• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di poldina82
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    135

    consiglio urgente per bambino

    Ciao a tutti. sto vedendo con una collega un bambino di 7 anni che la mamma ha portato perchè dice che a scuola a volte "si blocca" di fronte alle domande della maestra e in alcuni periodi sembra balbettare. Il primo incontro è stato di conoscenza e di gioco ed è andato tutto liscio; nel secondo incontro gli abbiamo proposto i test del disegno. su quello dell'albero e della famiglia reale tutto bene (anche se chiedeva sempre conferma di quello che aveva fatto) ma quando gli abbiamo chiesto di disegnare una famiglia immaginaria si è completamente bloccato dicendo di non sapere cosa disegnare e si è chiuso non parlando più. la stessa cosa è successa con il CAT, e lo stesso silenzio compare ogni volta che gli si fanno domande "personali" (tipo sulla scuola, sugli amici...).
    siamo veramente in difficoltà perchè di fronte a tutto quello che sembra implicare creatività e staccarsi da ciò che si vede lui va in difficoltà.
    Non sappiamo se si tratti di un blocco di tipo emotivo o piuttosto la presenza di un pensiero rigido a livello cognitivo (è estremamente preciso ed ordinato).
    si accettano suggerimenti.
    Grazie
    Polda82

  2. #2
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    16-03-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    642

    sceno test

    C'è un test che secondo me potreste fargli per capire qualcosa di più che è lo sceno test.
    Non so se lo conosci ma se ha un così forte blocco quando viene messo di fronte alle sue emozioni forse è più indicati del disegno o del cat.Noi lo facciamo fare alla asl dove faccio tirocinio e se vuoi informazioni al riguardo chiedimi pure.....se posso aiutarti....

    Per quanto riguarda il motivo del blocco secondo me prima di tutto va fatta una wisc per capire se il bambino ha dei limiti cognitivi e poi a mio parere ( per quel che vale) dovresti vlautare quanto il bambino è in gradi di guardarsi dentro e leggere le sue emozioni, quanto lo spaventano, quanto lo fanno star male al punto di non volerle più sentire...e quindi di non cimentarsi in prove e test che necessariamente implicano il farvi fronte....
    Sorridi se vuoi che ti sorridano

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di poldina82
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    135
    Infatti abbiamo in programma di fargli un test intellettivo per escludere un eventuale ritardo. Per lo sceno test l'ho sentito nominare ma non l'ho mai somministrato, sapresti darmi qualche altra informazione?
    Grazie

  4. #4
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    16-03-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    642

    sceno test

    se vai sul sito della "giunti os" trovi la descrizione del test prezzi etc.
    Cmq è costituito da oggetti di uso quotidiano o meno, pupazzi flessibili ( persone bambini...), alberi etc.
    Non ho mai letto il manuale e la verisone che abbiamo nella mia asl è parecchio datata, ma....cmq il bello di questo test è che il bambino entra in una dimensione più ludica rispetto a quando deve fare un disegno.
    Noi chiediamo al bambino di fare con quegli oggetti qualcosa, di rappresentare quello che preferisce....
    In genere ai bambini piace giocare e con questo test in genere loro si sentono più liberi di tirare fuori le emozioni rispetto a quando li si pone davanti ad un foglio bianco da riempire.
    Alla fine fare un disegno o mettere insieme degli oggetti per fare qualcosa hanno molto di simile concettualmente, ma ho avuto modo di osservare quando tramite il gioco e la manipolazione di oggetti un bambino si senta molto più sereno, meno pressato, più a suo agio....
    provateci.
    In bocca al lupo
    Sorridi se vuoi che ti sorridano

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di poldina82
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    135
    Grazie del suggerimento!

  6. #6
    Neofita
    Data registrazione
    13-08-2007
    Residenza
    montagna
    Messaggi
    11
    Penso che sia prematuro iniziare subito a sottoporre il bambino ai test, sapendo che la cosa che lo fa chiudere è proprio quella di sentirsi indagato. Quello che si può fare è instaurare un rapporto di fiducia attraverso il gioco e la relazione.
    Contemporaneamente vale la pena di indagare sui metodi d'insegnamento del docente che ha in classe il bambino. Spesso, nella scuola primaria, la lezione frontale e la successiva verifica diretta occupano un posto fondamentale nell'insegnamento, lasciando poco, o nessuno spazio, a un approccio che tiene conto delle diverse modalità di apprendimento dei bambini, creando in quelli più sensibili delle gravi difficoltà espressive.
    Schizofrenia... e non sarai mai solo... ;-)

Privacy Policy