• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 39

Discussione: Pazienti o clienti???

  1. #1
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    24-08-2006
    Messaggi
    1,145

    paienti, clienti???

    Ciao a tutti!!

    volevo porre sotto la vostra attenzione una questione prettamente terminologica...

    Il soggetto che intraprende una psicoterapia...

    è un paziente dello psicoterapeuta? un cliente? o cosa? come definirlo?

  2. #2
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312
    non c'è una modalità univoca di definire chi intraprende una psicoterapia, dipende dagli orientamenti e dalle implicazioni date ai termini.
    gieko

  3. #3
    Partecipante L'avatar di chicca_girasole
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Genova
    Messaggi
    51
    penso che tecnicamente siano esatte entrambe le definizioni!

    Personalmente però rispetto alla mia analista preferisco definirmi un' "analizzata"! Forse perchè "paziente" mi dà l'idea di dover essere malata, e "cliente" mi fa sembrare di avere a che fare con un avvocato!
    Chicca

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312
    o meglio analizzanda...
    gieko

  5. #5
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Meglio "pazienti" secondo me.
    Paziente deriva dal verbo latino patior che mi sembra abbia a sua volta origine dal verbo greco "pasko".Il significato del verbo latino è: soffrire,sopportare.
    Nel termine paziente,quindi,non c'è il senso della menomazione o della malattia,ma della sofferenza e della sopportazione;paziente è colui che sopporta una sofferenza;qualcosa di molto degno di rispetto.
    Del resto si va in psicoterapia perchè si sente una sofferenza.


    OT
    è un po' come la parola "zoppo" che è bellissima,perchè deriva dal greco zoppeus che vuol dire saggezza scherzo,questo era Guzzanti

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    C'è una differenza, mi sembra che il cliente è parte attiva del processo di analisi della domanda, mentre il paziente o utente è più una terminologia medica, che rimanda ad un concetto di "passività".

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975
    o meglio analizzanda...
    o meglio ancora analizzante...

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di korianor
    Data registrazione
    30-06-2005
    Messaggi
    335
    Originariamente postato da Parsifal

    OT
    è un po' come la parola "zoppo" che è bellissima,perchè deriva dal greco zoppeus che vuol dire saggezza scherzo,questo era Guzzanti
    Funari "Quando vedo la trasmissione sua, me da un grosso senso de pennicca... una grossa pennicchella me fai veni'"
    Gabriele La Porta: "come pennicchella?!?!?"
    Funari "Non e' un insulto, pennicchella e' una parola bellissima, ce lo dice Hillman, viene dal greco, vuol dire che c'hai rotto veramente i coglioni Gabriele!!!'"

    Scusate, ma non ho resisito!

    Fine
    "Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere" (L. Wittgenstein)

  9. #9
    Ruth di Lonsdale
    Ospite non registrato
    io preferisco Cliente. tendente al rogersiano.

    invece per le persone che sono ricoverate nella comunità nella quale lavoro preferisco chiamarle Utenti. Pazienti non lo sono per niente...ne avessero un pochino di più di pazienza...

  10. #10
    Partecipante Leggendario L'avatar di theniaka
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    Creta, Grecia
    Messaggi
    2,282
    ciao a tutti! solo ora ho visto 'sto thread... (le ore da noi sono 6:25!!!)

    parsifal, ha ragione che "paziente" deriva dal verbo greco "pasko", pero' significa soffrire TANTO! ovviamente un termine molto usato per definire una vasta gamma di persone (che soffrono di malattie mentali e "corporali") e usato di molte scienze potrebbe non essere fino ad oggi strettamente legato all' etimologia (a cio' da cui proviene)...

    *un esempio e' il termine schizofrenia che e' stato usato per descrivere persone con 2 personalita'! le cose non sono cosi, come sapiamo tutti, ma il termine si usa!*

    io trovo inappropriati entrambi i termini (paziente, cliente) per un sacco di motivi!

    da noi si usa spesso il "past participle" (participio passivo?) del verbo "faccio psicoterapia"... il termine significa "sono sottoposto alla psicoterapia"... e cosi si evita i termini con cui si puo' "essere un paziente 'pericoloso' " o "la persona a cui 'vendo' qualcosa e basta"! il piu' importante, pero', e' il fatto che non mostra un certo orientamento e viene capito da tutti!

    a presto!

  11. #11
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    Interessante. Purtroppo la lingua italiana non ha la possibilità di usare i termini come nella tua lingua o in inglese. Ve lo immagginate uno psicologo che dice "Il mio 'sottoposto a terapia'" oppure il cliente-paziente-utente che dice di sè "Io sono il 'sottoposto a terapia' della dr.sa Taldetali"...Veramente cacofonico!

  12. #12
    Partecipante Super Esperto L'avatar di neuromancer
    Data registrazione
    04-03-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    626
    Blog Entries
    8
    io non lo chiamo: lo vedo a formadi soldi....


    ciaz

  13. #13
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268
    sì cliente è molto rogersiano e anche un po' cognitivo...ma io preferisco paziente, tanto pe dare alle cose il loro nome.

    cliente è quello del parrucchiere, dell'estetista, del counselor filosofico....................................
    se va da un terapeuta è paziente, e lui lo sa bene!

  14. #14
    Partecipante Super Figo L'avatar di paroletta
    Data registrazione
    07-03-2006
    Messaggi
    1,618
    C'è anche 'utente' che si usa molto, specie nelle asl o nei centri convenzionati!

  15. #15
    Ruth di Lonsdale
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da manuelas
    cliente è quello del parrucchiere, dell'estetista, del counselor filosofico....................................
    per me CLIENTE è semplicemente colui che venendo da te e pagando si aspetta qualcosa in cambio. altrimenti i pazienti potrebbero anche essere chiamati amici, conoscenti, ospiti, passanti. a me piace il termine cliente!
    altri usano altri termini, forse non c'è la parola giusta, dipende da orientamenti e significati che si attribuiscono.

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy