla sua nascita, interfacciarsi con il mondo esterno.

    Dopo quasi venti anni di (poco) onorata attività la categoria professionale degli psicologi si ritrova bistrattata un po' ovunque. La società non la vuole, e questo è il dato di realtà. Ci sono ora da capire le cause (e, se uno vuole, i rimedi).

    Io personalmente, che ho un parere moooolto contro corrente rispetto agli altri utenti del forum, ritengo che:
    • l'Università debba compiere definitivamente la sua auto-riforma per allinearsi agli standard formativi europei
    • l'Ordine degli Psicologi non serva assolutamente a niente se non a peggiorare le cose...
    • la categoria (non l'Ordine) dovrebbe cogliere la palla al balzo ed autoriformarsi sfruttando le enormi potenzialità che offre/offrirà l'imminente riforma delle professioni
    • la categoria dovrebbe attuare una modalità più trasparente per interfacciarsi con la gente
    • gli Psicologi dovrebbero ritenere tutte le altre professioni psi-qualcosa un valore aggiunto e non una minaccia (come del resto avviene in tutto il resto del mondo...)
    Nel concreto le cose da fare sarebbero un miliardo: alcune semplici, altre più complesse:
    • abolizione dell'obbligo di iscrizione all'Ordine (se non per alcune particolari categorie che poi sono i diretti dipendenti dello Stato)
    • abolizione di tutti gli idioti divieti di pubblicità: se io sono bravo con i depressi perché non lo posso dire?
    • possibilità di valorizzare al meglio le singole competenze di gruppi di professionisti che intendono lavorare in rete
    • passare dal sistema autorizzatorio a quello accreditatorio
    • premiare tutti quei soggetti che, pur non essendo vincolati dalla Legge, investono sulla loro professione (ad esempio le certificazioni di qualità per gli studi professionali)
    • essere trasparenti verso l'utenza: se io voglio cercare uno Psicologo per mia figlia bulimica sulle pagine gialle non lo troverò mai: è vietato dire che sono bravo con i disturbi dell'alimentazione... e dunque un povero cristo deve cercare a caso o per passaparola
    • favorire lo sviluppo delle associazioni di categoria, la cui iscrizione è volontaria, e che potrebbero specializzarsi in particolari segmenti professionali favorendo sviluppi, investimenti, stanziamenti di risorse, ricerca, etc.
    Potrei andare avanti all'infinito...

    Il punto è questo: gli Psicologi, nell'89, hanno creduto di poter diventare un'altra casta come lo erano i Medici, gli Avvocati e i Notai. Ma non hanno fatto i conti con la società che stava già cambiando e che mal volentieri già iniziava a tollerare gli Avvocati (che esistono da milioni di anni...), figuriamoci gli Psicologi che erano gli ultimi arrivati...

    E tutti questi divieti, questi obblighi, queste autorizzazioni a cosa hanno portato? Che qualcuno più sveglio ha saputo rispondere alle esigenze della società che cambiava.

    E qui si innesta il problema delle professioni limitrofe:

    La società chiedeva più attenzioni e più garanzie per i minori all'interno dei divorzi e delle separazioni, chiedeva un approccio meno legale e più comprensivo del conflitto. Gli Psicologi che hanno fatto? Si sono voltati dall'altra parte ed ecco che la pratica della Mediazione Familiare è andata (giustamente) ai Mediatori Familiari.

    Il mondo dello sport chiedeva più attenzione alle dinamiche relazionali, motivazionali, di empowerment, etc. Gli Psicologi che hanno fatto? Si sono voltati dall'altra parte ed ecco che la pratica del Coaching è andata (giustamente) ai Coacher.

    La gente chiedeva un approccio al disagio che fosse meno medicalizzato e più centrato sul soggetto inteso come "altro" sano. Gli Psicologi che hanno fatto? Si sono voltati dall'altra parte ed ecco che la pratica del Counseling è andata (giustamente) ai Counselor.

    Potrei andare avanti per ore.

    In tutto questo le nuove leve, i neolaureati, gli studenti sono costantemente montati contro chi non è Psicologo: attento, ti ruba il lavoro. Attento, è un abusivo. Attento, ti frega le competenze di cui solo tu ti puoi fregiare. Attento: tu sei l'eletto, lui no.

