• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    02-02-2005
    Messaggi
    496

    Dubbi sulla scelta della scuola di psicoterapia

    ciao a tutti,
    sto valutando di intraprendere la scuola di specializzazione per diventare psicoterapeuta....ma ho mille domande a cui molto probabilmente voi, più esperti della sottoscritta, sapete rispondere...

    1. dopo i 4 anni di scuola (pubblica/privata) è possibile aprire uno studio o è necessario qualche altra attività di tirocinio o similare?

    2. l'università di padova ho visto che ha dei corsi quadriennali riferiti ad una certa specializzazione (es. clinica, ciclo di vita) mentre le scuole private fanno riferimento alla linea teorica (cognitiva, gestalt, ecc). che differenza c'è? meglio una scuola privata o pubblica?

    3. ho visto che nei 4 anni le diverse scuole propongono un totale ore di tirocinio differente. cosa dice la legge in merito? cosa è corretto fare?

    4. facendo una scuola privata è possibile effettuare concorsi pubblici?

    5. anche se sono laureata in ps. del lavoro ed effettuo l'esame di stato con la prova relativa al mio percorso di studi, posso iscrivermi alla scuola di psicoterapia?

    6. dopo i 4 anni (forse 5???) è necessario effettuari i ECM?

    grazie a chi mi risponderà...!!!!

  2. #2
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312
    Provo a risponderti, semmai qualcuno potrà correggere o integrare quello che dico.

    1. Dopo i 4 anni di specializzazione non è più necessario alcun tirocinio, che viene svolto durante la specializzazione. Tieni presente che non è necessario essere psicoterapeuti per aprire uno studio, ma lo è per fare psicoterapia.

    2. Credo che la differenza principale tra una scuola pubblica ed una privata sia il fatto che la prima potrebbe avere un taglio più generico, mentre la seconda solitamente ha un approccio teorico ben definito. Non è possibile dire quale sia meglio, dipende dai tuoi interessi e dalla qualità delle specializzazioni che sono molto variabili sia nel pubblico che nel privato. Ovviamente ci sono delle differenze burocratiche, ma su questo non so dirti molto.

    3. A quanto ho capito, il monte ore del tirocinio fa parte del programma che ogni scuola elabora e viene approvato dal MURST nel momento in cui la scuola è riconosciuta. Non ci sono leggi precise, ogni scuola elabora il proprio modello formativo.

    4. Sì, se sono rivolti alla categoria "psicoterapeuti", no se sono rivolti alla categoria "psicologi clinici".

    5. Sì, anche se dovrai mettere in conto che ti verrà chiesto sicuramente il perchè della scelta e è possibile che ti trovi in "svantaggio" rispetto a colleghi ad indirizzo clinico.

    6. Sì, terminata la specializzazione è necessario frequentare corsi o convegni che forniscano punti ECM.

    Spero di essere stato d'aiuto.
    gieko

  3. #3
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    E' necessario frequentare corsi o convegni che diano l'ECM solo se si lavora per la sanità e quindi per strutture sanitarie (consultori, UONPIA; ASL,...).
    Non se si lavora nel proprio studio o per cooperative.
    Vimae

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da Vimae
    E' necessario frequentare corsi o convegni che diano l'ECM solo se si lavora per la sanità e quindi per strutture sanitarie (consultori, UONPIA; ASL,...).
    Non se si lavora nel proprio studio o per cooperative.
    in realtà l'ultima notizia in merito è discordante. l'albo della Lombardia ha mandato comunicazione a settembre dicendo che anche i liberi professionisti devono frequentare corsi e convegni con crediti ECM.
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  5. #5
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Preso dal sito OPL:
    Si ribadisce ancora che “destinatari della Formazione Continua devono essere tutti gli operatori sanitari che direttamente operano nell'ambito della tutela della salute individuale e collettiva, indipendentemente dalle modalità di esercizio dell'attività, compresi, dunque, i liberi professionisti. E' evidente come ogni eventuale obbligo per i liberi professionisti debba fondarsi su alcune precise garanzie normative ed individuare agevolazioni sui costi supportati”.

    Io ho capito che ora sono coinvolti anche i liberi professionisti che collaborano con strutture sanitarie (senza essere assunti).
    Anche perchè per i dipendenti è la struttura che paga i corsi ECM (dovrebbe essere previsto dal contratto), mentre per liberi professionisti che fatturano a strutture sanitarie o che usufruiscono di borse di studio la spesa sarà a loro carico...
    Vimae

  6. #6
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    02-02-2005
    Messaggi
    496
    grazie a tutti tantissimo!!!!

    un'altra cosa che non capisco...
    ma facendo la scuola di psicoterapia privata...non mi risulteranno specializzazioni (es. in sessuologia, ecc.).
    come si fanno ad ottenere tali specializzazioni?



  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di dolcevita73
    Data registrazione
    13-02-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    139
    scusami non ho capito a domanda....
    la specializzazione che ottieni dipende dalla scuola che frequenterai...

  8. #8
    Partecipante Affezionato L'avatar di lunaluna
    Data registrazione
    03-12-2005
    Residenza
    Gran Burrone
    Messaggi
    69
    Per poterti definire ad es "sessuologo" devi aver frequentato un master o un corso che rilasci tale attestato (e che sia riconosciuto), mentre se fai la specializzazione in psicoterapia, a seconda dell'approccio scelto, viene rilasciato il Diploma di Specializzazione in Psicoterapia .............. ad indirizzo........., legittimante l’esercizio dell’attività psicoterapeutica (sempre se la scuola è riconosciuta dal MIUR).
    Credo sia così!

Privacy Policy