• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 22

Discussione: Confusione totale

  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Confusione totale

    Alcuni di voi mi conoscono e sanno già dei miei dubbi in ambito universitario/lavorativo, che ultimamente stanno sfociando in una vera e propria crisi esistenziale.
    Parto dal presupposto che purtroppo da qualche mese è arrivata la presa di coscienza di aver sbagliato totalmente ad intraprendere la strada della psicologia, perchè non sono tagliata per il percorso lungo e difficile che mi attende dopo la laurea, ormai vicinissima (4 mesi). Non mi riconosco più nella ragazza che per tanti anni ha pensato solo allo studio mettendo a tacere tutti gli altri bisogni della sua mente e del suo corpo, non ho più voglia di studiare, non me ne frega più di niente....troppe opportunità ho perso, troppo poco ho goduto, sento di aver seguito una strada che non è la mia, che non fa per me, che è troppo per me....forse per compiacere aspettative di genitori e parenti e professori. Ora sento che sto solo perdendo tempo, che non sto facendo nulla di utile........vorrei lavorare, vorrei costruirmi un'indipendenza...vorrei cambiare vita.
    Dall'altro lato, nasce anche la delusione verso me stessa......perchè non vorrei buttare completamente al vento quello che ho fatto fin'ora......quindi sto cercando di capire quali opportunità lavorative mi si prospettano con la sola laurea, senza tirocinio post-lauream ed esame di stato. E cosa cambierebbe se, per esempio, facessi tirocinio ed esame di stato ma NON la scuola di specializzazione? sarebbe la stessa cosa o ci sarebbero maggiori sbocchi? Preciso che non mi preme rimanere necessariamente nell'ambito della psicologia, ma qualsiasi ambito va bene.

    Grazie a chiunque mi risponderà........e scusate lo sfogo ma non sapevo davvero con chi parlarne....

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di euphoria
    Data registrazione
    26-11-2006
    Residenza
    in una vita nuova
    Messaggi
    10,110
    Blog Entries
    8
    bella te lo dissi già in pm , e la penso esattamente come allora...non credo che tu butti via completamente al vento quello che hai fatto fin'ora...meglio fare le cose ed eventualmente pentirsene dopo averle fatte , che non rimanere con i se e con i ma , per tutto il resto del tempo che hai , per come sarebbero potute andare le cose.Ce chi dice che le scelte che facciamo non dipendono esclusivamente da noi , e puo darsi che sia vero , non parlo di entità divine...ma proprio di fattori esterni a noi , vuoi le circostanze della vita , vuoi le motivazioni forti che un tempo avevi dentro di te e che adesso non senti piu come tue , ti sei ritrovata a fare delle scelte che ti han portato fin dove sei adesso.Ma , niente e nessuno potrà impedirti di stravolgere completamente il corso della tua vita , niente e nessuno potrà permettersi , alla bella età di24anni soprattutto , di decidere cosa sia meglio per te.Lo puoi sapere solo tu:la risposta è dentro di te Se tu vuoi , puoi e le cose bisogna volerle da sempre , volerle per sempre e volerle fortissimamente tu hai dedicato tanto e troppo tempo allo studio , ma hai ancora tanto tempo di dedicarti ad altro...come dice ,*lui* ( ) nel volgere di un attimo , vivi.
    (non ho risposto alla domanda dal punto di vista prettamente lavorativo , perchè per il momento è bene concentrarmi allo studio , per potermi permettere domani di dire...e mo? )
    Ultima modifica di euphoria : 25-09-2007 alle ore 18.45.13
    Libera d'esser libera di poter essere... [ return ]




    La vita del puntuale è un inferno di solitudini immeritate.