    Su questo forum più volte ho letto 3d deliranti di giovanissimi che si scagliavano contro i pedagogisti, gli assistenti psichiatrici, gli educatori professionali paragonandoli a cialtroni, a maghi e fattucchiere. Quando costoro si sono iscritti al primo anno di Psicologia, la Pedagogia era già da qualche secolo che esisteva!

    Ma non è ovviamente colpa dei neolaureati: è il sistema che ci sta schiacciando tutti. Ognuno vuol portare la pagnotta a casa e quando non trovi lavoro, quando non ti pagano, quando ti sfruttano viene un po' prepotentemente fuori l'istinto di sopravvivenza che ti fa dire anche cose poco logiche... che ti fa chiedere più diritti, più tutela.

    Ma ricordiamoci tutti: i diritti si ottengono a fronte di meriti e la tutela a fronte di produzione di cultura (non per volere divino... ).

  10. #10
    Partecipante L'avatar di ericacos
    Data registrazione
    23-10-2007
    Residenza
    friuli
    Messaggi
    52
    ...per molti aspetti hai ragione...
    vedo anch'io, tra i colleghi, che c'è una facile tendenza alla lamentela e una ancor più immediata tendenza a girarsi dall'altra parte, come dici tu.
    io sono convinta che si possa fare qualcosa per cambiare e che sicuramente, nella piccola realtà di ognuno di noi, se vogliamo avere un cambiamento dobbiamo essere noi per primi a tentarlo!
    sono quasi 3 anni che ho aperto uno studio associato e appena ora inizio ad avere qualche riscontro e per tutto questo tempo di certo non sono rimasta a piangere col telefono silente in mano....

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Citazione Originalmente inviato da ericacos Visualizza messaggio
    ...per molti aspetti hai ragione...
    vedo anch'io, tra i colleghi, che c'è una facile tendenza alla lamentela e una ancor più immediata tendenza a girarsi dall'altra parte, come dici tu.
    io sono convinta che si possa fare qualcosa per cambiare e che sicuramente, nella piccola realtà di ognuno di noi, se vogliamo avere un cambiamento dobbiamo essere noi per primi a tentarlo!
    sono quasi 3 anni che ho aperto uno studio associato e appena ora inizio ad avere qualche riscontro e per tutto questo tempo di certo non sono rimasta a piangere col telefono silente in mano....
    In bocca al lupo per la tua attività! Sono convinto che con costanza, competenza e professionalità otterrai ottimi risultati!

    Gli inizi sono duri per tutti (o, almeno, per me lo sono stati).

    Ciao

  12. #12
    Partecipante
    Data registrazione
    08-01-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    55
    Accordo totale con quanto detto poco sopra da quattrostracci. Mi sento di aggiungere una ulteriore riflessione. Una parte dei problemi di questa professione sono, secondo me, legati alla assenza di autonomia della nostra disciplina. Autonomia, si badi bene, non dai "medici nemici storici" ma dalla psicoterapia. L'immagine dello psicologo purtroppo è sovrapposta totalmente a quella dello psicoterapeuta. Idea comune (e lo è soprattutto tra noi addetti ai lavori) è che lo psicologo non psicoterapeuta sia un professionista monco. Fateci caso: ora la lotta è per la psicoterapia convenzionata, dello psicologo di base quasi non si parla più. Potrei aggiungere tutti i requisiti che vengono via via richiesti per svolgere alcune delle attività proprie dello psicologo (ad es. il CTU) che altro non fanno che disegnare una figura alternativa, appunto quella dello psicoterapeuta. Rimango della mia idea: intorno alle specializzazioni in psicoterapia girano troppi soldi. Difficile che qualcosa possa cambiare. Sarà difficile vedere iniziative che realmente possano far penetrare la figura dello psicologo nella società (bastasse qualche convegno e qualche comparsata in tv....)

  13. #13
    psicosarix
    Ospite non registrato
    caro quattrostracci come sempre grande!!! e chirurgico come un bisturi!!! purtroppo, però, un bisturi usato senza anestesia!!! tutto vero naturalmente ... per carità! ognuno faccia il mea culpa ... e di colpe gli psicologi ne hanno ... soprattuto per la fissa della psico-clinica e psico-terapia ... che ha letteralmente distrutto ogni possibilità per la psicologia non clinica e non terapeutica ...

    ... comunque ... che situazione complessa quella degli psicologi ... conocordo su quello che dici ... aggiungo solo ...
    [*] è un fatto che nella 56/89 abbiamo dovuto sempre negoziare il nostro ruolo con i medici ... che nemmeno ci avrebbero fatto nascere fosse stato per loro e che tuttora ci contrastano ... specializzazione in psicologia clinica ... psicoterapia ... dunque siamo già nati "zoppi" ...
    [*] è un fatto che le vicende politico/ordinistiche di questo paese hanno fatto lastoria della nostra professione
    [*] è un fatto che i posti di lavoro per psicologi esistono in grandissima maggioranza in ambito psico-clinico e psico-terapeutico e questo per le scelte fatte dai vecchi psicologi ... che erano quasi esclusivamente psicoterapeuti e che hanno cresciuto le nuove generazioni in questo "mito" chiudendo e chiudendoci gli occhi sul resto della psicologia
    [*] è un fatto che siamo in ritardo di almeno 30 anni su tutta la psicologia (cioè il 75%) che non si occupa di clinica e terapia (scuola, lavoro, sport, sociale, benessere, salute ... )
    [*] è un fatto che gli psicologi non abbiano voluto ricoprire incarichi diversi da quelli di psicologoclinico e psicoterapeuta ... ma perchè solo con la laurea difficilmente si lavora ... la formazione post universitaria a cui ti indirizzano è quasi esclusivamente quella clinica o terapeutica ... perchè dopo 9 anni di studi vuoi fare il lavoro per cui hai studiato (e pagato!!! e mi sembra il minimo, no?)
    [*] è un fatto che counselor, coacher, mediatori familiari, e i "loro fratelli " troppo spesso si occupano di cose che non gli competono! e che lo fanno sempre più spesso e in modo sempre più aperto

    adesso ... secondo me solo sull'ultimo punto i giovani psicologi possono ancora fare qualcosa ... io non credo siamo "solo" isterici e montati contro gli altri professionisti ... in parte siamo frustrati per la terribile situazione che viviamo ... è vero ... ma in parte abbiamo ache ragione e cerchiamo di agire su quello che possiamo, tutto quà ...

    i tuoi punti sono perfetti e se ti candidi all'ordine (o dovunque altro) io ti voto!!! ... ma francamente ... sono un tantino lontani dalle nostre possibilità ... ma soprattuto vorrei lavorare come psicologa, ed essere ricnosciuta come tale, un po' prima dei 120 anni di età !!! e per "lavorarare come psicologa" intendo che vorrei poter vivere del mio lavoro e non dire "ce l'ho fatta" quando quel che guadagno è appena poco più delle spese ... dopo anni di c**o immenso
    (... perchè una nuova malattia sta infettando i giovani psicologi ... quella di considerano "risultati professionali" la mera sopavvivenza ... certo meglio poco che nulla ... ma anche meglio molto che poco ... )

    insomma ... non è sempre solo colpa degli psicologi ...


    Ultima modifica di psicosarix : 06-11-2007 alle ore 20.00.24 Motivo: sono una psticicona!!! ;)

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di quattrostracci
    Data registrazione
    06-07-2006
    Messaggi
    717
    Citazione Originalmente inviato da psicosarix Visualizza messaggio
    caro quattrostracci insomma ... non è sempre solo colpa degli psicologi ...


    Ciao, è vero: non è sempre solo colpa degli psicologi. Io direi: non è certo colpa di tutti quegli psicologi che sono diventati tali a partire dal varo della Legge di Ordinamento.

    Anzi, loro sono le prime vittime.

    Le colpe stanno altrove:
    • chi ha varato la Legge di Ordinamento che tutt'oggi (chi è ancora vivo...) dice: "E' vero, è una pessima Legge, ma sempre meglio di niente"
    • chi ci governa da 20 anni e a tutto ha pensato meno che al bene degli Psicologi
    • chi continua a tediarci nelle aule universitarie trasmettendo un non sapere, un non saper fare, un non saper orientare
    • chi continua la sua idiota battaglia sulla clinica contro i medici
    Mi accodo inoltre sia al tuo messaggio sia a quello di Psicobart sulla questione della clinica.

    Non se ne può veramente più di ridurre tutta la Psicologia alla Psicologia Clinica (e Psicoterapia). Il risultato di questa sorta di delirio clinico (nel senso più profondamente psichiatrico del termine) porta a far sì che tutte le "altre" psicologie stiano diventando lavoro per altri professionisti, ma non per gli psicologi.

    Ed è su questo punto che io m'inkazzo tremendamente: non si può fregarsene per vent'anni di una certa cosa, e poi quando vedi che la prende in mano qualcun'altro gridare allo scandalo e all'usurpazione!

    Il mondo nel frattempo va avanti, e non aspetta certo gli psicologi...

    La mia "ricetta" rispetto a questa questione è duplice:
    • da una parte riappropriarsi piano piano di tutti quegli ambiti della psicologia da troppo tempo trascurati (dove la riappropriazione dovrebbe essere non solo lavorativa, ma anche e soprattutto di ricerca, di investimento, di sensibilizzazione, etc.)
    • dall'altra imparare a convivere con le altre figure nate in questi anni (è utopico pensare di cancellarle, è una fantasia) e far sì che lo Psicologo sia per loro la figura di riferimento sia in ambito professionale, che formativo, che di supervisione, etc.
    Mah... speriamo che le cose migliorino.

    Ciao

    PS Quattrostracci 4 President? Non ci avevo mai pensato... e per ora riponiamo la cosa tra le fantasie...

  15. #15
    psicosarix
    Ospite non registrato
    Citazione Originalmente inviato da quattrostracci Visualizza messaggio
    Ciao, è vero: non è sempre solo colpa degli psicologi. Io direi: non è certo colpa di tutti quegli psicologi che sono diventati tali a partire dal varo della Legge di Ordinamento.

    Anzi, loro sono le prime vittime.[...]

    [...] Mi accodo inoltre sia al tuo messaggio sia a quello di Psicobart sulla questione della clinica.

    Non se ne può veramente più di ridurre tutta la Psicologia alla Psicologia Clinica (e Psicoterapia). Il risultato di questa sorta di delirio clinico (nel senso più profondamente psichiatrico del termine) porta a far sì che tutte le "altre" psicologie stiano diventando lavoro per altri professionisti, ma non per gli psicologi. [...]

    PS Quattrostracci 4 President? Non ci avevo mai pensato... e per ora riponiamo la cosa tra le fantasie...




    ok, però io continuo a sperare!!! ... se perdo anche la speranza sono finita ... intanto: Quattrostracci 4 President!!! ... mi piace!!!

    sai mi piacerebbe veramente che potessero aprirsi degli spazi reali, veri e concreti per la psicologia non clinica e non psicoterapeutica ... io sto cercando di intraprendere questa strada ... ti assicuro che ... se normalmente è dura ... in questo caso è ancora peggio !!! ... il vuoto formativo quasi assoluto (da un punto di vista accademico/pubblico) ... il resto lasciato all'iniziativa di pochi volenterosi e o di molti "non si sa che" ... (privati).

    come ho già detto in altri thread non ce l'ho nè coi counselor nè coi "loro fratelli" ... però fino ad ora "ne ho viste di cose che voi umani non potete neanche immaginare [...]" (la citazione dal grande Blade Runner di Scott calza a pennello ) gente che davvero viaggia nella "terra di mezzo" delle competenze psicologiche (e che spesso invade "allegramente" le competenze altrui) ... tanto ci sono le "sabbie mobili" legislative e culturali ...

    comunque mentre spero lavoro sodo ... sai che dicono che chi visse solo sperando morì ... ... ... al gabinetto !!!! magari se ci impegnamo tutti un po' le cose cambiano ... chissà ...

    Ultima modifica di psicosarix : 07-11-2007 alle ore 16.00.54 Motivo: perchè sono una pasticciona! ;)

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy