• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 15
  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12

    sul celibato/nubilato dei religiosi: quali sono le motivazioni?

    salve. Parlando con una collega, mi racconta di suore che si comportano con i bambini come delle madri con i figli e di preti che mostrano le loro pulsioni sessuali...

    Abbiamo convenuto che questa scelta va contro la natura umana (reprimere il bisogno di avere figli nelle donne e la sessualità in uomini e donne, per tutta la vita, mi sembra una cosa contro natura).

    Ci chiedevamo quali sono le motivazioni per cui nella chiesa cattolica ci sia questa norma e perchè le altre religioni simili non la applicano.Ad esempio so che nel protestantesimo non è così.

    Spero che questa sia la stanza giusta...

    Mi piacerebbe anche approfondire quelle ragioni economiche che possono esserci dietro a scelte di questo tipo.
    Sono abbastanza convinto che dietro a fenomeni come questo i fattori economici siano molto più determinanti di quelli legati alla dottrina.

    Pensavo ad esempio al fatto che altrimenti il Vaticano, se permettesse il matrimonio ai preti, dovrebbe pagare stipendi più alti ai propri "dipendenti", ma confesso che non ne so molto in proposito e mi piacerebbe saperne di più.

    Spero che chi ne sa più di me (forse il buon Willy? ) intervenga.

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145
    interessantissimo argomento...
    ne so quanto te però,...
    quindi aspetto che qualcuno più informato intervenga...

  3. #3
    Angelus_Laguna
    Ospite non registrato
    Semplice: nel medioevo la chiesa aveva acquisito una tale cattiva fama a causa dei figli e amanti dei vari alti vescovi cardinali e prelati vari, con prostitute e quant'altro, che venne imposto il celibato per riabilitare l'onore del sacerdozio.
    Da allora in poi rimase come "scelta di virtù" anche se non era nata cosi la chiesa...

  4. #4
    theniaka
    Ospite non registrato
    ciao! bel argomento davvero!

    se mi domandassero perche' i preti devono rimanere soli, senza una moglie, secondo la tradizione religiosa, risponderei che succede perche' i centri della nostra religione (sia siamo ortodossi, sia catolici) e' jesu' e dio, uomini non sposati (il primo perche' cosi dice la chiesa e basta ed il secondo perche' e' una persona assolutamente inventata ed e' inventata cosi...). per quanto riguarda jesu', secondo la chiesa, non e' stato mai sposato... forse rimanere solo a vita simboliza la devozione... il valore che riferisce al sacrificio personale per un "capo" spirituale... non so...

    se ci sono motivi economici per questo... almeno io non posso dare una risposta precisa...

    certo che i preti, quelli che non possono sposarsi, guadagnano altre cose... non so... e ovviamente hanno vita sessuale, anche se non sposati.

    a presto!

  5. #5
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Carissimo Codename

    Ti ringrazio per la stima ma devo deluderti. Non ne so un tubo del perché la Chiesa Cattolica imponga il celibato a sacerdoti e monache. Nè, del resto, mi importa molto. E' cosa che riguarda chi intende farsi prete o suora, dal mio punto di vista. Come ho detto più di una volta, nel club di Paperino le regole le decidono i soci. E ai non soci non vedo cosa può interessare.

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689
    Tutto nasce da precise scelte economiche più che spirituali.
    Nel Medioevo i beni dei sacerdoti (celibi e senza eredi) alla loro morte venivano avocati alla Chiesa e su questi lasciti la stessa ha costruito nei secoli il proprio potere economico.
    Nei vangeli non c'è traccia di un obbligo al celibato, anzi risulta che tutti i discepoli di Cristo fossero sposati (com'era normale all'epoca).

  7. #7
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1
    Come diceva Lucio Dalla:
    "Anche i preti potranno sposarsi, ma soltanto a una certa età"

    E' l'unica soluzione.

    Ho detto
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    C'è da aggiungere che la nostra è l'unica religione che vede il sesso come una cosa sporca, che purtroppo bisogna fare se si vogliono avere figli... quindi astinenza dal sesso = purezza.

    Ma per me un prete senza famiglia è come uno psicoanalista vergine mi fa un pò specie insomma...

    Però dai io non dico che si debbano sposare per forza... in fondo non sposandosi, grazie al loro mestiere hanno modo di capire che "famiglia" può essere anche la comunità, il convento, la missione, l'oratorio, un gruppo di amici con uno scopo comune e non solo uomo + donna = figli lasciamo perdere
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  9. #9
    Affuso il Sommo
    Ospite non registrato
    Non siamo ingenui..un religioso che ha degli impulsi sessuali prende la macchina e si trova un partner (fosse pure una prostituta).
    Oppure ha dei normali partners adulti ..oppure ci crede sul serio e si mantiene casto, usa la passione per "il gregge" , diciamo. Sublima cosi gli impulsi erotici.



    Quelli che insidiano i bambini è perchè erano pervertiti prima di prendere i voti.
    Ultima modifica di Affuso il Sommo : 24-09-2007 alle ore 01.36.20

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Ma non si parlava degli impulsi sessuali ma bensì del celibato... che molti preti soddisfino i loro impulsi è risaputo... ciò non toglie che alcuni rispettano i voti, nonostante sia contro natura...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  11. #11
    Affuso il Sommo
    Ospite non registrato
    La religione cattolica ha un sacerdozio impostato in un certo e con le sue motivazioni razionali .
    In merito al "contronatura" non sono d'accordo , il sacerdozio ( di ogni religione seria) impone delle rinunce per fini più alti , se uno non è tagliato è meglio per tutti che rinunci.
    E bada lo stesso discorso io lo farei per i preti cantanti o che facciano attività mondana o di consigliere spirituale per dive strafighe della televisione.

    La stessa cosa se uno non ha proprio pulsioni sessuali e affettive, sarebbe ugualmente un pessimo sacerdote.
    Il tuo discorso sul "contronatura" nega a priori ogni discorso di tipo spirituale riducendo il tutto ad un mero teatrino sociale.
    Io non sono d'accordo: si può discutere o meno sull'esistenza di Dio o degli dei ma è ovvio che in quel sistema di valori , nel quale una persona si avvicina a prendere i voti la cosa è ( o dovrebbe) essere vista diversamente.

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Non dico che il voto stesso di castità sia contro natura (se esiste già di per sé non lo è, teoricamente... e poi niente contro chi, sacerdote o meno, vuole rimanere single o addirittura illibato) ma trovo contro natura il fatto che chi vuole avvicinarsi alla vita sacerdotale sia obbligato a non avere una famiglia sua. Cosa toglierebbe al suo mestiere?
    La maggior parte delle religioni non richiede quest'obbligo.

    Certo che chi decide di condurre questo tipo di vita sa a cosa va incontro ed è disposto ad accettarlo, io dico solo che ci vorrebbero almeno delle alternative, perchè... solo perchè non vedo perchè no

    Io non sono particolarmente credente, ma credo in tante cose per cui varrebbe la pena fare dei voti. Quindi immagino che un voto di castità per i miei ideali potrei sostenerlo solo che mi chiederei "perchè"? Tutto qui.
    Tu parli di rinunce... ma io ho visto preti ingozzarsi alle cene e ubriacarsi, e accumulare ricchezze da far schifo...
    A quelle cose avrebbe molto più senso rinunciare.

    Sia chiaro che non ce l'ho con tutti i preti, anzi vengo or ora da una bella chiacchierata con uno di loro, che mi ha fatto morire dal ridere e in modo semplice ed elegante però le persone come lui le spediscono alle parrocchie più sperdute in mezzo ai monti... ma qui siamo
    Ultima modifica di Ember : 24-09-2007 alle ore 02.36.19
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  13. #13
    Affuso il Sommo
    Ospite non registrato
    Facciamo una distinzione
    parliamo un attimo di sacerdoti degni e non di quelli indegni che comunque ci sono e tanti ( di indegni e pessimi) e anche senza arrivare agli estremi dei pervertiti che si inchiappettano i ragazzini.

    Ecco, in quel caso non si tratta di essere single per scelta , lo trovo un esempio errato, perchè la rinuncia all'attività sessuale sarebbe una scelta patologica ( sempre per un tipo di disturbo nella sfera della sessualità) mentre uno che prende i voti ( quello degno del nostro esempio) deve essere uno normale (in tutto) incluso il desiderio sessuale ed affetivo; altrimenti non ha senso ..il sacerdozio sarebbe uno strumento per assecondare le proprie turbe sessuali e non avrebbe niente da offrire alla comunità.

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Ma infatti non ho mai detto il contrario... o meglio, non si sta parlando del perchè un singolo uomo scelga il sacerdozio e la conseguente (presunta) castità ma quali sono le motivazioni della Chiesa stessa nell'imporlo... quasi tutti pensiamo che siano motivazioni che vengono dal passato e che possono essere tranquillamente riviste.

    Poi uno la vocazione in teoria o ce l'ha o non ce l'ha, non si mettono mica sulla bilancia i pro e i contro del sacerdozio. La chiamata di Dio non dovrebbe essere più forte di ogni cosa? in teoria se questo è vero, il numero dei preti on dovrebbe aumentare con la concessione del matrimonio. Mhm sarà
    Ultima modifica di Ember : 24-09-2007 alle ore 03.01.54
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  15. #15
    Angelus_Laguna
    Ospite non registrato
    mi accodo a Ember nella domanda specie cosniderando il rito orientale.

Privacy Policy