• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1

    "Questi Drappi" - racconto banal-erotico

    QUESTI DRAPPI

    Ne scorgevo già il seno nudo, là in mezzo a tutto quello svolazzar di drappi.
    Era un seno sincero, fiero e turgido. Eccitante e passionale.
    Passionalità confermata dal vigore della mia erezione, impossibile da domare.

    C'erano drappi di tutti i tipi, in quello strano posto....non ricordo bene che posto fosse...un magazzino di Cinecittà, un hangar, una chiesa sconsacrarta....comunque non ne riuscivo a capire il perimetro....era tutto occupato da drappi appesi chissà dove.
    Però ho chiaro il movimento, il carosello di broccati, damaschi, canape, cotoni e velluti ricamati....e in mezzo, balenante, fugace,... la Donna Nuda.
    Non riuscivo mai a coglierne la figura intera. Soltanto quando il balletto delle stoffe lo permetteva ne ammiravo un seno, un gluteo, il pube sicuramente umido, i capelli fluenti.....la schiena....Dio che bella schiena aveva....
    Ma chi era? E cosa faceva? Il momento fu ipnotico, onirico, quasi malato...il ricordo è ancora annebbiato....un'artista sicuramente...forse ballerina ... forse pittrice...forse entrambe.
    Si muoveva leggiadra, danzando col vento che percuoteva quella stanza, a tempo con il garrire dei drappi colorati.....
    Ma, ecco....la memoria mi soccorre.... Intravvedevo una tela....si, dunque ella dipingeva...
    ...dipingeva un nudo di sè stessa ,....le dita tenevano sapientemnte il pennello e lo facevan vorticare con un ritmo quasi convulso....un processo tantrico di elevazione artistica....Lei era succube del pennello...un richiamo del desidero che la dilaniava....ansimava, sudava...

    Io la volevo, il mio sesso pulsante la desiderava, volevo avvicinarmi....ma qualcosa mi bloccò.

    Non eravamo soli in quella stanza.

    Qualcosa di piccolo, saettante, sfuggente correva tra i drappi....si avvinghiava sui velluti rossi, scivolava sulle sete, giocava coi broccati.....e lei fermava per un momento la sua arte, guardava quella presenza e rideva: era un animale....un topo, anzi no: un criceto....si si proprio un criceto....

    Lei delicatamente lo prese in mano, baciandolo, accarezzandolo,...ci parlava squittendo con lui.
    Ed io ero geloso del criceto.
    ....Proprio in quel momento questi drappi fin'ora ostili, mi concessero una vista un po' più ampia, scostandosi all'unisono e per qualche secondo vidi i suoi occhi: forse teneri, verdemarroni, intensi...sicuramente eccitati....
    La luce di taglio della stanza era ritmicamente disturbata dalla danze delle stoffe, ma riuscivo a nutrire il mio desiderio vedendo i capezzoli di quel seno guizzante,erano turgidi e di un rosa vivo; anche gli occhi si aprivano vogliosi, come mi parve - o forse immaginavo - anche il suo intimo odoroso...
    .....dunque quella femmina, la Donna Nuda, cercava nell'arte e con l'arte di placare le sue voglie......
    Ma io, io ....potevo farlo io.... potevo tuffarmi in lei, per realizzare la visione, per toccare con mano il corpo vibrante e vellutato...volevo avvicinarmi a lei, palesarmi...
    ...Ma....cosa stava facendo?
    Poggiò il pennello sporco di colore da una parte, prese il criceto in mano, schiuse le gambe e se lo portò fra le cosce, accogliendolo nel mezzo del suo monte di Venere, .... il criceto si dimenava, voleva proseguire la sua corsa forsennata, ma lei, avida e padrone del povero animale, con le dita lo costringeva ad agitarsi sulla sua intimità umida,....e ne godeva...ne godeva....ne godeva....

    Poi più nulla, il vento (ma da dove veniva questo vento?) spostò ancora i drappi coprendo quella visione assurda ed io che mi stavo avvicinando mi ritrovai bloccato nel cammino..
    Ormai ero mezzo nudo, il mio sesso non poteva essere contenuto da nessun tipo di indumento....dunque, spogliato, passo dopo passo, spostando ogni singolo drappo, giunsi nel punto dove era Lei fino ad un minuto prima: ma la Donna Nuda non c'era più.
    Scomparsa. Inghiottita dai drappi.
    La luce giallognola proveniva da un punto imprecisato tra un nugolo di panneggi corti e laceri....illuminava l'angolo in cui mi trovavo, vedevo quindi bene il cavalletto da pittura, il tavolino coi colori, i pennelli gettati a terra, la tavolozza....ma Lei non c'era.
    Ma c'era il quadro.
    Eccola finalmente, impalpabile ma viva, intoccabile ma vicina, una bellezza imprigionata in un dipinto.
    Ma nemmeno in quel quadro riuscii a vederla per intero. Il suo corpo dipinto, infatti, era coperto a tratti dai tessuti svolazzanti, questi drappi maledetti, .... le sue mani, balenate nobili ed affusolate, erano nascoste fra le ombre della sua vulva, mentre premevano l'animaletto a sè....il suo volto, quel volto sicuramente bello era ripiegato all'indietro, con gli occhi chiusi, la bocca semiaperta nello spasmo del piacere.
    Un volto che mai vidi ...e che non vedrò mai più.



    [ ]
    Ultima modifica di semplificatore : 30-09-2007 alle ore 22.52.56
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    mi piace questo racconto ma da oggi guarderò con occhi diversi il mio criceto...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  3. #3
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702
    Ci si sposta in un'altra sezione
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di eneri1201
    Data registrazione
    25-11-2006
    Residenza
    dove mi porta...l'università!
    Messaggi
    1,625
    povera bestia....

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1
    x Tutti: nessuno o quasi commenta e nemmeno insulta, però lo avete letto tutti 124 volte: tzè!!!
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  6. #6
    Johnny
    Ospite non registrato
    124 vuol dire che in 124 hanno aperto il 3d, ma forse dopo averne letto 2 righe escono almeno, io così ho fatto
    e cmq se si legge qualcosa non è obbligatorio commentare o insultare, a volte un silenzio vale più di 1000 parole, nel silenzio si riflette

  7. #7
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1
    Originariamente postato da *-ras-*
    nel silenzio si riflette
    Bravo!
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di barbara.deleo
    Data registrazione
    13-03-2006
    Residenza
    ALTROVE
    Messaggi
    3,636
    Blog Entries
    1
    il racconto è ben scritto senza dubbio, l'indugiare nelle descrizioni aumenta il potere suggestivo fino all'acme, al culmine del finale... però permettimi di provare una grande pena per quella povera bestiola.... noi umani siamo più bestiali nel perseguire il nostro egoistico piacere degli stessi animali...

    Il silenzio deve portare alla nostra riflessione su quanto spesso siamo bestiali fino all'eccesso e non per criticare quello che senza dubbio è un racconto/metafora della natura umana...


    L'amore non rende le cose migliori, anzi le rovina.
    Ti spezza il cuore.
    Rende tutto un gran casino.
    Non siamo qui per fare le cose alla perfezione.
    I fiocchi di neve sono perfetti.
    Le stelle sono perfette.
    Noi no.

    "Ho deciso di perdermi nel mondo, applico alla vita i puntini di sospensione" (MORGAN)
    http://jaustenit.spaces.live.com/

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1
    Originariamente postato da barbara.deleo
    senza dubbio è un racconto/metafora della natura umana...
    bè ....veramente.....la genesi di questo racconto è la seguente.
    Eravamo uomini e donne a sbevazzare.
    Io dico ad una di queste di organizzare una piccola orgia, però non una cosa banale: occorreva abbellire la stanza con lumi di design, incensi e drappi vari; lei mi fa: "come con drappi?" io intendevo tendaggi e tessuti che rendessero l'atmosfera decadente e torbida....alla fine me ne sono uscito con: "Allora ci scrivo un racconto..."

    et voilà

    la bestiola un po' è uno scherzo un po' forse simboleggia l'immediatezza che vince sulla ragione (rappresentata dall'uomo che guarda e che "perde" la donna)
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di barbara.deleo
    Data registrazione
    13-03-2006
    Residenza
    ALTROVE
    Messaggi
    3,636
    Blog Entries
    1
    ops.... ho "toppato" alla grande, va beh, le opere sono anche fatte per essere interpretate individualmente... o no?
    Va beh, dai passamela questa!!!


    L'amore non rende le cose migliori, anzi le rovina.
    Ti spezza il cuore.
    Rende tutto un gran casino.
    Non siamo qui per fare le cose alla perfezione.
    I fiocchi di neve sono perfetti.
    Le stelle sono perfette.
    Noi no.

    "Ho deciso di perdermi nel mondo, applico alla vita i puntini di sospensione" (MORGAN)
    http://jaustenit.spaces.live.com/

  11. #11
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1
    Originariamente postato da barbara.deleo
    ops.... ho "toppato" alla grande, va beh, le opere sono anche fatte per essere interpretate individualmente... o no?
    Va beh, dai passamela questa!!!
    certo!!! Le interpretazioni a volte sono più vere della verità stessa!!!
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

Privacy Policy