• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 32
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    modo di vicere l' agenzia interinale

    ciao a tutti, è un mese che sto facendo uno stage in un' agenzia interinale, fino a qualche tempo fa pensavo fosse una cosa estremamente positiva, eccitante e professionalizzante ma ora mi sto ricredendo. Non voglio dire che la trovo un' esperienza noiosa ma solo che non vedo l' ora che finiscano le oto ore quotidiane.
    secondo voi è una questione mia soggettiva o ha un fondo di realtà oggettiva questa mia sensazione?

  2. #2
    Probabilmente entrambe le cose. Sicuramente lavorare in ag. int. alla lunga è noiso e ripetitivo ma ti potrà essere utile una volta che e sci dili. Inizia a guardarti intorno e l'esperienza interinale ti servirà.
    Ciao
    www.albertoventurini.it

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    l' attività di selezione se cosi possiamo definirla è nulla, una ragazza laureata in lettere si arroga il diritto di tracciare profili di personalità dei candivati da dare alle aziende. nel frattempo io do buste paga, faccio fax contatto i lavoratori, risp al telefono ecc... non dico che dovrei farlo io ma con quale titolo tale attività viena svolta da uno che non sa neanche la definizione di personalità? inoltre tutte le attività che si svolgono all' interno dell' agenzia sono meramente commerciali, ruota tutto intorno alla vendita.

  4. #4
    AlphaDraconis
    Ospite non registrato
    qualcuno disse la frase "siamo tutti un po' psicologi" e purtroppo è vero.

    mi capita talvolta di trovarmi dentro delle discussioni tra amici (che ormai preferisco evitare) su come "funzioni l'essere umano".

    un esempio: l'influenza della minoranza.

    è controintuitivo che la minoranza possa influenzare una maggioranza, ma talvolta succede (la letteratura è infinita e sempre in dibattito...ma un'influenza c'è sicuramente, quanto è da vedere).

    ora, finchè entro nella discussione e dico cose che vanno di pari passo con quella "psicologia del buon-senso" che è nelle prime pagine di tutti i manuali di psicologia, allora va tutto bene.

    ma quando mi ritrovo (per forza) a dire cose contro-intuitive (supportate da ricerche naturalmente), allora iniziano i problemi...

    la conversazione "tipo" si svolge più o meno così:

    A: chissà come ha fatto quel gruppetto a portare dalla propria parte tutti gli altri, che pure erano tanti e sembravano uniti
    IO: talvolta la minoranza può influenzare la maggioranza
    A: no, la minoranza non influenza, è la maggioranza che influenza
    IO: guarda che la minoranza può influenzare perchè...(etc)
    (lunga discussione sui singoli punti)...alla fine
    A: sarà, ma per me non è così.

    ecco, quel "per me non è così", è la cosa che distrugge la psicologia.

    una psicologia seria è scientifica, quantomeno scientifica tanto quanto lo è la medicina.

    solo che con un medico non puoi dire "per me non è così", a un medico credi e basta (anche se in fondo il livello di ricerca che sta dietro alle verità mediche è uguale a quello che sta dietro alle verità psicologiche).

    questo (suppongo) perchè "ci sentiamo tutti un po' psicologi".




    ora...è giusto che un laureato in lettere faccia un lavoro da psicologo?

    secondo me si, ma più che dire che sia giusto preferirei dire che non gli può essere vietato.

    è compito dell'azienda capire che un laureato in lettere non potrà mai dare quel valore aggiunto che solo uno psicologo può dare, e quindi, alla fine, se vuole il profitto deve mettere uno psicologo (certo...talvolta ci sono laureati in fisica che sono più preparati in psicologia di un laureato in psicologia...ma questa è un'altra cosa).

    mi ricordo di una ricerca che metteva alla prova le tecniche utilizzate per riconoscere le bugie negli altri durante una conversazione...
    il risultato è che chi pensava di utilizzare tecniche infallibili trovava il bugiardo il 50% delle volte...

    il che vuol dire che tirare una moneta avrebbe avuto lo stesso risultato (anzi, migliore perchè la monetina non ha la pretesa di essere dalla parte della ragione, chi usa le "infallibili tecniche" invece si sente il detentore della pietra filosofale del comportamento umano)

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    caro AlphaDraconis tutto ciò che dici è vero ma perchè (io x prima) non denunciamo questo esercizio abusivo della professione all' albo? anche xchè se dai un farmaco a qualcuno verremo denunciati nell' arco di 10 sec

  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di astrea
    Data registrazione
    26-06-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    67
    Purtoppo avete ragione! anch'io sto facendo uno stage c/o un'agenzia per il lavoro ed è mortalmente NOIOSO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Inoltre la mia resp di selezione, laureata in sc politiche, non capisce proprio l'utilità degli psicologi a questo mondo....figuriamoci poi quella degli psicologi del lavoro! Vi immaginate la frustrazione...Un professore mi ha detto di scappare perchè le agenzie del lavoro sono la morte della professionalità per gli psicologi del lavoro.....E io ho assoluta intenzione di seguire il suo consiglio.....

  7. #7
    lauretta80
    Ospite non registrato
    Citazione Originalmente inviato da astrea Visualizza messaggio
    Purtoppo avete ragione! anch'io sto facendo uno stage c/o un'agenzia per il lavoro ed è mortalmente NOIOSO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Inoltre la mia resp di selezione, laureata in sc politiche, non capisce proprio l'utilità degli psicologi a questo mondo....figuriamoci poi quella degli psicologi del lavoro! Vi immaginate la frustrazione...Un professore mi ha detto di scappare perchè le agenzie del lavoro sono la morte della professionalità per gli psicologi del lavoro.....E io ho assoluta intenzione di seguire il suo consiglio.....
    Io ho fatto ben due stage nelle agenzie per il lavoro e vorrei riportare la mia esperienza:
    primo stage: pessimo, ma mi ha dato l'idea di quello che era il lavoro.
    secondo stage terminato con un 'assunzione. Purtroppo non bisogna generalizzare: è vero che non si fa un lavoro che può fare solo uno psicologo, perchè non si somministrano test, però ho visto fare dei colloqui di selezione che anche se non fatti da psicologi erano comunque molto centrati e non fatti così tanto per fare...Poi nelle multinazionali è vero che si cerca solo di fare numeri e di raggiungere determinati obiettivi commerciali, ma nelle agenzie che lavorano non solo con i numeri c'è attenzione anche alla persona.
    Io ho le stesse responsabilità delle mie colleghe, non faccio la segretaria. E poi è chiaro che quando devi selezionare un operaio non fai colloqui interessanti come quando devi seleziionare un ingegnere o un responsabile di chissà cosa!E ti assicuro che poi nella maggior parte delle aziende della mia zona chi fa i colloqui di selezione è raramente un resp. RU (che raramente è uno psicologo), ma nella maggior parte dei casi è il proprietario o il resp. dell'ufficio per cui il candidato lavorerà. E poi ho imparato un sacco di cose sulle professioni, sui contratti e sulle paghe!Insomma, io al momento sono soddisfatta del mio lavoro. Certo, se in futuro trovassi un impiego in cui accanto ai colloqui fosse possibile fare test tanto meglio, ma visto che il mercato è extra saturo di psicologi...

  8. #8
    Partecipante Affezionato L'avatar di astrea
    Data registrazione
    26-06-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    67
    Ciao...concordo con te che non bisogna generalizzare, devo dire che anch'io non faccio la segretaria...anch'io sono la mio secondo stage (finalità assunzione) e quasi da subito, anche nel primo stage, facevo tutto ciò che faceva la resp di selezione...colloqui, contatti con le aziende, etc...però, per me, è cmq mortalmente noiso... forse perchè in psicologia del lavoro la selezione è cmq la cosa che mi piace di meno in assoluto, anche quella fatta con gli assessment center, questionari etc...preferisco altro, come consulenza, orientamento, analisi di clima...e non mi piace neanche la gestione delle risorse umane come ormai viene intesa (parte amministrativa, etc, etc...). Insomma, secondo me è anche questioni di interessi....e prevedo che con i miei...farò la fame!!!

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    vorrei sapere da voi cosa pensate in merito a una cosa che mi è successa oggi durante lo stage e che mi ha fatto rimanere molto male:

    ore 90 entra la capo filiale con la commerciale.
    ore 9:40 capo filiale, commerciale e selezionatrice mi salutano dicendo (tutte ridenti) che andavano a prendere un caffè e che se avesse chiamato l' informatico IO avrei dovuto sistemare il pc del capo filiale.

    datemi una vostra impressione per favore.
    grazie

  10. #10
    lauretta80
    Ospite non registrato
    Citazione Originalmente inviato da larapull Visualizza messaggio
    vorrei sapere da voi cosa pensate in merito a una cosa che mi è successa oggi durante lo stage e che mi ha fatto rimanere molto male:

    ore 90 entra la capo filiale con la commerciale.
    ore 9:40 capo filiale, commerciale e selezionatrice mi salutano dicendo (tutte ridenti) che andavano a prendere un caffè e che se avesse chiamato l' informatico IO avrei dovuto sistemare il pc del capo filiale.

    datemi una vostra impressione per favore.
    grazie
    Mamma mia!è successo anche a me durante il primo stage, anzi succedeva praticamente sempre!ma in quale agenzia lo fai?a me è successo in vedior!
    non disperare, ci sono luoghi in cui lavorano persone più umane, in cui la stagista ha un suo valore, anzi è la persona più informata sulle attività della filiale e dà un grande contributo al lavoro!sfrutta questo stage per trovare un posto migliore!

  11. #11
    Partecipante Affezionato L'avatar di astrea
    Data registrazione
    26-06-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    67
    Sono d'accordo con lauretta...io ho fatto, e sto facendo, due stage in due agenzie diverse...e c'è un abisso...non dipende dall'agenzia..dipende dalle persone che ci lavorano...in entrambe mi hanno dato molte responsabilità ma a livello umano la prima era sicuramente un altro vivere...Larapull non ti scoraggiare, capita, in qualunque luogo di lavoro ci saranno persone più umane e persone più menefreghiste...magari ti serve per farti le ossa per quando troverai un altro posto di lavoro...sfrutta lo stage, impara tutto quello che puoi, anche solo osservando cosa fanno gli altri, e intanto guardati attorno!!!

  12. #12
    robytorino
    Ospite non registrato

    agenzia: quale scegliere?

    Ciao a tutti, ho seguito la vostra discussione e mi interesserebbe molto un vostro parere, dato che siete sicuramente molto piu esperte di me!sono laureata in psicologia dello sviluppo, ma purtroppo non essendoci molte possibilità nel nostro campo, vorrei spostarmi sulla gestione delle risorse. Non avendo nessuna conoscenza in proposito, ho fatto domanda per il master in valutazione delle risorse umane a Padova...ma nello stesso tempo vorrei fare anche uno stage per acquisire competenze sul campo....secondo voi, che conoscete meglio di me le agenzie, quale potrei scegliere?vorrei rispondere a un annuncio dell'Adecco...cosa ne dite?anche se so che non si può generalizzare, magari però conoscete l'impostazione di fondo....grazie!!!

  13. #13
    Partecipante Affezionato L'avatar di astrea
    Data registrazione
    26-06-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    67
    secondo me adecco va molto ok. Ha un nome, e anche sul cv, anche se è un'agenzia per il lavoro fa abbastanza bello! Io ci ho fatto 3 mesi e mi sono trovata molto bene...certo, dipende dalla filiale in cui vai e da ke persone incontri, ma la mia esperienza è stata positiva...Però se tu trovassi un altro tipo di stage tipo formazione, gestione RU, selezione vera e propria sarebbe meglio perchè sateg di questo tipo ti aprono più strade, soprattutto la formazione. Insomma, la rivendi meglio piuttosto che selezione in agenzia per il lavoro....Però, in mancanza di latro io ti consiglio di farlo! in bocca al lupo!

  14. #14
    Partecipante Affezionato L'avatar di astrea
    Data registrazione
    26-06-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    67
    P.s. sono un pò disgrafica!!!!! ovviamente "sateg" è "stage"!!! e "latro" è "altro"!!!!!!!!!!!!!!

  15. #15
    robytorino
    Ospite non registrato
    ti ringrazio molto, sia per avermi riposto, sia per la tempestività!per il momento, non essendo neanche il mio campo, forse allora proverò da adecco, con cui tra l'altro avevo già avuto dei rapporti, ma come intermediario per lavorare in un call center!invece, se posso ancora chiedere un consiglio, per il Master come ti comporteresti?proveresti a farlo lo stesso accanto alla stage?tra l'altro sarebbe anche a padova e io abito a Torino per cui devo decidermi bene su come fare...grazie ancora!

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy