• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di *galadhriel*
    Data registrazione
    24-09-2006
    Residenza
    vicino firenze
    Messaggi
    915
    Blog Entries
    2

    lavoro....sfoghi...consigli...colleghi

    allora....apro questo spazio per parlare di lavoro....che lavoro fanno gli opsiani?
    e chi ancora studia riesce a far convivere le due cose??



    inizio io
    aiuto mia mamma da ormai 4 anni, che ha un'attività propria, le faccio da segretaria....non si può definire un lavoro a tempo pieno perchè sono 5 gg la settimana x 4-5 ore al giorno...... in più ho tutti ibenefici del lavoro in famiglia.....quando devo fare qualche esame posso fare meno ore ecc.....sono molto fortunata lo so......
    in più ora vorrei cominciare a fare la cameriera in un ristorante ....per il pranzo della domenica......per raggranellare qualche soldino in +........
    litigo con i miei colleghi...uno in particolare lo odio dal profondo del mio cuore......è un idiota ,che oltretutto fa il piacione e si sente bello e bravo...quando in realtà nn ci chiappa un h.....

    scusate lo sfogo...mi sento meglio....




    L'acqua è poca, e la papera non galleggia!

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di eva_luna
    Data registrazione
    23-01-2006
    Residenza
    In spiaggia a Sori!
    Messaggi
    11,690
    Io studio e lavoro, però diciamo che non faccio un lavoro che mi occupa molto tempo, aiuto un bambino dislessico a fare i compiti due volte alla settimana per due ore al giorno.
    L'unico problema che ho è che quei simpaticoni dei miei professori mettono perennemente le lezioni al pomeriggio, quindi ogni semestre è difficile far combaciare lavoro e università!
    Conosco la madre del bimbo molto bene perchè è un'amica di famiglia, diciamo che sono fortunata!
    Membro del thread palla
    Ciambellana dei Film del mese di Marzo e Maggio

    "Tu sarai per me unico al mondo, io sarò per te unico al mondo" Il piccolo principe

    "La vera musica è tra le note." W. A. Mozart

    la mia libreria

    Membro del Club Del Giallo - Tessera n°20 e Segretaria Addetta All'Archivio del Club

    Club del giallo, nuova sede

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di karen1986
    Data registrazione
    05-09-2006
    Residenza
    Prov. NA
    Messaggi
    920
    Ciao... io studio, e faccio qualche lavoretto part- time, tipo animazione per bambini, hostess, promoter... Ovviamente sono tutte cose che vengono senza preavviso e non ho alcun modo per organizzarmi se non quello di stare sempre al passo con lo studio e non arretrarmi mai niente!
    Devo dire quest'abitudine non arretrarmi mai niente mi è servita quest'estate, quando il lavoro è stato perticolarmente povero e senza averlo programmato sono riuscita a laurearmi in tre anni!
    Ah, dalla primavera scorsa insegno danza alle bambine 2 ore a settimana... un lavoretto poco impegnativo, poco pagato ma molto gratificante!
    Cerco cmq qualcosa di fisso part-time, per avere delle entrate e delle ore lavorative "fisse" in modo da poter fare qualche progetto e organizzarmi con più sicurezza!!
    Tuttosommato non mi posso lamentare, anzi, potrà sembrare assurdo, ma stare sempre in movimento mi ha aiutata a nn adagiarmi sugli allori!!
    ( @ @ )
    ....o00o.(_).o00o...
    !!!ciao!!!

    (¯`·._.• Il mio blog •._.·´¯)


  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di pollypocket
    Data registrazione
    23-01-2007
    Residenza
    puglia...profondo sud!!!
    Messaggi
    936
    anche io studio e lavoro..... però sono fortunata nel senso che lavoro con mia mamma che ha un'attività propria. il lavoro mi piace molto anche perchè vendiamo intimo e io la biancheria intima la adoro!!!!!!!!!!!!!!! certo è che comunque è abbastanza impegnativo e non è che posso tanto mancare...ma non mi lamento e in più guadagno abbastanza da potermi almeno togliere i miei sfizi!!!!!!

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Andalucia
    Data registrazione
    31-05-2005
    Residenza
    Dove mi mandano
    Messaggi
    7,678
    Io ho sempre lavorato durante l'universita (stagioni estive presso alberghi del Trentino..io sono siciliana; commessa nei weekend; baby sitter; impiegata full time in vari studi professionali) ma devo dire che sono d'accordo con chi ha detto che stare in movimento ti stimola molto: mi sono laureata in 4 anni e mezzo (facevo la quinquennale vecchio ordinamento) e sono molto soddisfatta
    :-)
    Lucia


  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Sarà per questo che io c'ho messo tanto a laurearmi...no, dai, diamo la colpa alla tesi sperimentale e alla carenza di soggetti....fa più figo..
    Adesso lavoro abbastanza, ma guadagno poco...visto che la maggior parte sono o volontariato o tirocinio per la specializzazione..Ma vi dirò qualcosa di più certo tra qualche giorno, quando spero si siano sistemate un po di cose...
    Ho tanti progetti in mente...
    Ah! Ufficialmente, per lo stato, sarei una psicologa libero professionista, anche questo fa più figo

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  7. #7
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    Originariamente postato da Andalucia
    Io ho sempre lavorato durante l'universita (stagioni estive presso alberghi del Trentino..io sono siciliana; commessa nei weekend; baby sitter; impiegata full time in vari studi professionali) ma devo dire che sono d'accordo con chi ha detto che stare in movimento ti stimola molto: mi sono laureata in 4 anni e mezzo (facevo la quinquennale vecchio ordinamento)
    :-)
    anche io! e ho lavorato come volantinaggista e cameriera in pub e ristoranti di palermo.

    io, per rispondere a galadhriel, ho terminato un master in ergonomia cognitiva a marzo e, dopo 3 mesi, ho trovato lavoro come ricercatrice presso un'azienda-portale di e-commerce.
    mi occupo di ergonomia cognitiva delle interfacce, ovvero effettuo ricerche sugli utenti-tipo del sito tramite questionari, focus group, interviste, brain storming. effettuo studi di usabilità sulle piattaforme esistenti e dò una mano agli information architects a costruire i prototipi sulla base dei principi della psicologia generale e cognitiva, quindi in base ai processi di eye tracking, di memoria, di attenzione, etc....
    per ora lavoro a progetto, guadagno bene ma molto va via per l'affitto della casa.
    sono felice del mio lavoro: era il mio sogno lavorare in modo pratico con la psicologia cognitiva e la ricerca saltando l'alienazione del dottorato.
    anche se non escludo una ricerca di lavoro in scandinavia. mi piacerebbe lavorare per symbian o ikea.

    comunque è stato difficilissimo trovare lavoro solo con la laurea, infatti ho inviato una marea di CV a coop, istituzioni, ospedali, ma non mi hanno mai chiamata.
    quando mi hanno chiamata è stato per lavorare con il master o con il tirocinio post lauream oppure perchè mi occupo anche di nuove tecnologie per il supporto ai disabili. solo una volta mi hanno chiamata per lavorare in una coop e molti sanno com'è finita: dovevo entrare solo perchè la coop era in deficit di personale e era sotto torchio da parte della procura della repubblica. Io in pratica avrei rischiato un avviso di garanzia e il ritiro del libretto di lavoro, come minimo.

    un consiglio mio personale è quello di esplorare nuove frontiere della psicologia perchè il campo del Sociale è saturo e, anche quando c'è del Sociale, spesso di pensa più al frutto del lavoro (i soldi) che non al destinatario dell'intervento (bambino, tossicodipendente, disabile...).
    spesso il dispensatore di interventi sociali è la ASL dove è possibile entrare solo per familismo o perchè si è figli di qualcuno, appoggiati da politici o perchè si è fatto il portaborse per anni.
    per questo consiglio di iniziare a lavorare con le nuove tecnologie, la ricerca, le nuove esplorazioni della psicologia che è un campo che ha bisogno di svilupparsi, ma c'è pochissima gente che vuole farlo.

    ecco tutto.
    Ultima modifica di pinga : 15-10-2007 alle ore 12.14.51

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Elo.nora
    Data registrazione
    31-01-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,200
    Io lavoro in un'agenzia immobliliare e nel frattempo tento disperatamente di laurearmi, ma si vede che per me il binomio non porta ad accelerare i tempi...
    Sono molto indietro in effetti, però questo lavoro mi permette di avere una mia indipendenza e di pagarmi da sola le tasse del mio fuori corso!

  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di karen1986
    Data registrazione
    05-09-2006
    Residenza
    Prov. NA
    Messaggi
    920
    Originariamente postato da pinga
    anche io! e ho lavorato come volantinaggista e cameriera in pub e ristoranti di palermo.

    io, per rispondere a galadhriel, ho terminato un master in ergonomia cognitiva a marzo e, dopo 3 mesi, ho trovato lavoro come ricercatrice presso un'azienda-portale di e-commerce.
    mi occupo di ergonomia cognitiva delle interfacce, ovvero effettuo ricerche sugli utenti-tipo del sito tramite questionari, focus group, interviste, brain storming. effettuo studi di usabilità sulle piattaforme esistenti e dò una mano agli information architects a costruire i prototipi sulla base dei principi della psicologia generale e cognitiva, quindi in base ai processi di eye tracking, di memoria, di attenzione, etc....
    per ora lavoro a progetto, guadagno bene ma molto va via per l'affitto della casa.
    sono felice del mio lavoro: era il mio sogno lavorare in modo pratico con la psicologia cognitiva e la ricerca saltando l'alienazione del dottorato.
    anche se non escludo una ricerca di lavoro in scandinavia. mi piacerebbe lavorare per symbian o ikea.

    comunque è stato difficilissimo trovare lavoro solo con la laurea, infatti ho inviato una marea di CV a coop, istituzioni, ospedali, ma non mi hanno mai chiamata.
    quando mi hanno chiamata è stato per lavorare con il master o con il tirocinio post lauream oppure perchè mi occupo anche di nuove tecnologie per il supporto ai disabili. solo una volta mi hanno chiamata per lavorare in una coop e molti sanno com'è finita: dovevo entrare solo perchè la coop era in deficit di personale e era sotto torchio da parte della procura della repubblica. Io in pratica avrei rischiato un avviso di garanzia e il ritiro del libretto di lavoro, come minimo.

    un consiglio mio personale è quello di esplorare nuove frontiere della psicologia perchè il campo del Sociale è saturo e, anche quando c'è del Sociale, spesso di pensa più al frutto del lavoro (i soldi) che non al destinatario dell'intervento (bambino, tossicodipendente, disabile...).
    spesso il dispensatore di interventi sociali è la ASL dove è possibile entrare solo per familismo o perchè si è figli di qualcuno, appoggiati da politici o perchè si è fatto il portaborse per anni.
    per questo consiglio di iniziare a lavorare con le nuove tecnologie, la ricerca, le nuove esplorazioni della psicologia che è un campo che ha bisogno di svilupparsi, ma c'è pochissima gente che vuole farlo.

    ecco tutto.
    Ciao pinga... anche io la penso come te per quanto riguarda il sociale anche se è la cosa che mi ha sempre itneressato di più
    Devo dire però che anche le cose di cui parli tu sembrano molto interessanti.... potresti spiegare meglio ciò di cui ti occupi???
    Che specialistica hai preso, quali master... insomma, quale è stata la tua formazione! Grazie!
    ( @ @ )
    ....o00o.(_).o00o...
    !!!ciao!!!

    (¯`·._.• Il mio blog •._.·´¯)


  10. #10
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    Ciao Karen1986, ti ringrazio. Io in realtà ho fatto il Vecchio Ordinamento ad indirizzo evolutivo ma ho messo nel Piano di Studi tutte le materie dell'indirizzo Sperimentale e Generale, non potendo più prendere questo indirizzo perchè a palermo era stato chiuso l'anno prima.
    Mi sono interessata, sin dal periodo di tesi, di psicologia generale e dei processi cognitivi e, dopo la laurea, ho deciso di applicare questo mio interesse a qualcosa di pratico, ovvero l'ergonomia. Così sono entrata in un laboratorio dell'Università di Padova che si occupa di user experience e interazione-uomo macchina e ho fatto un anno di tirocinio. Ho accoppiato il tirocinio con un master in ergonomia (adesso ce n'è uno molto buono a Roma, quello che ho fatto io - a Bologna - mi ha in realtà delusa molto). Fatto questo... ho incrociato le dita.

    Quello di cui mi occupo io, nello specifico, è applicare i principi della psicologia cognitiva, della psicologia della percezione, della memoria, dell'attenzione, del linguaggio all'interfaccia, ma anche della semiotica (significanti e significati culturalmente condivisi), di modo che un sito possa essere maggiormente compreso e più facilmente
    navigato, aspetto molto importante nella concezione di Web 2.0.
    L'idea è quella di accelerare i tempi di navigazione e quindi anche di reperimento delle informazioni. In un sito di e-commerce ciò è importantissimo perchè, se la persona trova subito quello che cerca, non va altrove a cercarne un'altra e così acquista nel mio sito e non in altri.
    Quindi rendiamo user-friendly il Portale, che non vuol dire solo bellezza estetica, ma anche adattamento degli stimoli ai processi cognitivi dell'individuo.
    Un altro mio lavoro è quello di analizzare i report di navigazione per comprendere le caratteristiche dei miei utenti-tipo e, se non posso farlo attraverso questo, costruisco questionari, interviste, conduco brain-storming e focus group per capire cosa vuole e cosa cerca l'utente nel sito.
    E' un lavoro che implica anche delle buone di statistica perchè spesso devo anche campionare i soggetti, analizzare i dati con la descrittiva e l'inferenziale. Insomma faccio la psicologa a tutti gli effetti. A volte mi occupo anche della costruzione dei percorsi ideali di navigazione, stilo i requisiti per i prototipi e li testo con gli utenti veri facendo studi ecologici con tanto di videocamera, specchio unidirezionale, etc... Per il resto, conduco anche dei testing propri del mondo dell'ergonomia, piuttosto complessi.

    Il problema di questo lavoro è la difficoltà a trovarlo perchè in italia ancora sono in pochi a dare importanza alla user-experience e questo è il male perchè non hanno capito che la usability di un sito aumenta il fatturato in modo esponenziale (per la serie: se la gente non trova quello che cerca, entro 3 secondi se ne va altrove).
    Ad ogni modo considera che mi hanno chiamata per lavoro più che per il mio master e tirocinio che non per la sola laurea, questo significa che il campo HCI (Human- Computer Interaction) è meno saturo di quello Sociale e psicologico.

    Per il resto io penso comunque che l'ergonomia in Italia sia in crescita: pensa che solo due anni fa cercare un articolo in italiano sull'usabilità dei sistemi interattivi era una chimera o oggi ci sono tanti blog, siti e forum che almeno ne parlano. Questo significa che qualcosa si sta muovendo. Considera anche che ci sono molti laboratori universitari che se ne occupano (quelli di Napoli e Padova vànno molto forte, c'è anche un laboratorio di ergonomia dell'arredamento a Trieste molto famoso).

    Comunque, onde evitare di andare OT, dico che il percorso è quello che ti ho detto, preferibilmente la laurea specialistica in psicologia cognitiva o generale e sperimentale o del lavoro vanno benissimo, soprattutto se puoi mettere nel piano di studi le materie di ergonomia, ergonomia cognitiva, ergonomia del lavoro, interazione uomo macchina, psicopercezione, usabilità, etc, a seconda degli esami previsti nell'ateneo.
    Poi un master o un periodo di stage/tirocinio non sono male. Il master non è particolarmente d'obbligo: spesso conta se hai fatto la tesi sull'argomento, più che altro. Io non l'ho fatta nè avevo dato esami di ergonomia, quindi il mio percorso di ricerca di lavoro è stato più lungo.

    Comunque se sei interessata scrivi pure in pvt. Ciao
    Ultima modifica di pinga : 17-10-2007 alle ore 14.03.08

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di Rae
    Data registrazione
    22-11-2003
    Residenza
    * sul ciglio di un equilibrio che non ho *
    Messaggi
    7,432
    Blog Entries
    20
    Anche io ho sempre lavoricchiato, per togliermi le mie spese, e andare in ferie in estate ( il primo anno avevo giusti i 200 euro per i 3 giorni ) e facendo cosi, come è stato detto anche da altre, non mi sono mai persa per strada, studiando di sabato domenica, praticamentre sempre, lavorando nei we quando mi chiamavano all'inizio, e trovando poi una strada più sicura e remunerativa come tutor gli ultimi tre anni.
    Ho arricchito un pò il curriculum, che altrimenti, ora che sono laureata, sarebbe spoglio e manco lo degnerebbero di uno sguardo .. studiare e basta secondo me impirgrisce e tende a farti dimenticare com'è il mondo al di fuori dei libri , quindi per come la vedo io ben venga qualche lavoretto C'è da dire che mi sono sempre arrangiata bene anche perchè avevo il fondo di base delle borse di studio, e le rate universitarie non le ho quasi mai pagate.

    ho sempre fatto lavori gestibili da me sola, quindi problemi eventuali con colleghi non li ho mai avuti, ma in casa si all inizio in famiglia non volevano che lavorassi, temevano che avrei perso tempo, ma in realtà io perdo tempo se ne ho troppo di libero ...


    In bocca al lupo!!!
    Ma contro i sentimenti siamo disarmati, poiché esistono e basta, e sfuggono ad una qualunque censura. Possiamo rimproverarci un gesto, una frase, ma non un sentimento: su di esso non abbiamo alcun potere.
    M. Kundera

    "Non siamo uomini di buona volontà se ci limitiamo a piangere ciò che si è perso, se ricordiamo solo ciò che non può più tornare. Lo saremo solo se diventiamo consapevoli di ciò che di meglio c'è in noi, di più vitale, e se seguiamo la voce di questa Coscienza" H.Hesse


    "Non sono cattiva.. è che mi disegnano così"
    Per gentile concessione del Lupo Solitario


    fondatrice con Ele* del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...e con una nuova adepta!!Benarrivata Claudina!!


    ...La farfalla , si dice, non sa cos'è il dolore..vive un giorno felice..e poi per sempre muore....

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140
    Originariamente postato da Rae
    trovando poi una strada più sicura e remunerativa come tutor gli ultimi tre anni.In bocca al lupo!!!
    ciao rae, scusa se mi impiccio, che intendi per tutor? Dove?

Privacy Policy