• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ritaroma
    Data registrazione
    31-01-2002
    Residenza
    Scafati (SA)
    Messaggi
    535

    Psicologia forense: C.T.U.

    Non so se è la sezione adatta per postare questa domanda spero che vada bene...
    Mi chiedevo: per diventare consulente tecnico d'ufficio
    è sufficiente la laurea e il conseguimento dell'esame di stato con conseguente iscrizione all'Albo, oppure è necessario seguire un corso/master che abiliti a tale attivita'??

    Un bacio a tutti
    Se la tua vita arde, la poesia è la cenere. (Leonard Cohen)
    La psicologia è come la luna: illumina il buio (Anonimo)

    Drssa-Rita-Romano

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di marygrace83
    Data registrazione
    15-11-2005
    Residenza
    ...
    Messaggi
    4,166
    ciao rita, ho vaghi ricordi del corso di psico Giuridica, e se non ricordo male ci sono dei requisiti specifici, definiti dalla legge....se ricordo qualcosa di + preciso ti faccio sapere!
    ciao!

    ps per il momento ho trovato questo link
    http://www.muscionico.it/diventare_CTU.htm
    Ultima modifica di marygrace83 : 19-09-2007 alle ore 23.10.02

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ritaroma
    Data registrazione
    31-01-2002
    Residenza
    Scafati (SA)
    Messaggi
    535
    Grazie cara...
    quello che piu mi preme è sapere se dopo l'iscrizione all'albo è possibile iscriversi alle liste dei tribunali, o se questa è solo una mia fantasia
    Se la tua vita arde, la poesia è la cenere. (Leonard Cohen)
    La psicologia è come la luna: illumina il buio (Anonimo)

    Drssa-Rita-Romano

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di elisachi
    Data registrazione
    25-09-2006
    Residenza
    pistoia
    Messaggi
    1,017
    ogni tribunale ha i suoi criteri per l'iscrizione alle liste......
    in toscana da quanto ho sentito dire devi avere almeno 30 anni di età ed essere iscritta all'albo da 2 o 3 anni....non ricordo bene.
    oltretutto devi aver frequentato corsi attinenti alla psicologia giuridica ed avere un esperienza pratica.
    ti consiglio di informarti presso un tribunale della tua regione....

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ritaroma
    Data registrazione
    31-01-2002
    Residenza
    Scafati (SA)
    Messaggi
    535
    Ok ...
    Grazie mille!!!
    Se la tua vita arde, la poesia è la cenere. (Leonard Cohen)
    La psicologia è come la luna: illumina il buio (Anonimo)

    Drssa-Rita-Romano

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di ginghellina
    Data registrazione
    10-05-2005
    Messaggi
    811
    anch'io sono interessata...è proprio quello che vorrei arrivare a fare un giorno.. conosco un professore di psicologia di firenze che fa questo lavoro, e mi ha detto che devi fare tanta tanta tanta gavetta, ma che poi è un lavoro stupendo, anche se difficile, che da 1000 soddisfazioni.

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di dolcevita73
    Data registrazione
    13-02-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    139
    per Roma credo che ci vogliono 5 anni di iscrizione all'albo e tutta una serie di requisiti tipo: conoscenze documentate in psicologia giuridica, psicodiagnostica, psic. età evolutiva, psicologia clinica..... (comunque credo che sul sito dell'ordine ci siano info precise!).

  8. #8
    Partecipante Super Esperto L'avatar di dott.ssaConfusa
    Data registrazione
    08-09-2005
    Messaggi
    535
    Mi sono informata anch'io, l'anno scorso, presso il tribunale della mia città. In genere richiedono 3 anni di iscrizione all'albo e almeno 30 anni di età, poi è obbligatorio frequentare un master o corso valido di psicologia giuridica (con almeno 100 ore di lezione). Ogni anno poi si debbono frequentare corsi di aggiornamento in materia.
    L'iter per lavorare in questo ambito prevede cmq un inizio come ctp, consulente di parte per gli avvocati. Non ci sono vincoli, basta conoscere avvocati e farsi prendere...Non è così facile però, ci vuole una preparazione ed un'esperienza molto solida (gli avvocati non è che danno in mano ad incompetenti le loro cause...I giudici poi tendono a chiamare sempre gli stessi ctu). Serve anche sangue freddo, perchè molto spesso si deve andare in aula a testimoniare e a riportare l'esito della propria perizia, e lì gli avvocati della controparte non fanno certo sconti a nessuno, e provano con tutti i metodi a loro disposizione ad infangare il lavoro del perito.
    Morale della favola: è un ambito molto interessante, pagato bene, ma di difficile accesso e non adatto a tutti.

Privacy Policy