    la certezza è il lusso di chi non è coinvolto

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di jen84carla
    Data registrazione
    30-06-2006
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    576
    ciao,ankio sono più o meno nella tua stessa situazione, solo che a me manca un anno per terminare la specialistica. all'inizio pensavo di sfondare, diventare subito psicologa ma adesso lo vedo solo come un sogno. io lavoro anche, in un ambito non psicologico e credimi cresce ancora di più la voglia di indipendenza.
    quello che penso è che alla fine della laurea cmq il mio percorso l'avrò fatto, tutto il resto è in più, cmq ci avrò provato.io ti consiglierei di fare l'esame di stato, magari per la scuola di specializzazione c'è tempo per farla e soprattutto tanti soldi.
    prova a lavorare part-time, così sarai più indipendente. in bocca al lupo

  4. #4
    Postatore OGM L'avatar di Tesmaaah
    Data registrazione
    25-03-2007
    Residenza
    Prov. (Na)
    Messaggi
    4,343
    Ciao Alex,
    secondo me quella che ti manca è una vera motivazione per andare avanti...
    innanzitutto voglio dirti di stringere i denti e mettercela tutta, visto che oramai la laurea ce l'hai alle porte (ti mancano solo 4 mesi) e sarebbe veramente sprecato gettare tutto all'aria, ore di studio, sacrificio e soldi perchè no, per un qualcosa che ancora devi comunque mettere a fuoco..secondo me sei un pò confusa e l'idea che dopo la triennale, il percorso per diventare psicologi a tutti gli effetti non sia terminato, ti ha sicuramente avvilito e intristito..ti capisco benissimo perchè è quello che è capitato a me, non molto tempo fa..solo che sbocchi soddisfacenti al conseguimento della sola laurea non ce ne sono (per quello che so io)..
    anch'io avevo pensato di mollare tutto, che non ero portata per l'uni, ma al tempo stesso non sapevo che fare...mi sono sentita smarrita, in preda alla confusione più totale...poi come già detto in un altro post, sono tornata in me e più motivata di prima...(quello che forse mi mancava prima)...ho capito che devo affrontare lo studio in maniera diversa e non m'importa nulla di quello che dicono gli altri...se studio, lo faccio per me e basta...per soddisfare il mio ego e per vedere (si spera ) un domani ripagati i sacrifici che sto facendo ora...non ho ancora ben chiaro cosa voglia fare dopo...ma sento che sono ripartita col piede giusto e con una gran voglia di studiare (almeno per ora) e di laurearmi quanto prima (visto che per troppo tempo ho lasciato che il tempo mi scorresse addosso senza muovere un dito ).
    Quello che consiglio a te è di fermarti un pokettino a riflettere e a nn arrivare a conclusioni affrettate...può essere che il tuo sia solo un momento passeggero, buio e cupo, in cui nn hai bene chiare le idee in mente...o se proprio avrai compreso e ne sarai convinta che la psicologia nn è la strada giusta per te, bhè sarai comunque sempre in tempo per capire quale sarà la strada più consona per te!!!
    In bocca al lupo

  5. #5
    ironica82
    Ospite non registrato
    Ale capisco benissimo le tue perplessità, credo che in ognuno di noi vengano dei momenti in cui si ha voglia di lascir perdere tutto e godersi un pò di vita, soprattutto pensando al percorso che ci siamo scelti che ahimè è lunghissimo. Io pure nn ho intenzione di fare la scuola di specilizzazione, perchè per lavorare nn è necessaria, però ti consiglio di fare almeno l'esame di stato e tirocinio, tanto ti toglierebbero solo un altro anno..ormai hai finito...dovresti fare almeno ques'altro sforzo perchè dubito che senza esame di stato puoi trovare qualcosa...girando un po' in cerca di lavoro ho visto che tutti cercano laureate con esame di stato perchè senza quello nn puoi fare tante cose...

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dyafne83
    Data registrazione
    02-09-2006
    Messaggi
    625
    Blog Entries
    17
    non credo che ci siano persone che non hanno mai avuto dubbi sulla propria vita, alcuni sono sicuramente più consapevoli, altri meno, ma avere dubbi è nella nostra natura.
    C'è chi non ascolta la propria voce in fondo al cuore, e va avanti, senza mai voltarsi, senza mai riflettere...ma prima o poi i conti con se stessi bisogna farli, che tu lo voglia o no...
    e poi c'è chi è un pò più forte (senza offesa per nessuno)e ascolta e accetta quella vocina che ti porta a chiederti cos'è che la mattina non ti fa sorridere, cos'è che ti rende così irritabile e scontrosa, arrabbiata con il mondo...ti porta a riflettere.E del fatto che tu rifletti sulla tua vita devi esserne orgogliosa.Non è facile rimettere in gioco tutto, lo so perchè ci sono passata, ti senti persa, come se tutto quello in cui hai sempre creduto non avesse più importanza.
    Io posso solo consigliarti di aspettare, arriva alla laurea che in fin dei conti è comunque un traguardo. Può darsi che sia solo un momento, sai, a volte la tensione e soprattutto la paura del domani, del "dopo cosa farò", fa davvero brutti scherzi. Se invece dovessi renderti conto che davvero questo percorso non ti piace, allora cambia, da quello che ho capito sei giovane e non devi aver paura di fare quello che ti senti.
    Da un punto di vista più pratico, premetto che non sono molto informata ma credo che ti convenga almeno fare tirocinio ed esame di stato, se è all'indipendenza e al lavoro che aspiri, forse avrai più possibilità.
    In bocca al lupo per tutto e forza!!!!
    sto faticosamente scalando una montagna,facendomi spazio tra la fitta boscaglia, aprendomi varchi fino a ieri impensabili,coprendomi il volto cn le braccia x evitare di ferirmi e a volte ferirsi è necessario,accellerando il passo e rallentandolo a seconda delle necessità con fatica e sudore,a volte di notte nel bosco quando tutto è buio ho paura,ma è tutto necessario per raggiungere il sole, ha tanta voglia di sole, di ritrovare quella parte di me. Ne ho maledettissimamente bisogno!
    .

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4
    Grazie a tutti per le risposte. Purtroppo il mio disagio non è qualcosa di momentaneo.....mi accompagna da circa un anno e mezzo, ma solo da alcuni mesi sono riuscita ad ascoltarlo, a dargli voce, a guardarmi dentro....non potevo più ignorarlo, non potevo più far finta di niente. La laurea è un traguardo e io sono contenta di questo, ormai la tesi è quasi pronta, i giochi sono fatti, sta finendo tutto. Io però non ho più la motivazione per continuare a studiare dopo la laurea.......e fare il tirocinio mi sembra una perdita di tempo, anche se forzandomi potrei farlo ugualmente. Di sicuro devo prendere una decisione prima della laurea, perchè se decido di fare il tirocinio devo prenotarmi in segreteria al più presto. Vorrei tanto fermarmi per una volta nella vita.............non l'ho mai fatto, è un lusso che non mi hanno mai permesso di prendermi.......sempre ad andare avanti, come un treno.......ma dentro ci sono cose ed eventi che non ho mai elaborato, e sono andata avanti solo esteriormente. Ora però sono stanca e sento il mio Io inascoltato, represso, messo a tacere........e sento che se lo facessi urlare verrei punita........non so, è difficile da spiegare

  8. #8
    Postatore OGM L'avatar di Tesmaaah
    Data registrazione
    25-03-2007
    Residenza
    Prov. (Na)
    Messaggi
    4,343
    fai chiarezza con te stessa..ascolta quello che ti dice il tuo io più nascosto..dai il giusto peso alle cose che dicono gli altri, ma nn permettere a nessuno di ostacolare la realizzazione dei tuoi sogni, di quello che tu veramente vuoi..nn permettere a nessuno di decidere per te..la vita è tua e siprattutto ne è una sola

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di LunaLibera
    Data registrazione
    20-07-2007
    Residenza
    in fondo al mare...con la testa tra le nuvole...
    Messaggi
    605
    ciao Ale...
    io sono nella tua identica situazione..
    ma nemmeno io voglio buttare tutto quello che ho fatto..
    mi sembra di aver capito che hai solo 24 anni...e allora la vita è tua e solo tua..prenditi il lusso di fermarti un attimo a pensare e a dedicarti un po' di tempo...lo chiamo lusso perchè so cosa vuol dire non prendersene nemmeno uno per stessi...
    io lo sto facendo...e ne sono fiera...
    vivo sempre con " l'ordine" di non pentirmi mai nella vita..preferisco rimpiangere e non pentirmi...
    fermati...hai 24 anni..sei splendidamente giovane e ti puoi permettere di fermare il mondo e chiederti: cosa cazzo voglio dalla vita?
    nel momento in cui lo capirai, tutto sarà molto più facile...e se quello che hai fatto finora non dovesse centrare con quello che ORA hai volgia di fare..non importa...non butterai nulla, lo terrai come esperienza..esperienza che ti farà le spalle più grosse...non fermarti a cercare di trovare una soluzione immediata ( niente tirocinio, niente esame di stato...), perchè "chi si accontenta gode...csolo a metà"...se non te ne frega più niente..allora fermati, sì...ma per capire cosa vuoi fare...non accontentarti mai Ale...se te ne penti, te lo porterai dietro tutta la vita...
    L'essere che io aspetto, non è reale. Come il seno materno per il poppante, io lo creo e lo ricreo continuamente a cominciare dalla mia capacità di amare, a cominciare dal bisogno che ho di lui; l'altro viene la dove io sto aspettando, la dove io l'ho già creato. E se lui non viene, io lo allucino: l'attesa è un delirio. R.Barthes

    Siate capaci si sentire nel profondo qualunque ingiustiza commessa nei confronti di chiunque in qualunque parte del mondo. E.Montale


  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4
    Grazie LunaLibera Sì, hai capito bene, ho 24 anni...tra poco sarò laureata (laurea specialistica)..... Purtroppo non so se sono capace di prendermi una pausa senza sentirmi in colpa....sono stata sempre "costretta" a non perdere tempo....a riempire il tempo. Purtroppo nella vita non siamo sempre padroni, a volte ci sono condizionamenti che non possiamo scrollarci di dosso....non ancora. Ma non voglio parlare di questo, nè pensarci troppo.......perchè hai ragione, devo chiedermi cosa voglio dalla mia vita adesso.........bè, io non voglio più continuare a studiare dopo la laurea....nè per l'esame di stato nè per altre cavolate...perchè mi sentirei frustrata, studierei controvoglia, con l'angoscia....mi sentirei di perdere tempo. La verità è che io voglio lavorare, non tanto per i soldi, quanto per una questione mi personale....perchè ho bisogno di sentirmi una persona che lavora e produce qualcosa....e se continuo come ora non mi sentirò mai tale.

  11. #11
    Partecipante Figo L'avatar di MariaRita84
    Data registrazione
    22-04-2007
    Residenza
    in una piccola città della costa abruzzese
    Messaggi
    753
    Cara Alesxandra, non sei l'unica a sentire la necessità di trovare una "collocazione reale" nel mondo. Studiare all'università è come essere nel Purgatorio dantesco, sotto pressione continua e in attesa di un cambiamento. Io non mi sento molto diversa da te: anch'io ho sempre corso "come un treno" e, nonostante tutti gli sforzi e i sacrifici, vedo davanti a me ancora una strada in salita. A volte anch'io mi chiedo se ne vale la pena. Mi piace studiare Psicologia, sogno addirittura un futuro da psicoterapeuta... però... poi mi domando: quando avrò un'indipendenza? Quando avrò una famiglia? Quante cose mi perderò nel frattempo? Tutta questa incertezza mi mette molta ansia e nervosismo. Un anno fa avevo pensato di mollare tutto anch'io. Avevo 21 anni e una laurea triennale fresca fresce, conseguita con 110 e lode. Poi però mi sono fermata e ho riflettuto: vale la pena davvero buttare tutti questi sforzi nel cassonetto e ritrovarsi, chissà, a lavorare come centralinista a tempo determinato (con tutto il rispetto per questa categoria lavorativa)? Allora ho deciso di andare avanti, e cerco di farlo con più serenità, impegnandomi senza esaurirmi.
    Non so cosa deciderai di fare tu. E' giusto guardare bene dentro di te e fare quello che desideri, però pensaci bene: perchè sputare sopra tutto il sangue che hai versato proprio ora? Perchè non fare l'ultimo sforzo diventando Psicologa e non rimanendo una semplice laureata in Psicologia? Hai fatto 30: non pensi di poter fare anche 31?
    io sono sui libri per l'EdS...

    ...ma il mio cervello si rifiuta

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4
    Originariamente postato da MariaRita84
    Perchè non fare l'ultimo sforzo diventando Psicologa e non rimanendo una semplice laureata in Psicologia? Hai fatto 30: non pensi di poter fare anche 31?
    Perchè mi chiedo se valga davvero la pena fare questo sforzo! Purtroppo sappiamo bene che oggi senza la specializzazione le strade per uno psicologo semplice sono poche, e ugualmente non si ha stabilità economica....allora mi chiedo se vale la pena stare un altro anno e più a sbattermi tra tirocinio ed esame di stato se poi serve a poco e non mi garantisce nulla? Hanno tutta la mia ammirazione quelle persone (alcune qui di Ops) che hanno conseguito la laurea lavorando già.......magari si allungano i tempi, ma almeno non si sta con l'ansia! Conosco tante, troppe persone laureate da tempo, abilitate e tutto.......che stanno ancora a spasso, a 30 anni, lavorando saltuariamente, a progetti, di tanto in tanto....senza la possibilità di costruirsi una vita, una famiglia, una serenità. E io non voglio arrivare a quel punto. A volte penso "chi me l'ha fatto fare", quando c'è gente che invece di fare l'università ha iniziato subito a lavorare e ora può seriamente pensare al suo futuro!! Io mi ritrovo con un pugno di mosche in mano, con la sensazione di aver perso tempo inseguendo solo una passione che non mi darà da vivere

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di MariaRita84
    Data registrazione
    22-04-2007
    Residenza
    in una piccola città della costa abruzzese
    Messaggi
    753
    Non posso dirti che hai torto, Ale. L'unica cosa che mi permetto di fare è consigliarti di pensare. Personalmente mi sembra assurdo che tu molli proprio adesso (che hai fatto il famoso 30), che ti manca poco per aver raggiunto l'obiettivo finale (il 31). Un anno, un anno e mezzo di sacrifici in più non cambieranno radicalmente l'attuale stato delle cose. Potresti trovare un lavoretto, magari guadagnarti 700-800 euro al mese se ti va bene... e poi? Cosa avresti risolto? Concludere gli studi non ti dà certezze, è vero, però ti dà delle speranze:
    1. potresti trovare un lavoro che si confà al tuo iter di studio
    2. potresti comunque vantare un titolo, il che è una bella soddisfazione personale
    3. potresti tenerti immune da quella serie di sensi di colpa che generalmente si impossessano attorno alla mezza età di chi ha abbandonato gli studi.
    Attenzione: potresti, perchè NIENTE E' CERTO nella vita. Mai.
    io sono sui libri per l'EdS...

    ...ma il mio cervello si rifiuta

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di jen84carla
    Data registrazione
    30-06-2006
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    576
    ale, magari per avere più indipendenza e "concretezza" dopo la laurea potresti lavorare part-time in un ambito qualunque (io lo faccio già da adesso, sono alla specialistica) e procedere con il tirocinio e l'esame di stato.
    in tal modo ti sentirari in un certo senso più produttiva e stabile. entrambe appiamo che lavorare come psicologa è un'utopia però ci proviamo, tu ce l'hai messa tutta e manca solo un piccolo sforz.
    in bocca al lupo

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4
    Non so.... Di sicuro, almeno per una volta nella vita, cercherò di fare quello che veramente voglio, fregandomene di tutto.

    Grazie MariaRita

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy